Federcasse conferma il proprio impegno affinché – all’interno delle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen – vi sia la uniforme adozione di ogni misura idonea alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e della clientela. In particolare, in relazione alle misure organizzative previste per il pagamento delle pensioni, queste saranno in linea con l’esigenza prioritaria, più volte affermata, di tutelare i lavoratori, i soci ed i clienti e nella garanzia di poter dare continuità di servizio alle comunità, con particolare riferimento alle “fasce deboli” della popolazione. Per i pagamenti delle pensioni Inps in contanti o per quelle accreditate a favore di soci e clienti pensionati, privi di strumenti di prelievo di denaro contante, Federcasse (alla quale aderisce anche la Banca di Credito Cooperativo “Terra di Lavoro-San Vincenzo de´ Paoli”, di cui è presidente Roberto Ricciardi), ha avviato l’iter per richiedere alle Autorità di adottare anche nelle BCC, Casse Rurali e Casse Raiffeisen, come già previsto per le Poste con apposita Ordinanza della Protezione Civile, una scalettatura per ordine alfabetico nell’arco di una settimana, almeno per le pensioni dei mesi di maggio e giugno. Federcasse conferma la piena disponibilità – nell’interesse della salute di lavoratori, soci, clienti e comunità locali e in linea con la necessità di assicurare il servizio bancario essenziale e nelle forme idonee all’emergenza sanitaria come disposto dalle misure emanate dal Governo – a dialogare con le organizzazioni sindacali e trovare responsabilmente rapidi punti di condivisione su tutte quelle misure che si valuteranno congiuntamente indispensabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *