Archivio degli autori Redazione

DiRedazione

50 ARRESTI Retata contro il clan, maxi sequestro da 10 milioni

polizia finanza-2Colpo alla camorra infiltrata in Veneto. La Guardia di Finanza e la Polizia, coordinate dalla Dda di Venezia, stanno eseguendo 50 misure cautelari e 11 provvedimenti di obbligo di dimora e di altro tipo. Sequestrati anche beni per 10 milioni.

Gli arresti sono scattati a Venezia, a Casal di Principe e in altre località. I destinatari del provvedimento sono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso e altri gravi reati.

L’indagine è stata condotta dal Gico del nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Trieste e dalla squadra mobile di Venezia. Dalle prime ore dell’alba sono impegnati per eseguire le misure cautelari oltre 300 uomini dello Scico della Gdf, dello Sco della Polizia e del nucleo di polizia economico-finanziaria di Venezia.

 

DiRedazione

Cinghiale sbuca in strada, automobilista finisce nel fossato

auto fossato-4Brutto incidente nella serata di lunedì lungo la provinciale che collega Pietramelara con Pietravairano. Alla guida dell’auto c’era un giovane finito nel fossato a lato della carreggiata: stando ad una prima ricostruzione la vettura sarebbe finita fuori strada nel tentativo dell’automobilista di evitare un cinghiale sbucato in strada da una siepe.

Il giovane alla guida avrebbe così perso il controllo della sua auto, riportando nello schianto ferite lievi e qualche contusione.

 

DiRedazione

Blitz della polizia nella Movida, locale nei guai per l’evento ‘abusivo’

movida vitulazio-2Controlli intensificati nel week end da parte del commissariato di Polizia di Maddaloni tra i punti caldi della Movida cittadina. Nel fine settimana appena trascorso gli agenti hanno messo nel mirino in particolari i locali frequentati dai più giovani, elevando sanzioni amministrative per un ammontare di circa 2mila euro.

In particolare uno dei locali controllati è stato multato perché, in mancanza di autorizzazioni, aveva allestito un palco attrezzato con gli strumenti per diffondere musica.

Inoltre durante i controlli è stata riscontrata la presenza di numerose vetture in divieto di sosta nei pressi dei locali, pertanto gli agenti hanno anche provveduto ad elevare 17 verbali nei confronti degli automobilisti indisciplinati.

Gli operatori del commissariato hanno anche denunciato all’autorità giudiziaria una persona trovata in possesso di arma da taglio, mentre nei confronti di un parcheggiatore abusivo è stato adottato un provvedimento di allontanamento.

DiRedazione

Si ribaltano con l’auto, 4 feriti nello schianto

auto ribaltata orta di atella-2Impressionante incidente nella serata di domenica, poco dopo le 21, in viale dei Bersaglieri a Caserta, a pochi metri dalla svolta per via Marchesiello. Una Chevrolet Matiz diretta verso il centro del Capoluogo si è ribaltata di 180 gradi, finendo la sua corsa su una fiancata.

Nello schianto sono rimaste ferite quattro persone, tutte a bordo della citycar, per fortuna nessuno è in pericolo di vita. Ad avere la peggio l’uomo alla guida della vettura, trasportato all’ospedale ‘Sant’Anna e San Sebastiano’ di Caserta.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Caserta, ancora non è chiara l’esatta dinamica dell’incidente: nello schianto infatti non sono rimaste coinvolte altre vetture

 

DiRedazione

LA FOTO DELLA VERGOGNA Cane legato con una catena sopra una scatola coi suoi cuccioli

cane abbandonato piedimonte-2Non c’è limite alla cattiveria dalle persone. È il primo pensiero che salta in mente dopo quanto denunciato dagli addetti del canile comunale di Piedimonte Matese, che domenica mattina hanno trovato davanti ai cancelli della struttura un cane legato ed abbandonato.

Una situazione resa ancor più incredibile dal modo in cui il proprietario del cane ha lasciato il suo ex amico a quattro zampe: la catena con la quale era legato alla recinzione era infatti talmente corta da impedirgli di scendere da una scatola di legno al cui interno c’erano tre cuccioli.

