Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, al via la manifestazione di ‘Maddaloni Donna’

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, domani 25 novembre alle ore 10:30 l’associazione ‘Maddaloni Donna – O. Fallaci’ ha organizzato una manifestazione per ricordare le vittime di questo fenomeno insensato. Le inscritte al sodalizio, guidate dal presidente avv. Angela Cipullo, muoveranno dalla sede dell’associazione sul corso I ottobre alla volta di via San Francesco d’Assisi dove depositeranno un omaggio floreale e delle scarpe rosse, simbolo della campagna, sulla panchina rossa realizzata dal Comune di Maddaloni.

“L’idea è quella di dare anche sul nostro territorio comunale un segnale di vicinanza a tutte le donne che subiscono delle violenze – ha dichiarato l’avvocato Cipullo – Violenze non solo riconducibili all’aspetto prettamente fisico, ma anche a quello psicologico i cui episodi sono quelli più numerosi e più subdoli. La manifestazione di domani non si pone solo lo scopo di ricordare e commemorare le vittime della violenza sulle donne, ma vuole essere un monito per fare in modo che chi al momento tace e si tiene tutto dentro abbia il coraggio di fare una scelta importante: dare una svolta alla propria vita rivolgendosi alle autorità. Abbiamo sul territorio una stazione dei Carabinieri e un commissariato di Polizia i cui dirigenti sono molto attenti a questa tematica. Sono rimasta colpita infatti quando entrando alla stazione dei Carabinieri ho visto che proprio all’ingresso era presente un manifesto riportante il numero gratuito a disposizione dei cittadini per denunciare questo tipo di violenze. La donna nella società contemporanea non può più essere considerata un soggetto debole. E’ elemento cardine fondamentale della famiglia dal momento che non si dedica più soltanto al focolare domestico, ma esercita attività lavorativa talvolta anche con grande affermazione professionale”.

L’avvocato Cipullo ha poi sottolineato l’impegno dell’amministrazione guidata dal sindaco De Filippo sul tema della lotta alla violenza sulle donne e ha poi rivolto un appello. “Anche l’amministrazione comunale nel corso degli anni ha dimostrato la propria vicinanza e la propria sensibilità al tema – e di questo ne siamo grati – anche mediante l’installazione di una panchina rossa su cui provvederemo a poggiare quelli che sono i simboli del 25 novembre. Ci tengo inoltre a ripetere il numero gratuito a disposizione delle donne vittime di violenze, ovvero il 1522, che è possibile contattare per ricevere immediatamente tutte le notizie e consigli utili, nonché anche un aiuto concreto. Nella nostra città ci sono inoltre diverse associazioni che destinano risorse gratuite. Voglio ricordare inoltre che le donne vittime di violenza hanno diritto, a prescindere dalle condizioni di reddito, all’assistenza legale totalmente a carico dello Stato mediante la richiesta di ammissione a patrocinio. Ci auguriamo che con l’andare del tempo si possa dimostrare sempre maggiore vicinanza magari attraverso l’istituzione presso il Comune di uno sportello di ascolto sia psicologico che legale. Una tutela necessaria per spingere le donne a denunciare le violenze sin dal primo schiaffo. Un uomo violento è un uomo che non cambia. L’amore non può lasciare lividi e di amore non si può morire”.

YouTube
Pinterest
Instagram