Archivio per Categoria Sport

DiRedazione

Maddaloni e la sinergia giovanile. Febbraio: “I ragazzi lo meritano”

MADDALONI BASKETCreare partnership tra società è diventato ormai una necessità per tutti coloro che vogliono ancora lavorare bene nella pallacanestro. Essere una eccellenza significa lavorare sodo e sacrificarsi, e se insieme si inizia un percorso per raggiungere gli stessi obiettivi, tutto è più semplice e motivante.

«Ormai operiamo da anni sul territorio maddalonese e ci siamo resi conto che Maddaloni merita di più – ha esordito il responsabile dell’Artus Nino Febbraio -. I ragazzi meritano di più. Meritano più di due realtà cestistiche che lavorano in parallelo facendosi la lotta cercando di raggiungere gli stessi obiettivi, magari arrivando ad un soffio da questi e poi non riuscendo perché manca sempre qualcosa. Un qualcosa che magari è lì a pochi metri, magari proprio nella stessa palestra dove ci si allena, ma separata dai pregiudizi, dall’incapacità di mettersi in discussione, dai pettegolezzi. Sicuramente ci è voluto un po’ di tempo per capirlo ma alla fine, cercando sempre di mantenere la nostra identità, ci siamo riusciti. Sono stati mesi difficili, abbiamo ricevuto grandi consensi ma nello stesso tempo purtroppo siamo stati bersagliati da chi forse non vede di buon occhio questa collaborazione. Dopo aver superato quel muro che ci divideva – ha continuato Febbraio -, abbiamo trovato subito una buona intesa con Giovanni Monda, Claudia de Capua e Pasquale De Filippo che con la sua Pallacanestro San Michele fungerà da “piattaforma” per i ragazzi che arrivati alla categoria under 14 con le rispettive società giocheranno per Maddaloni. Il nostro impegno diretto sia a livello tecnico che organizzativo, garantisce quella continuità e quella qualità che abbiamo sempre voluto dare al lavoro che si fa già a livello minibasket».

Mettere in comune energie, risorse e atleti vorrà dire soprattutto che i vari gruppi saranno competitivi.

«Allargando così il bacino di utenza per forza di cose ci saranno dei gruppi sicuramente più competitivi, ma qui entra in gioco proprio il nostro obiettivo primario e cioè “mettere nelle condizioni ogni ragazzo di migliorare e di giocare in quello che è il suo contesto migliore, dove lui potrà avere maggiori stimoli e maggiori soddisfazioni”. Questa cosa non sarà affatto facile – ha dichiarato il responsabile dell’Artus – bisogna creare una “mentalità comune”, dobbiamo prima di tutto educare sportivamente i ragazzi e inculcare in loro un grande spirito di sacrificio che guarda sì al risultato, ma soprattutto al fatto di essere uomini e donne migliori».

Le società tutte insieme sono d’accordo a seguire un percorso tecnico-tattico ma anche atletico-motorio, che inizi sin dal minibasket e che permetta ai ragazzi di crescere nella loro città.

«A livello tecnico credo che il nostro staff, guidato da Giovanni Monda abbia grandi potenzialità, abbiamo già avuto modo di lavorare insieme tutto il mese di giugno e devo dire che dopo una prima riunione in cui abbiamo spiegato la situazione ai nostri tecnici, vedendoli lavorare insieme abbiamo notato grande complicità e una voglia grandissima di far bene. In accordo con Monda stiamo dando grande importanza alla parte svolta dai preparatori atletici guidati da Eugenio di Giovanni e credo proprio che migliorare a livello motorio e atletico non possa fare altro che mettere nelle migliori condizioni il ragazzo anche per migliorare tecnicamente. Forse l’obiettivo più grande sarà quello di dare ancora più qualità al minibasket, mio campo di specializzazione, abituando al gioco i ragazzi facendoli appassionare ancora di più a questo sport guardando al futuro – ha concluso Nino Febbraio -, giocare a Maddaloni e per Maddaloni, insieme».

DiRedazione

Linton Johnson saluta e dice addio al San Nicola Basket Cedri

linton johnsonLe strade del San Nicola Basket Cedri e di Linton Johnson si separano. L’atleta trentottenne ha deciso di non continuare il rapporto con la società biancoblu, declinando l’offerta della dirigenza che ha provato fortemente a trattenerlo nelle proprie fila. L’esperienza del nativo di Chicago a San Nicola la Strada si conclude con 501 punti in 33 partite, per una media di 16,2 punti ad allacciata di scarpe, ed un massimo di 33 nella vittoria casalinga contro la Virtus Pozzuoli. Il San Nicola Basket Cedri augura le migliori fortune per il prosieguo della carriera di Linton Johnson e si ritiene fortunata ed onorata ad aver visto con la propria canotta un giocatore capace di vincere un titolo NBA con i San Antonio Spurs e di essere per anni uno dei migliori lunghi della nostra Serie A.
Ad maiora Linton!!

