Il Consorzio Idrico è nelle mani di Zannini. Pasquale Di Biase è il Presidente che si relaziona solo con Antonio Luserta

Il CDA dell’idrico è stato deciso sempre dai soliti onnipresenti Graziano e Zannini. Appena costituito, il Cda è stato “affidato” da Giovanni Zannini ad Antonio Luserta, che lo gestisce tramite la nuova compagna che è Architetto. Al consorzio idrico, negli ultimi anni, solo per somme urgenze sono stati spesi milioni di euro. Una gestione milionaria tra somme urgenze, incarichi e posti di lavoro. Tutto questo carrozzone speculativo oggi entra anche nei finanziamenti regionali dei prossimi lavori e commesse milionarie. L’ Ente è molto attenzionato ma l’avvocato penalista Zannini, il suo delfino Luserta e il presidente De Biase fino ad oggi sono stati più bravi ma solo fino ad un certo punto perché i fatti ci sono e non serve che nascondono le carte e non le pubblicano sugli albi pretori. E noi i fatti li racconteremo.

YouTube
Pinterest
Instagram