Archivio per Categoria Sport

DiRedazione

Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta, si parte in A1!!! Cuccarini vuole vincere in un PalaVignola degno di Caserta!!!

Mancano poche ore all’esordio casalingo in A1 della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta.

I riflettori sono tutti puntati sulla partita con Il Bisonte Firenze.
L’appuntamento è per domani, domenica 20 ottobre, alle 17, al PalaVignola.
Coach Cuccarini, supportato dal suo staff, ha preparato tutto nei minimi dettagli e domani mattina, al termine della seduta di rifinitura, ufficializzerà il sestetto migliore da schierare contro le avversarie.

Domani, però, sul taraflex rinnovato del PalaVignola non mancheranno all’appello la portoricana Aurea Cruz e la canadese Alexa Gray, che hanno appena terminato il Norceca con le rispettive nazionali.

Da evidenziare, al riguardo, che la Gray è conosciuta e apprezzata nel panorama pallavolistico internazionale per la sua grande potenza d’attacco e la Cruz, invece, ha all’attivo undici stagioni giocate nella massima serie.

Quella di domani, inoltre, sarà anche l’occasione per presentare il PalaVignola in una veste completamente rinnovata: oggetto di importanti lavori di restyling, curati nei minimi particolari da un’agenzia di grafica nazionale.

Il Palazzetto in poco tempo è stato trasformato in un vero e proprio tempio del Volley e si appresta, per il campionato appena inaugurato, ad accogliere atlete provenienti da tutto il mondo.

COME SEGUIRE LA GARA

In live streaming HD GRATUITO sulle piattaforme: PMG Sport, la web tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile LVF Tv (con registrazione gratuita), nella sezione sport del sito Repubblica.it e sul portale Sport.it

Didirettore casertaprimapagina

Lavori di rifinitura al Palavignola: domenica le atlete della Volalto giocheranno nel nuovo tempio del Volley. A Caserta non si passa!!!

Entro questo fine settimana il Palavignola cambierà completamente faccia! Ormai sono agli sgoccioli anche quegli interventi agli ultimi dettagli, perchè il palazzetto possa essere pronto per la gara casalinga della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta, in programma domenica contro il Bisonte Firenze.
Grazie all’estenuante impegno della famiglia Turco, Caserta sta per diventare uno degli internazionali scenari dove si giocheranno match avvincenti per questa stagione di A1 femminile.

Posizionamento dei led a bordo campo, installazione dei videocheck, ultimazione postazione Rai Sport, rifinitura del taraflex, tinteggiatura interna ed esterna, affissione all’esterno delle gigantografie delle atlete, scenografia di 100 metri sul perimetrale esterno, pannellature sui cancelli di accesso e una biglietteria nuova di zecca: nel weekend saranno portati a termine anche questi ultimi ritocchi al nuovo tempio del volley femminile casertano.
Un tempio che ha ragion d’essere in considerazione del fatto che la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta rappresenta una squadra che milita nella serie più importante, la A1.

Il presidente Nicola Turco va avanti per la sua strada, con un obiettivo ben preciso: assicurare a Caserta una squadra di livello nazionale.

