Archivio mensile settembre 2019

DiRedazione

Beccati in auto con grimaldelli e chiavi, tre fermati dai carabinieri

Nonostante i duri colpi assestati dai carabinieri nel servizio di prevenzione e contrasto al fenomeno dei furti di autovetture, gruppi di malintenzionati continuano a sfidare la sorte compiendo ronde sulle vie del capoluogo normanno.

Ancora un trio di uomini sorpresi da una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Aversa intorno alle ore 23:20 del di venerdì, mentre, a bordo di una Toyota Yaris si aggiravano tra via Paolo Riverso e viale Olimpico facendo la cernita delle auto in sosta. Si tratta di tre napoletani: E.M. di 41 anni, L.A. di 28 anni, e di C.L. di 23 anni, già noti alla giustizia.

All’interno del mezzo sono stati rinvenuti, ben occultati, strumenti atti allo scasso. I tre sono stati denunciati in stato di libertà per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli.

Solo in data 17 settembre, a nemmeno due giorni di distanza, i carabinieri dello stesso Reparto avevano deferito all’autorità giudiziaria altri due uomini trovati in possesso di dispositivi per la codifica utili all’avviamento di veicoli a motore.  

DiRedazione

Il petroliere “evasore” non molla la sua poltrona alla Camera di Commercio, per ora, poi si vedrà

Evasione fiscale ma anche capacità di immettere sul mercato nero migliaia di litri di benzina difficili da tracciare.
I lettori di CasertaPrimaPagina ricorderanno le accuse mosse dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere al patron della Gaffoil, Tommaso Di Rosa, per anni al vertice di Confindustria, poi presidente dell’Asips (azienda speciale della Camera di Commercio), membro del cda del consorzio Asi, nonche’ componente (attualmente) della giunta della Camera di Commercio; l’inchiesta, condotta dalla Guardia di Finanza, è sfociata, si ricorderà, nel 2017 in un processo.
Accompagnata da tanto di sequestro cautelativo di beni, per un valore di oltre 5mln di euro, l’inchiesta nacque da un controllo di varie società operanti nel settore del commercio dei prodotti petroliferi. In particolare, l’attività investigativa del Nucleo di Polizia Tributaria di Caserta e Napoli aveva preso le mosse dal rinvenimento di documentazione extracontabile, detenuta da un operatore economico del settore, riguardante ingenti partite di carburante smerciate totalmente “in nero” e acquistate prevalentemente dalla società Gaffoil, leader nello specifico segmento di mercato.
Con sede legale a Santa Maria Capua Vetere, la Gaffoil, secondo l’accusa, nel giro di un paio di anni è riuscita a piazzare sul mercato oltre 10 milioni di litri di carburante completamente in nero, senza pagare cioè né Iva né accise.
Nonostante il processo ed altre accuse che stanno per piovere sulla sua testa, Di Rosa resta ancorato ai suoi incarichi direttivi, che esulano dalla sua attività di petroliere.
Certo è pur vero che la presunzione d’innocenza è un principio giuridico secondo il quale un imputato è considerato non colpevole sino a che non sia provato l’esatto contrario, però l’incompatibilità con l’incarico alla Camera di Commercio è sotto gli occhi di tutti e, per rispetto al lavoro della magistratura, in piena serenità, Di Rosa avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni per buonsenso

DiRedazione

Brutale aggressione alla barista, arrestati i nipoti del boss

Presa per i capelli, sbattuta con la testa contro il bancone del bar e minacciata pesantemente con frasi come “Ti sparo, ti ammazzo”. È la brutale aggressione subita nella serata dello scorso 18 agosto dalla barista rumena del bar ‘Gran Vesuvio Cafè’ di San Cipriano d’Aversa.

Per quel raid questa mattina i carabinieri della Sezione Radiomobile di Casal di Principe hanno tratto in arresto per tentata estorsione e lesioni confronti Alessio e Vincenzo De Falco, fratelli gemelli di 18 anni, nipoti di un ras locale della camorra. I due Falco sono finiti agli arresti domiciliari.

I due fratelli, come ricostruito dall’indagine dei carabinieri, non volevano pagare le birre consumate nel bar, un conto poi saldato da un cittadino tunisino per paura di ulteriori ripercussioni sulla vittima.

La barista ha riportato lesioni per escoriazioni e contusioni a volto e torace guaribili in 6 giorni.

 

DiRedazione

Blitz anti abusivismo, in 4 segnalati alla Procura

Non si sono fermati neanche nel mese di agosto i controlli messi in atto dalla polizia municipale nella lotta all’abusivismo edilizio a Marcianise. Due in particolare i blitz compiuti dagli agenti del locale comando, in via Lener e nell’area industriale in zona Asi.

Nel primo i vigili urbani hanno scoperto un cantiere in cui si stavano effettuando lavori in assenza di permesso a costruire e di autorizzazione sismica. Nel secondo controllo effettuato in zona Asi i caschi bianchi  hanno controllato una azienda di trasporti dove erano in corso lavori in difformità rispetto ad una sanatoria ottenuta dall’azienda dagli uffici comunali.

I responsabili degli abusi edilizi sono stati segnalati dal segretario comunale Tartaglione alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

 

DiRedazione

Al via la Decima edizione del Trofeo Irtet

L’Associazione Sport&Events rende noto che la decima edizione del Trofeo IRTET si svolgerà nell’impianto di Viale Medaglie d’Oro a Caserta nei giorni 28 e 29 settembre prossimi. Le prime tre squadre partecipanti saranno l’Eurobasket Roma, il Napoli Basket e lo Sporting Club Juve Caserta.  Per tutte e tre le squadre si tratta di un ritorno nella kermesse, soprattutto per la squadra di coach Ferdinando Gentile che calcherà un parquet storico e ricco di amarcord. L’ultima partecipante sarà invece la perdente della sfida in programma domenica 22/09 per i quarti di finale della Supercoppa LNP tra Scafati e Montegranaro.
Nei prossimi giorni sarà inoltre reso noto il programma del quadrangolare e le altre informazioni per poter assistere al quadrangolare.
DiRedazione

A Caserta si spendono 1500 euro a testa per il gioco d’azzardo: i dati Agimeg

Per il gioco d’azzardo, Caserta spende circa 1500 euro pro capite, mentre la spesa della Campania nel gioco è stata di circa 1,8 miliardi nel 2018, un dato in linea con quello dell’anno precedente visto che la flessione è stata dello 0,4%. E’ quanto emerge da elaborazioni Agimeg sui dati dei Monopoli di Stato.

Analizzando i dati totali, Napoli è la provincia con la spesa più alta, 945,7 milioni di euro, ma la classifica cambia notevolmente se si prendono in considerazione i valori pro capite. Secondo quanto elaborato da Agimeg, Napoli (con una spesa pro capite media di 306 euro) è solo terza, dietro a Caserta (350 euro pro capite nel 2018 e 323 milioni complessivi) e Salerno (330 euro pro capite e 363 milioni totali). Il dato scende a 292 euro a Benevento (80 milioni totali) e 257 euro ad Avellino (107 milioni totali).

Per quanto riguarda il volume di gioco pro capite nel 2018 (senza quindi sottrarre le somme vinte dai giocatori) Salerno è leader in questa classifica con un dato pari a 1464 euro. Molto vicina Caserta con 1455 euro. Sempre terza Napoli con 1289 euro, chiudono Benevento con 1169 e Avellino con 1036.

DiRedazione

Carabiniere ucciso dal treno, condannato il ladro che stava inseguendo

Cinque anni di carcere, di cui uno già quasi del tutto scontato. È la condanna ricevuta nel processo con rito abbreviato da Pasquale Attanasio, il ladro che con la sua fuga lo scorso 6 novembre ha ‘provocato’ la morte del vicebrigadiere Emanuele Reali.

Come riporta ‘Il Mattino’, nel processo Attanasio rispondeva esclusivamente del reato di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Il tentativo della Procura di incriminarlo per morte a seguito di altro reato era stato già bocciato dal gip Campanaro, che non aveva trovato un nesso diretto tra fuga e decesso.