Gli addetti del canile hanno riscontrato inoltre chiari segni di denutrizione nel cane, la mamma dei tre cuccioli abbandonati nella scatola. Una situazione che ha spinto gli uomini e le donne che quotidianamente si occupano dei cani ospitati nel centro a rivolgere parole durissime nei confronti dell’ex proprietario dei cani: “Speriamo che i vostri figli un giorno vi lascino così davanti agli ospizi”.

DiRedazione

Inchiesta Teleprima Venerdì 22 febbraio ore 21e30: gli intrecci tra Asi e Marican. Terreni pagati con Assegni e Cambiali. Conduce Stefano Andreone

marican-asiUno degli scandali più grossi sulla speculazione Asi. Terreni comprati a cambiali e assegni postdatati. Capannoni fittati a terzi. Uno scandalo mai visto!!!! Noi scoperchieremo per il bene di Terra di Lavoro il vaso di Pandora, il resto toccherà alle forze dell’ordine prendere solo il nostro filmato e passarlo ai Magistrati.

DiRedazione

Lady Lucrezia e i suoi uomini finiti tutti in disgrazia. Pagano/Greco/Paternostro/Golino/Luserta/Antropoli

LUCREZIA-CICIALady Lucrezia: tra matrimonio, compagno e sponsor politici, la maggioranza finiti tutti in cattive acque. Non ce ne voglia la Cicia anche perché è sempre stata gentile e educata. Il dato dei fatti però è un altro, la maggioranza dei suoi uomini e sponsor politici è in caduta libera, l’ultimo suo compagno: Carmine Antropoli.

DiRedazione

Fermato in casa con 300mila euro di merce rubata

arresti droga carabinieri-2I carabinieri della Stazione di Marcianise, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per furto e ricettazione di Alessandro Lombardi, 44enne del posto.

L’uomo, nella circostanza, si è reso responsabile del furto di un generatore d’onde del valore commerciale di 2000 euro asportato nello stabilimento della ditta “Jabil” di Marcianise, presso la quale lavorava come operaio.

I militari dell’Arma, allertati da personale della citata ditta, hanno fermato l’uomo alla guida della sua autovettura, rinvenendo il dispositivo elettronico all’interno del portabagagli, poco prima che venisse inserito in un pacco per una spedizione diretta ad Hong Kong.

La successiva perquisizione domiciliare, effettuata a carico dell’arrestato, ha permesso di rinvenire e recuperare circa 500 dispositivi elettronici, tutti riconducibili alla predetta ditta, del valore commerciale di oltre 300mila euro,  asportati con destrezza nell’arco temporale di due anni e messi in vendita online, con numerosi potenziali acquirenti da tutto il mondo.

La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita agli aventi diritto. Lombardi è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione della competente autorità giudiziaria.

DiRedazione

Innocente rapito dalla camorra per un debito di droga

arresti truffa carabinieri-3Rapiscono un innocente per recuperare un debito di droga – 350mila euro – del cognato. Con questa accusa i carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno fermato due esponenti del clan Mazzarella, accusati di sequestro di persona a scopo di estorsione in concorso, aggravato dalle finalità e dal metodo mafioso. I malviventi, all’arrivo dei militari, hanno rilasciato incolume il sequestrato nella zona della stazione ferroviaria centrale di Napoli. I due avevano prelevato con la forza la vittima presso la sua abitazione a Capua per poi condurla a Napoli.

Le indagini, coordinate e seguite personalmente dal procuratore capo di Napoli Giovanni Melillo, hanno permesso di risalire in meno di 24 ore agli autori del sequestro: era stata predisposta un’azione del Gis dell’Arma per liberare l’ostaggio, ma i rapitori lo hanno rilasciato. Il sequestro risale al 6 febbraio, i fermi sono avvenuti all’alba dell’indomani, ma la vicenda è stata resa nota solo oggi. Il gip ha convalidato i fermi.

DiRedazione

Tommy De Simone merita, ma a noi la giunta non piace

Tommaso De SimoneTommaso De Simone ottimo Presidente!!! La sua conferma è meritata. Grande personaggio di qualità, di simpatia, di onestà e di rapporti. Tommy ok!!! A noi qualcosa in giunta però non piace, ne parleremo più avanti.