Si fingono finanzieri ed assaltano una villa, fermati dai Carabineri a Teverola

I Carabinieri della Compagnia di Aversa (CE) hanno fatto irruzione in un’abitazione di Teverola (CE) arrestando tre soggetti accusati di rapina e tentata estorsione ai danni delle vittime. Il tutto – spiegano le forze

dell’ordine – è partito da una denuncia delle stesse vittime, che avevano lamentato di essere state rapinate da quattro persone che si erano qualificati come agenti della Guardia di Finanza: i finti finanzieri avrebbero suonato il campanello alle 6 del mattino, ma una volta aperta la porta hanno rivelato le loro intenzioni ordinando con pistola puntata di farsi condurre alla cassaforte; immobilizzata la moglie è stata messa a soqquadro la casa in cerca di soldi e gioielli preziosi. Inoltre, non sazi, hanno anche preteso il pagamento di 100.000 euro nei successivi due giorni, avendo inizialmente l’idea (poi scartata) di rapire la donna per chiedere poi un riscatto.

L’attività investigativa è stata subito avviata e, all’orario pattuito per la consegna del denaro, i militari hanno teso la trappola. I malviventi una volta scoperti hanno tentato di dileguarsi, ma sono stati prontamente bloccati, arrestati e condotti presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere; le indagini sono ancora in corso per la ricerca del quarto complice.

YouTube
Pinterest
Instagram