Caserta, piazza Pitesti gestita dalla parrocchia del Buon Pastore

Piazza Pitesti sarà presto gestita dalla Parrocchia del Buon Pastore che organizzerà in quell’area una serie di attività di socializzazione ed aggregazione. Lo schema di Patto di Collaborazione per la tutela, salvaguardia e promozione della piazza è stato presentato dal vicesindaco Francesco De Michele e approvato dalla Giunta Comunale nel corso dell’ultima seduta. L’accordo sarà siglato nelle prossime settimane dal sindaco Carlo Marino e da don Antonello Giannotti.

“Fare ed essere comunità – dice il sindaco Carlo Marino – è un’esigenza indispensabile della città, una dimensione che ciascuno può contribuire a costruire, fornendo la disponibilità a migliorare la qualità della vita di tutti”.

Il patto per Piazza Pitesti, elaborato secondo quanto previsto dal Regolamento comunale sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura, rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei beni comuni urbani, prevede una serie di azioni:

– Formazione di gruppi attivi con l’organizzazione di attività di formazione e sensibilizzazione, anche in collaborazione con le istituzioni scolastiche, volte ad azioni utili alla valorizzazione del decoro cittadino e orientamento personale e lavorativo per i più giovani;

– Laboratori di lettura con organizzazione di gruppi, tarati per fasce di età e per abilità, per creare sensibilità allo spreco alimentare, ai temi ambientali e alla mobilità sostenibile;

– Manifestazioni culturali, teatrali e musicali, con particolare riferimento alla sensibilizzazione sociale, alla biodiversità, al valore della natura nell’arte, all’uso della risorsa energetica, al valore della solidarietà e della integrazione;

– Attività di aggregazione sociale nei periodi festivi, con la realizzazione di momenti di socializzazione rivolti in particolare ai più giovani.

L’accordo (della durata di 3 anni rinnovabile al massimo per un pari periodo) prevede, tra l’altro, anche una sistemazione degli spazi per favorirne una migliore fruibilità, il ripristino degli arredi urbani ed un miglioramento dell’illuminazione.

Il provvedimento segue di pochi giorni l’approvazione del Patto di Collaborazione per la cura, la rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei locali comunali di via Domenico Mondo con l’associazione di volontariato “L’Angelo degli Ultimi”, rappresentata dalla presidente Antonietta D’Albenzio. Oltre alla sistemazione dei servizi igienici con la predisposizione di vani doccia, la pulizia, la sistemazione e la manutenzione dei locali e degli spazi esterni, l’associazione intende organizzare nell’area proiezioni di film all’aperto, progetti multietnici e antirazzisti finalizzati all’inclusione e all’integrazione sociale, orti sociali, spettacoli teatrali e musicali, attività di aggregazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

YouTube
Pinterest
Instagram