Archivio per Categoria Basket

DiRedazione

I Cedri ripartono da Bartolomeo Russo: confermato il veterano biancoblu

Basket CedriIl San Nicola Basket Cedri è lieto di annunciare la conferma di Bartolomeo Russo. Ala classe 1996, Bart, così come viene chiamato nello spogliatoio, è ormai uno dei veterani dello spogliatoio biancoblu nonostante i soli ventidue anni. Dopo essere cresciuto nella Juvecaserta, Russo arriva a San Nicola nel 2015, riuscendo sempre a ritagliarsi il suo spazio in campo; la sua carriera con questa maglia parla infatti di 216 punti in 69 partite, poco più di 3 ad allacciata di scarpe, con un best score di 20. Lo scorso anno ha chiuso con 94 punti in 28 partite, con la migliore partita stagionale contro la Megaride Napoli quando mise a referto 15 punti. “Sono davvero emozionato di essere a San Nicola anche quest’anno – ci dice Russo – con l’idea di partire da subito per toglierci tante importanti soddisfazioni. Ringrazio tanto Coach Parrillo che stimo da sempre per avermi concesso la possibilità di restare sotto la sua gestione così come come sono contento di ritrovare come compagni di squadra Tomasiello e Desiato da cui c’è sempre da imparare tanto e di vivere in prima persona in squadra con Pasquale De Martino  e Luciano Rusciano che conoscevo prima soltanto da avversari e che avranno anche loro tanto da insegnarmi. Siamo un gruppo con il giusto mix di giocatori esperti e importanti e giovani che hanno voglia di fare e dire la loro e in mezzo al campo e per questo direi che ci sono tutte le premesse per costruire il miglior piazzamento possibile. Proprio per questo invito quanta più gente possibile al PalaIlario a venirci vedere giocare”.

DiRedazione

Il San Michele Maddaloni si rafforza ancora. Ecco Nastri: “Pronti a divertirci”

MADDALONI BASKETLa Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica di aver trovato l’accordo per la prossima stagione con il play Giuliano Nastri. L’atleta classe ’92, dopo aver mosso i primi passi nella sua città natia alla S.S. Basket Napoli ha maturato tante e diverse esperienze nel massimo campionato regionale. Dal 2010 in poi ha vestito le casacche di Pianura, Mugnano e Pozzuoli. Nel 2013 passa al Forio Ischia vincendo il campionato di serie D, cosa che sfiora la stagione successiva con il Felix Napoli perdendo la finale. Al Felix rimane anche in serie C dopo il ripescaggio. Due stagioni fa passa al Casavatore mentre l’anno scorso ha militato al Monte di Procida. Affermatosi negli anni come un giocatore di categoria, ha segnato 1.943 punti in 190 partite in carriera.

«Maddaloni rappresentava la mia prima opzione – ha esordito Giuliano Nastri – e sono contento che la trattativa si sia concretizzata. Giocare per la Pall. San Michele è una grande opportunità per me, perché è tra le realtà campane maggiormente affermate negli anni. La squadra che si è costruita ci permetterà di toglierci grandi soddisfazioni, e per quanto riguarda coach Mariano Gentile è il curriculum che parla. Non vedo l’ora che inizi il raduno – ha concluso il neo play biancazzurro – per immergermi completamente in questa avventura».

«Giuliano è un giocatore che lo scorso anno ha avuto una stagione straordinaria – ha dichiarato il presidente Pasquale De Filippo –, risultando tra i migliori terminali offensivi del campionato. Profilo giovane ma con alle spalle diverse stagioni dove è cresciuto in modo esponenziale. Si integrerà benissimo con il gruppo che metteremo a disposizione di coach Gentile. Grazie a Giuliano, cercato anni fa quando era under, ebbi modo di conoscere Carmine Scotti con il quale sono da allora legatissimo – ha concluso il deus ex machina biancazzurro – da una profonda amicizia».

