Archivio dei tag Belvedere

Digeneralmanager

Accordo per la gestione comune di Reggia e Belvedere di San Leucio : domani la conferenza stampa

carlo marinoUn accordo per la gestione comune di alcune bellezze di Terra di lavoro. Si parlerà di questo domani martedì 12 luglio alle ore 11,30, presso la Sala Giunta del Comune di Caserta, nel corso di una conferenza stampa sul tema dell’accordo di valorizzazione che ha l’obiettivo di garantire una gestione comune della Reggia di Caserta e del Belvedere di San Leucio, bene di proprietà del Comune di Caserta. Ad illustrare il progetto alla stampa saranno il sindaco di Caserta, Carlo Marino, e il direttore della Reggia, Mauro Felicori.

Digeneralmanager

Del Gaudio: “Reggia e Belvedere, c’è unità di intenti con i ministri”

reggia-casertaAl termine dell’incontro operativo svoltosi in Comune con i rappresentanti dello staff del ministro per la Coesione Territoriale e Gregorio Angelini, direttore regionale per i Beni Culturali, il sindaco Del Gaudio ha dichiarato: “I ministri Bray e Trigilia ci chiedono di fare presto. Questa comunità di intenti è una grande soddisfazione per tutti noi. Li ringrazio e indirizzo loro i miei apprezzamenti. La loro combinata programmazione per valorizzare e promuovere le eccellenze della nostra città è il risultato di determinazione e concretezza. Caserta sarà destinataria di risorse e interventi che verranno realizzati entro il secondo semestre del 2014, in occasione della presidenza italiana della Commissione Europea. L’incontro odierno si è concluso positivamente, nella condivisione degli obiettivi posti dall’Amministrazione. A breve continueremo il lavoro comune per programmare i progetti esecutivi da garantire alla nostra Città”. Aggiungendo: “Ho illustrato le nostre priorità. Le attività di valorizzazione sono imprescindibili da un programma di messa in sicurezza della piazza Carlo III e delle aree limitrofe mediante sistemi di sorveglianza e un idoneo progetto di illuminazione” e sottolineando la necessità di “una rimodulazione dell’offerta commerciale, dell’informazione e della promozione turistica della città con un’idonea cartellonistica” e l’importanza di “un’efficace organizzazione del trasporto pubblico, con area terminal e dei parcheggi e un sistema di collegamenti stabili tra Reggia, Belvedere di San Leucio e Casertavecchia”.  Il sindaco ha poi concluso:  “Al direttore Angelini ho ribadito le nostre richieste, aggiornate alla luce di pressanti esigenze rappresentateci da cittadini, realtà associative e imprese, quali l’apertura del Parco Reale verso il Belvedere di San Leucio e una più efficace rimodulazione organizzativa e oraria dell’apertura della Reggia”.

Gianluca Esposito

Digeneralmanager

Il Belvedere apre le porte agli investitori cinesi: ci aveva provato anche Falco…con i giapponesi

cinesiL’assessore al Turismo e al Marketing Territoriale Pasquale Napoletano ha ricevuto nel Complesso Monumentale del Reale Belvedere di San Leucio una delegazione di operatori imprenditoriali della Repubblica Popolare della Cina. “Gli investitori stranieri, a Caserta e al Reale Belvedere di San Leucio nella circostanza di un’accoglienza della delegazione curata da Emilio D’Addio per conto dell’azienda Real Sito – spiega l’assessore Napoletano –  hanno dimostrato il loro interesse per le opportunità collegate alla nostra filiera produttiva che fonda le sue radici in una tradizione imprenditoriale e culturale ultracentenaria e che custodisce tratti e origini molto affini alla storia millenaria delle imprese cinesi. In particolare, gli operatori sono interessati al made in Italy in tutte le sue forme e applicazioni, in particolare a quelle che introducono la modernità e l’innovazione nei processi produttivi“. Un interesse confermato dallo stesso D’Addio, che ha illustrato all’assessore Napoletano gli sviluppi positivi dei rapporti commerciali instaurati negli ultimi mesi dalla Real Sito con questo comparto di investitori, i quali in questi giorni svolgeranno incontri di lavoro con gli operatori delle moderne industrie seriche che alle sete di San Leucio riferiscono i loro progetti d’impresa. “La prova – dice l’assessore Napoletano – del valore che il nostro business può affermare con determinazione anche oltre i confini nazionali“. Un po’ di anni addietro anche il compianto sindaco Luigi Falco aveva provato ad aprire le porte del Real Sito di San Leucio ad investitori orientali: in quella circostanza si trattava di giapponesi, ma non è che se ne siano visti molti in questi anni. Speriamo vada meglio con i cinesi…
Digeneralmanager

