SERIE D GIRONE H – La Casertana fa di un sol boccone il Rotonda ma che paura per Kapustins. Feola: “Ci candidiamo a mina vagante dei playoff”

Zona playoff finalmente raggiunta ed il Rotonda battuto per 2-0. La Casertana festeggia al Pinto e ringrazia Vacca e Favetta che, come sempre, ci mettono la firma e tutto il talento. Una gara controllata senza affanno per lunghi tratti a reti bianche in cui i falchi avrebbero potuto chiuderla molto prima, creando numerose occasioni nella ripresa. Tra i due gol c’è anche tanta paura, con tredici lunghi minuti con il fiato sospeso. Dopo uno scontro di gioco con Tufano, il portiere ospite Kapustins crolla a terra privo di sensi. Subito richiamati i sanitari che gli hanno praticato un lungo massaggio cardiaco, fino al decisivo impiego del defibrillatore. Rianimato dopo ben 5 minuti di perdita di conoscenza, il calciatore è stato caricato in barella e trasportato in ospedale tra gli applausi del pubblico.

L’ANALISI DI FEOLA. Sono contento per i ragazzi, alla vigilia avevo detto di essere fiducioso. Ero contento perché la squadra, sebbene si sia sempre allenata bene, questa settimana aveva mostrato qualcosa di più. Era stata più lucida e pimpante. Ed avevamo recupero qualche calciatore in più. Avevo detto ai ragazzi che questa era una gara da dentro o fuori. Bisognava vincere per puntare all’obiettivo play-off. Occasioni sciupate? Beh, preferisco pensare che abbiamo creato tanto. Sono contento per la prestazione, per come abbiamo interpretato la gara. Non dimentichiamo che di fronte c’era un Rotonda che, senza penalizzazione, avrebbe 47 punti. E’ una squadra forte, di categoria. E, con tutto ciò, non hanno mai tirato in porta. Un plauso alla squadra che ha sfoderato la prestazione che doveva e centrato in tre punti”.

LA GIOIA DI FAVETTA. “Vittoria strameritata. Per la prestazione e per le tante occasioni create. In difesa siamo stati impeccabili e lì davanti avremmo potuto fare di più. La squadra ci tiene a dedicare questo successo al presidente D’Agostino. Ci sta sempre vicino, ci mette cuore e anima in quello che fa. Vogliamo ringraziarlo e vogliamo regalargli questi play-off che c’ha chiesto esplicitamente. Vogliamo centrare questo traguardo e vincerli! E’ senza dubbio la migliore annata della mia carriera con 18 gol e che questa sia avvenuta a Caserta per me è motivo di orgoglio, è una piazza importante. Vorrei crescere ancora con questa società e questa squadra, voglio continuare a dare qualcosa a questi colori. A fine stagione ne parleremo, ma mi auguro di restare. Qui sto bene, è una piazza che mi ha dato tanto e sto cercando di ricambiare nel migliore dei modi”.

YouTube
Pinterest
Instagram