DiRedazione

San Nicola Basket Cedri, primo scrimmage della stagione: vittoria contro Casapulla

IMG_0341Primo scrimmage del San Nicola Basket Cedri guidato da Adolfo Parrillo che mette minuti nelle gambe. Sfida agevole quella con Casapulla, imbottita di giovani, mentre i lupi di mare biancoblu mettono subito in mostra delle discrete individualità, in attesa di costruire anche un buon affiatamento, soltanto abbozzato dopo tre giorni di allenamento. Nei primi dieci minuti va in campo quello che può essere vicino ad un quintetto titolare e vincono il primo parziale per 20-11. Nei secondi dieci minuti la difesa viene fuori, con un paio di palle rubate per Russo, mentre Rianna mostra tutta la sua intensità per il 27-14. Nel terzo ‘quarto sono Tomasiello e De Martino i protagonisti con le loro triple, chiudendo sul 22-12, mentre nell’ultima frazione viene lasciato molto spazio agli ‘Under’, che si fanno notare con il 23-14 finale. “Non c’è molto da dire – afferma Parrillo – in questo momento i commenti tecnici contano zero, quest’amichevole è servita per dare minuti ai ragazzi, gli ho chiesto semplicemente di divertirsi. Sono contento non solo della sgambata ma di come hanno approcciato l’amichevole e l’anno. Ora torniamo al lavoro, aspettiamo di mettere a punto la nostra squadra e controlleremo tutto”.

DiRedazione

Il San Michele Maddaloni punta sulla linea verde, riconfermato anche il 19enne Bocciero

basket maddaloniLa Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica di aver confermato anche per la stagione 2018/19 la guardia Rosario Bocciero. Atleta classe ’99 e maddalonese doc, dopo aver mosso i primi passi all’Artus si è trasferito alla Juvecaserta con cui nel 2013 è giunto sesto alle Finali nazionali Under 14 disputate a Bormio. Passato alla Pall. San Michele, ha segnato la storia della franchigia biancazzurra essendo parte del primo successo assoluto a livello giovanile con la vittoria del campionato Under 17. Due anni fa, seppur ancora diciassettenne, la prima esperienza senior in Promozione al Basket Succivo con un contributo di 5.4 punti a partita, mentre l’anno scorso si è ritagliato spazio in serie C con 22 gare giocate.

«Rosario andrà a rinfoltire il gruppo di under – ha dichiarato il presidente Pasquale De Filippo – che ormai rappresenterà lo zoccolo duro del nostro futuro. Giocatore eclettico e di grande intensità in allenamento, potrebbe – ha concluso il deus ex machina biancazzurro – finalmente avere la sua annata di definitiva consacrazione».

DiRedazione

Cedri San Nicola, Nicola Tronco è il primo Under per la prima squadra

nicola TroncoIl San Nicola Basket Cedri annuncia l’innesto, in qualità di Under aggregato alla prima squadra, di Nicola Tronco. Nato il 28 gennaio 1999, Tronco è un esterno di 185 centimetri della scuderia di Virginio Bernardi, che sa sfruttare al meglio il campo aperto e che predilige le conclusioni dall’arco dei 6,75. Una carriera ancora da costruire, ma che ha già dato soddisfazioni a livello giovanile. Cresciuto nel vivaio della Juvecaserta, con cui nel 2013 arrivò alle finali nazionali a Bormio segnando 25 punti contro Udine, nel 2015/2016 ha una piccola parentesi alla Scandone Avellino, prima di aggregarsi all’Under 20 di Casapulla, nettamente il più piccolo della selezione. L’anno successivo passa al Koinè, e dopo una stagione di apprendistato viene regolarmente schierato in prima squadra nel 2017/2018, chiudendo la stagione con 13 punti di media. “Quando ad Agosto ho ricevuto la chiamata della società – ci dice Tronco – non ho esitato ad accettare, consapevole di poter crescere molto come giocatore in questo ambiente, in un anno che è molto importante per me. Sono contento di poter lavorare con coach Parrillo e coach Miraglia, allenatori esperti che potranno contribuire ancor di più alla mia crescita. Sono venuto qualche volta l’anno scorso a vedere le partite dei Cedri, mi ha colpito molto il pubblico sempre numeroso e caldissimo e non vedo l’ora arrivi il giorno della prima di campionato che sarà proprio sul nostro campo. Per me la nostra è una squadra che può lottare per arrivare fino in fondo, siamo molto profondi e completi sotto ogni aspetto e scenderemo sicuramente in campo con la consapevolezza di potercela giocare con tutti, soprattutto in casa dove il pubblico sarà sicuramente il nostro sesto uomo”.

