Archivio degli autori Redazione

DiRedazione

Progetto Meglio Insieme a Vairano Patenora, un successo l’evento al Palasport ‘Morelli’

VairanoIl 2 maggio presso il Palasport Walter Morelli di Vairano Patenora Vairano, la comunità L’incontro di Vairano Scalo in collaborazione con la società sportiva dilettantistica Folgore ha organizzato l’ultima tappa del torneo di calcio balilla, ping-pong e gioco delle carte targato Progetto Meglio Insieme, il programma riabilitativo di riabilitazione psichiatrica che raggruppa diverse cooperative sociali con l’obiettivo di realizzare attività sportive, culturali, artistiche e ludico-ricreative.

Hanno partecipato le strutture riabilitative gestite dalle cooperative Mercurio D’oro, Aria Nuova, Santiago, Alba, nonché il dipartimento di Salute mentale di Teano, diretto dal dott. Nicola Bonacci.

Il torneo, importante momenti di integrazione sociale, ha dimostrato in che modo lo sport acquista uno spazio importante tra gli strumenti di riabilitazione psichica.

L’incontro sportivo si è concluso con un grande pranzo sociale offerto dalla struttura ospitante, che si è occupata anche della realizzazione degli straordinari trofei.

DiRedazione

Che figuraccia dell’opposizione a San Cipriano: i consiglieri non si presentano o si astengono sul Bilancio. I delegati di Bosco e di Campania Libera strizzano l’occhio al sindaco

San CiprianoL’opposizione, quella seria, si fa in consiglio comunale. Purtroppo a San Cipriano d’Aversa la politica, quella seria, si fa solamente a ridosso delle elezioni e quindi quando non si vota tutti pensano ad altro. L’esempio lampante arriva dall’ultimo consiglio comunale sul Bilancio di Previsione: la maggioranza è stata compatta mentre l’opposizione si è sfaldata con ben due assenze. Ma non finisce qui perché adesso arriva quello che è clamoroso: i tre consiglieri comunali di minoranza presenti in aula si sono pure astenuti. Sì, avete letto bene: astensione sul bilancio. A dimostrazione che o non hanno avuto voglia di leggere i documenti finanziari oppure hanno deciso di sostenere l’amministrazione. Non ci sono altre spiegazioni: qualora il bilancio di previsione fosse fatto bene l’opposizione dovrebbe avere il coraggio di votare a favore del documento mentre qualora pensasse che sia un bilancio con qualche errore dovrebbe votare contro. Restare nel limbo, o per meglio dire astenersi, significa semplicemente appoggiare il sindaco Vincenzo Caterino ma non farlo pubblicamente con un voto palese. Hanno fatto ancora peggio Margherita Iovine che non si è proprio presentata in aula facendo però votare con l’astensione la componente del suo gruppo consiliare, Franca Reccia. Stesso discorso anche per Marcantonio Cecoro, che con Salvatore Cioffo ha sposato il progetto di Campania Libera del consigliere regionale Luigi Bosco, che non ha partecipato proprio all’assemblea. Questo dovrebbe far riflettere prima i consiglieri e poi tutta la cittadinanza. Senza opposizione è difficile che ci sia politica seria sul territorio…

DiRedazione

Il San Michele Maddaloni avvisa Angri, Chiavazzo: “Vogliamo portare la serie a gara 3”

San MicheleLa Pallacanestro San Michele Maddaloni tornerà domani sera in campo, alle ore 20:00, per gara 2 dei playoff contro Angri. I biancazzurri ripartiranno dalla sconfitta nel primo match della serie, in cui capitan Desiato e compagni hanno disputato un’ottima prestazione senza riuscire a capitalizzare i buoni tiri che avevano costruito. Questo ovviamente fa ben sperare per la seconda sfida del Pala Angioni-Caliendo, dove tra l’altro i ragazzi di coach Parrillo potranno contare sul tifo caldo e acceso del pubblico maddalonese che certamente non mancherà all’appuntamento. A dirigere la gara saranno i signori Angelo Paradiso di Santeramo in Colle (BA) e Domenico Ranieri di Mola di Bari (BA).

Alla vigilia di gara 2 contro Angri abbiamo sentito l’esterno Francesco Chiavazzo, ormai maddalonese d’adozione per i lunghi trascorsi al San Michele ma angrese di nascita. Dunque non una partita normale per lui. «Gara 1 di una serie playoff è come fosse il primo tempo di una partita – ha esordito il giocatore biancazzurro – dunque adesso ci tocca giocare il secondo tempo con gara 2. Dobbiamo ripartire dalle ottime cose che abbiamo fatto domenica scorsa, consapevoli di aver giocato come sappiamo. Purtroppo alcuni tiri aperti che normalmente realizziamo non sono entrati, e questo ci ha un po’ condizionato. Resta il fatto che siamo due squadre piuttosto equilibrate e che si conoscono perfettamente, per questo conterà molto la voglia di vincere. Per nostro conto, abbiamo lottato tra mille difficoltà per raggiungere i playoff e vogliamo portare la serie come minimo a gara 3. Ce lo meritiamo come squadra – ha concluso Francesco Chiavazzo – e non vediamo l’ora di scendere in campo».

DiRedazione

ELEZIONI A TRENTOLA DUCENTA. Bottigliero, ecco altri quattro candidati: “Idee e rispetto delle regole, così si cambia”

TrentolaVoglia di mettersi in gioco, al servizio di Trentola Ducenta, puntando sulla forza delle idee. Così si presentano i quattro nuovi candidati, che entrano a far parte della liste ‘Trentola Ducenta Terra Nostra’ e ‘Rinascita’, guidate dal candidato sindaco Paolo Bottigliero. Ad ufficializzare il sostegno a Bottigliero, sono Vincenza Griffo, Annamaria Di Caprio, Aurelio Costanzo e Luciano Cantone.

Aurelio Costanzo, da tempo impegnato in politica è un commerciante attivo nel mondo dell’associazionismo. Proprio questo spirito di ‘servizio’ lo ha spinto a scendere in campo: “Ho scelto di sostenere Paolo Bottigliero perché rappresenta un punta di rottura netto con il passato. Un’idea che condivido e che voglio portare avanti per migliorare la città in cui sono nato, ho studiato e dove tutt’ora vivo e lavoro.

Vincenza Griffo, operaia vive e lavora a Trentola Ducenta, territorio che ha “bisogno di un netta inversione di marcia”. “Le mie giornate cominciano alle sei del mattino ed è con questo spirito di sacrificio e la voglia di far bene che ho intenzione di migliorare la nostra cittadina”.

Luciano Cantone, militare dell’Esercito Italiano ha già deciso da tempo di servire il proprio paese ed ora è più che convinto di voler dare il suo contributo per Trentola Ducenta: “So bene quanto sia importante il rispetto delle regole, presupposto che negli anni scorsi spesso è stato disatteso. È giunto il momento che diventino un fondamento anche del prossimo consiglio comunale”.

Annamaria Di Caprio, insegnante punta tutto sulla necessità di cambiamento la “stessa che è stata espressa da Paolo Bottigliero, il candidato sindaco che ha veramente le capacità per dare la svolta al nostro paese”.

DiRedazione

Domani alla Reggia la sottoscrizione del protocollo d’intesa con il Comune di Fragneto Monforte per la promozione turistico-territoriale

reggiaMercoledì 4 maggio alle ore 16 verrà firmato il protocollo d’intesa tra la Reggia di Caserta e il Comune di Fragneto Monforte (BN) al fine di creare una collaborazione nella comunicazione e redazione di progetti comuni, primo tra tutti il celebre raduno internazionale delle mongolfiere che si svolge ogni anno nel comune del Beneventano.

Il protocollo d’intesa, frutto di una collaborazione iniziata già lo scorso anno, verrà siglato dal direttore Mauro Felicori e dal Sindaco di Fragneto Monforte Raffaele Caputo.

Tra i punti che formano il documento ci sono l’impegno a promuovere l’incoming mediante la generazione di percorsi tematici, la partecipazione a iniziative che rafforzino la conoscenza della Campania sul mercato turistico e la volontà comune di destagionalizzare e rendere costanti nel tempo i flussi turistici.

DiRedazione

Il giovane Avvocato Luciano Mariniello figlio di Mimi’ fratello di Peppe Mariniello si candida con Esposito

Esposito Mariniello InvitiPeppe Mariniello piazza con Nicola Esposito il nipote, giovane avvocato attualmente collaboratore nello studio Cantelli. La soddisfazione del papà Mimi’ Mariniello che per 30 anni ha sempre fatto il portatore di voti per le linee politiche del fratello, oggi arriva la soddisfazione del figlio candidato con la lista di Nicola Esposito. La lista di Inviti su questa scelta di Nicola Esposito invece cavalca la tigre, non solo sulla candidatura, ma sul  futuro accordo tra Peppe Mariniello e Nicola Esposito che con questa operazione Mariniello pensa di aversi  garantito l’appoggio di tutta la lista Esposito per una sua candidatura alle prossime regionali. Giochi quasi fatti, la roulette inizia a girare si punta sul rosso e nero e fino al numero 36, in questo caso bisogna puntare su 11 di maggioranza e 5 minoranza e l’incognita. Da adesso al 10 Giugno si presenteranno le liste e il gioco può cambiare da numeri a scacchi. E parlando di scacchi, chi da adesso al 10 Giugno tiene il re e la regina ancora nascosti  farà scacco matto!!!

DiRedazione

L’Alp Airri Aversa chiude il campionato con un successo, il dg Apicella: “Buona stagione, ringrazio i tecnici Guerra e Franco”

Direttore generale Gianni ApicellaL’Alp Airri Aversa saluta il proprio pubblico con una vittoria. 3-1 il risultato finale in favore delle aversane contro la Gimel Sant’Agata, in una gara che ha avuto momenti di incertezza ed equilibrio solo nel terzo set. I premi due periodi sono favorevoli alle ragazze allenate da coach Franco. Con tranquillità e sicurezza, le normanne hanno la meglio per 25-15 e 25-10. Unico problema per il tecnico aversano è l’infortunio nel primo set di Sonia Connola. La schiacciatrice viene sostituita da Maria Micillo. Per il resto, il sestetto di partenza è composto da Grieco e Posillipo centrali, Del Vaglio in regia, Rispoli e Salzillo; libero Emanuela Petrella. Con i primi due set vinti in maniera netta ci si aspettava un terzo altrettanto convincente e incisivo. Complice un calo di concentrazione, l’Airri Aversa consente alla squadra ospite di avere uno scatto d’orgoglio. Dopo un inizio equilibrato, le aversane sembrano allungare definitivamente sul 19-14, ma subiscono il recupero della Gimel, che pareggia grazie ad alcuni errori in difesa delle padrone di casa (23-23). L’Airri ottiene anche un match-ball, procurato da un pallonetto di Rispoli, ma si fa rimontare ancora. La Gimel Sant’Agata riesce a vincere il terzo set per 25-27. L’inizio del quarto periodo è ancora favorevole alle ospiti (3-7), ma dopo il time-out chiamato da coach Franco la musica cambia. Ottenuto il pareggio (8-8), l’Airri Aversa dilaga e chiude l’incontro con un deciso 25-16. Grazie a questa vittoria le aversane rafforzano il quarto posto in classifica. Nell’ultima di campionato il roster normanno dovrà affrontare in trasferta il Volleytime Casagiove. “E’ stato un campionato tutto sommato positivo”, afferma a fine gara il Direttore generale Gianni Apicella. “Potevamo centrare il terzo posto e i play-off, ma possiamo ritenerci soddisfatti per come abbiamo affrontato il campionato e superato le numerose difficoltà. Mi corre l’obbligo di ringraziare Raffaele Guerra che ha condotto in maniera impeccabile la squadra per quasi tutta l’intera stagione ed anche Giorgio Franco per averne preso il comando in questa ultima parte”.

DiRedazione

Ok al progetto di riqualificazione del parcheggio di via Togliatti, l’assessore Giovanni Vagliviello: restituiamo dignità ad un’area nel cuore del Paese e della sua zona commerciale

Giovanni VaglivielloVia libera dalla giunta al progetto di fattibilità per la riqualificazione del parcheggio di via Togliatti a San Marco Evangelista presentato dall’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Vagliviello. Si tratta di un intervento importante per il Comune che prevede un investimento di quasi 35mila euro. «Per la nostra amministrazione il decoro urbano rappresenta sicuramente una priorità – ha spiegato l’assessore Vagliviello – è per questo che abbiamo elaborato questo progetto con i tecnici del Comune per restituire ad un’area significativa della nostra città l’immagine che merita. Gli interventi seguiranno le linee guida tracciate dal Puc che abbiamo approvato e consentiranno ai cittadini di San Marco Evangelista, in breve tempo, di potersi riappropriare di un’area che recupererà la sua piena funzionalità». L’assessore Vagliviello entra nel merito del progetto. «Abbiamo previsto l’introduzione di un posto per disabili che, oggi, non c’è, la creazione di un piccolo spazio verde, il recupero delle mura – ha sottolineato il delegato ai lavori pubblici – sarà, inoltre, risolto il problema dello sprofondamento della strada che tanti disagi crea a chi si reca nel parcheggio». Vagliviello sottolinea come per l’amministrazione non era più possibile che una zona centrale come via Togliatti vivesse una situazione di tale abbandono. «Siamo nel cuore del nostro paese e nel mezzo di un’importante area commerciale per San Marco Evangelista che deve essere supportata con strutture adeguate – ha concluso – il recupero del parcheggio risponde, sicuramente, a queste esigenze».