Attanasio, assieme e tre complici, nella mattina del 6 novembre aveva svaligiato un appartamento di Caserta. Nel pomeriggio era scattato quindi il blitz dei carabinieri, da ore sulle loro tracce, con tre ladri bloccati rapidamente, Cristian Pengue, Pasquale Reale e Salvatore Salvati.

Il quarto, Attanasio, era invece riuscito a scappare venendo inseguito dal vicebrigadiere Reali nei pressi della stazione di Caserta. Qui Attanasio aveva scavalcato il muro finendo sui binari, seguito da Reali che venne però travolto da un treno in transito, morendo sul colpo.

La fuga di Attanasio terminò quattro giorni dopo la tragedia, quando il ladro del rione Traiano di Napoli si consegnò alle forze dell’ordine.

DiRedazione

Tutto pronto per le Spartachiadi, testimonial l’oro olimpico Pollio

Claudio Pollio, napoletano, primo e unico atleta italiano ad aver vinto un oro olimpico nella lotta libera (Mosca 1980), sarà il testimoniale della seconda edizione delle Spartachiadi, organizzate, in occasione delle Giornate europee del Patrimonio in programma domani e domenica, a Santa Maria Capua Vetere, nel contesto dell’Anfiteatro campano, il secondo al mondo per grandezza dopo il Colosseo di Roma. Una due giorni tra sport e spettacolo con una No Stop di esibizioni di sport da combattimento, che riuniranno in una spettacolare kermesse oltre dieci specialità di discipline marziali. Il tutto nel ricordo dell’epopea degli schiavi che nell’antica Capua ebbero in Spartaco, gladiatore di origine trace, il combattente invincibile. Pollio, pora istruttore in una palestra di Secondigliano, nel 1979 conquistò il titolo ai Giochi del Mediterraneo, guadagnando fiducia per le successive Olimpiadi di Mosca, dove nel 1980 sconfisse Khishigbaatar e il coreano Jang Se-Hong, limitando i danni contro il sovietico Sergei Kornilayev, campione del mondo in carica. Grazie alla vittoria contro Se-Hong contro Kornilayev, vinse l’oro.

DiRedazione

Le Acli a confronto sulle autonomie differenziate: l’appuntamento all’Enoteca provinciale

Le Acli di Caserta aprono il confronto sulla autonomia differenziata con il seminario ‘Il Sud e la sfida del regionalismo differenziato’, lunedì 23 settembre alle 16.30 presso la sala convegni dell’Enoteca Provinciale di Caserta, in via Cesare Battisti. L’argomento, al centro degli ultimi e più accesi dibattiti politici, coglie al cuore la sede casertana della Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani che discutono, a partire dal libro ‘Italia, divisa e disuguale’ di Massimo Milone, per confrontarsi sulle ipotesi in campo di ‘crescente desiderio di autonomia delle regioni italiane, che rischia di schiacciare ulteriormente il Mezzogiorno d’Italia’.

DiRedazione

Giornata Reumatologica Casertana: l’iniziativa dell’Aorn Sant’Anna e San Sebastiano

Sarà in realtà una “due giorni” la sesta Giornata Reumatologica Casertana. Iniziata questa mattina, proseguirà nel pomeriggio e nella mattinata di domani l’iniziativa che ha sede al Golden Tulip di Caserta. A patrocinare il convegno l’azienda ospedaliera «Sant’Anna e San Sebastiano», diretta dal Commissario straordinario avvocato Carmine Mariano. Responsabile scientifico dell’evento formativo è Giovanni Italiano, reumatologo dell’Unità operativa di Medicina Interna dell’Azienda ospedaliera di Caserta.

La sesta Giornata Reumatologica Casertana sarà incentrata sull’approccio multidisciplinare del paziente reumatologico, al fine di favorire il confronto e la compartecipazione da parte delle diverse figure specialistiche coinvolte nella cura e nella diagnosi di tali patologie e/o delle loro manifestazioni extra-articolari. Saranno affrontati numerosi ambiti delle malattie reumatologiche alla luce delle più recenti e innovative opportunità terapeutiche, offerte da farmaci sempre più selettivi e specifici nel controllo del processo infiammatorio o autoimmune.

Ornella Mincione