Archivio per Categoria Altre Notizie

Diredazione2 casertaprimapagina

Acqua scaduta ai bambini dell’asilo di Pignataro Maggiore, scatta la denuncia delle mamme

I carabinieri della Stazione di Pignataro Maggiore nel corso di un servizio finalizzato alla tutela della salute pubblica, unitamente ai militari del N.A.S. Carabinieri di Caserta e a personale della A.s.l. di Caserta, hanno deferito in stato di libertà per detenzione e vendita di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione il legale rappresentante di una cooperativa sociale del luogo, bene già confiscato al sodalizio criminale denominato “clan Nuvoletta”. Nella circostanza i militari dell’Arma, a seguito della segnalazione di non conformità su una bottiglia d’acqua naturale da 50 cl. presentata qualche giorno fa da una mamma ventitreenne di Camigliano, la quale aveva dichiarato che nel sorseggiare l’acqua distribuita all’asilo alla propria bambina, aveva accusato bruciori alla bocca.

A seguito dell’immediata verifica igienico sanitaria della cooperativa, sono stati rinvenuti e sequestrati un quintale circa di scorte alimentari e 8 pedane di bottiglie d’acqua naturale oligominerale, il tutto rinvenuto in cattivo stato di conservazione e/o scadute, per un valore economico complessivo di circa 10.000,00 euro. Il centro cottura, che forniva circa 650 pasti giornalieri, in regime d’appalto, per numerose strutture e plessi scolastici della zona è stato immediatamente chiuso. Indagini in corso da parte dei Carabinieri della Compagnia di Capua.

Diredazione2 casertaprimapagina

Problematiche dell’Area Vasta “Lo Uttaro” relative al Comune di San Nicola La Strada al Consiglio Regionale della Campania

Problematiche concernenti l’Area Vasta “Lo Uttaro” relativa al Comune di San Nicola La Strada. E’ questo il tema dell’audizione – richiesta dal Sindaco di San Nicola la Strada Vito Marotta, dall’Assessore all’Ambiente Lucio Bernardo e dal dirigente del comune sannicolese arch. Giulio Biondi – convocata per le 15,30 di mercoledì 20 febbraio prossimo, presso la VII Commissione Permanente del Consiglio Regionale della Campania ambiente-energia-protezione civile.

Alla seduta dal Presidente della VII Commissione Gennaro Oliviero sono stati invitati oltre i componenti l’organismo regionale, anche l’Assessore regionale all’Ambiente Fulvio Bonavitacola, il Direttore Generale ciclo integrato acque e dei rifiuti, valutazioni ed autorizzazioni ambientali della giunta regionale Mauro Ferrara, il Commissario Straordinario Arpac Luigi Stefano Sorvino, il Direttore del dipartimento provinciale Arpac di Caserta Serafino Barbati e il Direttore Generale ASL di Caserta Mario De Biasio.

Intanto, a seguito del decreto di sequestro preventivo d’urgenza dei dodici pozzi, oggetto degli accertamenti effettuati dall’Arpac di Caserta, il primo cittadino sannicolese ha emanato l’ordinanza riguardante i proprietari dei pozzi siti nell’area individuata nel decreto emanato dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, con la quale si vieta l’uso a scopo potabile, irriguo e zootecnico e per qualunque altro uso dell’acqua proveniente dai suddetti pozzi.

Diredazione2 casertaprimapagina

Autonomia differenziata, il Sindaco Marino con De Luca: “Sì alla Campania delle sfide”

“Concordo pienamente con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. La Campania ha tutte le carte in regole per ottenere l’autonomia differenziata chiesta da Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna”. Lo dichiara il sindaco di Caserta, Carlo Marino.

“De Luca ha ragione – aggiunge Marino – : l’unità nazionale va difesa e preservata; non possono esserci cittadini italiani di serie A e di serie B, a tutti vanno assicurati livelli di prestazione uguali. Ha ancora più ragione quando candida allo stesso tavolo delle altre regioni la Campania che ha già da tempo accettato la sfida dell’efficienza: ci siano premialità e penalità per gli amministratori chiamati a misurarsi con processi di governance corretti”.

Diredazione2 casertaprimapagina

Nel centro di Sant’Agostino, la commemorazione del Comune di Caserta per la Giornata della Memoria

E’ indispensabile essere sempre attenti e vigili contro gli odi e le discriminazioni, da rifiutare in ogni loro forma. La Memoria ci aiuti a mantenere una tensione interiore per custodire lo sdegno che ci ha tramandato la Storia, per guardare con questa sensibilità al presente e al futuro”  queste le dichiarazioni del sindaco Carlo Marino in occasione della Giornata della Memoria, che celebra ogni anno  il 27 gennaio 1945.

Il Comune di Caserta commemorerà l’anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz questo lunedì 28 gennaio, nel Centro di Sant’Agostino dove, a partire dalle ore 10.00, con un’iniziativa promossa dall’assessora alla Pubblica Istruzione Mirella Corvino, si discuterà sulle premesse della Shoah e sulle politiche di difesa della razza in Germania e in Italia.

“Faccio mie – aggiunge inoltre il sindaco Marino – alcune parole di Papa Francesco. Aiutiamoci a vicenda a far fermentare una cultura della responsabilità, della memoria e della prossimità, e a stabilire un’alleanza contro l’indifferenza, contro ogni indifferenza. È urgente educare le giovani generazioni a coinvolgersi attivamente nella lotta contro gli odi e le discriminazioni, ma anche nel superare le contrapposizioni del passato e a non stancarsi mai di cercare l’altro. Infatti, per preparare un futuro veramente umano non è sufficiente respingere il male, ma serve costruire insieme il bene”

Diredazione2 casertaprimapagina

Raccolta dei rifiuti a Caserta, il Sindaco Marino: “Il Comune è pronto a pagare la ditta”

Caserta- Sembra esserci finalmente una svolta all’empasse della raccolta dei rifiuti a Caserta. L’Amministrazione comunale di Caserta, infatti, rende noto di aver appreso che l’attuale rallentamento della raccolta dei rifiuti in città, dovuto allo svolgimento di assemblee sindacali del personale della ditta incaricata, continuerà anche nei primi giorni della prossima settimana.

In merito a quanto accaduto il sindaco Carlo Marino precisa: “L’Amministrazione è pronta a pagare la ditta incaricata avendo a cuore la situazione dei suoi dipendenti e vuole esser certa che gli importi saranno destinati a tale scopo piuttosto che a sanare il piano debitorio dell’azienda”.

Nell’occasione l’Amministrazione comunale ribadisce a tutti l’invito ad astenersi per quanto possibile dal trattenere in strada i contenitori della raccolta differenziata, per evitare in tal modo che essi divengano luogo di abbandono illecito di rifiuti indifferenziati.

Si rammenta, altresì, che all’abbandono illecito di rifiuti indifferenziati consegue l’irrogazione di sanzioni pecuniarie e, nel caso, di sanzioni penali.

Diredazione2 casertaprimapagina

“Stati generali del Matese” la sfida della conservazione e promozione del territorio

San Salvatore Telesino –  venerdì scorso, 25 gennaio, presso l’Abbazia benedettina di San Salvatore Telesino, si è tenuto un incontro per cominciare a guardare al Parco Nazionale del Matese e delle opportunità per le comunità locali.

L’evento “Stati generali del Matese”, patrocinato oltre che dal Comune di San Salvatore Telesino anche da Legambiente e da Federparchi ha visto l’intervento di molte istituzioni del territorio beneventano accolte dal primo cittadino Massimo L. Romano e da Grazia Fasano, responsabile di Legambiente nella Valle Telesina.

Il presidente del Parco Regionale del Matese Vincenzo Girfatti ha innanzitutto ringraziato per l’invito rendendosi disponibile ad altri incontri conoscitivi invitando, al contempo, i sindaci presenti a promuovere tali eventi di propria iniziativa, cercando, così, di rendere più partecipe la cittadinanza. Si è soffermato, poi, anche sugli aspetti sociali e d’impattoeconomico, che l’alta presenza di associazioni giovanili, possono far ricadere sull’intero territorio. Sia sotto l’aspetto agricolo che turistico. “La vera sfida – ha più volte ribadito Girfatti – è cercare di far muovere di pari passo la conservazione e la promozione del territorio”.

Diredazione2 casertaprimapagina

Caserta, rallentamento raccolta rifiuti in città

Il comune di Caserta in un comunicato stampa ha chiarito le ragioni dei ritardi nella raccolta dei rifiuti della città.

Il comune, infatti, rende noto che l’attuale rallentamento della raccolta dei rifiuti in città è dovuto allo svolgimento di assemblee sindacali del personale della ditta incaricata.

Tale attività sindacale si ripercuote da qualche giorno  – e ciò accadrà anche nella giornata odierna – sullo svolgimento dei normali turni di lavoro del personale, sui mezzi di trasporto e all’interno delle varie aree di raccolta sul territorio comunale normalmente aperte ai cittadini.

L’Amministrazione comunale si augura che, con la ripresa della raccolta differenziata nella prossima settimana, la situazione possa rapidamente ristabilirsi su livelli di normalità e auspica che chiunque in città conferisce rifiuti possa collaborare, astenendosi per quanto possibile dal trattenere in strada i contenitori della raccolta differenziata, per evitare in tal modo che essi divengano luogo di abbandono illecito di rifiuti indifferenziati.

