Mondragone, il 18 marzo ricorda le vittime del Covid-19: i dettagli 

La giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di coronavirus è stata fissata, dal 2021, il 18 marzo di ogni anno ed il prossimo tema sarà ‘Non c’è futuro senza memoria’. 

L’associazione ‘Mondagone Bene Comune’, in merito a ciò chiede: “Sindaco Virgilio Pacifico, non “bucare” questa ricorrenza e cerchiamo come Comunità Mondragonese di commemorare degnamente i nostri morti a causa del Covid-19. L’AMBC ti propone di considerare di allestire per la ricorrenza in Piazza Giovanni Falcone un “Muro della Memoria” mobile con i nomi delle nostre vittime del Covid-19 assieme all’anno di nascita (ed eventualmente anche ad una foto) e accompagnati da una piccola candela (possibilmente a LED) a illuminare il buio della notte che abbiamo attraversato in due anni di pandemia. Inoltre, ad un’ora prefissata del 18 marzo in un’apposita Cerimonia solenne e alla presenza dei familiari chiamare le vittime ad una ad una, per nome, per ricordarle e ridare loro la giusta dignità dopo mesi in cui sono state principalmente dei numeri nei bollettini quotidiani sull’avanzare dell’epidemia. Durante la giornata potrebbero portare la loro personale memoria i rappresentanti delle Istituzioni, delle Forze dell’Ordine, della Società civile, nonché le Parrocchie, le Scuole e gli Operatori sanitari che hanno accompagnato tante persone nelle loro ultime ore. Anche i parenti delle vittime potrebbero contribuire alla giornata con un pensiero direttamente in Piazza Falcone o a distanza, scrivendo ad un indirizzo e-mail indicato dal Comune, che avrà cura di inserire i pensieri dei parenti in un apposito spazio web allestito per l’occasione sul proprio sito istituzionale. L’AMBC è già intervenuta per rilanciare la proposta di Antonio Taglialatela, fondatore ed ex presidente dell’Associazione “Quartiere di Sant’Angelo”, di intitolare la costruenda Casa del Mare alla memoria di Mons. Si prevede anche la piantumazione di alberi (uno per ciascuna vittima del Covid-19) e una targa a ricordo dei nostri cari strappati al nostro affetto dal Covid-19. La speranza di inaugurare la Casa del Mare il prossimo 18 marzo è purtroppo svanita. Tuttavia, si potrebbe almeno ufficializzare l’intitolazione della struttura a Mons. Il “Muro della Memoria” dopo la cerimonia del 18 marzo potrebbe essere allestito permanentemente proprio nella Casa del Mare”. 

YouTube
Pinterest
Instagram