L’ex deputato regionale siciliano Paolo Ruggirello, detenuto a Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di associazione mafiosa, è risultato positivo al Covid-19.

A rendere pubblica la notizia è la sorella Bice, la quale è stata avvisata dai militari dell’arma dei carabinieri.

Ruggirello stamani è stato trasferito all’ospedale Cutugno di Napoli. “Da dieci giorni che stava male – dice la sorella all’ANSA – Ho inviato decine di pec, senza mai ottenere risposta.

Dico grazie al Garante dei detenuti della Campania, Samuele Ciambriello, che è riuscito a ottenere il tampone”.

La figlia di Ruggirello, Monica, chiede che “si faccia chiarezza sugli inammissibili ritardi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *