Archivio mensile luglio 2019

DiRedazione

Trovato in strada con una ferita alla testa, indagano i carabinieri

E’ stato ritrovato sabato notte a vagare per Castel Volturno dal personale del 118 con una ferita alla testa.

L’uomo, un extracomunitario, è stato trasportato presso il Punto di Primo Soccorso della clinica Pineta Grande, gli sono stati apposti 5 punti di sutura ed è stato segnalato ai carabinieri di Castel Volturno visto che l’uomo non sapeva dar spiegazioni sulla natura della ferita lacero contusa al capo. In corso gli accertamenti degli uomini dell’Arma

 

DiRedazione

Fermato dalla Finanza mentre coltiva marijuana in giardino

Lo hanno colto sul fatto mentre stava coltivando marijuana nel giardino di una casa a Baia e Latina. E’ finito così in manette il 37enne Raffaele Cangianiello, residente nel paesino. Le fiamme gialle lo hanno bloccato venerdì pomeriggio mentre l’uomo era all’interno di un giardino sul retro di un’abitazione. I militari si avvicinavano per effettuare un controllo e scoprivano la presenza di cinque piante di marijuana alte circa 30 cm in 5 vasi di terracotta. A questo punto decidevano di perquisire anche l’abitazione, trovando sul tavolo della cucina alcuni barattoli in vetro contenenti altri 180 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, una stecca di hashish. Veniva allertato il magistrato che disponeva gli arresti domiciliari per Cangianiello che nei prossimi giorni dovrà comparire davanti al giudice (insieme al suo avvocato Paolo Falco) per rispondere delle accuse.

DiRedazione

Sequestrano il direttore delle Poste nel bagno e fuggono con 20mila euro

Rapina all’ufficio postale di Baia Domizia. Poco prima dell’apertura dell’ufficio postale due individui si sono introdotti all’interno praticando un foro in una cantina sottostante dato che l’ufficio postale é situato al primo piano di una struttura posta al centro di Baia Domizia. Una volta entrati hanno atteso l’arrivo dei dipendenti e del direttore. Poco dopo l’arrivo del personale delle Poste I ladri sotto minaccia di una pistola hanno intimato loro di aprire la cassaforte e dopo aver sottratto la somma di circa 20mila euro li hanno rinchiusi in bagno. Si sono dileguati poi col bottino. Il direttore ed i dipendenti hanno riacquistato la libertà sfondando la porta del bagno allertando i carabinieri di Baia Domizia. Coadiuvati dall’aliquota radiomobile  di Sessa Aurunca, I militari stanno setacciando la zona per stanare i ladri ed accertando la loro identità grazie all’ausilio delle telecamere di videosorveglianza.

DiRedazione

Donna investita da un furgone

Paura questa mattina in via G.M. Bosco a Caserta. Una donna è stata investita da un furgone mentre stava attraversando la strada. La donna è stata sbalzata a terra ed è rimasta ferita. L’autista del furgone si è fermato ed ha allertato immediatamente i soccorsi. La ferita è stata presa in cura da medici ed infermieri del 118 e l’hanno accompagna al Pronto soccorso dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

DiRedazione

Regionali, il candidato contro De Luca è Valentino Grant! Volpi è la garanzia dell’accordo in Campania

Tutto deciso, e non c’è spazio per nessun altro candidato. Valentino Grant sarà l’antagonista di Enzo De Luca. Giochi fatti in Campania. Partita la campagna elettorale.

DiRedazione

Neonato muore dopo il parto, indagano i carabinieri

Una tragedia che ha sconvolto una giovane famiglia. È quella avvenuta mercoledì mattina in una nota clinica privata di Aversa, dove il bambino portato in grembo da una mamma è morto subito dopo il parto cesareo.

Una vicenda dai contorni tutti da chiarire: i familiari subito dopo la tragedia hanno chiesto l’intervento dei carabinieri, con i militari della Compagnia di Aversa intervenuti in clinica per raccogliere la denuncia della famiglia e avviare le prime indagini del caso.