DiRedazione

Rugby Clan U.18: amara sconfitta con l’Amatori Napoli

Rugby clan U. 18 l’esordio con l’Amatori Napoli, non è stata solo una sconfitta, ma una presa di coscienza. Inizia così il campionato regionale per gli under 18 del Rugby Clan di Santa Maria Capua Vetere che domenica scorsa si sono scontrati con gli atleti dell’Amatori Napoli sul campo dello stadio “F. Casino” di Santa Maria Capua Vetere. La diciotto del Rugby Clan, di neo formazione, si è trovata difronte una U. 18 di élite, all’interno della quale giocavano ben quattro fuoriquota. Il risultato però non era dato per scontato, era una partita che se fosse stata affrontata con maggior determinazione avrebbe prodotto un risultato diverso.  I Gialloblu nel primo tempo hanno tenuto testa alla squadra napoletana che è apparsa da subito in gran schieramento, riuscendo a giocare con più energia. Poi le mete subite e la difficoltà a rimontare, a causa di errori banali, di incertezze, di incomprensioni, hanno seminato l’insicurezza, la paura, tanto che il Rugby clan è arrivato a fine partita ad armi spuntate, arrendendosi ad un tabellone che li vedeva sopraffatti. Il punteggio 51 a 7 la dice lunga sul lavoro che gli allenatori dell’U. 18 di Santa Maria Capua Vetere, dovranno fare per rendere la squadra molto competitiva, perché quel carattere forte, carico di spirito di sacrificio, dimostrato nei test match, nella partita con l’Amatori non è venuto fuori, se non a piccoli sprazzi. Scorrettezze poche in campo, tenute sotto controllo dal direttore di gara Domenico Gargiulo di Torre del Greco che non ha staccato alcun cartellino giallo. Agli atleti del Rugby Clan è mancata quella spinta che doveva arrivare da una maggior consapevolezza delle loro qualità, è mancata la voglia di lottare, avendo troppo sopravvalutato gli avversari. Gli allenatori Francesco D’Auria e Valentino Pirro per questa settimana hanno già calibrato nuovi allenamenti mirati a coprire quei nervi scoperti, quei punti deboli, di una squadra nata da poco, anche in vista della prossima partita che si terrà domenica prossima, sul campo rettangolare della San Giorgio del Sannio a San Martino Sannita, in provincia di Benevento.

Diredazione2 casertaprimapagina

Casertana, Floro Flores parla a cuore aperto: “Un mese di tempo per recuperare dall’infortunio altrimenti dirò addio”

Una conferenza stampa emozionale, speciale, quella di questo pomeriggio allo Stadio Pinto. Protagonisti il presidente della Casertana Giuseppe D’Agostino, il responsabile dell’Area Tecnica Salvatore Violante e l’attaccante rossoblu Antonio Floro Flores. I riflettori sono puntati proprio su quest’ultimo, che ci tiene a chiarire presente, futuro ed il suo stato di forma dopo l’ennesimo stop di fine agosto. Una chiacchierata a cuore aperto, con tante rivelazioni importanti ed un aut aut a se stesso: un mese di tempo per recuperare la migliore forma fisica altrimenti sarà addio.

“Sono qui per chiarire tantissime cose – dichiara Floro Flores -, in primis parlarvi del mio stato di forma. Qui mi sento come in una famiglia . Da oggi fin quando non metterò piede in campo non voglio percepire lo stipendio. Mi sono affezionato tantissimo a questa squadra, questa città, questo gruppo ed ho un debito di riconoscenza non indifferente. Voglio provare per l’ultima volta a tornare il Floro che tutti conoscete, voglio dimostrare a Caserta il mio valore, voglio tornare ad essere importante. Spero in un mese di recuperare e stare bene: se ce la dovessi fare ci divertiremo insieme, se ciò non dovesse accadere invece dirò addio e farò altro. Non sto qua ad elemosinare ma a parlarvi con il cuore in mano perchè ho una grande voglia di dare una mano a questa società e questi ragazzi, quest’anno sento qualcosa di magico, qualcosa è fortemente cambiato ed ho un grandissimo stimolo a restare ed a dire la mia”.

L’ultimo infortunio è stato figlio della sfortuna che si è accanita contro di me in allenamento un giorno a San Felice. Ho deciso poi dopo settimane di seguire, d’accordo con la mia società, un programma specifico ad Udine perchè conoscono i miei problemi fisici, sono stato sei anni lì ed ho il mio fisioterapista e la mia famiglia. Chiedo scusa ai tifosi se non mi sono spiegato bene quando ho detto che a Caserta non c’è nulla: intendevo le strutture, i campi, lo stesso manto erboso impraticabile del Pinto o la possibilità di allenarci in un luogo predisposto solo per quello, solo per noi. Ringrazio sempre loro, la società, i miei compagni ed il mister che finalmente quest’anno mi ha saputo gestire in maniera impeccabile. Non tempo la concorrenza, ci sono Castaldo, Starita che fanno benissimo e non può che essere uno stimolo. Anzi, spero che proprio Starita faccia venti gol e che possa essere al suo fianco affinchè ciò accada”.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Diredazione2 casertaprimapagina

Casertana, oggi parla Floro Flores ma occhio agli svincolati: sulla lista dei desideri un probabile ritorno

Mancano solo due ore e si conoscerà la verità. Appuntamento alle 17 allo Stadio Pinto, precisamente in sala stampa, dove è stata convocata una conferenza straordinaria. Presenti il responsabile dell’area tecnica della Casertana Salvatore Violante, il presidente Giuseppe D’Agostino ed Antonio Floro Flores. Quando ieri pomeriggio è stata divulgata la notizia del particolare appuntamento con la stampa, un sentore è stato subito ben chiaro: c’è infatti la possibilità che sia l’occasione di un addio con l’esperto attaccante anche se, ovviamente, speriamo non sia così.

Facciamo un passo indietro: l’attaccante rossoblu è fermo da ormai settimane dopo il riacuirsi di un infortunio occorso in allenamento a fine agosto. Prima gli accertamenti e le terapie, poi la tabella personalizzata lontano da Caserta. Nulla di nascosto e confermato dalle note ufficiali del club. Appuntamento con l’aggiornarsi della situazione in questi giorni ed ecco la conferenza stampa con il giocatore, che però non si è ancora allenato con la squadra. Inoltre, destano preoccupazione le parole di mister Ginestra alla vigilia del match di domenica contro la Sicula Leonzio: “Floro? Lo aspettiamo se starà bene, altrimenti continuasse a lavorare per ritrovare il top della forma”. Schietto come sempre.

Due quindi le ipotesi: la conferma che il giocatore stia bene insieme alla volontà di chiarire qualche punto oppure, come molti ipotizzano, la risoluzione consensuale del contratto, lo stesso contratto tanto voluto da entrambe le parti proprio per riscattarsi da uno scorso anno ricco di infortuni e  davvero troppo sfortunato. Proprio la dea bendata sembra proseguire a non sorridere al calciatore ex Napoli, Genoa, Bari e Sassuolo tra gli altri ma che potrebbe ricoprire un ruolo in società. Ne riparleremo però tra qualche ora con dati più concreti alla mano. Se tre indizi fanno una prova, vi regaliamo anche l’ultimo: da fonti vicine alla società, sembra che la Casertana stia cercando attivamente un nuovo attaccante. In cima  alla lista dei desideri un gradito ritorno, quello di Gaston Corado, svincolato ed ex Francavilla. Ai posteri l’ardua sentenza: intanto, ci risentiamo tra qualche ora per tirare le somme.

RIPRODUZIONE RISERVATA

DiRedazione

Kata, campione d’Italia Petrillo della Fi Club Maddaloni

Continua a raccogliere successi la Fi Club Maddaloni, punto di riferimento del karate casertano: Daniele Petrillo è campione italiano di kata negli assoluti giovanili riservati alle squadre. A fine novembre poi il campione sarà impegnato alla premier League in Spagna, importante torneo in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020. A Madrid Daniele gareggerà con la squadra neo campione d’Italia e negli individuali, il cui torneo è riservato solo ai primi cento atleti del ranking mondiale. Daniele è 86esimo.

Diredazione2 casertaprimapagina

Casertana, l’analisi di mister Ginestra e di capitan Rainone dopo il pari contro la Sicula Leonzio

