Caserta, sul bus con i profughi ucraini c’è una donna positiva al Covid

La drammatica situazione in Ucraina spaventa ma arriva quando l’emergenza covid sembrava stesse avendo la sua battuta d’arresto finale e potrebbe peggiorare di nuovo. Nell’hub vaccinale della caserma Ferrari Orsi di via Laviano a Caserta sono stati accolti 100 profughi ucraini. Ieri, infatti, è arrivato nel tardo pomeriggio un secondo autobus, partito da Varsavia. Dopo 30 ore di viaggio, una volta giunti nel capoluogo di Terra di Lavoro, è iniziato il monitoraggio sanitario dell’Asl di Caserta dal quale è emerso che due bimbi hanno la febbre alta mentre una donna è risultata positiva al coronavirus. Sono ricoverati all’ospedale Moscati ad Aversa.

YouTube
Pinterest
Instagram