E’ di nuovo tempo di guerra tra la Diocesi e il Comune di Caserta. Fulcro, il Macrico e la sua possibile destinazione d’uso. A causa di una delibera della giunta Marino per la prima volta, l’Istituto di Sostentamento del Clero di Caserta ha fatto ricorso al Tar della Campania contro il municipio per l’esproprio di 7.000 metri quadrati dell’area dove l’amministrazione vorrebbe dislocare la scuola ex Lombardo Radice. Secondo i legali dell’istituto, la delibera è illegittima. Contro l’idea del Comune, sono anche i comitati ambientalisti e le associazioni del territorio, secondo le quali quell’area, principale polmone della città, non dovrebbe perdere la propria natura. Per questo motivo, sostengono, l’unico progetto plausibile è quello di realizzare un parco pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *