Asl di Caserta: corruzione e truffa, custodia cautelare per 17 persone. In arresti anche Corvino e Piccirillo

In queste ore il NAS di Caserta sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare per 17 persone (di cui 14 restrittive) per imprenditori, medici, faccendieri e dipendenti ASL della stessa provincia responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al falso, alla ricettazione, alla corruzione e alla truffa aggravata ai danni del Servizio Sanitario Nazionale.

Ci sono nomi importanti dell’imprenditoria casertana tra le persone coinvolte nell’operazione eseguita stamattina dai Nas di Caserta e che ha coinvolto l’Asl. 5 persone sono finite in carcere, 9 sono ai domiciliari e sono state emesse 5 misure sospensive ed interdittive.

Arrestati Pasquale Corvino e Pasquale Piccirillo. Tra le accuse anche quella di voto di scambio per le regionali 2015 e per le amministrative a Caserta del 2016. Indagata a piede libero anche l’assessore Mirella Corvino. In manette anche dipendenti dell’Asl di Caserta: un indagato è stato arrestato questa mattina negli uffici di via Unità italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

YouTube
Pinterest
Instagram