DiRedazione

Buona prestazione del Gladiator a Palma Campania. Finisce 2-2 l’amichevole con la Palmese

Gladiator a Palma CampaniaIl Gladiator pareggia col punteggio di 2-2 nell’amichevole contro la Palmese. Allo stadio “Comunale” di Palma Campania, i neroazzurri di Giovanni Sannazzaro esprimono una buona prestazione: l’intensità di gioco cresce di fatti la manovra migliora ogni giorno di più. Per tutti i calciatori, fatta eccezione per l’infortunato Pesce, è stata un’ottima occasione di aumentare il proprio minutaggio ad una settimana dall’esordio in Coppa Italia di Eccellenza contro il Mondragone. Il programma della preparazione continuerà nei prossimi giorni, con la quinta amichevole stagionale che si svolgerà mercoledì 22 agosto alle 16.30 contro il Vitulazio allo stadio “Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere.

CRONACA. Nella prima frazione ritmo abbastanza intenso con le due compagini che contendono la palla. I padroni di casa di Vincenzo Criscuolo si rendono pericolosi con il colpo di testa di Cibele: strepitosa la parata di De Lucia (4’). Pochi istanti dopo goal annullato a Cibele per fuorigioco (6’) Immediata reazione dei neroazzurri. Azione da calcio d’angolo al 12′. Vitiello pennella sul secondo palo per Spilabotte che, ostruito da un difensore avversario, si libera ma non calcia con precisione. Occasione ghiotta ma palla fuori dallo specchio. Al 27’ passaggio filtrante di Liccardi nello spazio per Spilabotte: colpo a botta sicura ma il difensore Di Palma mura in angolo. Nel finire di tempo la Palmese sblocca il punteggio. Due punizioni nel giro di quattro minuti per Polverino. Prima colpisce la traversa, poi al 44’ insacca sul secondo palo. Nella ripresa il Gladiator reagisce e ribalta il punteggio in otto minuti. Al 70’ Romagnoli concretizza un contropiede mortifero, su assist di Cerrato, poi al 78’ Capobianco trasforma il penalty per fallo su Cerrato. Tra le mura amiche la Palmese non vuole perdere e Siciliano spara in curva un calcio di rigore (81’). Nel finale lo stesso attaccante si fa perdonare dell’errore dal dischetto e sigla il 2-2 finale.

INTERVISTA. A fine gara l’allenatore Giovanni Sannazzaro si esprime sull’incontro amichevole: “Non guardo il risultato delle partite di precampionato, perché in questa fase della stagione conta ben altro. Ho visto un buon atteggiamento della squadra nella ripresa ma nel complesso ci sono state cose positive e altre negative. Sapevamo che non potevamo essere brillanti perché fino a ieri abbiamo caricato molto. Stiamo rispettando la tabella di marcia e siamo consapevoli che non prima di sei-sette settimane troveremo la forma fisica che vogliamo”. Sabato primo impegno ufficiale dell’anno con la trasferta a Mondragone valevole per il primo turno della Coppa Italia: “Non saremo al top – prosegue Sannazzaro – come non lo saranno loro. Queste partite estive serviranno per testare il lavoro fatto in campo e fin qui devo dire che ognuno si sta impegnando al massimo”.

Tabellino: PALMESE-GLADIATOR = 2-2

Primo tempo

PALMESE: Cozzolino, Di Palma, Langella, Della Femmina, Romano Marco, Polverino, Sorriso, Adiletta, Romano Umberto, Cibele, Russo. Allenatore: Vincenzo Criscuolo

GLADIATOR: De Lucia, Bottigliero, Lombardi, Vitiello, Caccia, Manzi, De Rosa, Di Pietro, Spilabotte, Di Paola, Liccardi. Allenatore: Giovanni Sannazzaro

Secondo tempo

PALMESE: Longobardi, D’Auria, Manzo, Pepe, Romano Marco, Polverino, Sorriso, Basile, Romano Umberto, Siciliano, Russo. Allenatore: Vincenzo Criscuolo

GLADIATOR: Merola, Bottigliero, Lombardi, Vitiello, Caccia, De Rosa, Celio, Di Pietro, Spilabotte (60’ Capobianco), Di Paola (65’ Romagnoli), Cerrato. Allenatore: Giovanni Sannazzaro

RETI: 44’ Polverino (P), 70’ Romagnoli (G), 78’ Capobianco su rig. (G), 85’ Siciliano (P)

DiRedazione

Si raduna la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta, domani il primo allenamento: entusiasmo alle stelle per le rosanero

Raduno Volalto 2.0 CasertaEntusiasmo, gioia e voglia di iniziare. C’è tutto questo nel raduno della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta che oggi pomeriggio (domenica 19 agosto) ha dato ufficialmente il via alla stagione agonistica 2018/19. Non è mancato all’appuntamento l’allenatore Luca Cristofani che una ad una ha conosciuto e salutato tutte le sue atlete per il prossimo campionato di Serie A2. Le pallavoliste della Volalto 2.0 sono arrivate a Caserta col sorriso, consapevoli di iniziare una nuova avventura che si annuncia avvincente e vincente. All’appello (per ora) manca solamente l’opposto Maria Josè Perez. La venezuelana ha bisogno del ‘visto’, una procedura per poter entrare in Italia: l’iter burocratico è già stato avviato dalla società e così anche la ‘bomber’ rosanero potrà unirsi al resto del gruppo. Domani al primo allenamento il direttore sportivo Arcangelo Madonna presenterà alla squadra anche le tre atlete casertane (che saranno presto annunciate) che completeranno il roster. “Abbiamo un gran bel gruppo – ha affermato coach Luca Cristofani – e non nascondo che è sempre emozionante iniziare una nuova stagione. I prossimi giorni di allenamento serviranno anche per conoscerci e per capire la condizione fisica delle atlete. Poi attenderemo Perez per iniziare a pensare anche all’aspetto tattico. Conosco già alcune ragazze che ho avuto con me e non vedo l’ora di rivederle in campo”. Guardando alla squadra e al futuro è chiaro che gli obiettivi della società significano anche una grossa responsabilità per l’allenatore: “Siamo pronti a fare bene, c’è un bel mix tra giovani promesse ed esperienza. Servirà tanto lavoro per far girare al meglio la squadra. Il mercato ci ha regalato bei colpi, ora la parola passa al campo”. Domani (lunedì 20 agosto) il primo allenamento della nuova Volalto 2.0 Caserta targata Golden Tulip. Parte l’avventura: sarà straordinario viverla con tutta la città!

DiRedazione

San Nicola Basket Cedri, ecco il nuovo direttore sportivo: ingaggiato Valerio Tranfa

FB_IMG_1534516429063Il San Nicola Basket Cedri si rinnova anche in ambito dirigenziale e annuncia l’innesto di Valerio Tranfa come Direttore Sportivo. Quarant’anni compiuti da poco, Tranfa non è un novizio dell’ambiente biancoblu, avendo speso anni felici della sua carriera cestistica al PalaIlario, infiammando le retine campane; nel 2011/2012 fu il capitano e bomber del San Nicola che conquistò la promozione in serie C2 con Francesco Miraglia in panchina. Ma la carriera di Tranfa non è solo Cedri: cresciuto nel vivaio della Juvecaserta, con cui debuttò anche in A2, le sue gesta sportive hanno toccato tante regioni italiane fra serie B e serie C, con un solo risultato come costante: fare canestro e vincere campionati. Ora per lui un ruolo dirigenziale in casa Cedri: “È una squadra che mi è sempre rimasta nel cuore. Non ho esitato ad accettare la proposta fatta dal coach Adolfo Parrillo, mio grande amico, e nella possibilità di ritrovare Francesco Miraglia.  Il nostro progetto è quello di crescere e di fare bene in un campionato molto difficile; puntiamo molto sui nostri giocatori perché sono il meglio in circolazione e poi abbiamo uno staff da fare invidia competenza e professionalità. Spero di aiutare la società con la mia esperienza e auguro a tutti un buon campionato

DiRedazione

Casertana, che colpaccio: ecco il campione di centrocampo Zito

ZitoLa Casertana FC comunica di essersi assicurata le prestazione sportive del calciatore Antonio Zito.

Un altro grande colpo per i falchetti che, dopo Gigi Castaldo ed Angelo D’Angelo, portano a casa un altro tassello dalla serie B.
Antonio Zito, classe 1986, mancino dirompente e indiscussa capacità di macinare chilometri sulla sinistra, arriva in rossoblu dopo l’esperienza con la Salernitana con la cui maglia ha militato dal gennaio 2016 ad oggi lasciando un segno profondo nella piazza campana. Una carriera costellata da tantissima serie B, campionato con cui ha brillato anche con i colori di Ternana, Avellino, Crotone e Juve Stabia. Forza fisica, corsa, intelligenza e tanta grinta: sono soltanto alcune delle caratteristiche di quella che è un’altra delle perle messe a disposizione di mister Fontana.

“Sono contentissimo di essere qui – ha commentato Antonio Zito subito dopo la firma presso la sede di Corso Trieste – Sono stato letteralmente travolto dall’entusiasmo del presidente D’Agostino e del direttore Martone. Nella mia carriera ho sempre puntato tutto sulle mie motivazioni. E il progetto della Casertana mi ha spinto a lasciare la serie B. Per me non è assolutamente un declassamento. Quello che fa la categoria sono i professionisti e qui c’è una società che merita ben altri scenari”.

DiRedazione

Juvecaserta, la presentazione il 22 agosto: ecco il calendario delle amichevoli

juvecaserta curva striscioneSi radunerà mercoledì prossimo, 22 agosto, la formazione della Decò Caserta, che prenderà parte al prossimo campionato di serie B. Lo staff ed i giocatori bianconeri saranno presentati alla stampa nel corso di un apposito incontro fissato per le ore 18.00 presso la sala riunioni del Paladecò. Grazie agli accordi raggiunti dal dirigente responsabile della logistica, Antonio Mataluna, nella stessa data la squadra si trasferirà presso la “Tenuta Re Ferdinando” di San Prisco, dove alloggerà fino al giorno 26, raggiungendo  con una propria navetta quotidianamente il campo di gioco per le sedute tecniche. Immersa nel verde del parco archeologico di San Prisco, la “Tenuta Re Ferdinando”  rappresenta il luogo ideale per un momento di puro relax, a pieno contatto con la natura. La Decò Caserta ringrazia la proprietà di “Tenuta Re Ferdinando” per la collaborazione e l’ospitalità concessa.
Intanto, lo staff tecnico ha definito il calendario del precampionato, che prevede le seguenti gare:
sabato 8 settembre a Pozzuoli : Virtus Pozzuoli – Decò Caserta
domenica 9 settembre a Battipaglia: Pol. Battipagliese – Decò Caserta
sabato 15 settembre a Scauri: Basket Scauri – Decò Caserta
domenica 16 settembre a Valmontone: Virtus Valmontone – Decò Caserta
sabato 22 settembre al Paladecò: Decò Caserta – Virtus Pozzuoli
domenica 23 settembre al Paladecò: Decò Caserta – Tiber Roma
mercoledì 26 settembre al Paladecò: Decò Caserta – Pol. Battipagliese
domenica 30 settembre a Monopoli: Decò Caserta – Olimpia Matera
L’inizio degli scrimmage è programmato per le ore 18.00, ad eccezione di quello di Pozzuoli il cui inizio è previsto per le 18.30-

DiRedazione

Il San Michele Maddaloni conferma un pezzo importante del suo vivaio: ecco Antonio Cioppa

San MicheleLa Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica che anche per la stagione 2018/19  l’under Antonio Cioppa vestirà la casacca biancazzurra. Atleta classe ’99, nella scorsa annata è salito alla ribalta del campionato di serie C Silver mettendosi in gran luce con diverse prestazioni da giocatore di categoria. Cresciuto nel vivaio maddalonese, lui che è nativo di Caivano, ha deciso di rimanere un’altra stagione a Maddaloni nonostante avesse delle trattative avanzate con prestigiose società di serie B.

«Antonio Cioppa rappresenta un pezzo della nostra storia di cui andare orgogliosi – ha dichiarato il presidente Pasquale De Filippo – ed un ragazzo a cui sono particolarmente legato per il suo comportamento a dir poco esemplare. Parlare con i giocatori con cui iniziavo le trattative e sentire molti di loro fare il suo nome, è la dimostrazione che ormai si è fatto notare. Tenerlo con noi, nonostante ci siano società interessate ad acquisirlo, dimostra che il lavoro del nostro settore giovanile inizia a produrre i risultati che ci siamo prefisssati. Ci aspettiamo la definitiva consacrazione nella prossima stagione – ha concluso il deus ex machina biancazzurro – con la consapevolezza che coach Mariano Gentile ha fortemente puntato su di lui».

