Francolise, 15enne litiga con il padre e si spara alla tempia: condizioni gravissime

Un evento tragico si è registrato a Francolise, dove una banale lite tra padre e figlio è terminata in tragedia. Il genitore di un 15enne gli ha tolto computer e cellulare per una punizione ed il ragazzino ha provato a togliersi la vita, sparandosi un colpo di pistola sulla tempia, nella sua camera da letto. Una reazione inspiegabile, che cela un male di vivere estremo, condizionato dal potere fuorviante dei dispositivi elettronici in uso anche ai più giovani.

Le Forze dell’Ordine ed i testimoni stanno ricostruendo la dinamica del ferimento dell’adolescente, nella frazione di Sant’Andrea del Pizzone. Come scrive Il Mattino, dopo la lite con il padre, il ragazzino non è andato a scuola ed alle 10 circa la madre è salita al piano superiore della sua abitazione preoccupata per un rumore forte dalla stanza del figlio. Aperta la porta della cameretta, ha trovato il quindicenne a terra in una pozza di sangue. Accanto a lui la pistola detenuta in maniera regolare dal padre. Al momento il ragazzo è ricoverato in gravissime condizioni all’Ospedale di Caserta.

YouTube
Pinterest
Instagram