Archivio per Categoria Spettacoli e Cultura

Diredazione2 casertaprimapagina

Noa in concerto, domani al Ricciardi di Capua

Tutto pronto per l’evento musicale che l’ingegno di Gianmaria Modugno ha preparato per il vasto e refined pubblico del Ricciardi. Domani, 20 ottobre, alle 20,30, il “rosso” del nobile teatro capuano si alzerà facendo apparire sul palco la stella della world music, la grande cantante israeliana Noa pseudonimo di Achinoam Nini, che ha festeggiato in giugno le sue prime meravigliose 50 “primavere”.

L’avevamo ascoltata, incantati, anni fa, al tempo del prefetto Stasi, al Belvedere di San Leucio. Ora ella, “voce internazionale della Pace” e vincitrice, come sempre, sta per tornare in terra casertana, per la gioia degli uomini e delle donne “di buona volontà”. Dunque domani “Noa in concerto” al Ricciardi. Atteso il tutto esaurito.noa

Diredazione2 casertaprimapagina

Maestri alla Reggia: apre Pupi Avati

Da Una gita scolastica a Regalo di Natale, da La seconda notte di Nozze a La Casa delle finestre che ridono e Il cuore altrove. Questi alcuni dei grandi successi del celebre regista italiano Pupi Avati, protagonista della prima serata di “Maestri alla Reggia”, alla sua quarta edizione, la rassegna di incontri dedicata ai grandi protagonisti del cinema italiano, realizzata dall’Università Vanvitelli con la direzione artistica di Remigio Truocchio.

Avati sarà ospite mercoledì 30 ottobre alle ore 17,30 nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta e si racconterà in un talk, moderato dal giornalista Fabrizio Corallo, ripercorrendo la lunga carriera di successi, dagli esordi horror, genere a cui è tornato con il suo ultimo film Il Signor Diavolo, ai progetti futuri come il lavoro sulla vita di Dante Alighieri in occasione delle celebrazioni per settecento anni dalla morte nel 2021.

“Siamo giunti alla quarta edizione di Maestri alla Reggia – ha detto il Rettore dell’Ateneo Vanvitelli, Giuseppe Paolisso – riscuotendo ogni anno un grande successo di pubblico e di consensi. La manifestazione ha centrato in pieno il suo obiettivo: quello di diventare un appuntamento fisso per chi vive l’Ateneo, ma anche per il territorio, offrendo la possibilità a giovani, famiglie e appassionati di incontrare gratuitamente i grandi registi italiani. Eventi come questi, una peculiarità dell’Università Vanvitelli, rientrano a pieno nella terza missione delle università culturale e sociale. Il cinema è cultura, ed è anche un modo per avvicinare giovani e non alla cultura ”.

“Il cinema, così come riconosciuto dal Ministero per i Beni e le attività culturali e per il Turismo, è uno dei fondamenti dell’espressione culturale. – Spiega il direttore della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – La Reggia di Caserta ha uno stretto legame con la cinematografia, avendo negli anni ispirato, con il suo immenso e suggestivo patrimonio, numerosi maestri del grande schermo. L’attività di promozione del cinema italiano, tra le mission del MiBACT, dunque, prosegue nel segno della piena collaborazione con l’Ateneo anche nell’ottica di differenziare e ampliare la nostra offerta culturale”.

“Maestri alla Reggia” è un evento voluto e realizzato dall’Università Vanvitelli, con la direzione artistica di Remigio Truocchio e con il prestigioso apporto della Reggia di Caserta, in collaborazione con Comune di Caserta, con il contributo della Camera di Commercio e la partecipazione Associazione Amici della Reggia e Confindustria Caserta. La manifestazione è organizzata dalla società Cineventi, produttrice tra l’altro degli eventi Cinè – Giornate del cinema, la grande convention dell’industria cinematografica, e gli Incontri Internazionali del cinema di Sorrento.avati

DiRedazione

A Caserta torna Happy Hand

Happy Hand, la festa a cui tutti possono partecipare, torna in città. Organizzata da Idea Chiara Onlus in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali, con le Associazioni che operano con la disabilità e con gli Istituti Scolastici, tutti parte attiva nell’organizzazione di questa manifestazione sportiva, culturale, socio-educativa ove TUTTI possono divertirsi nel provare varie discipline sportive, cimentarsi nel disegno, nella pittura, teatro, danza, cucina, musica, ecc..