DiRedazione

San Michele Maddaloni e il settore giovanile. Monda: vogliamo costruire un modello

San MicheleNon solo prima squadra, anzi, soprattutto settore giovanile. La Pall. San Michele Maddaloni da anni ormai non nasconde la sua volontà di mettere al primo posto i giovani con l’obiettivo in futuro di vedere la prima squadra essere formata da atleti provenienti tutti dal proprio vivaio. Questo sogno può essere realizzato soltanto con il tempo, il duro lavoro e l’unione delle forze, e l’avvio della collaborazione con un’altra realtà cittadina come l’Artus Basket è senz’altro un bel segnale.

«Questa collaborazione, mi piace dire integrazione, è una cosa – ha esordito il responsabile tecnico della società Giovanni Monda – che io e Pasquale De Filippo rincorrevamo da tempo. Quest’anno ci siamo riusciti e devo dire che abbiamo trovato facilmente un’ottima intesa con Nino Febbraio ed Eugenio Di Giovanni, i deus ex machina dell’Artus. Questo però è solo un primo passo, ora arriva quello più importante: dare continuità a questa idea nei fatti e non solo nelle idee o nei progetti. C’è da dire che di fatti ne abbiamo realizzati già un po’ da quando abbiamo iniziato questo percorso. Spallieri e Pascarella che hanno già esordito in serie B e C, Papa e Bentrand che hanno calcato il parquet in serie B, Sabatino che dopo aver giocato tanto in B ha trovato piccoli spazi con coach Pino Sacripanti ad Avellino, Cioppa che lo scorso anno è stato un elemento importante nel campionato di C. Quest’anno in grande sintonia con coach Mariano Gentile speriamo di riuscire a far debuttare qualche altro giovanissimo in serie C. Avremmo potuto fare ancora di più, ma oggi non è semplice far comprendere ai ragazzi ed alle loro famiglie che è importante compiere un percorso che si caratterizza anche con la continuità. Questa dev’essere la sfida che dobbiamo cogliere».

La Pall. San Michele Maddaloni sono diverse stagioni che riesce ad arricchire la propria bacheca con un’affermazione al giovanile. Frutto negli anni di piccole collaborazioni già in essere, come quella con il Kioko Caserta lanciata dodici mesi fa.

«La joint venture che ci vede legati al Kioko Caserta e che lo scorso anno ha dato grandi soddisfazioni culminate nelle finali nazionali di Cagliari con i 2004, prende ancora più corpo e sostanza. Il gruppo 2004 – ha dichiarato coach Giovanni Monda – giocherà a Maddaloni anche se targato Kioko, e faremo giocare qualche 2005 e 2006 con i gruppi di Riccarda, mia sorella, e suo marito Antonello Pota cercando di creare da subito gruppi competitivi ed omogenei. Non nascondiamo il fatto che al Kioko hanno saputo creare un modello che anche con i nostri gruppi più piccoli vogliamo ricalcare. Io mi prenderò cura direttamente del gruppo 2007 – ha continuato il responsabile tecnico biancazzurro – proprio per enfatizzare due elementi: rinsaldare questa sinergia, affermare l’importanza dei gruppi più piccoli. E non finisce qui, perché in cantiere abbiamo tante altre novità».

Mettere in comune energie, risorse, atleti, permetterà di creare una fitta rete di collaborazioni e garantirà di avere dei gruppi sempre più competitivi nelle diverse categorie. Senza dimenticare valori come l’educazione e l’impegno.

«Certamente si! Avremo vari gruppi molto competitivi, ed altri dove lavorare per aumentare la qualità di gioco e di capacità per implementare la competitività. Abbiamo come obiettivo quello di spingere i nostri ragazzi ad esordire quanto prima nel campionato senior cercando di far comprendere loro come debba essere solo un punto di partenza e non un traguardo. Così come vorremo che i nostri atleti siano innanzitutto studenti preparati e consapevoli – ha concluso Giovanni Monda – che la pallacanestro deve essere uno strumento per essere persone migliori».

DiRedazione

Si alza il sipario su Castaldo e D’Angelo: la Caserta torna a sognare in grande

Castaldo D'AngeloOggi pomeriggio alle ore 18, presso la sala stampa ‘Mario Iannotta’ dello stadio Pinto si terrà la presentazione ufficiale dei calciatori Gigi Castaldo e Angelo D’Angelo.