Una storia resa ancor più drammatica dal fatto che la madre del bambino è stata addormentata durante le fasi operatorie e fino alla serata di mercoledì è rimasta all’oscuro della tragica fine del suo piccolo.

DiRedazione

Caos in carcere, poliziotti aggrediti a colpi di scopa

Alcuni detenuti del carcere di Santa Maria Capua Vetere avrebbero aggredito tre poliziotti della penitenziaria nel corso di una diverbio e  uno di loro in particolare è stato colpito con il manico della scopa da uno dei reclusi da poco arrivato in questa struttura carceraria .

Stando a quanto emerso dal Sappe, il sindacato della polizia penitenziaria, il detenuto ha scaraventato a terra il poliziotto provocandogli delle ferite per le quali sono state necessarie le cure mediche presso l’ospedale Melorio di Santa Maria Capua Vetere.

Nella colluttazione, riporta l’AdnKronos, sono rimasti feriti lievemente anche altri agenti che erano intervenuti in aiuto del loro collega.  “Vanno sottolineate anche le condizioni della Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere, carente di personale e struttura sovraffollata, con grave pregiudizio alla sicurezza sul lavoro per il personale –  sostiene il sindacato della polizia penitenziaria – ll  Sappe esprime solidarietà al personale aggredito, che anche questo fatto faccia riflettere il governo ed il ministro della Giustizia sulla necessità di adottare interventi urgenti per questa emergenza carceraria”

DiRedazione

Raid al distributore di benzina, ladri scoperti abbandonano il bottino

Stavano rubando carburante da un distributore. Sorpresi sul fatto hanno dovuto lasciare il bottino sul posto. Stanotte, lungo la Fondovalle Isclero nel beneventano, i ladri si erano recati con un autocarro (risultato rubato in provincia di Caserta) presso la stazione di servizio Eni e con la pompa stavano aspirando il carburante dalle colonnine.

I malviventi, come riporta l’AdnKronos, avevano riempito latte per circa 2500 litri di benzina, bottino che sono stati costretti ad abbandonare per l’arrivo dei carabinieri avvisati da una segnalazione. Dei malviventi nessuna traccia. I militari stanno vagliando le immagini delle telecamere poste nel distributore. Il veicolo è stato sequestrato

 

DiRedazione

Forza il posto di blocco e rischia di travolgere i carabinieri, fermato 19enne

Ha tentato di fuggire all’alt imposto dai carabinieri al posto di blocco, ma è stato fermato dopo l’inseguimento. Arrestato questo mattina U.D.R, 19enne originario di Marcianise ma residente a San Cipriano d’Aversa, fermato dai carabinieri del nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Casal di Principe in via Caterino, a San Cipriano d’ Aversa.

I militari avevano intimato l’alt alla Renault Clio guidata dal ragazzo, che non si è fermato e nel tentativo di scappare ha rischiato di investire i carabinieri. Questi si sono subiti messi al suo inseguimento, bloccandolo poco dopo.

Dai coantrolli è emerso che l’auto era sprovvista di copertura assicurativa e che il 19enne non aveva la patente di guida. Il ragazzo è stato quindi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si terrà al Tribunale di Napoli Nord.
DiRedazione

Affiora cadavere in mare, si tuffano in acqua ma è troppo tardi

E’ stato ritrovato poco dopo le 15 il corpo senza vita  di A.M., 83enne casertano riaffiorato dalle acque del litorale mondragonese. Pochi minuti fa la tragedia: nell’intersezione di spiaggia libera tra il lido il Veliero ed il lido Arena, sul lungomare di Mondragone, è affiorato il corpo dell’anziano che galleggiava con il viso sommerso nelle acque.

Un passante notandolo si è gettato in acqua trascinandolo sulla riva e cercando di rianimarlo, mentre i bagnini dei lidi limitrofi sono accorsi in suo aiuto. I tentativi di rianimare l’anziano si sono rivelati però inutili.

Giunti sul posto in pochi minuti, anche il personale del 118 e la guardia costiera di Mondragone hanno cercato varie volte di rianimare l’uomo, per A.M. però non c’è stato nulla da fare.

Il decesso è per annegamento. Si attendono i familiari dell’anziano per il riconoscimento