Basket in carrozzina, free basket, sitting volley, equitazione, calcio, pittura, cucito, disegno, musica, teatro, cucina e tantissimo altro ancora. Sabato 19 ottobre: alle ore 10,00 incontro con le scuole, pausa pranzo e nel pomeriggio tutte le attività. Domenica 20 ottobre: dalle 10.00 alle 13.30 tutte le attività. Provvederemo sicuramente al pranzo per i partecipanti, non garantiamo per le famiglie. ​
Festival dell’inclusione sociale e dei giochi senza barriere, è un evento ideato da Willy Boselli e dal suo fantastico gruppo di amici dell’Associazione WTKG; organizzato la prima volta a Monte San Pietro, vicino Bologna, nel 2011 e dal 2016 trasferito a San Lazzaro di Savena nel Parco della Resistenza. Arriva in Campania con le tappe di Ischia e successivamente a Caserta dove quest’anno si svolgerà per il quarto anno consecutivo nei giorni del 19 e 20 ottobre. ​
Partecipazione delle squadre di Free-Basket proveniente dalla Bulgaria e da Fossombrone, gara di dolci, scuola di tortellini, tigelle, pizza esibizione dei gruppi “Mani Bianche” “Mani nel Cappello” e tanto ancora, giochi per non vedenti.
DiRedazione

Le nanotecnologie utilizzate per ‘salvare’ la necropoli casertana

“Abbiamo testato, con ottimi risultati, per la prima volta al mondo, le nanotecnologie in una necropoli nel comune di San Potito Sannitico su reperti ossei e teschi risalenti a circa 280 anni fa e, in seguito, applicheremo tali tecnologie sui resti trovati in delle Necropoli romane del I secolo D.C., provenienti da alcuni scavi archeologici, sempre nel casertano. Abbiamo notato in questa ricerca che i nano materiali riescono, meglio di altre sostanze, a conservare questi importanti beni, e quindi non escludiamo possano essere utilizzati anche in futuro in ambito archeoantropologico a livello mondiale per preservare queste fondamentali testimonianze storiche dall’ammaloramento”. A dirlo Antonio Della Valle antropologo e odontologo forense, cooperatore con il Dipartimento di Medicina Legale dell’Università di Pavia del prof. Antonio Osculati, al convegno nazionale su “Nanotecnologia Scienza e Conservazione – Beni Culturali ed innovazione Tecnologica – Il ruolo della Nanotecnologia”, che si è svolto alla Biblioteca Casanatense a Roma.

“Si è trattata – prosegue Della Valle – di una scoperta scientifica di grande interesse. Nel caso di San Potito Sannitico, mentre studiavamo questi reperti analizzando, tra l’altro, importanti dati che ci venivano da questi ritrovamenti come le patologie del tempo, è sorto il problema della loro conservazione. Vi era la necessità di non utilizzare materiali che fossero ‘coprenti’ e ne alterassero le caratteristiche, impedendo poi uno studio più approfondito in seguito. Grazie al supporto di Sabrina Zuccalà, direttrice del Dipartimento di nanotecnologie di 4ward360, abbiamo provato a preservarli testando le nanotecnologie. Abbiamo notato subito come questi materiali oltre a salvaguardarli, permettevano che non si perdessero le connotazioni tipiche di questi reperti, lasciandole inalterate e permettendoci quindi di lavorare al meglio. Abbiamo quindi, predisposto dei protocolli di sperimentazione, che abbiamo utilizzato in ambito museale e anche antropologico forense, per tutelare con queste tecnologie questi reperti. In seguito le applicheremo sui resti derivati dalle necropoli romane del I secolo D.C. in una quarantina di tombe. Anche in questi ritrovamenti più datati i risultati dei test sono stati ottimi, dunque, non c’è dubbio che le nanotecnologie possano rappresentare per l’Italia e per il mondo, una soluzione adeguata per preservare queste testimonianze di grande importanza storico culturale. Inoltre stiamo facendo altri test perché probabilmente questo è l’unico materiale che permette di lasciare inalterato il dna, consentendoci, di effettuare approfondimenti di ricerca in futuro”.

Dello stesso parere anche Sabrina Zuccalà, che con il suo Dipartimento ha organizzato il convegno e nel suo intervento su “Sviluppo delle nanotecnologie in funzione dei beni culturali”, ha evidenziato: “La materia della sicurezza legata al patrimonio dei Beni culturali al giorno d’oggi è alquanto complessa e specialistica, richiede tanta professionalità, aggiornamento continuo e ricerca. Occupandomi di ciò ho avuto il piacere di partecipare a recenti seminari e incontri e di apprendere come cambia, giorno dopo giorno, l’orizzonte delle molteplici applicazioni delle nanotecnologie nei vari campi, non ultima appunto quella archeo antropologica”. “L’Italia – spiega ancora Zuccalà – è uno dei paesi che hanno maggiori Beni culturali e opere artistiche e scavi archeologici, molti di questi però, versano in condizioni non ottimali, e devono essere preservati; per questo riteniamo sia fondamentale investire in formazione sulle nanotecnologie per creare nuove figure professionali che possano utilizzare i nano materiali. In sinergia con diverse Università e Enti istituzionali cercheremo di realizzare corsi che possano formare i nuovi esperti e cosi potremo rilanciare l’occupazione e anche il turismo. Mi sono resa conto che non sono sola a pensare che l’innovazione tecnologica sia strettamente lega allo sviluppo economico e occupazionale della nostra nazione. Abbiamo notato una sinergia di intenti con le istituzioni e con il premier Conte, il quale punta ad investire in tecnologia e alta formazione, proprio per creare nuovi posti di lavoro. Lo stesso primo ministro non è potuto essere oggi qui ma, portando i suoi saluti ai presenti, ha confermato il suo interessamento per lo sviluppo di questa tecnologia. Noi intanto stiamo cercando di incrementare i nostri studi suinano materiali per essere sempre più performanti sui Beni Culturali, che rappresentano la nostra identità e sono il punto di forza del turismo culturale. Lavoriamo per creare il futuro di molti giovani”.

DiRedazione

“Con dignità fino alla fine”: si parla anche di eutanasia al convegno dell’Amci

Si terrà sabato 19 ottobre il convegno dal titolo “Con dignità fino alla fine. I problemi del fine vita”, organizzato dall’Associazione Medici Cattolici Italiani. Alla tavola rotonda che avrà luogo presso il salone del Seminario, in piazza Giovanni XXIII, a Teano, parteciperanno personalità di spicco, quali il vescovo di Teano e Calvi Giacomo Cirulli, il sindaco di Teano Alfredo D’Andrea e il vice presidente nazionale dell’Amci per il sud Italia Giuseppe Battimelli. Tanti i medici specialisti che relazioneranno in fatto di cure palliative, eutanasia ed etica applicata al paziente terminale. Tra questi spicca il nome del presidente nazionale del Forum delle associazioni socio-sanitarie Aldo Bova.

DiRedazione

Convegno annuale della Chiesa casertana: oggi il primo appuntamento

Oggi primo appuntamento dedicato alla preghiera e alla riflessione del X Convegno annuale della Chiesa casertana dedicato, per il 2019, al tema della famiglia con titolo “Famiglie e giovani, dai sogni alle opere”. Dieci i convegni organizzati nella storia recente della Diocesi (dal 1989) di cui cinque programmati solo negli ultimi cinque anni e tutti convocati sotto l’egida di Giovanni D’Alise, vescovo di Caserta. “Una chiamata alle armi verrà lanciata nel primo appuntamento di oggi – spiega sua eccellenza -. La Chiesa come protagonista dell’emergenza famiglia e giovani del nostro territorio. La diocesi si farà promotrice di un centro di formazione e vocazionale dedicato ai giovani insieme a un punto di sostegno concreto dedicato alle famiglie in difficoltà e non solo”.

DiRedazione

Giornata mondiale sull’alimentazione: meeting all’università

Tutto pronto alla Luigi Vanvitelli, per il forum sulla Giornata mondiale dell’alimentazione, organizzato dal dipartimento di Scienze e Tecnologie ambientali, biologiche e farmaceutiche, per promuovere una sana e sostenibile nutrizione. L’happening che si terrà domani 16 ottobre alle 9, presso il Polo scientifico di via Vivaldi, sarà introdotto dal magnifico rettore Giuseppe Paolisso. relatori dell’incontro saranno Marcellino Monda, presidente del corso di Medicina e Chirurgia, direttore del dipartimento di Dietetica, ordinario di Fisiologia e delegato allo sport del rettore nella recente XXX edizione della Summer Universiade, i docenti Katherine Esposito, Alberto Ritieni, ed Ersilia Nigro. Il meeting che sarà moderato da Aurora Daniele e Severina Pacifico, è rivolto a tuti i cittadini.

DiRedazione

Planetario di Caserta: al via i corsi di preparazione alle Olimpiadi di Astronomia

Il Planetario di Caserta organizza corsi gratuiti di preparazione alle Olimpiadi di Astronomia, nelle diverse fasi. Il corso di preparazione alla Gara di Preselezione si terrà a novembre, al pomeriggio, nel Planetario di Caserta. Si stima una durata di 20 ore. Potranno partecipare gli studenti dalle scuole registrate alle XVIII Olimpiadi. La partecipazione è gratuita per un massimo 15 partecipanti. La scadenza per presentare la domanda è il 31 ottobre 2019. L’iniziativa formalizza quanto già accaduto lo scorso anno.​

Infatti, per l’edizione 2019 due giovani studenti furono preparati gratuitamente dal prof. Smaldone qui al Planetario di Caserta. Ed entrambi si distinsero alle finali nazionali delle Olimpiadi della Astronomia (15-17 aprile 2019, Matera): Leonardo Campagna (Istituto Comprensivo “Torre” Benevento), categoria junior 1 (terza media), si classificò secondo nazionale; Matteo Maria Rucco (Liceo Scientifico “Fermi” Aversa) categoria junior 2 (liceo nati 2004-2005), classificato nei primi dieci, su 30 finalisti.​ Tutti i dettagli e il bando a questo link diretto del nostro sito: www.planetariodicaserta.it.​

Il Planetario di Caserta è una struttura educativa di proprietà del Comune di Caserta, all’avanguardia in Italia per qualità e portato innovativo della didattica sviluppata e per la tecnologia impiegata. Da settembre 2012, il Planetario è gestito da una Associazione Temporanea di Scopo costituita tra tre scuole pubbliche casertane (ITS “Buonarroti” capofila, IC “Vanvitelli” e IC “Ruggiero – 3 Circolo”)

DiRedazione

Piero Chiariello al Museo di Arte Contemporanea

Venerdì 25 ottobre verrà inaugurata presso il Museo di Arte Contemporanea di via Mazzini la mostra personale di Piero Chiariello – in ordine temporale, a cura di Tina Abbate. Con il patrocinio del Comune di Caserta, l’opening è previsto per le ore 18.00. La mostra rimarrà aperta fino al 5 novembre 2019. All’opening interverrà l’assessora Tiziana Petrillo. In mostra  una serie di lavori realizzati con diverse tecniche, video, quadri e sculture, raccontano un ventennio di ricerca artistica, a cavallo tra due secoli, testimoniando un approccio artistico/scientifico e un attenzione particolare verso la rivoluzione digitale.  La prima sala sarà dedicata ai video e a due quadri luminosi. La sala grande ospiterà quadri e sculture di diversa natura.

DiRedazione

Emozioni e suggestioni borboniche al Museo Michelangelo dell’Its Buonarroti

Emozioni e suggestioni borboniche nel sito Unesco prosegue con un appuntamento infrasettimanale speciale, dedicato alla storia della scienza e della tecnologia: appuntamento per mercoledì, 16 ottobre, dalle 18.30 alle 19.30 a Caserta, presso il Museo Michelangelo dell’Its “Buonarroti”.

La visita guidata attraverserà tutte le sezioni del museo e, come prassi, i visitatori saranno coinvolti in azioni interattive ed esperienziali. Sarà occasione anche per incontrare alcuni personaggi storici in costume che racconteranno i fatti da loro punto di vista. Le narrazioni e la visita guidata saranno realizzate dagli studenti dell’ITS “Buonarroti” membri dello staff del Servizio educativo del Museo Michelangelo.​
Al termine ci saranno gli assaggi di cucina borbonica, “A tavola col re Borbone” realizzati grazie alla consolidata azione di ricerca dell’Associazione Culturale “Tempo di festa”. ​

Evento del programma “Emozioni e suggestioni borboniche”, promosso dal Comune di Caserta con Reggia di Caserta e Sistema Museale Terra di Lavoro, finanziato dal MiBAC.