Archivio degli autori Redazione

DiRedazione

Maxi operazione dell’esercito: sequestrate 3 aziende, 5 denunciati

controlli terra dei fuochi esercito3-2La Cabina di Regia presieduta dall’incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania, ha disposto operazioni interforze di controllo straordinario del territorio dei comuni di San Tammaro, Santa Maria Capua Vetere, Mugnano di Napoli, Casoria, Polvica di Nola e Marano di Napoli.

In campo 31 equipaggi, per un totale di 81 unità appartenenti al Raggruppamento “Campania” dell’Esercito, al Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, alla Polizia di Stato del Commissariato di Santa Maria Capua Vetere, alla Guardia di Finanza della Compagnia di Capua, ai Carabinieri della Stazione di Santa Maria Capua Vetere, alla Polizia Metropolitana di Napoli, alla Polizia Provinciale di Caserta, alle Polizie Locali dei Comuni di Napoli, Arzano, Casandrino, Santa Maria Capua Vetere, Mugnano di Napoli, Casoria, Melito di Napoli, Polvica di Nola e Marano di Napoli, nonché all’ARPAC e all’ASL di Caserta.

Un contributo importante nell’individuazione e conferma degli obiettivi è stato fornito dai Droni dell’Esercito. I sistemi, impiegati dai militari del Raggruppamento Campania e a disposizione della cabina di regia della prefettura, permettono di monitorare dall’alto i territori della “Terra dei fuochi” ed integrare così la già costante attività di pattugliamento condotta sul terreno, conferendo una maggiore efficacia all’azione di contrasto allo smaltimento illecito di rifiuti.

Sono state controllate 6 attività commerciali ed imprenditoriali operanti nel settore dello smaltimento e stoccaggio rifiuti, tessile manifatturiero e meccanico (3 sono state sequestrate); controllate anche 72 persone (5 denunciate all’Autorità giudiziaria e 9 sanzionate amministrativamente) e 108 veicoli (di cui 66 sequestrati); contestate sanzioni amministrative per circa 13.000 euro.

Santa Maria Capua Vetere, a seguito dei controlli effettuati presso un’attività specializzata nella raccolta, messa in riserva e recupero di rifiuti non pericolosi, si procedeva al sequestro di un capannone, adibito ad officina, all’interno del quale erano illegalmente stoccati rifiuti anche pericolosi tra cui oli esausti e pneumatici, in violazione della normativa vigente in materia. Inoltre, sono state riscontrate violazioni alla normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e identificati 6 lavoratori irregolari.

Sempre a Santa Maria Capua Vetere a seguito di un sopralluogo presso un complesso infrastrutturale, è stata sequestrata un’autocarrozzeria, per smaltimento e stoccaggio illecito di rifiuti pericolosi e non, derivanti dalle lavorazioni, e quattro annesse aree adibite a discarica abusiva di materiale consistente principalmente in parti di carrozzeria di autoveicoli, in violazione del codice di tutela ambientale. Nello stesso complesso, si è proceduto a sanzionare il titolare di un’attività specializzata nella fabbricazione di infissi, per mancata esibizione della documentazione provante la corretta gestione amministrativa dei rifiuti prodotti

 

DiRedazione

Fermato con un carico di biciclette rubate ed un coltello

carabinieri bicicletta-2E’ stato deferito alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere M.G., 58enne napoletano per ricettazione, possesso ingiustificato di attrezzi atti allo scasso e violazione delle nome sul possesso di armi. L’uomo, già gravato da precedenti, è stato fermato a bordo di un Ape Piaggio sulla strada statale Domiziana al Km 5 dai carabinieri di Baia Domizia nella tarda serata di mercoledì. I militari, a seguito del controllo del veicolo, hanno rinvenuto 5 biciclette plurimarca risultate essere provento di furti a Scauri, sottratte in abitazioni stagionali, oltre ad attrezzatura da scasso ed un coltello a scatto con lama da 7 cm. Il materiale è stato sottoposto a sequestro e gli uomini dell’Arma sono alla ricerca dei proprietari delle bici per la riconsegna. Immediato il deferimento all’autoritá giudiziaria competente.

DiRedazione

Un Presidente perbene come Ernesto Boccia non poteva che dimettersi. Troppi interessi in Fipav Campania. Pasciari commissario

Boccia è una persona seria e perbene. Non si è fatto scivolare le cose addosso e si è dimesso. Il dato vero che in Fipav Campania Regionale ci sono troppi interessi. Ora il nuovo commissario è Pasciari, consigliere nazionale, un potente vero nella Fipav, persona degna del ruolo, ma deve traghettare subito la Fipav Regionale Campana alle elezioni. Non può perdere tempo e deve far capire il metodo e il programma. Boccia ha innescato con le sue dimissioni un processo pericoloso e non da sottovalutare.

DiRedazione

Accoltellato per la rapina, ragazzo ferito in ospedale

E’ finito in manette per tentata rapina aggravata, porto abusivo di coltello e procurate lesioni. I carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Casal di Principe hanno tratto in arresto a Villa Literno il 38enne tunisino Walid Salmani.

L’uomo nella tarda serata di ieri durante un tentativo di rapina ha colpito con una coltellata un 28enne suo connazionale, procurandogli una ferita da punta e taglio alla regione sacrale ed alla mano destra. Soccorso presso la clinica Pineta Grande di Castel Volturno, è stato giudicato guaribile in 10 giorni.

I militari dell’Arma, appresa la notizia, hanno avviato una immediata attività d’indagine che ha consentito di individuare ed arrestare Salmani, che è stato tradotto presso casa circondariale Napoli-Poggioreale.

DiRedazione

Tarocco a De Luca sulla classifica dei Governatori. Se dicevano Bonavitacola beh ci potevamo credere

de-luca-un governatore sensualDicono le malelingue e i taroccatori di mestiere che De Luca è sceso al tredicesimo posto nella classifica dei Governatori. La verità è che quando un governo è contro, i taroccatori bilanciano più verso posizioni filogoverno. De Luca fatevene una ragione rivincerà. È pur vero che Bonavitacola a De Luca gli fa più danni che altro, andrebbe cambiato e spedito a Bruxelles. Questo si!!! Ma taroccare e inventare su Enzo De Luca non serve a niente, è il Governatore più simpatico agli italiani. Per il resto, tarocchi e chiacchiere gli fanno sempre più pubblicità e consenso.

DiRedazione

Inseguimento con i carabineri, fermato dietro l’ex centro commerciale

perquisizione carabinieri-4Una persona è stata fermata e portata in caserma dai carabinieri della Compagnia di Marcianise dopo un inseguimento che si è concluso stamattina a Capodrise, alle spalle degli ex ‘Giardini del Sole’. La gazzella dei carabinieri, insospettita dai movimenti di alcune persone, ha tentato di fermali, ma la reazione inaspettata all’alt ha causato l’inseguimento.

L’auto è stata bloccata nei pressi dell’ex centro commerciale, dove i militari sono riusciti a fermare un uomo. Gli altri occupanti sono attualmente ricercati: erano riusciti infatti a darsi alla fuga a piedi nelle campagne circostanti la zona tra via Piedipongola e via Capobianco.

I militari stanno ora accertando se il materiale trovato nell’auto sia oggetto di furto

 

DiRedazione

30 ARRESTI Scacco al clan, retata contro i Piccolo-Letizia

Una maxi operazione contro il clan Piccolo-Letizia è in corso dalle prime ore del mattino a Marcianise e anche in altre località del territorio nazionale, da parte della Squadra Mobile di Caserta.

Sono ben 30 le ordinanze di misure cautelari in esecuzione su ordine della Direzione distrettuale antimafia di Napoli nei confronti di affiliati alla cosca camorristica di Marcianise. Agli arrestati è contestato in particolare il reato di 416 bis, l’associazione di tipo mafiosa. (seguono aggiornamenti)
DiRedazione

Che bel mondo la Pallavolo A2 F. La VOLALTO 2.0 ha affidato 2 mesi fa a un pool di esperti le 5 partite perse e il controllo totale del campionato

Un sano ambiente quello del Volley A2F. La società Campana perde con le squadre più scarse e poi vince con quelle più forti. La società Campana da 2 mesi ha affidato a un pool di esperti le partite perse e il controllo di tutto il campionato. Oggi la VOLALTO 2.0 vince di nuovo 3 a 0 però resta sotto di un punto perché Orvieto vince a Torino 3 a 1.

PRIMO SET. Primo allungo di marca rosanero: pipe di Matuszkova e tabellone che dice 8-11. Il successivo muro di Melli regala il +4 su Ravenna. Coach Caliendo chiama time-out. La Conad Teodora riesce a rifarsi sotto e sul 12-14 anche coach Bracci richiama in panchina le sue ragazze. Al rientro in campo Mendaro sigla il -1 (13-14) ma ci pensano Cella (in pallonetto) e Dalia (tocco di seconda) a riportare +4 la Golden Tulip (14-18). Mendaro ancora una volta prova a lanciare la sua squadra: ace e 18-19. Ma poi la Volalto 2.0 allunga e chiude 22-25 grazie al mani e fuori di Matuszkova.

SECONDO SET. L’ace di Mendaro lancia Ravenna (10-6) ma Caserta un poco alla volta riesce a rifarsi sotto fino a trovare con Matuszkova in diagonale il punto del 14 pari. Poi si va avanti a suon di sorpassi e controsorpassi. Sul 19-17 per la Conad coach Bracci chiama time-out, ed è quello che serve a sbloccare le rosanero che prima pareggiano a 22 e poi lasciano dietro le avversarie vincendo il parziale 23-25.

TERZO SET. Punto a punto fino al 9-9, poi esce fuori Repice con l’ace del +3 (9-12). Riesce a fare lo stesso anche Mendaro per il 13-13. Nessuna delle 2 squadre riesce ad allungare fino al break decisivo per la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta. Le rosanero arrivano sul 20-24 ed hanno 4 match point. Ravenna però non ci sta e uno alla volta li annulla. Si va ai vantaggi, ma la grinta della Volalto 2.0 permette di aggiudicarsi il set e il match. Finisce 28-26.

DiRedazione

Inaugurata la mostra d’arte ‘La Nostra Via della Seta’, il sindaco Marino: “Un futuro migliore grazie alla cultura”

WhatsApp Image 2019-04-06 at 18.00.54Inaugurata, stamattina, presso il Belvedere di San Leucio, la mostra d’arte fotografica internazionale “La Nostra Via della Seta”, una esposizione di opere selezionate di fotografi internazionali, selezionate da Zeng Yi, artista di fama mondiale, uno dei maggiori della Cina. L’iniziativa nasce dai rapporti già avviati dal Comune di Caserta nei mesi scorsi con il Governo del Distretto di Zhoucun della Città di Zibo. Le oltre cento opere fotografiche esposte sono state selezionate con cura tra più di 8000 eccezionali scatti fotografici. L’inaugurazione è stata preceduta da un seminario che è stata presenziato da alcuni importanti rappresentanti della Repubblica Popolare della Cina in Italia e nel parterre erano presenti, fra gli altri, Raffaele Ruberto (Prefetto di Caserta), Carlo Marino (Sindaco di Caserta), Francesco de Michele (Vicesindaco di Caserta), Tommaso De Simone (Presidente Camera di Commercio), Luigi Traettino (Presidente di Confindustria Caserta), Tiziana Petrillo (Assessora), Emiliano Casale (Assessore) e altri illustri imprenditori della Provincia e autorità militari. “Tutto quello che si costruisce, tutto quello che noi facciamo, tutto quello che le istituzioni tutte insieme costruiscono, creano un modello sociale migliore, per costruire una prospettiva che è un elemento fondamentale, e lo potremmo fare soltanto attraverso la cultura”, ha detto il sindaco Marino.

WhatsApp Image 2019-04-06 at 18.01.22

DiRedazione

Denunciati due ‘falsi assicuratori’ casertani

assicurazione auto-3I Carabinieri della Stazione di Ronsecco (in provincia di Vercelli) hanno individuato due truffatori che tramite un sito web clone riuscivano a percepire i soldi di persone che credevano di acquistare polizze auto online. I due sono stati deferiti in stato di libertà, si tratta di un 21enne ed un 46enne, entrambi residenti in provincia di Caserta e gravati da vicende penali per reati contro il patrimonio, perché ritenuti responsabili di truffa in concorso.

La vicenda risale alla fine del 2018, quando una 60enne di Ronsecco aveva deciso di vendere la propria Renault, che ormai non utilizzava più da tempo. In poco tempo la donna era riuscita a trovare un acquirente con il quale aveva pattuito la somma, risultata congrua e soddisfacente per entrambe le parti. Tuttavia, il compratore, nel “pacchetto” relativo alla compravendita, aveva richiesto alla 60enne di stipulare una assicurazione di breve periodo, avendo comprato l’auto per portarla in Sicilia e dovendo pertanto curarne il trasferimento.

La 60enne, quindi, avvalendosi della collaborazione del figlio, più avvezzo all’utilizzo del web, si era messa in cerca di un sito per la stipula di un breve contratto assicurativo con una compagnia operante online. Qui, però, arriva l’inghippo. Alla ricerca della migliore soluzione, madre e figlio si imbattono in un sito di intermediazione assicurativa, pur in maniera molto affabile e professionale, attraverso un impiegato formalizza l’assicurazione, emettendo anche un certificato assicurativo che trasmette regolarmente alla cliente, intascando quasi un centinaio di euro. Tutto falso: non si trattava, infatti, dell’autentica compagnia di intermediazione, ma di un clone, creato ad arte per ingannare i potenziali clienti. Un successivo controllo effettuato qualche giorno dopo ad un riferimento telefonico del vero sito di intermediazione assicurativa, permetteva di comprendere che la polizza stipulata dalla vercellese non esisteva, ed il suo denaro era già stato scaricato dalla una postepay su cui l’aveva versato, a sua volta eliminata. Alla 60enne non è rimasto altro da fare che denunciare l’episodio ai Carabinieri di Ronsecco che, a conclusione degli accertamenti, peraltro laboriosi, hanno ricostruito l’intera vicenda e identificato i due truffatori, deferendoli all’Autorità Giudiziaria.