Archivio dei tag Norma Naim Speranza per Caserta

Digeneralmanager

Tornano i “Lunedì di Speranza”: si comincia il prossimo 22 aprile con il ciclo dei rifiuti

Speranza-x-Caserta1Ritornano i “Lunedì di Speranza”, gli appuntamenti a tema che Speranza per Caserta inaugurò nel corso dell’ultima campagna elettorale amministrativa, allorchè il Movimento presentò la propria proposta politica e programmatica per il comune capoluogo. Cinque appuntamenti tematici, il primo in agenda già lunedì 22 aprile quando presso l’Università degli Studi di via Vivaldi si tornerà a parlare di un tema di scottante attualità, quello del ciclo dei rifiuti in cui spesso manca la proposta e tende invece a farsi sentire solo la protesta. Interverrà Alessio Ciacci, Assessore all’Ambiente del Comune di Capannoni (Lucca), impegnato da anni nel percorso virtuoso “verso rifiuti zero” con percentuali di differenziata attorno all’80%. Al tavolo dei relatori anche Pietro Carideo dei “Medici per l’Ambiente” e Gianfranco Tozza di Legambiente/Caserta. Nel secondo appuntamento, invece, si parlerà di un argomento ancora poco apprezzato dalle nostre parti, il “bilancio sociale partecipativo”, con Giuseppe Vozza, già Sindaco, e Carlo Comes, già Assessore, che hanno sperimentato tale forma innovativa nel governo del Comune di Casagiove. Il terzo incontro invece verterà sul tema della Pace, con uno stimolante titolo “Militarizzazione del territorio, militarizzazione delle coscienze”, che vedrà ospite Antonio Lombardi, pedagogista del Punto Pace Pax Christi di Napoli, ed un intervento di don Nicola Lombardi, Coordinatore di “Caserta Città di Pace”. Concluderà la serata Agnese Ginocchio, cantautrice per la Pace. Nel quarto incontro  si discuterà di mobilità sostenibile. Ospite di prestigio, l’architetto milanese Matteo Dondè, esperto di progettazione della ciclabilità e di moderazione del traffico. Infine il 10 giugno all’Antico Cortile in via Tanucci, si concluderà il ciclo di appuntamenti, con al centro un tema imprescindibile per il futuro delle nuove generazioni, quello della tutela dei beni comuni, quali ambiente, paesaggio, suolo, e della difesa di un modello di sviluppo, alternativo a quello fondato sulla crescita edilizia che ha devastato un territorio, in virtù di spinte ed interessi particolari, che si sono rivelati inefficaci. Se ne parlerà con Maria Carmela Caiola di Italia Nostra, Nicola Sorbo di Slow Food/Salviamo il Paesaggio, Raffaele Cutillo, architetto dello Studio OfCA e Pilar, al secolo Ilaria Patassini, testimonial di Legambiente per la campagna “Italia, Bellezza, Futuro” .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dulcis in fundo,  il 10 giugno all’Antico Cortile in via Tanucci, si concluderà il ciclo di appuntamenti, con al centro un tema imprescindibile per il futuro delle nuove generazioni, quello della tutela dei beni comuni, quali ambiente, paesaggio, suolo, e della difesa di un modello di sviluppo, alternativo a quello fondato sulla crescita edilizia che ha devastato un territorio, in virtù di spinte ed interessi particolari, che si sono rivelati inefficaci. Se ne parlerà con Maria Carmela Caiola di Italia Nostra, Nicola Sorbo di Slow Food/Salviamo il Paesaggio, Raffaele Cutillo, architetto dello Studio OfCA e Pilar, al secolo Ilaria Patassini, testimonial di Legambiente per la campagna “Italia, Bellezza, Futuro”. Al termine Pilar, accompagnata dal chitarrista Alessandro Girotto, canterà alcuni brani, tratti dal suo ultimo album “Sartoria italiana fuori catalogo”, capaci di esprimere tutta la sua personalità in una semplice, toccante ed espressiva voce cantante.

 

Speranza per Caserta invita tutti i cittadini, le Istituzioni, gli Ordini Professionali, le Associazioni e quanti interessati ai temi proposti ad intervenire e ad arricchire i contenuti degli incontri, che dovranno servire anche per veicolare tutte le proposte della società civile, ancora sempre lontana dalle decisioni delle Amministrazioni locali.

Digeneralmanager

L’ex scuola materna di via Barducci: Speranza per Caserta lancia l’allarme

Norma NaimI due consiglieri comunali di Speranza per Caserta, Norma Naim e Francesco Apperti , hanno presentato un’interrogazione congiunta sullo stato e soprattutto sul destino  dell’edificio, di proprietà comunale, sito in via Barducci (traversa senza uscita di via Ferrarecce) che ha ospitato per oltre trent’anni e fino allo scorso giugno alcune sezioni di scuola materna del Secondo Circolo Didattico di via Roma. “Una struttura – si legge – progettata e realizzata, negli anni ’70, con specifiche finalità d’uso di tipo scolastico: un solo piano, vani e corridoi spaziosi, ed un’ampia area a verde che circonda il plesso, ubicato peraltro in posizione ottimale, in una traversa tranquilla e senza traffico di una arteria centrale della città. Dal momento della chiusura, avvenuta appunto nello scorso giugno conseguentemente alle delibere di dimensionamento scolastico, lo stabile è abbandonato, senza particolari misure di protezione, ed essendo situato in una strada residenziale con scarso traffico automobilistico e pedonale, è a forte rischio di atti vandalici o di occupazioni abusive”. La preoccupazione, che i due consiglieri richiamano, è che si possa ripetere quanto accaduto con l’ex Biblioteca di via Roma, abbandonata per due anni e in uno stato di colpevole degrado, elevata a punto di riferimento anche di sbandati senza fissa dimora. L’ideale, secondo Speranza per Caserta, “sarebbe preservare la destinazione di tipo scolastico, ma, in alternativa, perchè non pensare ad un affidamento ad associazioni e movimenti, come ad esempio gli stessi studenti che tanto hanno lottato per conquistare l’ex Biblioteca di via Roma, e si sono visti ritirare “sotto al naso” la determina con la quale l’Amministrazione aveva promesso di affidare loro quegli spazi?”