Il conclave sul Bilancio al Belvedere: l’assessore Spirito invoca il taglio delle spese, ma in tanti fanno orecchie da mercante

spirito anielloORE 21. TERMINATO IL CONCLAVE DEL PDL AL BELVEDERE

Quattro ore fitte fitte di confronto. Da una parte il sindaco, gli assessori, i tre coordinatori d’area, la triade tecnica composta da Giammaria Piscitelli, Carmine Sorbo e Maurizio Mazzotti; dall’altra i consiglieri comunali della maggioranza, senza Udc e gli altri partners della Federazione, problema al quale Pio Del Gaudio ha dedicato solo un fugace passaggio nella sua introduzione. Al Belvedere di San Leucio si è svolto il preannunciato faccia a faccia propedeutico alla stesura del Bilancio 2013, il sindaco aveva voluto gli stati maggiori della sua coalizione tutti attorno allo stesso tavolo. Occorre predisporre “le carte” in vista del passaggio consiliare (slittato dal 30 settembre al 30 novembre), ma siccome le cose non sono affatto semplici le scelte vanno fatte per tempo. Tutti gli occhi, e soprattutto le orecchie, erano rivolte a quello che avrebbe detto colui che tiene i cordoni della borsa, l’assessore al Bilancio Nello Spirito che – come ormai arcinoto – deve sudare le classiche sette camicie per tenere a freno gli ardenti spiriti di quanti – convinti che il peggio sia passato – vorrebbero spingerlo ad allentare la presa del rigore e ad aprire il portafoglio. “Guardate – ha subito messo le mani avanti il titolare del Bilancio – che le cose non stanno come voi credete. E’ vero che in questi due anni abbiamo rimesso la barca sulla linea di galleggiamento, ma il rischio è in agguato”. E Spirito è andato dritto al cuore del problema ricordando ai tanti che non vogliono sentire, che sul piano della razionalizzazione della spesa e delle entrate c’è ancora molto da fare. E certe decisioni, tecnicamente possibili ma difficili da far digerire sul piano politico, sono in attesa. Un esempio per tutti la Publiservizi, che “ingoia” sette milioni di euro all’anno di risorse comunali: può un comune in dissesto pagare aggi così elevati, quando la stessa azienda pratica condizioni più favorevoli in altre realtà vicine al capoluogo? E può un Comune in dissesto accollarsi le spese per la manutenzione e gli interventi sullo stadio di sua proprietà mentre altri soggetti incamerano i proventi della pubblicità?  Insomma, se non si decide di adoperare il bisturi con decisione e senza guardare in faccia a nessuno, sarà difficile che il risanamento appena avviato possa consolidarsi. Ma non sembra che l’intervento senza fronzoli dell’assessore abbia suscitato particolari entusiasmi. Anche se poi la serata si è conclusa con la classica pizza in una dei locali di San Leucio.

Digeneralmanager

Cose da pazzi: Caldoro si accinge (complice Sommese) a sopprimere “Settembre al Borgo” e Del Gaudio ne esalta “l’impegno per Caserta”

caldoroAlcuni eventi del  Forum delle Culture 2013-2014 si svolgeranno al Belvedere di San Leucio. Lo ha anticipato il presidente della Regione Stefano Caldoro nel corso del suo intervento all’assemblea di Confindustria, questo pomeriggio alla cappella Palatina. E il sindaco Pio Del Gaudio, anch’egli presente alla convention degli imprenditori, non si è lasciato scappare l’occasione per enfatizzare l’impegno del Governatore per Caserta: ” Una significativa testimonianza dell’impegno della Regione per il protagonismo dei Comuni nei processi di sviluppo del territorio, una risposta con i fatti a quanti hanno prefigurato un declino del Reale Belvedere di San Leucio, che aggiunge invece questa prossima iniziativa al corredo di attività che contribuiranno ad arricchirne il valore, il prestigio e le opportunità. L’annuncio del Governatore Caldoro è una nuova conferma evidente dell’impegno concreto della Regione Campania per Caserta”. Ma come, mentre in città montano le polemiche per la paventata e sempre più probabile soppressione di Settembre al Borgo, il sindaco esalta “l’impegno del presidente per Caserta”? Invece di “cantargliene quattro”, approfittando del rilievo che rivestiva l’assemblea confindustriale?

 

 

Digeneralmanager

Al Belvedere la Conferenza dei Consigli comunali dell’Anci: esperti di Pubblica Amministrazione a confronto

IarrobinoUna due giorni all’insegna delle nuove discipline riguardanti le assemblee comunali elettive, con l’intervento di esperti dell’Anci, l’associazione dei comuni italiani. Sarà ilBelvedere di San Leucio, padrone di casa Gianfausto Iarrobino, il presidente del Consiglio comunale di Caserta, ad ospitare l’importante appuntamento. Si comincia mercoledì pomeriggio con una riunione nella Sala Giunta, presente il sindaco Del Gaudio, dell’ufficio di presidenza della Conferenza dei Consigli comunali dlel’Anci, presieduta dal coordinatore nazionale Simone Guglielmo.
Giovedì, poi, a partire dalle ore 9.30, nella Sala Conferenze del Reale Belvedere di San Leucio, è convocato il Direttivo della Conferenza dei Consigli Comunali dell’Anci in occasione del Seminario Nazionale sul Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n°33 – “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni” e Decreto Legislativo 08 aprile 2013, n°39 – “Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le Pubbliche Amministrazioni e presso gli Enti Privati in controllo pubblico”. Dalle ore 10.00, dopo i saluti istituzionali del sindaco Pio Del Gaudio, del presidente del Consiglio Comunale, Gianfausto Iarrobino e del coordinatore della Conferenza Nazionale dell’Anci, Simone Guglielmo, si svolgeranno gli interventi programmati di Luigi Martino, segretario generale del Comune di Caserta; Antonio Fraire, segretario generale del Comune di Potenza e Vittorio Alvino, presidente dell’associazione Openpolis. Seguiranno il dibattito e le conclusioni.
 Nel pomeriggio di giovedì, a partire dalle ore 15.30, sempre al Belvedere, si svolgerà l’Assemblea Regionale del Coordinamento dei Consigli Comunali della Campania, che discuterà e approverà il suo statuto. “La Conferenza Nazionale – spiega il presidente del Consiglio comunale di Caserta,  Gianfausto Iarrobino – sta rafforzando sempre più il suo ruolo di organismo che rappresenta a pieno titolo le assemblee elettive di tutti i territori. Il seminario di giovedì affronta e discute temi che sono centrali nelle dinamiche di sviluppo delle singole assemblee elettive. La nostra Assemblea Regionale, invece, conferirà ulteriore impulso e significato al nostro Coordinamento, che si propone come organismo di immediato riferimento per il dibattito e le iniziative degli eletti di tutta la Campania. Lo Statuto sarà elemento di arricchimento e di dinamicità del nostro ruolo, per corrispondere sempre più pienamente alle domande e alle esigenze dei territori locali”.
Digeneralmanager

La visita dell’on.Bonafé al Real Sito di San Leucio

OLYMPUS DIGITAL CAMERAUna visita rapidissima, giusto il tempo di dare uno sguardo al Belvedere e poi via per continuare il suo tour conoscitivo in Campania. Simona Bonafé, componente della commissione Cultura della Camera dei Deputati, “scortata” da Carlo Marino, referente per la provincia di  Caserta dell’area Renzi e accolta dal segretario cittadino del Pd Mauro Desiderio, è stata in mattinata a San Leucio e al Real Sito, accolta dal sindaco Pio Del Gaudio che non ha perso l’occasione per rimarcare l’attenzione della sua amministrazione per tutto il complesso dei Beni Culturali che la città ospita. Ed è partito, il sindaco, ancora una volta dal problema dei problemi, la Reggia, che sembra aver trovato nel ministro Bray un medico capace, “capace  innanzitutto di ascoltare –  ha convenuto Del  Gaudio – e di recepire le istanze del territorio, uno che evidentemente sa di cosa sta parlando”, ha aggiunto in chiaro riferimento al predecessore di Bray al Ministero per i Beni Culturali. Più che la sua attenzione per il Belvedere, che non conosceva (ma ha candidamente ammesso di non conoscere nemmeno la Reggia….) la deputata renziana si è soffermata  sulla necessità “che il Governo, subito dopo l’industria manifatturiera ponga i Beni culturali come volano di sviluppo del Paese. In questa ottica la sinergia istituzionale tra governo centrale e periferia è essenziale”, musica per le orecchie del sindaco che da mesi fa la spola tra Caserta e Roma per avere udienza almeno sulla Reggia. All’incontro hanno presenziato l’onorevole Pina Picierno e il consigliere regionale Nicola Caputo.

Digeneralmanager

Rilancio del Belvedere: sabato confronto tra Del Gaudio, Carlo Marino e l’onorevole Bonafé (Pd)

BonafèLa deputata del Partito Democratico Simona Bonafè, componente della Commissione Cultura alla Camera, sarà a Caserta il prossimo sabato 15 giugno alle ore 10 presso il Real Sito di San Leucio. La parlamentare, accompagnata dal consigliere comunale della città capoluogo Carlo Marino, incontrerà il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio e le forze politiche, economiche e sociali per discutere del rilancio del Belvedere e, assieme, dell’intera filiera turistica casertana, in asse con la Reggia vanvitelliana. “Noi abbiamo un’idea chiara di ciò che serve per restituire al Real Sito e a Palazzo Reale la valenza che meritano – ha spiegato Carlo Marino – e ci auguriamo che una sana e costruttiva sinergia tra tutti gli attori dello sviluppo possa andare in questa direzione. La grande scommessa di questo territorio è saper cogliere l’opportunità della cultura come veicolo di economia, comprendere che la filiera dei beni culturali può essere occasione di sviluppo e quindi strumento per creare occupazione, soprattutto giovanile. Per questo abbiamo voluto che all’incontro con la parlamentare ci fossero sia il sindaco della città capoluogo che le forze sindacali. Le passerelle non ci interessano, l’obiettivo è che ci si metta tutti assieme a fare gioco di squadra nell’interesse di questa città”.

Digeneralmanager

Progetto integrato per San Leucio: la Giunta approva un piano da due milioni di euro

belvedere“Un progetto ambizioso”, lo definisce Tersa Ucciero, e del resto a guardare l’importo richiesto (due milioni e duecentomila euro) alla Regione nell’ambito del Quadro Strategico Nazionale, non può che essere così. La Giunta comunale ha approvato oggi la relativa delibera, adesso occorrerà mettere in campo tutte le strategie utili a far sì che Stefano Caldoro e Giuseppe De Mita (se ci sarà ancora lui a guidare l’assessorato al Turismo della Regione) aprano i cordoni della borsa. Un progetto integrato per il recupero e la valorizzazione del Belvedere di San Leucio, “un lavoro corale – spiega il sindaco Pio Del Gaudio – condotto con la collaborazione dei consiglieri di maggioranza che hanno fornito il loro prezioso contributo”.  Quattro le azioni-progetto lungo le quali si snoda l’idea illustrata dall’assessora Ucciero: l’intervento di completamento e di riuso funzionale delle Stalle Reali e degli ambienti sottostanti lo scalone monumentale; l’intervento di restauro degli affreschi del Bagno di Maria
Carolina; la realizzazione di un sistema di bike sharing di collegamento tra la Reggia, San Leucio e il Planetario comunale e di una pista ciclopedonale e la realizzazione di una rete di promozione dell’offerta turistica.  “In particolare – spiega la Ucciero – rispetto alla rifunzionalizzazione degli spazi sottostanti lo scalone monumentale, un’area multimediale e sensoriale guiderà la narrazione, tra storia  ed arte, delle vicende che hanno fatto grandi San Leucio e Caserta, con  illuminazione a led e 8 punti per le proiezioni. Affianco ad essa saranno  realizzati un bookshop e un giftshop, destinati a promuovere le eccellenze del nostro territorio, dai manufatti serici ai prodotti della nostra enogastronomia”.