DiRedazione

Nasce l’associazione intitolata a Ornella Maggiò per sostenere la Juvecaserta

juvecaserta curva striscioneAlla luce del progetto di rilancio della pallacanestro casertana e della nascita dello Sporting Club Juvecaserta, un gruppo di appassionati si è reso promotore della costituzione di un’associazione intitolata a “Ornella Maggiò”, ultima presidente della storica Juvecaserta campione d’Italia.
Il “Club Ornella Maggiò” ha l’obiettivo primario di costruire una struttura stabile, capace di acquisire quote della neonata società sportiva. Si propone inoltre di organizzare una serie di eventi promozionali legati allo sport, con lo scopo di valorizzarne l’impatto sociale. L’iniziativa è rivolta a tutti coloro che sono interessati a offrire, in qualsiasi forma, il loro contributo, assumendo anche il ruolo di soci fondatori. Il primo incontro, nel quale sarà presentata e discussa una bozza di statuto, si terrà il giorno 18 settembre alle ore 19 presso la sala dell’Oratorio “Pacem in Terris”, a Caserta in via Parrocchia di Mezzano (traversa via Assunta), frazione Mezzano, a pochi passi dalla piazzetta “Giovanni Maggiò”.
L’assemblea costitutiva, a cui dovranno partecipare tutti coloro che avranno confermato la volontà di associarsi, si terrà nel mese di ottobre.

DiRedazione

San Nicola Basket Cedri, torna Rino Tomasiello

tomasielloAltro ritorno illustre per il San Nicola Basket Cedri. Nell’ottica della costruzione di una squadra esperta, di vecchi lupi di mare della categoria, coach Adolfo Parrillo potrà contare anche su Gianluca Tomasiello, al ritorno in biancoazzurro dopo l’ultima annata al Neapolis Casavatore. Guardia/play di 190 centimetri, classe 1980, ‘Rino’ può contare su 1026 punti in 79 partite con la maglia dei Cedri (13 di media a gara), formerà con Salvatore Desiato una coppia di esterni già collaudata e pronta all’utilizzo, e potrà mettere in campo la sua classe e la sua esperienza ventennale nella pallacanestro. Uscito dal vivaio della Juvecaserta, riuscì ad esordire in A2 nella stagione 1997/98 giocando 22 partite con 62 punti totali. Dopo il fallimento bianconero, Rino costruisce la sua carriera fra seconda e terza serie: nel 98/99 condivide lo spogliatoio con Emanuel Ginobili nella sua prima avventura italiana, alla Viola Reggio Calabria, conclusasi con la promozione in A. Non fa in tempo a debuttare in A che finisce in B1 a Campli, nel 99/2000, per poi ‘stabilirsi’ in Sicilia per un po’: Messina (A2) nel 2000/2001, Patti (B1) nel 2001/2002, e Ragusa per parte del 2003/2004, successivamente ad un’esperienza di un anno e più a Scafati. Dopo anni da girovago, Tomasiello riesce a trovare un po’ di stabilità in B1, che durante gli anni cambierà nome prima in A dilettanti e poi in Divisione Nazionale A: prima a Sant’Antimo, dove disputa due stagione, poi la sua esperienza più importante alla Virtus Siena, dove disputa cinque stagioni da capitano di una squadra da playoff contornate da due coppe Italia di categoria, di cui l’edizione 2008 a Milano conclusa come MVP; ma oltre ai successi, come in ogni sua esperienza Tomasiello non ha mai fatto mai mancare abnegazione e spirito di sacrificio che hanno fatto da esempio a giocatori come Marco Portannese e Matteo Imbrò. Nel 2011/2012 è ancora in terza serie, a Ruvo di Puglia, mentre l’anno successivo scende in DNC con il Basket Cassino. Nel 2013/2014 inizia la sua avventura con i Cedri, intervallata nel primo anno da qualche mese a Benevento e dalla scorsa stagione con la maglia di Casavatore, in cui si impone ancora una volta come realizzatore e leader dello spogliatoio. “Ho deciso di tornare – ci dice Tomasiello – perché San Nicola ha dimostrato di voler crescere e di voler regalare ai tifosi il traguardo che è sfuggito lo scorso anno, ho tanta voglia di abbracciare il progetto della società. La scelta di coach Parrillo in panchina ha influito il giusto: erano anni che parlavo con Adolfo che mi sarebbe piaciuto lavorare con lui e adesso abbiamo l’opportunità di realizzare questo sogno. Chi mi conosce sa bene che darò il massimo ogni giorno e metterò a disposizione della squadra tutta la mia esperienza”.

DiRedazione

La San Michele Maddaloni mette Petrazzuoli nel motore: “Qui per vincere”

onorio petrazzuoliLa Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica di aver ingaggiato per la stagione 2018/19 la guardia Onorio Petrazzuoli. Atleta classe ’88, alto 192 cm e nativo di Piedimonte Matese, è una vecchia conoscenza del pubblico maddalonese sia per i suoi trascorsi nel settore giovanile dell’Artus che per le volte in cui è tornato da avversario. È infatti tra Maddaloni e Sant’Antimo che Onorio cresce cestisticamente, esordendo ad appena 17 anni in serie B e arrivando a disputare il campionato di A Dilettanti. Nell’estate del 2010 la sua prima esperienza lontano da casa, a Molfetta, dove disputa ancora il massimo campionato dilettantistico. L’anno dopo fa ritorno a Sant’Antimo per giocare nel torneo professionistico di Lega Due. Nel 2012 firma con Venafro e inizia un percorso lungo tre stagioni, passando dalla serie C alla serie B ed incrociando più volte le lame con la Pall. San Michele. Nel 2015 si trasferisce dal Molise all’Abruzzo per giocare con Campli due campionati cadetti. L’anno scorso ha fatto ritorno nella sua regione per difendere i colori della neonata Salerno che ha ben figurato nel torneo di serie B. Ha al suo attivo 1.807 punti in 230 gare in carriera (7.9 di media) con un high di 28. Petrazzuoli è un esterno molto duttile e versatile con capacità sia da ball-handler che da tiratore, per questo risulterà prezioso per coach Mariano Gentile.

«Maddaloni era per me la migliore destinazione – ha esordito Onorio Petrazzuoli -, ed è un po’ un ritorno a casa dato che ho iniziato a giocare a pallacanestro qui. Avrò modo di conoscere coach Gentile strada facendo, anche se tutti me ne hanno parlato bene. A me non piace perdere, quindi arrivo con la voglia di vincere quante più partite è possibile, e con la convinzione che per la squadra che si sta costruendo potremo comunque toglierci qualche soddisfazione. L’obiettivo è quello di essere da esempio per i più giovani – ha concluso la neo guardia biancazzurra – cercando di dare e fare il massimo».

«Con Onorio aggiungiamo un tassello di grande qualità e sostanza ai due buonissimi innesti fatti finora – ha dichiarato il presidente Pasquale De Filippo -. Giocatore protagonista di tante stagioni in serie B, darà grande supporto ai nostri ragazzi. Sono stato colpito dal grande entusiasmo che ha mostrato nello scegliere Maddaloni e dalla voglia di stare a lungo con noi. Abbiamo tante trattative solo da definire, ma stiamo attentamente valutando i profili che nel giro di qualche anno – ha concluso il deus ex machina biancazzurro – siano di supporto alla costruzione di un roster ambizioso che possa giocarsi la vittoria finale».

DiRedazione

Maddaloni e la sinergia giovanile. Febbraio: “I ragazzi lo meritano”

MADDALONI BASKETCreare partnership tra società è diventato ormai una necessità per tutti coloro che vogliono ancora lavorare bene nella pallacanestro. Essere una eccellenza significa lavorare sodo e sacrificarsi, e se insieme si inizia un percorso per raggiungere gli stessi obiettivi, tutto è più semplice e motivante.

«Ormai operiamo da anni sul territorio maddalonese e ci siamo resi conto che Maddaloni merita di più – ha esordito il responsabile dell’Artus Nino Febbraio -. I ragazzi meritano di più. Meritano più di due realtà cestistiche che lavorano in parallelo facendosi la lotta cercando di raggiungere gli stessi obiettivi, magari arrivando ad un soffio da questi e poi non riuscendo perché manca sempre qualcosa. Un qualcosa che magari è lì a pochi metri, magari proprio nella stessa palestra dove ci si allena, ma separata dai pregiudizi, dall’incapacità di mettersi in discussione, dai pettegolezzi. Sicuramente ci è voluto un po’ di tempo per capirlo ma alla fine, cercando sempre di mantenere la nostra identità, ci siamo riusciti. Sono stati mesi difficili, abbiamo ricevuto grandi consensi ma nello stesso tempo purtroppo siamo stati bersagliati da chi forse non vede di buon occhio questa collaborazione. Dopo aver superato quel muro che ci divideva – ha continuato Febbraio -, abbiamo trovato subito una buona intesa con Giovanni Monda, Claudia de Capua e Pasquale De Filippo che con la sua Pallacanestro San Michele fungerà da “piattaforma” per i ragazzi che arrivati alla categoria under 14 con le rispettive società giocheranno per Maddaloni. Il nostro impegno diretto sia a livello tecnico che organizzativo, garantisce quella continuità e quella qualità che abbiamo sempre voluto dare al lavoro che si fa già a livello minibasket».

Mettere in comune energie, risorse e atleti vorrà dire soprattutto che i vari gruppi saranno competitivi.

«Allargando così il bacino di utenza per forza di cose ci saranno dei gruppi sicuramente più competitivi, ma qui entra in gioco proprio il nostro obiettivo primario e cioè “mettere nelle condizioni ogni ragazzo di migliorare e di giocare in quello che è il suo contesto migliore, dove lui potrà avere maggiori stimoli e maggiori soddisfazioni”. Questa cosa non sarà affatto facile – ha dichiarato il responsabile dell’Artus – bisogna creare una “mentalità comune”, dobbiamo prima di tutto educare sportivamente i ragazzi e inculcare in loro un grande spirito di sacrificio che guarda sì al risultato, ma soprattutto al fatto di essere uomini e donne migliori».

Le società tutte insieme sono d’accordo a seguire un percorso tecnico-tattico ma anche atletico-motorio, che inizi sin dal minibasket e che permetta ai ragazzi di crescere nella loro città.

«A livello tecnico credo che il nostro staff, guidato da Giovanni Monda abbia grandi potenzialità, abbiamo già avuto modo di lavorare insieme tutto il mese di giugno e devo dire che dopo una prima riunione in cui abbiamo spiegato la situazione ai nostri tecnici, vedendoli lavorare insieme abbiamo notato grande complicità e una voglia grandissima di far bene. In accordo con Monda stiamo dando grande importanza alla parte svolta dai preparatori atletici guidati da Eugenio di Giovanni e credo proprio che migliorare a livello motorio e atletico non possa fare altro che mettere nelle migliori condizioni il ragazzo anche per migliorare tecnicamente. Forse l’obiettivo più grande sarà quello di dare ancora più qualità al minibasket, mio campo di specializzazione, abituando al gioco i ragazzi facendoli appassionare ancora di più a questo sport guardando al futuro – ha concluso Nino Febbraio -, giocare a Maddaloni e per Maddaloni, insieme».

DiRedazione

Linton Johnson saluta e dice addio al San Nicola Basket Cedri

linton johnsonLe strade del San Nicola Basket Cedri e di Linton Johnson si separano. L’atleta trentottenne ha deciso di non continuare il rapporto con la società biancoblu, declinando l’offerta della dirigenza che ha provato fortemente a trattenerlo nelle proprie fila. L’esperienza del nativo di Chicago a San Nicola la Strada si conclude con 501 punti in 33 partite, per una media di 16,2 punti ad allacciata di scarpe, ed un massimo di 33 nella vittoria casalinga contro la Virtus Pozzuoli. Il San Nicola Basket Cedri augura le migliori fortune per il prosieguo della carriera di Linton Johnson e si ritiene fortunata ed onorata ad aver visto con la propria canotta un giocatore capace di vincere un titolo NBA con i San Antonio Spurs e di essere per anni uno dei migliori lunghi della nostra Serie A.
Ad maiora Linton!!