Controlli a tappeto imposti dal Viminale per la zona rossa del 31, attenzione massima per gli spostamenti

Ultimo giorno in zona arancione per la Campania e l’Italia: da domani 31 dicembre, infatti, si tornerà in zona rossa. Come previsto dal decreto Natale, in tutte le regioni valgono le regole della fascia di rischio alto. E’ vietato spostarsi anche all’interno del proprio comune se non per ragioni di lavoro, salute o estrema necessità e urgenza. Sono chiusi tutti i negozi tranne gli alimentari, le farmacie e le parafarmacie. Restano aperte anche edicole, tabaccherie e attività di servizi alla persona come barbieri e parrucchieri.

Il Viminale inoltre, ha disposto controlli mirati delle forze dell’ordine per la serata di Capodanno. Particolare attenzione sarà data agli spostamenti con quelli non necessari che sono vietati ed alla presenza di più di due persone a bordo nelle auto. I controlli si concentreranno per verificare eventuali segnalazioni di riunioni in luoghi privati non autorizzati, attività di locali apparentemente chiusi ma aperti a feste private, in ville o in bed&breakfast affittati per l’occasione, con l’esplosione di fuochi d’artificio.

Nelle vetture private, a meno che non si viaggi con persone conviventi, va innanzitutto evitato che il passeggero occupi il posto vicino al conducente. Sui sedili posteriori ci possono essere al massimo due passeggeri, muniti di mascherina. L’obbligo di indossare un dispositivo di protezione vale anche per il conducente. Anche nei giorni in cui è in vigore la zona rossa sarà possibile utilizzare la deroga per spostarsi e andare in visita ad amici e parenti come avvenuto a Natale, per un massimo di due persone.

YouTube
Pinterest
Instagram