Aversa, Carmine Cascio torna libero e respinge ogni accusa: “Subìto un accanimento mediatico”

Il Tribunale del Riesame di Napoli lo scorso venerdì ha annullato la misura cautelare della custodia in carcere rimettendo in libertà il 34enne Carmine Cascio, accusato di una presunta estorsione e truffa ai danni di una donna, con la quale da anni intratteneva una relazione sentimentale.


Sulla vicenda, denunciata dalla persona offesa, l’iter giudiziario sta facendo chiarezza. Come ci spiega il legale di Cascio, Avv. Raffaello Savarese, “Sin dal giorno del suo arresto, del 6 aprile u.s., il Cascio ha respinto con forza ogni accusa mossagli dalla presunta persona offesa: ciò nonostante è stato bersaglio di diverse testate giornalistiche che hanno pubblicato sul web anche la sua immagine violandone la privacy e facendo riferimento ad una notizia di nessun interesse pubblico. Stiamo assistendo ad un vero e proprio accanimento mediatico nei confronti del mio assistito, proveniente da una famiglia perbene, il padre ispettore della Polizia di Stato ed i fratelli tutti appartenenti alle forze dell’ordine, dipinto ingiustamente come un criminale, con evidente violazione del principio di non colpevolezza“, conclude il legale.

YouTube
Pinterest
Instagram