Dragoni. Scovata attività di autolavaggio che sversava in mare scarichi senza alcun trattamento

Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Pietramelara (CE), coadiuvati dai tecnici dell’ARPAC – Dipartimento Provinciale di Caserta, si sono portati in comune di Dragoni (CE), alla località “Ponte Margherita”, laddove hanno svolto un controllo ad un’impresa operante nel settore della logistica e dei trasporti su gomma.

Nel corso della verifica i predetti militari hanno individuato una condotta che dall’interno dell’azienda scaricava i reflui provenienti dall’attività di autolavaggio dei propri mezzi di trasporto (circa 70 camion), senza alcun trattamento, direttamente sull’adiacente argine del Fiume Volturno e da questi confluivano nel sottostante corso d’acqua.

In particolare l’accertamento documentale ha permesso di stabilire che la ditta in questione non era in possesso di alcun titolo autorizzatorio per lo scarico di acque reflue in questione.

Alla luce di quanto ravvisato, i militari hanno provveduto a sequestrare d’iniziativa l’area dove veniva esercitata l’attività di autolavaggio dei mezzi dell’impresa con tutte le attrezzature e lo scarico abusivo di acque reflue industriali, per l’accertata violazione penale in materia ambientale a carico del legale rappresentante della società.

YouTube
Pinterest
Instagram