DiRedazione

Azienda non paga i contributi ai propri dipendenti, la Guardia di Finanza sequestra 266mila euro

guardia-di-finanzaNei giorni scorsi, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, la Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise ha sottoposto a sequestro preventivo immobili, disponibilità finanziarie e quote societarie per un valore complessivo di oltre 266.000 euro. Il provvedimento cautelare reale è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su conforme richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di una società avente sede legale presso la Zona Industriale Sud di Marcianise, operante nel settore della trasformazione e riciclo del polistirene espanso. Il sequestro è stato applicato, essendo emerso un quadro indiziario grave in ordine al reato di cui all’alt. 10- ter del decreto legislativo n. 74/2000 (omesso versamento dell’IVA dovuta in base alla dichiarazione dei redditi ed omesso versamento delle ritenute risultanti dalla certificazione rilasciata ai sostituti). La finalità di questa normativa consiste nel tutelare l’interesse dello Stato alla percezione dei tributi e, quindi, all’effettiva riscossione delle imposte dovute. Dalle indagini svolte è emerso che il rappresentante legale dell’impresa in trattazione, nel periodo d’imposta 2014, non aveva effettuato i versamenti dovuti in materia di IVA e risultanti dalle certificazioni rilasciate ai propri dipendenti. Pertanto, avuta la cognizione dell’avvenuta omissione, è scattato il sequestro preventivo sui beni di proprietà dell’imprenditore dei quali è consentita la confisca per valori equivalenti, per un valore corrispondente al vantaggio economico tratto a seguito delle condotte illecite riscontate. Il presente intervento testimonia, ancora una volta, che l’attività della Guardia di Finanza, svolta in costante sinergia con l’Autorità Giudiziaria, si pone a tutela della sana imprenditoria, al fine di prevenire e reprimere le condotte illecite che inquinano il sistema economico, l’affermazione del principio di equità fiscale ed i lavoratori.

DiRedazione

Fondi persi e gravi errori nell’Ambito C9, il consigliere regionale Zannini messo spalle al muro: chiesta la testa del suo fedelissimo Martiello, sindaco di Sparanise

Zannini-MartielloMONDRAGONE – Che caos nell’Ambito C9. Sono stati persi i fondi per un progetto a causa di alcune mancanze del Comune capofila di Sparanise e ci sarebbero delle gravi problematiche di gestione. Tutti contro il sindaco sparanisano Salvatore Martiello, fedelissimo del consigliere regionale di Mondragone Giovanni Zannini. Sì proprio il fedelissimo di Zannini ha perso i soldi che dovevano arrivare dalla Regione: un disastro completo ed errori a go go da parte dei due interessati. E ovviamente chi non ci sta sono i sindaci degli altri Comuni come Bellona, Calvi Risorta, Camigliano, Capua, Giano Vetusto, Pastorano, Pignataro Maggiore, Rocchetta e Croce e Vitulazio (tutti gli altri Comune dell’Ambito C9) che hanno chiesto, al termine di una riunione, proprio la testa di Martiello. Zannini si è trovato spiazzato e con le spalle al muro e subito è corso in aiuto di quello che è forse l’unico (o comunque uno dei pochi) sindaco che fanno capo a lui. In questi giorni sta facendo diventare di fuoco i cellulari dei sindaci delle zone interessate dall’Ambito solo per salvare sè stesso e il suo amico politico. Solo che sta sfuggendo una cosa: chi paga per quei soldi che non sono arrivati? Chi paga per gli errori commessi? Chi lo dice a coloro che interessavano quei fondi per le Politiche sociali che non ci saranno più? Qualcuno deve dare delle risposte. E anche piuttosto urgenti.