Archivio degli autori redazione2 casertaprimapagina

Diredazione2 casertaprimapagina

Casertana super, buona anche la terza: i falchetti calano il tris allo stadio Pinto contro il Bisceglie

Terza vittoria consecutiva per la Casertana, la prima del 2019 dopo la sosta, che nel turno infrasettimanale allo stadio Pinto fa del Bisceglie un sol boccone. Una gara agevole guardando le due classifiche ma sicuramente da non sottovalutare per la squadra del duo tecnico Esposito – Di Costanzo, particolarmente attenta anche nella gestione dei cartellini e dei giocatori diffidati in vista del prossimo big match di domenica pomeriggio in trasferta contro la corazzata Catanzaro. Formazione senza troppe sorprese per i falchetti, con Romano e De Marco confermati a centrocampo e Padovan in attacco al posto dell’indisponibile Floro Flores. Gioco e spettacolo per i rossoblù già nei primi minuti di gioco, con la rete sfiorata in due occasioni: prima Padovan, poi un doppio Romano impegnano Vassallo che salva così la porta dei pugliesi. Zito è davvero incontenibile sulla sua scorribanda e l’intesa con Castaldo è perfetta, spine nel fianco del team di Vanoli. Al 21′  si sblocca il risultato: calcio d’angolo ed incornata perfetta di capitan Rainone che fa esplodere il “Pinto”, dedicando la rete a sua figlia. Ancora grande dominio di campo della Casertana che al 42′ trova il meritato raddoppio: questa volta sotto i riflettori c’è Padovan, che sulla destra dribbla due avversari e crea un assist perfetto per Castaldo che solo davanti Vassallo non sbaglia salendo a quota 9 goal in campionato, in vetta alla classifica marcatori del Girone.

Nella ripresa la musica non cambia ed al pronti via arriva il tris: il numero 10 ricambia il piacere al compagno di reparto e dopo una grande azione personale tutta tecnica e classe, lo chiama in causa, battendo ancora Vassallo. A metà secondo tempo girandola di sostituzioni per i rossoblù con Esposito che chiama in causa Cigliano, Santoro, Mancino e Moccia. La gara cala di ritmo e c’è tempo per far festa al “Pinto”: prestazione più che convincente ma soprattutto importante in vista del big match contro il Catanzaro, acquistando ancor più fiducia e consapevolezza per la seconda parte della stagione.

CASERTANA: Adamonis, Rainone (90’ Longobardo), Zito (90’ Moccia), Vacca; Blondett, De Marco (80’ Mancino), Castaldo; Romano (66’ Santoro); Lorenzini, Padovan (80’ Cigliano), Meola. A disp: Zivkovic, Matese, Longobardo, Leonetti. Allenatore: Di Costanzo – Esposito
BISCEGLIE: Vassallo, Calandra, Bottalico (45’ Camporeale), Markic, Parlati, Zohoki (45’ Scalzone, dal 57’ Jovanovic), Starita, Cuppone (75’ Dellino), Maestrelli, Giacomarro, Zigrossi (81’ Maccarone). A disp: Nidiaye, Messina, Risolo, Petova, Casella. Allenatore: Vanoli
ARBITRO:  Rossetti di Ancona
RETI: 21′ Rainone, 42′ Castaldo, 52′ Padovan
NOTE: Ammoniti Zigrossi, Camporeale, Parlati. Recupero 1′ pt, 3′ st

Diredazione2 casertaprimapagina

Alla Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare la presentazione del progetto “School Talk”

Giovedì 31 gennaio alle ore 10:30 presso la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare di Caserta in Viale Giulio Douhet, 2, verrà presentato il progetto didattico “School Talk” ideato dal Comitato Ad Astra con la collaborazione ed il supporto della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, l’Assessorato alle Politiche Sociali e l’Assessorato alla Cultura ed Istruzione del Comune di Caserta. L’idea alla base del progetto è molto semplice: mettere esperienze concrete ed esempi positivi al servizio dei giovani per una crescita consapevole dei propri mezzi e potenzialità

Il progetto partirà in via sperimentale con gli Istituti casertani “ISISS Terra di Lavoro” ed al “Liceo Artistico San Leucio”.