DiRedazione

La ‘Casa del Donatore’ ad Aversa: ecco due giornate dedicate alla prevenzione

43878112_332771400609662_1014204467651805184_nE’ stata autorizzata ed accreditata dalla Regione Campania ed è finalmente operativa la ‘Casa del Donatore’ ad Aversa. Sabato 13 e domenica 14 giornata giornate di prevenzione e donazioni dove saranno presenti medici professionisti. Donarsi, è questo lo slogan lanciato dal “Coraggio di Briciola”, onlus di Casaluce. L’associazione da anni impegnata nel sociale, soprattutto nell’ambito della prevenzione e donazione con l’Avis di Casoria inaugurerà la nuova sede dell’AVIS in via Quinto Orazio ad AVERSA (largo sant’anna). La prima raccolta di sangue con prevenzione cardiologica dermatologica e la presenza di una nutrizionista. Il ‘Coraggio di Bricola’ onlus  con l’AVIS di Casoria vi aspetta numerosi. Donare è un atto d’amore non solo verso gli altri ma soprattutto verso se stessi.

43952499_306821100099677_4922875417137774592_n 43787830_1751344858325455_8192579207209943040_n 43716513_2171880796467627_6006730991471689728_n

DiRedazione

Alla Reggia di Caserta il convegno: “TC coronarica Singolo Battito, nuove prospettive per la cardiopatia ischemica”

coronarieIl 13 ottobre 2018 la Reggia di Caserta ospiterà un importante convegno di medicina, promosso dal Centro Diagnostico Cetac di Caserta, dal titolo “TC coronarica Singolo Battito, nuove prospettive per la cardiopatia ischemica”.

La cardiopatia ischemica (CAD) rappresenta infatti oggi una delle principali sfide in ambito sanitario, sia per l’elevata prevalenza della malattia, quanto per le molteplici opzioni terapeutiche utilizzabili. Il Centro Diagnostico Cetac di Caserta si rende promotore di un progetto ambizioso con l’acquisizione di un innovativo sistema di Tomografia Computerizzata, il primo ed unico attualmente installato da Canon Medical Systems, in grado di produrre, con l’acquisizione sub secondo e bassissime quantità di mezzo di contrasto, ma soprattutto con dosi di radiazioni ionizzanti del tutto trascurabili, un imaging completo ed ad altissima risoluzione dell’intero albero coronarico per la valutazione preclinica ed eventuali patologie coronariche, evitando il rischio di eventi cardiaci maggiori.

Presenzieranno al convegno il Prof. Paolo Calabrò del Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli ed il Prof. Luca Del Viscovo del Dipartimento di Precisione Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Interverranno anche il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, il Direttore della reggia di Caserta Mauro Felicori ed il Sindaco Carlo Marino. Appuntamento quindi sabato 13 ottobre 2018 dalle ore 9.30 presso la Cappella Palatina della Reggia di Caserta.

DiRedazione

Ospedale di Caserta, sono 45 i donatori di sangue militari del 21esimo Reggimento Genio

Donatori militari in attesaÈ iniziato ieri e proseguirà fino a domani mercoledì 12 settembre l’afflusso di 45 donatori di sangue volontari militari per l’emoteca dell’Unità operativa di Immunoematologia e Centro trasfusionale dell’Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano”.

L’iniziativa di solidarietà rientra nell’ambito della collaborazione tra la Brigata bersaglieri Garibaldi e il nosocomio casertano, il cui direttore generale Mario Nicola Vittorio Ferrante prosegue nell’opera di sempre più intensa e attiva collaborazione con le istituzioni civili, militari e religiose, cittadine e provinciali, e con il mondo del volontariato, per migliorare sempre più l’offerta di salute.

È stato il colonnello Giuseppe Schiariti, comandante del 21esimo Reggimento Genio di Caserta, prestigiosa unità incardinata nella Brigata Garibaldi, a comunicare la disponibilità dei donatori al Centro trasfusionale, diretto dalla dottoressa Sonia Anna Raimondi.

«In questi mesi estivi – sottolinea il manager Ferrante – non abbiamo proceduto ad accorpare posti letto. Questo ha comportato una disponibilità ad accogliere le degenze, tale che il Pronto soccorso di Caserta ha gestito tutte le utenze, garantendo, dove necessario, il ricovero presso la nostra Azienda. Abbiamo così sopperito alle carenze di letti di tutto il territorio regionale. Al tempo stesso, sempre in questi mesi, siamo riusciti da soli, senza chiedere sangue esterno, a far fronte alle varie richieste di interventi chirurgici programmati e urgenti, senza bloccare le attività operatorie. E questo grazie a una fitta collaborazione tra il nostro centro e i donatori volontari».

Da parte sua, la dottoressa Raimondi precisa: «Lo slogan dell’Organizzazione mondiale della sanità è “Il sangue ci mette tutti in relazione”. È proprio il caso di dirlo vista la grande dimostrazione di solidarietà espressa dal 21esimo Reggimento Genio di Caserta, che attraverso il suo gesto aiuta e aiuterà il nostro Centro trasfusionale a superare la grave crisi di carenza di sangue che colpisce tutti in questi mesi estivi. È un grande gesto per le tante persone che ogni giorno necessitano di aiuto. Purtroppo il sangue rimane ancora una risorsa importante che non si può comprare, ma solo attraverso le donazioni di tanti volontari possiamo salvare tante vite».