Non va oltre il pari la Casertana allo stadio Pinto contro la Sicula Leonzio in un match fortemente condizionato dal terreno di gioco non in perfette condizioni e dalla rete subìta dai falchetti in avvio. Tante palle gol create, numerosa sfortuna ed anche qualche svista arbitrale hanno fermato Castaldo e compagni sul pari, riequilibrando il risultato con una marcatura del solito Starita. Ad analizzare il match ed il momento della squadra all’ombra della Reggia in sala stampa è mister Ciro Ginestra: “Abbiamo avuto cinque palle gol – dichiara l’allenatore -, abbiamo giocato su un brutto manto erboso disputando male il primo tempo. Inoltre prendere gol nei primi minuti al primo tiro non aiuta di certo a gestire il resto del match. Siamo abituati a giocare a calcio e farlo su questo campo in queste condizioni è molto complesso. Prendiamoci il punto che smuove la classifica e pensiamo a come gestire la situazione anche su questo campo, ora che lo so proverò a fare qualcosa di diverso. Non devo recriminare nulla, nel calcio hai ciò che costruisci: oggi magari posso dire che giocando su un campo normale avremmo potuto segnare con più facilità. La partita mi lascia un po’ l’amaro in bocca ma mi tengo la reazione dei miei e va bene così. Ho messo Cavallini, Longo con Starita, Laaribi più gli altri giocatori ed ho spinto per cercare di vincere. Nonostante tutto questa squadra ha creato tanto e devo essere preoccupato quando vedo i ragazzi che non fanno il loro gioco e non hanno palle gol, non oggi. Ho rischiato per provare a vincere, io voglio sempre conquistare l’intera posta in palio, non mi piace né perdere né pareggiare. Mi dispiace che Zito sia in squalifica, per noi è importantissimo ed ha dato tutto anche se ha 60′ nelle gambe”

Gli fa eco nel ventre dello Stadio Pinto anche capitan Pasquale Rainone: “Risultato bugiardo, abbiamo provato a vincere fino alla fine ma nonostante le tante palle gol non siamo riusciti a portare la vittoria a casa. Avevamo preparato tutto diversamente in settimana, il campo non ci ha aiutato, abbiamo dovuto giocare di più le seconde palle ma non siamo demoralizzati. Mi preoccupo più dopo la gara di Vibo, dobbiamo guardare il nostro orticello e se siamo questi possiamo fare buone cose. Siamo partiti più morbidi perché passati subito in svantaggio nonostante la Sicula non abbia fatto niente di che ma c’era sempre la sensazione positiva di riprenderla e vincerla. L’arbitro? Preferisco non parlarne, si sbaglia a volte. L’applauso del pubblico? Ci impegniamo sempre e sudiamo la maglia dal 1 al 90′ e penso proprio che loro lo abbiano capito, ne sono molto felice. Il derby di domenica? Sarà una partita molto difficile, Campilongo lo conosciamo bene e fa giocare bene le sue squadre. Ora scarichiamo un po’ di tensione e da martedì lavoreremo al top per conquistare una vittoria contro la Cavese”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Diredazione2 casertaprimapagina

Pugilato, Angela Carini vicecampione del Mondo

Magic moment per lo sport casertano, in particolare quello femminile. Dopo l’oro delle spadiste Ewa Borowa e Gianna Della Corte della Giannone Caserta ai mondiali master di scherma in Egitto, arriva un altro eccellente risultato dal pugilato con un argento, conquistato da Angela Carini nella categoria 64 kg. alla finale iridata svoltasi a Ulan Ude nell’estremo Oriente della Russia a 100 km dal Lago Baikal lungo la mitica Transiberiana. La boxer campana, autrice di uno splendido torneo, è stata sconfitta dalla testa di serie numero 1, la cinese Dou, per 5-0 alla fine di un match molto equilibrato, al di là del verdetto unanime a favore della pugile asiatica espresso dai giudici di bordo ring. Nata ad Afragola ma formatasi pugilisticamente prima a Piedimonte Matese, dove si era trasferita la famiglia, poi a Marcianise presso l’Excelsior Boxe del maestro Brillantino, Angela Carini da qualche anno fa parte del Gruppo Sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato ed è uno dei punti fermi della nazionale azzurra. Pur avendo cambiato di categoria da 69 kg. a 64 kg., quindi con rilevanti sacrifici fisici,  Angela Carini ha centrato l’unico risultato di rilievo del team azzurro ottenuto in Russia ed ha impreziosito il palmares dell’atleta casertana già più volte sul podio italiano, europeo e mondiale negli anni scorsi.

