Arienzo, ordinanza restrittiva per il 31 dicembre

L’Amministrazione Comunale di Arienzo ha pubblicato l’ordinanza numero 113 che prevede specifiche disposizioni per la giornata del 31 dicembre. Di seguito il testo completo: Per contenere il più possibile il rischio di contagio, abbiamo provveduto ad emanare una nuova Ordinanza restrittiva valida il giorno 31 dicembre su tutto il territorio comunale.

Nello specifico, ?? ??????? quanto segue:

– divieto di stazionamento, valido per il 31 dicembre, in tutte le piazze, parchi e vie secondarie di ogni genere dalle ore 15 alle 6. È possibile stazionare in gruppi di tre (3) persone al massimo e solo se, in presenza di altri cittadini, questi ultimi siano a debita distanza

– Chiusura bar, pasticcerie e affini il giorno 31 dicembre, a partire dalle ore 14. Chiusura al pubblico, dalle ore 14.30 fino alle 19, per ristoranti, pizzerie, pub e affini. In questa fascia oraria è consentita la sola consegna a domicilio. Nello specifico, dalle 18.30 sarà consentito anche l’asporto con adeguata organizzazione per evitare assembramenti e file per l’attesa

– Nelle attività con vendita di tabacchi, dalle ore 15 del 31 dicembre, sarà consentito l’ingresso a un massimo di due persone alla volta

– È fatto divieto il 31 dicembre, per tutte le attività commerciali, inclusi market e affini, di vendita di bevande alcoliche dalle ore 13 alle 19. La vendita di alcolici è vietata singolarmente (può rientrare nella spesa familiare, ma non è consentita come merce singola). Sono comprese, tra le bevande in questione, birre, bottiglie di spumante, prosecco e simili.

??? ?? ????????̀ ??? ????????? ??????????? ??????? ?????????? ??????????? ????? ???????? ? ??? ???????, ?̀ ????? ????????????????????????, ?? ??????, ?? ?????????? ??? ??????. ?? ?????????? ??? ?? ??????? ???????? ????? ?????? ????????? ??? ???????? ?????????????? ??? ?? ??? 400,00 ?? 1.000,00 ????.Facciamo un ulteriore appello al vostro senso di responsabilità. Siamo alla fine di un anno che ha lasciato il segno, con una pandemia che, purtroppo, non è ancora terminata. Dobbiamo assolutamente evitare una terza ondata e procedere nella massima sicurezza. I comportamenti che abbiamo notato negli scorsi giorni non devono assolutamente essere replicati.”

YouTube
Pinterest
Instagram