Caserta, l’appello al Vescovo sulla movida

La Diocesi di Caserta ha organizzato un incontro coi ragazzi del capoluogo sul delicato tema della Movida, facendoli incontrare coi genitori di Gennaro Leone, il giovane studente di San Marco Evangelista, ucciso da un coetaneo nell’agosto 2021.

Questa iniziativa ha spinto il “Comitato Vivibilità Cittadina Caserta” a fare un passo avanti per quanto riguarda l’annoso problema della Movida in città. E così arriva la necessità di un confronto e di esperire un’azione unitaria.

Perchè “serve una strategia comune – fanno sapere dal comitato – ci auguriamo al più presto di incontrare di persona il Vescovo di Caserta, per confrontarci sul tema della violenza giovanile e dei tanti oratori chiusi in città. Capire i giovani è certamente una missione educativa di cui scuola, famiglie, sociale, media ed istituzioni devono farsi carico, e su questo siamo tutti d’accordo, ma quello che ci dispiace constatare, per l’ennesima volta, è che ciascuno di questi elementi, fondamentali per la riuscita di un nuovo progetto di civilizzazione (perché quella che si vive nelle strade della città è soprattutto inciviltà), agiscano ciascuno per la propria strada”.

“E’ necessario agire subito, prima che sia troppo tardi, per arginare i problemi che sono emersi, in questi anni, a carico delle nuove generazioni. – Prosegue il comitato in una nota – L’auspicio, come sempre, è che si possano unire tutti i soggetti che, sul territorio, conoscono e affrontano il problema, o meglio, l’emergenza giovanile, affinché si possa iniziare una prevenzione efficace a tutti i livelli”.

YouTube
Pinterest
Instagram