Alle performances delle campionesse si aggiungono i risultati di rilievo di altri atleti come i tiratori Tammaro Cassandro e Giancarlo Tazza che alla finale mondiale di skeet ad Al Ain in Arabia si sono classificati rispettivamente al settimo ed al tredicesimo posto. In particolare Cassandro ha mancato l’accesso allo spareggio a sei per le medaglie per un solo piattello,valutato dalla giuria tra molte incertezze e con il giudizio negativo contestato dall’atleta e dai tecnici federali. Tammaro, comunque con il secondo posto agli europei ed ai mondiali resta tra i candidati alla nomination per i Giochi Olimpici di Tokio. Altro tiratore sugli scudi l’aversano Adriano Santarcangelo che nella specialità del tiro dinamico con la pistola ha conquistato a Belgrado l’oro nella categoria standard, confermando di essere tra i più validi esponenti della Fitds, la Federazione Italiano del Tiro dinamico.  “Si tratta di risultati di grande prestigio –evidenzia il delegato Coni Michele De Simone- che ci fanno ben sperare in vista di una presenza di atleti casertani ai Giochi Olimpicfi di Tokyo in programma l’anno prossimo”.

DiRedazione

Scherma Giannone: giovani casertani per l’oro ai Mondiali in corso a Il Cairo

Eccezionale affermazione delle schermitrici della Giannone Caserta, Ewa Borowa e Gianna Della Corte, che hanno contribuito, in qualità di componenti del team azzurro a garantire all’Italia l’oro nei campionati mondiali master in corso al Cairo in Egitto. E’ la prima volta per le due portacolori  della spada casertana ed italiana a salire sul gradino più alto del podio dopo aver sfiorato il massimo traguardo nelle precedenti edizioni concluse con un argento ed un bronzo. Ad impreziosire il già esaltante risultato a squadra l’argento conquistato nella prova individuale dalla Borowa sconfitta all’ultima stoccata dopo aver dimostrato chiaramente di meritare l’en plein. Il campionato master di scherma è uno dei più competitivi in quanto nel ranking gareggiano grandissimi atleti già vincitori di Olimpiadi, Mondiali, Europei e titoli nazionali che continuano la loro attività nella categoria dei veterani, spesso ricca di talenti del passato che continuano il loro impegno con impegno e passione.

DiRedazione

Volley femminile, A1: la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta contro il Millenium Brescia perde 3 a 1 ma se la gioca, nonostante 2 titolari in meno e l`addio della centrale

Nella partita di esordio nel campionato di A1, la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta ha lottato con onore per strappare i 3 punti alla Banca Valsabbina Millenium Brescia e poco ci e’ mancato.

L`assenza di due titolari e l`addio della centrale Giulia Pisani, che ha spiazzato coach Cuccarini con la sua decisione di passare a Raisport come commentatrice, hanno giocato un ruolo fondamentale nelle sorti del match.
La Banca Valsabbina Millenium Brescia ha portato a casa la vittoria (3-1) nel corso di un incontro avvincente, sul taraflex del Palasport ‘Jimmy George’ di Montichiari, e che ha visto il club casertano regalare uno spettacolo fuori dal comune agli spettatori presenti.

Le avversarie del Millenium Brescia, che erano al completo, hanno potuto approfittare del fatto che mancassero in campo le due schiacciatrici titolari della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta, impegnate con le rispettive nazionali a Norceca che si sono concluse proprio oggi. Si tratta della banda canadese Alexa Gray, dotata di una grande potenza d`attacco, e dell`espertissima portoricana Aurea Cruz, undici stagioni alle spalle nella massima serie.
Le atlete di coach Cuccarini hanno dato battaglia fino all`ultimo set ma, chi credeva che perdessero con disonore, sara` rimasto deluso.
Riflettori puntati adesso sul prossimo incontro casalingo, al Palavignola di Caserta, in caledario per domenica 20 ottobre prossimo: la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta dovra` vedersela con il Bisonte Firenze.