Alla presentazione del 31 gennaio a cura del Presidente del Comitato Ad Astra, Dott.ssa Giovanna Passariello insieme agli altri soci, saranno presenti, oltre alle autorità del territorio e ad una rappresentanza di studenti e genitori con i loro dirigenti scolastici, il Comandante della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, Col. Nicola Gigante, anche nelle vesti di mentore, e il Sindaco del Comune di Caserta, Carlo Marino.

All’incontro di presentazione saranno anche presenti, in rappresentanza dei mentori e testimonial del Progetto School Talk, il Campione del mondo di pallanuoto l’Avv. Francesco Postiglione, il Direttore Generale Ospedale AORN Cardarelli di Napoli l’Ing. Ciro Verdoliva, il Menaging Director Accenture l’ Ing. Raffaele Castagna e il produttore e soggettista di “Nato a Casal di Principe”, Amedeo Letizia.

Diredazione2 casertaprimapagina

Addio “Zio Peppe”, un grave lutto colpisce il Villa Literno calcio

Villa Literno- E’ una giornata dolorosa per il Villa Literno calcio. Nella giornata di ieri, infatti, è venuto a mancare il dirigente e grande tifoso della squadra Giuseppe Petito. Solare e sempre sorridente, per tutti Giuseppe era conosciuto come “Zio Peppe”. La tifoseria e la società del Villa Literno calcio sono vicine alla famiglia in questo momento doloroso.

 

 

Diredazione2 casertaprimapagina

Ore di dolore a Capua: morto un ragazzo di trent’anni

Capua- Ore di dolore a Capua, ieri , in seguito ad un improvviso malore, è morto Marco Fusco , un giovane sulla trentina, residente del rione Gescal. Tante le manifestazione di cordoglio e le condoglianze anche sui social. La salma sta rientrando adesso in città da Napoli dove il ragazzo era ricoverato nel reparto di rianimazione, i funerali dovrebbero tenersi in giornata.

 

Diredazione2 casertaprimapagina

Dopo il divorzio maltrattava e perseguitava la sua ex moglie. Arrestato un 50enne di Villa Literno

Villa Literno – Aveva iniziato subito dopo il divorzio a perseguitare la sua ex-moglie con minacce, aggressioni e maltrattamenti il cinquantenne residente a Villa Literno, che nella giornata di ieri è stato arrestato dai carabinieri del comando di Casal di Principe.

Il cinquantenne, accusato di atti persecutori, è stato denunciato per molestie e maltrattamenti dalla sua ex-moglie. In seguito alla denuncia della donna sono subito iniziate le indagini che hanno portato il tribunale di Aversa-Napoli Nord, ha emettere un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’ex marito.

Diredazione2 casertaprimapagina

Zinzi contro De Luca, botta e risposta dopo le dichiarazioni sulla manovalanza di Caserta Nord

Il governatore della regione Vincenzo De Luca lo conosciamo. Molti cittadini però fanno sempre più spesso fatica a distinguerlo dalla sua controparte crozziana quando interviene in pubblico. Il trucco per distinguerli è semplice: Crozza suscita risate, De Luca spesso dubbi e perplessità. Prendiamo per esempio la dichiarazione  che il De Luca nazionale ha fatto nel corso del suo intervento alla presentazione del libro di Marco Leonardi Le riforme dimezzate: “A Caserta nord c’è la manovalanza della camorra e un giovane che fa il palo della camorra avrà anche lui il reddito di cittadinanza”. Una dichiarazione che lascia poco spazio alla risata, soprattutto se sei un giovane e vivi proprio dalle parti di Caserta Nord.

