Stadio del Nuoto, scatta la protesta del Comitato delle Associazioni

Il Comitato delle Associazioni dello Stadio del Nuoto di Caserta è sceso in piazza per far valere i propri diritti. Una situazione drammatica, così come si evince nella lunga lettera inviata già lo scorso maggio al Presidente della Provincia Giorgio Magliocca, nella quale si ponevano sotto i riflettori alcune proposte e problematiche legate alla struttura casertana. In primis, la rimodulazione del piano vasca da giugno 2020 a giugno 2021 in base alle reali necessità dell’utenza; in seguito la riduzione dei corrispettivi per l’utilizzo degli spazi acqua fino a giugno 2021; la proroga di un anno delle convenzioni e due tecnici come uditori nel CdA dell’Agis quando si discute di ordini del giorno legati allo Stadio del Nuoto.

Nuove esigenze dettate ovviamente dal periodo delicatissimo dovuto all’emergenza coronavirus e che ha visto un rimodellarsi delle esigenze e delle necessità. Il Comitato delle Associazioni inoltre, vuole vederci chiaro anche per i corrispettivi da elargire per i tre mesi di stop per l’emergenza coronavirus. L’Agis, vorrebbe infatti il pagamento degli stessi con una particolare scontistica da gennaio mentre in altre realtà come ad esempio nella vicina Napoli, su richiesta del Coni inoltrata anche alla Provincia di Caserta, i pagamenti sono stati persino cancellati fino a dicembre 2020. Somme importanti per una realtà come quella dello Stadio del Nuoto e che farebbero la differenza per la sopravvivenza dell’intera struttura.

Il Comitato è sceso quindi in strada per far sentire la propria voce e soprattutto richiedere un incontro con il Direttore dello Stadio del Nuoto ed il Presidente Magliocca, in attesa della risposta ufficiale delle Istituazioni alle due Pec inoltrate da parte dello stesso Comitato delle Associazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

YouTube
Pinterest
Instagram