Riunione della Cabina di Regia “Terra dei Fuochi” per analizzare i risultati del 2020

Nella serata del 29 dicembre 2020 si è tenuta presso la Prefettura di Napoli l’ultima riunione della Cabina di Regia “Terra dei fuochi”, per fare il punto sui risultati dell’anno che va a concludersi e per programmare le attività dei prossimi mesi.

Quanto ai primi – si legge in apposito comunicato – si sono costati i positivi risultati della maggiore attenzione posta sull’abbandono dei rifiuti, non soltanto da parte delle attività produttive ma anche dei privati su aree attigue agli insediamenti abitativi irregolari o su aree di abituale discarica abusiva; le quali sono diventate nel tempo delle vere e proprie discariche che esercitano una attività completamente illegale, e pericolosa, ma “professionalizzata”, di incenerimento periodico dei rifiuti accumulati. La maggiore attenzione si è tradotta, soprattutto nell’ultimo trimestre, in un forte incremento dei controlli sugli sversamenti irregolari a fianco delle tradizionali verifiche sulle aziende (industriali, commerciali o agricole). Un impulso decisivo a tali attività è stato impartito dai Prefetti di Napoli e di Caserta, attraverso periodiche riunioni tecniche di coordinamento interprovinciale.  A terra hanno continuato a operare con impegno esemplare le forze di polizia statali (Polizia di Stato, Carabinieri e CC Forestali, Guardia di Finanza) e locali (Polizia metropolitana di Napoli e Polizie municipali di Napoli, Frattamaggiore, Marigliano, Saviano), nonché i Vigili del Fuoco e, a supporto, le ASL e le ARPA territorialmente competenti.

I risultati emergono chiaramente da questa tabella di raffronto fra il secondo semestre del 2020 e quello del precedente 2019 (il primo semestre di quest’anno è stato del tutto peculiare a causa del “lockdown” di primavera):

Risorse impiegate,  attività svolte e risultati conseguitiII Semestre 2019II Semestre 2020
Equipaggi fra Esercito e FFPP statali e locali:191610
Unità fra Esercito e FFPP statali e locali:4571.468
Attività produttive controllate:96186
Attività produttive sequestrate:1232
Attività produttive sanzionate:042
Persone identificate/controllate:3701507
…delle quali: denunciate:90237
…delle quali: sanzionate:1231
Veicoli controllati:371851
…dei quali sequestrati:298252
Sanzioni amministrative elevate per un totale di:€ 228.322,67€ 794.657,99
Aree poste sotto sequestro per un totale di mq:42.01090.860
Rifiuti smaltiti illegalmente rinv.ti e seq.ti in Ton:15,00187,95
Roghi di rifiuti1353948

Quanto all’ultimo dato, quello dei roghi di rifiuti, si evidenzia soprattutto un fenomeno interno al semestre di riferimento, e cioè il drastico calo dei numeri negli ultimi mesi dell’anno: nell’ultimo trimestre del 2019 gli incendi sono stati 371; in quest’ultimo trimestre del 2020 il dato è di 255 incendi. Ancora più netto il dato di dicembre: fino alla data odierna soltanto 58 roghi, contro i 133 dello stesso mese del 2019. La programmazione delle azioni di contrasto dei prossimi mesi, che ha natura riservata, sarà comunque diretta a incrementare i controlli e la vigilanza sugli abbandoni e conferimenti illegali di rifiuti, con ancor maggiore attenzione ai luoghi e alle attività illecite di abituale sversamento.

YouTube
Pinterest
Instagram