Lunedì 2 dicembre 2019, alle ore 12, si è svolta la conferenza stampa dipresentazione della I Edizione del “Trofeo Nazionale Pizzaiuoli –Molini Lario”, presso il Centro Sportivo di Cercola, via MatildeSerao 17/B. L’evento si terrà dal 9 all’11 dicembre 2019 presso ilCentro Sportivo della città vesuviana.

Il giornalista Peppe Iannicelli ha moderato la conferenza stampa. È intervenuto il sindaco di Cercola, Vincenzo Fiengo, per porgere isaluti istituzionali: “È motivo di orgoglio per la nostra città poter ospitare quest’importante evento. Rappresenta la nostra cultura enogastronomica, un importante volano per il territorio”. Augusto D’Aponte, responsabile di IDECA Distribuzioni, azienda organizzatrice del Trofeo in collaborazionecon Molini Lario, ha presentato la manifestazione: “Vogliamo che il Trofeo Nazionale Pizzaiuoli – Molini Lario sia una vera festa della pizza. L’obiettivo dell’evento è unire aziende e professionisti del settore, provenienti da tutta Italia, per rappresentare nel migliore dei modi il concetto di pizza”.Il Trofeo prevede quattro categorie a cui i concorrenti possono partecipare: pizza classica napoletana, pizza in pala, pizza contemporanea e pizza fritta. A prendere la parola, in diretta Skype, anche il direttore generale della Molini Lario Mauro Milani: “La nostra azienda vanta oltre 100 anni di esperienza. La voglia di continuare  a imparare è tanta. Ecco perché siamo orgogliosi di esser stati chiamati in causa da IDECA Distribuzioni, nella persona di Augusto D’Aponte, per dar vita al Trofeo che si svolgerà in un comune del territorio di Napoli, città della pizza per eccellenza. Vogliamo che emerga la passione per l’arte della pizza, sia da parte dei pizzaioli che delle aziende partner”. 

Saranno tre le giurie che avranno il compito di decretare i vincitori per lecategorie previste: di forno, tecnica e popolare. Il ruolo di direttore di gara è affidato a Vincenzo Varlese, Maestro Pizzaiolo con esperienza trentennale nel settore: “Il mondo pizza sta vivendo un periodo di grande evoluzione. Un professionista deve avere una profonda conoscenza dei prodotti, delle tecniche e delle materie prime per realizzare un ottimo prodotto finale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *