Archivio per Categoria Altri Sport

Digeneralmanager

La polisportiva Capasso , una realta’ sportiva di successo di San Cipriano d’Aversa

polisportiva capassoUna splendida realtà sportiva che porta il nome di San Cipriano d’Aversa in tutta la Campania ma soprattutto in giro per l’Italia e per il Mondo. La Polisportiva Team Capasso è infatti una delle squadre vincenti del territorio dell’Agro Aversano e può contare su quasi 400 atleti giorno dopo giorno si allenano a karate, pallavolo, basket ma anche tennis. Domenica prossima, 5 febbraio, buona parte di questi ragazzi saranno impegnati a Curti per una competizione che “potrà far emergere i nostri maggiori talenti – afferma l’atleta Adriano Della Corte, che è anche aiuto allenatore del maestro Nicola Capasso – e che darà la possibilità ai nostri atleti di poter vivere da vicino la gioia di affrontare una competizione. E’ bello vedere negli occhi dei bambini la grinta prima di una gara. E’ una delle più belle vittorie per la polisportiva”. Dopo Curti la Polisportiva Capasso sarà impegnata prima a Rimini e poi a Caorle, vicino Venezia, per la Venice Cup, competizione mondiale alla quale partecipano tutte le federazioni mondiali. Il dirigente accompagnatore è Antonino Calopresti che sottolinea “la passione della famiglia Capasso e del maestro Nicola nel portare avanti un progetto che è nato quasi 20 anni fa. Solamente nel 2005 abbiamo avuto grazie ad Agrorinasce un bene confiscato in via Acquaro a San Cipriano d’Aversa nel quale abbiamo realizzato la nostra sede. Oggi è nato anche un connubio con l’associazione Carabinieri con l’unico obiettivo che è quello di togliere i ragazzi dalla strada ed insegnare loro educazione e rispetto. Ogni gara di karate parte con un saluto all’avversario e si chiude con un abbraccio: è questo il bello di questo sport”.

Digeneralmanager

Coppa d’oro città di Caserta: giovedì al via la manifestazione, 280 i cavalli in gara

concorso-ippico-2E’ iniziata la settimana che si concluderà con la cinquantacinquesima edizione del concorso ippico internazionale “Coppa d’Oro Città di Caserta”, previsto dal 13 al 16 ottobre prossimi nel parco della reggia vanvitelliana ed organizzata dalla Asd San Giorgio equitazione. L’edizione del 2016 sarà ricordata anche come quella del record di partecipanti, con ben 280 cavalli iscritti.

Domani, mercoledì 12 ottobre, vigilia del concorso ippico con il momento culturale in programma alle 10 nell’Aula Magna del Liceo “Pietro Giannone”dove con il patrocinio del Panathlon Club Caserta e dello stesso istituto scolastico, avrà luogo l’interessante incontro sul tema “Il cavallo napolitano e la tradizione dell’arte equestre a Caserta”.

Dopo i saluti della Dirigente scolastica del liceo Marina Campanile e del presidente del Panathlon Club Caserta Paolo Santulli, peraltro grande appassionato di cavalli, terranno relazioni il dr. Salvatore Auzino, dell’Associazione Culturale “Cavallo Persano nel Cuore” sul tema “Il cavallo del Sud. Il Corsiero Napoletano” ed il presidente della Società di Storia Patria Alberto Zaza d’Aulisio sul tema “Caserta e la tradizione dell’arte equestre”, coordinati dal moderatore Aldo Antonio Cobianchi, promotore culturale.

Giovedì 13 ottobre prenderà il via la 55esima edizione del Concorso Ippico Internazionale “Coppa d’Oro Città di Caserta”, con un giorno di anticiporispetto a quanto programmato a causa del gran numero di partecipanti.

Le gare di salto ad ostacoli inizieranno alle 9, mezz’ora prima saranno precedute dalla cerimonia dell’alzabandiera con le note della fanfara della Brigata Bersaglieri “Garibaldi” e con il “battesimo” della sella, ovvero prove a cavallo tenute da istruttori federali.

In serata alle 19 al Belvedere di San Leucio si svolgerà la cerimonia di consegna dei premi “Una Vita per il Cavallo”, il riconoscimento alla “carriera” di coloro che hanno dedicato la loro vita allo sviluppo dello sport equestre.

Il programma delle giornate di venerdì sabato e domenica prevede lo svolgimento delle prove di salto ad ostacoli come da programma dalle 9,00 alle 17,30.

Gli orari cambieranno per la giornata di, quella conclusiva della “Coppa d’Oro Città di Caserta”, si gareggerà dalle 8,30 alle 16,30. Seguirà poi la cerimonia di premiazione e consegna dei premi d’onore e l’ammaina bandiera a cura della fanfara della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”.

Tra le altre attività collaterali al concorso ippico si svolgeranno domenica 16 le manifestazioni nel parco previste nel programma de “I Giochi del Re”: teatro degli appuntamenti, promossi dal Coni, saranno dalle 11 alle 17, la Castelluccia con una esibizione tra sport e spettacolo degli atleti della schermamedioevale appartenenti alla Compagnia della Rosa e della Spada ed al Gruppo Sportivo “Giannone” di Caserta, e dalle 10 alle 13 il lago della PeschieraGrande dove sono previste, a cura della “Società Vela Radiocomandata Caserta”,  alcune esibizioni di modellini nautici ed una regata storica di modelli a vela intitolata al vascello a due ponti “Archimede”, appartenente alla Reale Armata del Mare del Regno delle Due Sicilie.

Digeneralmanager

Nuoto, per l’oro olimpico Balandin festeggia anche Caserta: merito di Provincia e Adn

balandinTra le medaglie d’oro agli ultimi giochi olimpici di Rio spicca anche quella del nuotatore kazako Dmitry Balandin. E nel suo successo nei 200 rana c’è anche un po’ di Caserta: il campione asiatico, già finalista ai mondiali di Kazan 2015, è arrivato a Caserta a maggio insieme con la sua nazionale per allenarsi con l’Adn, grazie alla possibilità offerta dalla Provincia di Caserta. L’ente diretto dal presidente Angelo Di Costanzo ha messo a disposizione la piscina di via Laviano, nelle cui acque coach Andrea Di Nino ha saputo svolgere con Balandin un lavoro mirato. A fare da cornice al soggiorno casertano dell’atleta, le bellezze del Capoluogo e della sua provincia, a cominciare dalla Reggia. Con Balandin, a Rio 2016, il Kazakistan ha ottenuto il primo oro di sempre nel nuoto.

Caserta, che già in passato ha mostrato di portare fortuna agli atleti che hanno scelto la città della Reggia per allenarsi (il russo Evgeny Korotyshkin partecipante a Londra 2012), consolida la sua posizione di forza nel panorama sportivo internazionale. E nel nuoto in particolare, grazie anche alla disponibilità dell’ente provinciale.

Digeneralmanager

Pallacanestro San Michele, l’addio di Francesco Chiavazzo: “Sempre messo anima e cuore”

chiavazzoHa voluto dire addio alla sua gente, dopo le tante emozioni vissute sul campo, con una lettera toccante che sa di sfogo e liberazione. Francesco Chiavazzo, ormai ex numero 18 della Pallacanestro San Michele, ha pubblicato queste parole sul suo profilo Facebook: “Cara Maddaloni, ti scrivo queste poche righe per dirti addio. Sono stati 5 anni fantastici, ricchi di gioie e pochi dolori. Mi sarei aspettato un addio diverso, magari poterci salutare da vicino ,ma purtroppo nessuno mi ha mai chiamato né per sapere come stessi, né per dirmi addio! Ma questo non cambia l’amore che ho per te! Ho sempre messo in campo l’anima e il cuore, a volte rimettendoci più del dovuto, ma questo è quello che sono e sarò sempre! Volevo ringraziarti per l’ultima volta. Grazie a te e alla tua gente che mi ha voluto bene, grazie a quelli che hanno gioito delle nostre imprese e grazie a chi non l’ha fatto, grazie ad ogni singola persona che in questi cinque anni ha riempito il palazzetto urlando, soffrendo e gioendo con noi, grazie alla mia squadra, la mia famiglia, a tutti quegli uomini che ho avuto il piacere e l’onore di conoscere e che hanno combattuto al mio fianco ogni domenica per quella maglia! Dopo 134 gare giocate, due promozioni, una coppa di lega e due playoff di serie B, ti dico ciao mia cara Maddaloni”.

Digeneralmanager

Nuoto, brillano ancora le gemelle Cesarano dell’asd Time Limit

cesarano time limitSi conferma un’annata da ricordare per l’asd Time Limit, che torna a festeggiare con la giovanissima atleta casertana, la tredicenne Noemi Cesarano arrivata prima al meeting di nuoto previsto ieri a Bari. Noemi, al nono memorial Michele Lorusso, ha fissato nei 400 metri stile libero il record di categoria nella manifestazione, con un tempo di 4’30”02. Secondo crono assoluto a soli due decimi dalla vicecampionessa italiana cadetti. Bene anche la gemella Tonia Cesarano, seconda in classifica (4’36’50). Un buon trampolino di lancio per i campionati italiani in programma a Roma nel mese di agosto. Prossimo step fissato a Riccione, dal 2 al 5 giugno, per il trofeo Italo Nicoletti.

Questa mattina sono tornate in acqua le gemelle Cesarano, gareggiando per i 200 metri stile libero. Tonia è risultata prima di categoria e terza assoluta, scrivendo il record della manifestazione (2’09’05). Noemi ha chiuso con un crono di 2’10’60.

Digeneralmanager

Tennis, si accendono gli internazionali femminili: un’italiana vincitrice del doppio

carreras-provitera-savorettiLa spagnola Amanda Carreras e la pescarese Alice Savoretti hanno vinto la finale del doppio della XXIX edizione degli “internazionali” “Città di Caserta – Powergas Tennis Cup”, in corso sui courts del Tennis Club Caserta, dotati di un montepremi di 25 mila dollari ed inseriti nel circuito professionistico ITF Women’s circuit. In due set con il tie break Amanda Carreras- Alice Savoretti hanno superato le avversarie, Maria Marfutina e Oleksandra Korashvili con il punteggio di 6-7, 7-6, 10-6.

Per il tabellone del singolare oggi alle 14,30 iniziano le semifinali. Il primo match vedrà di fronte la bulgara Isabella Shinikova (numero 193 di ranking Wta) che in un’ora e trentasei minuti di gioco, ha battuto la ventunenne cuneese Camilla Rosatello (numero 711 di rankig Wta proveniente dalle qualificazioni) con il punteggio di 6-7, 1-6. Dopo aver tenuto testa alla più esperta avversaria perdendo il primo set al tie break, la giovane cuneese ha poi perso nettamente il secondo set.

Alle 14,30 di sabato 21 maggio, l’avversaria della Shinikova sarà l’italiana  nata a Kiev Anastasia Grymalska – il cui papà Sergey Grymalsky, oggi maestro di tennis sempre a Pescara, è stato negli anni ottanta ai vertici del tennis dell’ex Urss – che in tre set ha avuto ragione della georgiana Sofia Shapatava con il punteggio di 6-3, 4-6, 7-5 dopo due ore e sedici minuti di gioco molto combattuti e seguiti con entusiasmo dal pubblico presente.

L’altra semifinale, che sarà giocata a seguire, vedrà di fronte la slovacca Rebecca Sramkova e Dalila Jakupovic. Rebecca Sramkova (numero 304 di ranking Wta) ha guadagnato la finale battendo in due set, della durata di un’ora e trentadue minuti, con il punteggio di  6-4, 7-6, la rumena Nicoleta Catalina Dascalu (numero 400 di ranking Wta proveniente dalle qualificazioni).

L’ultima partita dei quarti di finale del tabellone del singolare ha visto di fronte la slovena Dalila Jakupovic (282) e  l’esperta genovese Alberta Brianti (numero 418 del ranking Wta e proveniente dalle qualificazioni, che nel 2011 ha ricoperto anche la posizione n. 55). Alla fine di  dopo un’ora e cinque minuti di gioco sul punteggio di 6-3, 3-0, Alberta Brianti per un infortunio al ginocchio destro che la condizionava da giorni ha gettato la spugna ritirandosi.

Sabato e domenica, ultimi due giorni del torneo, saranno sempre presenti i volontari delle associazioni che hanno affiancato gli “internazionali” del 2016: “L’Aura” onlus di promozione e solidarietà sociale per la raccolta di fondi per donare un pasto ai senzatetto, gli “Amici della reggia” e la Banca Widiba con il personal advisor Guglielmo Masiello.

Digeneralmanager

VIDEO INTERVISTA – Sergio Romano è pronto per il titolo italiano di pesi massimi: “Per mia madre, mia moglie e mia figlia”

5Ad inizio giugno si giocherà il titolo italiano di pesi massimi a Marcianise, al centro commerciale Campania. Il pugile Sergio Romano, nato e cresciuto ad Alvignano, arriva a 36 anni al match più importante della sua vita. Deciso più che mai a battere il suo avversario Gianluca Mandras e rilanciare una carriera a dir poco sfortunata. “Lotterò per mia madre, mia moglie e  mia figlia” ha detto ai microfoni di Teleprima.

ma.pe

Digeneralmanager

Le ragazze del Club Scherma San Nicola promosse in B1

scherma san nicolaEccezionale risultato per il Club Scherma San Nicola alla gara a squadre svoltasi a Caorle lo scorso fine settimana. Claudia Cavallaro, Alessia Cocozza, Noemi Francese e Claudia Scoppa hanno ottenuto uno splendido secondo posto al Campionato Italiano di Spada Femminile della serie B2, centrando così il passaggio nella serie superiore B1, la terza promozione in tre anni. Le ragazze del Club Scherma San Nicola avevano dimostrato fin dalla fase a gironi di poter centrare la promozione, battendo in sequenza il Club Scherma Pisa Antonio di Ciolo per 45-41, il Centro Sportivo Genova Scherma per 45-35 e le Lame Trevigiane per 45-35.Grazie al girone senza sconfitte, le atlete casertane accedevano al tabellone dei playoff incontrando e battendo nei quarti di finale il Club Schermistico Partenopeo per 45-40. La vittoria sulle napoletane garantiva loro l’accesso in semifinale, dove le spadiste del sodalizio di Terra di lavoro superavano per 45-37 le atlete del Circolo della Scherma Pettorelli Piacenza.Una finale equilibrata ed emozionante vedeva le atlete del Maestro Mario Renzulli soccombere soltanto alla priorità per 44-45 all’Isef di Torino, squadra che schierava la neo campionessa del mondo under 17 . Un pizzico di rammarico invece per la squadra maschile composta da Marco Balzano, Simone Fioretti, Dario Loffredo, Gerardo Sgueglia, che per un incontro perso alla priorità non si qualificava  per i playoff, confermando però la permanenza in serie B2.Continua dunque la straordinaria stagione del club che la scorsa settimana aveva ottenuto il pubblico elogio dell’Amministrazione Comunale di San Nicola La Strada. Il sindaco Vito Marotta aveva incontrato le giovani schermitrici Valeria Agata, Desiree Leone, Raffaella Saviani e Martina Esposito  e la dirigenza per complimentarsi del brillante risultato conseguito nella gara di Foligno (2^ posto nazionale a squadre under 14). All’incontro hanno partecipato anche il Maestro Mario Renzulli, presidente del Club Scherma San Nicola  ed il vice presidente Vincenzo Agata.

Digeneralmanager

Nuoto, la giovane Gerda Pak medaglia d’oro all’Europark di Tallinn: “Grazie alla Time Limit, qui è tutto perfetto”

gerda pakUn altro motivo d’orgoglio per la società casertana Time Limit di Castel di Sasso: la 23enne Gerda Pak, atleta estone che da tempo ormai si allena nelle piscine di Terra di lavoro, ha conquistato la medaglia d’oro all’Europark di Tallinn nei 200 metri farfalla. Gerda, che ha chiuso con un crono di 2’21″50 – lasciandosi alle spalle le due lituane Beatrice Kanapienyte (2’23) e Alina Taran (2’24) – ha raccontato le emozioni della gara ai microfoni di CasertaPrimaPagina. “Sono moltro grata alla Time Limit, al coach Andrea Sabino e al presidente Mattia Sabino per avermi dato la possibilità di nuotare con la loro squadra. E’ un team formato da persone splendide, grandi lavoratori, istruttori di massimo livello, qui è tutto perfetto“. La bionda nuotatrice estone ha confessato di aver attraversato un periodo non semplice. La svolta solo pochi giorni prima dalla competizione baltica: “Una settimana prima della gara ho iniziato ad allenarmi con mia sorella Heleene: questo è stato molto d’aiuto per ritrovare serenità. Due giorni prima dell’incontro già mi sentivo molto meglio, sapevo che avrei potuto gareggiare per vincere. Quando mi sono tuffata mi sono lasciata tutto alle spalle, ho iniziato a nuotare. Sapevo di avere qualcun altro davanti a me, ma non mi interessava perché sapevo che sarei arrivata in fondo davanti a tutti. Gli ultimi 50 metri sono stati difficili come sempre, ma quando ho toccato l’arrivo e ho visto il mio tempo è stato sorprendente. Neppure io pensavo di fare così bene”. 

Marco Petriccione

Digeneralmanager

Ginnastica ritmica, exploit per la giovane casertana Teresa Giuliano: prima all’interregionale di specialità

12516801_10208775767022371_1110678967_oÈ trionfo a Pisa per le giovanissime atlete dell’asd ginnastica ritmica La Verdiana di Caserta, nella competizione interregionale di specialità che si è svolta questa mattina al palazzetto dello sport di Fucecchio. La gara valida per la zona sud incorona Teresa Giuliano: prima assoluta alla fune (11.950 punti) e seconda alla palla (11.550). Il piazzamento permette alla giovane Giuliano di accedere alla fase nazionale che si terrà il 16-17 aprile a Fabriano. Brillano anche le altre due casertane in gara, Lucia Nuzzo (clavette e fune) e Gaia Della Valle (nastro e cerchio). Commosso il ringraziamento delle insegnanti Barbara Zagarella e Barbara Liguori: “Ci hanno regalato tutte delle emozioni uniche, non soltanto Teresa che ha raggiunto con caparbietà questo storico risultato. Poterle seguire quotidianamente è per noi motivo d’orgoglio e i continui successi che riescono a raggiungere ci danno la spinta per fare sempre di più, con loro e per loro”.