 

 

L’intervento dedicato al Bagno della Regina, finora oggetto di semplice
pulitura, è indirizzato ad un reale restauro conservativo, mentre la massima
attenzione sarà anche assicurata ai servizi di accoglienza, con un infopoint per
la biglietteria ed un servizio di guide turistiche, orientato a guidare
l’accesso al sito monumentale e favorendo la massima fruibilità di ingresso e
accesso ai disabili in stretto collegamento con il piano superiore. Nella stessa
zona, il servizio ai turisti potrà essere garantito da un punto di
ristoro/enoteca/winebar per la promozione, attraverso la degustazione, dei
prodotti tipici del territorio casertano. Nell’ottica di rete, infine, la
declinazione dell’offerta turistica. Infopoint tra San Leucio, l’area della
Reggia e la stazione ferroviaria, l’introduzione di un biglietto unico per il
collegamento tra i siti di interesse, il bike sharing tra la stazione, San
Leucio, la Reggia, il Planetario e Casertavecchia: azioni coordinate e
integrate, insomma, cui non è mancata la concertazione e l’intesa con enti,
aziende, associazioni. Il nostro progetto è forte dei contributi, dei
suggerimenti e delle intese raggiunte con Camera di Commercio, Confindustria
Caserta, Clp Trasporti e con le guide turistiche: realtà interessate al fare,
per Caserta e per la sua crescita”.

Digeneralmanager

Pasquetta, il Belvedere di San Leucio aperto ai turisti: sconti dei ristoratori e bus ogni ora

belvederePer la prima volta dalla sua istituzione, il Museo della Seta del Real Belvedere di San Leucio aprirà al pubblico nel giorno di Pasquetta (Lunedì 1 aprile 2013), dalle ore 9.00 alle ore 13.00, con l’iniziativa “Lunedì dell’Angelo al Real Museo”.
 Il progetto nasce su proposta dei dipendenti dell’Ufficio del Belvedere che, benché in numero ridotto, si sono resi disponibili ad organizzare e gestire una giornata nella circostanza dell’abituale chiusura dei grandi monumenti casertani.
 “Un’idea – dice il sindaco – che è la testimonianza di quanto può cominciare ad essere fatto per promuovere il Real Sito e che è cresciuta con il passare dei giorni. Il Belvedere, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, è un bene ancora poco conosciuto dagli stessi casertani, ma dalla storia affascinante. Auspico che questa giornata possa diventare l’occasione in cui i casertani si riappropriano della storia comune imparando a conoscere e ad amare un luogo unico al mondo”.
In occasione del Lunedì dell’Angelo gli esercizi pubblici La Vignarella, La Locanda del Borbonme, Da Leucio e Trattoria da Franco riserveranno lo sconto del 10 per cento ai clienti che esibiranno il biglietto d’ingresso al Belvedere. Pari sconto sarà mantenuto dagli stessi esercizi e dall’Antica Locanda Massa e dal Mallè nella giornata successiva, martedì 2 aprile.
Ogni ora, a partire dal via dell’iniziativa, le guide specializzate accompagneranno i visitatori lungo il percorso che si snoda attraverso la sezione di archeologia industriale, gli Appartamenti Reali e i Giardini, raccontando la storia, la tradizione, l’arte e le curiosità di quella che era una delle fabbriche più importanti del regno borbonico. L’attività sarà svolta innanzitutto sulla scorta della prenotazione obbligatoria, che ne consentirà una migliore organizzazione ma l’iniziativa sarà finalizzata alla massima fruizione del bene, anche al servizio di quanti arriveranno ai cancelli senza prenotazione e con una rimodulazione oraria della partenza delle singole visite guidate.
 Per l’occasione del Lunedì dell’Angelo, il Belvedere assicura una promozione anche nell’ambito dei prezzi. I bonus della giornata saranno un biglietto ridotto per tutti gli adulti: 4 euro a persona (con visita guidata in italiano o in inglese, previa prenotazione) e l’ingresso gratuito per i bambini fino a 10 anni. Lunedì 1 aprile la Clp Trasporti, su richiesta dell’Amministrazione, assicurerà 4 corse speciali, a partire dalle ore 8.30 (e poi alle ore 9.30, 10.30, 11.30) con partenza di un bus da piazza Vanvitelli.
 Il giorno successivo, martedì 2 aprile, il Reale Belvedere resterà comunque aperto ai visitatori, dalle ore 9.00 alle ore 17.00, non osservando l’abituale chiusura del martedì.