E’ importante distinguere la realtà dalla finzione, o nel caso specifico uno sketch di Crozza da un intervento di De Luca. E’ importante soprattutto se sei un politico e devi magari ribattere a dichiarazioni come quelle del presidente De Luca. E’ questo il caso del consigliere indipendente Gianpiero Zinzi, che così ha replicato in una nota ufficiale alla dichiarazione: “Oltre al danno la beffa. Dopo tre anni di programmazione regionale in cui il nostro territorio è stato ‘dimenticato’, finalmente abbiamo avuto la dimostrazione che per il Presidente De Luca anche la provincia di Caserta rientra nei confini campani, peccato però che la associ sempre ad immagini negative. Nel marzo scorso furono i cittadini di Casal di Principe ad essere oggetto di esternazioni poco piacevoli, adesso ad essere associata alla camorra è tutta l’area di Caserta Nord. La camorra è un’emergenza del nostro territorio e questo non va negato. Fare di tutt’erba un fascio, come è consuetudine del Governatore, danneggia solo l’immagine di un territorio che combatte per guarire le sue tante ferite, ma che è anche pieno di potenzialità”. Tutti gli altri intanto, si stanno ancora chiedendo: è lui o non è lui?

 

 

 

 

 

Diredazione2 casertaprimapagina

Officine abusive di autoriparazioni nel casertano, denunciati i titolari e sequestrati locali e attrezzature

Nella giornata di ieri le pattuglie dei Reparti dipendenti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta impegnate nel controllo economico del territorio per il contrasto al lavoro nero e all’illecito smaltimento dei rifiuti speciali prodotti dalle attività commerciali, hanno individuato e sequestrato due officine di autoriparazione che operavano senza le prescritte autorizzazioni.

Un primo intervento è stato effettuato dai militari della Compagnia di Marcianise che hanno controllato un’autofficina di Maddaloni che svolgeva l’attività in assenza dell’autorizzazione unica ambientale (A.U.A.). Sono stati quindi sequestrati i locali di 250 mq, unitamente alle attrezzature e ai materiali ivi contenuti, mentre il titolare è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per i reati di esercizio di attività senza autorizzazione, illecito scarico di acque reflue industriali, smaltimento non autorizzato di rifiuti pericolosi ed emissioni nocive in atmosfera.

Il secondo sequestro è stato operato invece dai finanzieri della Compagnia di Capua che hanno scoperto nei pressi di Pontelatone un’azienda completamente “abusiva” e totalmente sconosciuta al Fisco. Al momento dell’accesso i Finanzieri si sono trovati dinanzi ad una vera e propria officina meccanica ben fornita di macchinari e utensili professionali, tra cui un ponte sollevatore fisso e una gru idraulica. Al lavoro, oltre al titolare, sono stati trovati inoltre due dipendenti completamente “in nero” intenti a riparare altrettante autovetture. Dai successivi riscontri effettuati è stato accertato che l’officina è risultata priva della prescritta iscrizione nel registro delle imprese degli esercenti l’attività di autoriparazione e dei relativi titoli autorizzativi, anche ambientali. Inoltre, è emerso che la ditta non aveva mai istituito il registro di carico e scarico dei rifiuti. Infatti, durante il controllo, i militari hanno rinvenuto, oltre a cumuli di scarti di lavorazione abbandonati sui terreni antistanti il capannone, anche rifiuti speciali pericolosi, come batterie, olii esausti e vernici, depositati in un’area esterna in violazione della normativa ambientale. Anche in questo caso, dunque, le Fiamme gialle hanno proceduto al sequestro dell’intero locale e dell’attrezzatura utilizzata, segnalando il titolare alla locale Procura della Repubblica per la violazione alle norme del Testo Unico Ambientale in materia di corretto smaltimento dei rifiuti speciali ed alla normativa di prevenzione incendi. Inoltre sono state irrogate le sanzioni amministrative per l’esercizio abusivo dell’attività.

In questo ultimo caso sono stati sanzionati, infine, anche i proprietari delle autovetture ricoverate per la riparazione presso il meccanico abusivo, atteso che gli interventi in corso non erano interventi di semplice e minuta manutenzione ordinaria, ma interessavano le parti meccaniche e strutturali dei mezzi e pertanto dovevano essere eseguiti solo da personale tecnico qualificato e autorizzato.

Anche questi sequestri attestano lo sforzo operativo della Guardia di Finanza di Caserta per individuare e sanzionare quegli operatori economici che, pur di abbattere illecitamente i costi d’impresa, lavorano senza alcuna attenzione per il rispetto dell’ambiente e per la salubrità degli ambienti di lavoro.

Diredazione2 casertaprimapagina

Sequestro preventivo di beni per un valore di 352 milioni di euro ai danni di un imprenditore marcianisano

In data odierna il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Caserta, su delega di questa Procura, ha completato le operazioni di sequestro di ingenti disponibilità finanziarie della “EWA OIL S.p.A.”, esercente l’attività di “commercio al dettaglio di carburante per autotrazione” con sede in Marcianise, nonché il patrimonio personale del rappresentante legale Giuseppe Salzillo, cautelando beni per un valore complessivo di ca. 352 milioni di euro.

Il sequestro preventivo è stato disposto, su richiesta di questa Procura, dal G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere fino al valore limite di 4,9 milioni di euro, pari al profitto illecito derivante dall’evasione di IVA e delle Imposte dirette accertata dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Caserta a seguito di un’ispezione tributaria conclusasi nel 2017.

In particolare, i successivi approfondimenti investigativi coordinati da questo Ufficio Giudiziario hanno permesso di riscontrare che la società aveva effettivamente omesso di contabilizzare e di dichiarare al Fisco elementi positivi di reddito, complessivamente, per 13 milioni di euro con riferimento alle annualità di imposta 2013 e 2015, superando così le soglie di punibilità stabilite dall’art. 4 del d.lgs. n. 74/2000 per la contestazione in capo al rappresentante legale del reato di “Dichiarazione infedele”.

Pertanto è stato richiesto al competente G.I.P. di sequestrare il patrimonio frutto di tale illecito arricchimento, al fine di inibire il consolidamento del vantaggio economico derivante dall’evasione, il quale, concordando con tale prospettazione, ha disposto il sequestro preventivo delle disponibilità liquide della società e, per equivalente, dei beni nella disponibilità del suo amministratore fino al valore delle imposte complessivamente evase.

Sulla base di tale provvedimento, il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Caserta ha sottoposto a vincolo cautelare somme di denaro, strumenti finanziari, quote di 4 società di capitali nonché 9 immobili (5 abitazioni, 2 negozi, 1 deposito e 1 autorimessa) siti in provincia di Caserta, per un valore complessivo di oltre 3,2 milioni di euro. Gli esiti della presente attività d’indagine costituiscono un’ulteriore testimonianza del costante presidio economico-finanziario esercitato dalla Procura della Repubblica di Santa Maria

Capua Vetere, in stretta sinergia con il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta che, per la repressione del grave fenomeno dell’evasione fiscale che, oltre al connesso danno erariale, altera anche le dinamiche di mercato e la corretta e leale concorrenza tra le imprese.

Diredazione2 casertaprimapagina

Casagiove, gli operatori ecologici indicono lo sciopero del servizio della raccolta dei rifiuti

La data dello sciopero del servizio della raccolta dei rifiuti indetto dagli operatori a causa del mancato pagamento degli arretrati da parte della Nova Ecology , ex Termotetti, è il 31 gennaio. A nulla è valsa la riunione di ieri alla Prefettura di Caserta tra i rappresentati della Nova Ecology, quelli dei lavoratori e il comune di Casagiove in merito alla questione delle mancate retribuzioni. Infatti nè il comune nè la Nova Ecology vuole prendersi carico dei pagamenti. Lo sciopero generale del 31 sarà l’ennesimo problema che la Nova Ecology dovrà affrontare dopo la rescissione del contratto avvenuta tra il comune di Casagiove e la Nova Ecology a causa dell’esclusione di quest’ultima dalla white list della Prefettura, cioè dall’elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa, operanti nei settori considerati maggiormente a rischio. Nel frattempo i cittadini devono fare i conti con l’immondizia per le strade di Casagiove.

 

Diredazione2 casertaprimapagina

Lutto al liceo classico “Agostino Nifo” di Sessa Aurunca, addio alla professoressa Pierina Rozera

E’ morta nella notte di lunedì Pierina Rozera, che da settimane lottava contro un brutto male. Professoressa di Italiano, Latino e Greco del liceo classico “Agostino Nifo” di Sessa Aurunca, apprezzata e stimata da colleghi e alunni, lascia nel liceo dove insegnava da più di vent’anni un vuoto incolmabile, tanti infatti sono stati i messaggi di cordoglio per la docente.