Archivio mensile maggio 2019

DiRedazione

A 19 anni gestisce un giro di spaccio, arrestato dalla polizia

Era monitorato e osservato da tempo dagli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Sessa Aurunca. La sua giovanissima età non gli precludeva infatti una spiccata scaltrezza nel mettere in atto, con strategie sempre nuove, prassi operative con cui conduceva una fruttuosa attività di spaccio di sostanza stupefacente soprattutto a Sparanise.

Nella tarda serata di ieri gli agenti del Commissariato hanno posto fine a questa attività criminosa traendo in arresto Domenico Compagnone, 19enne residente a Sparanise. Gli agenti lo hanno fermato poco distante la sua abitazione in via Kennedy con una quantità infinitesimale di hashish che prontamente ha dichiarato agli stessi agenti di detenere per uso personale. La successiva rituale perquisizione domiciliare ha svelato la reale connotazione di quel ancorché illegittimo possesso.

In casa di Compagnone infatti è stata rinvenuta hashish per un ammontare di circa 100 grammi, più 800 euro in banconote di diverso taglio, di chiara provenienza illecita, bilancini per il peso dello stupefacente, coltellini ancora sporchi e altro materiale solitamente usato dagli spacciatori per il confezionamento della droga in vista della vendita al dettaglio.

Il giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere in sede di rito direttissimo ha convalidato l’arresto, Compagnone ha patteggiato la pena ed è stato condannato a 2 anni con pena sospesa e 6mila euro di multa.

Gli agenti del Commissariato di Sessa Aurunca inoltre hanno fermato e segnalato all’autorità amministrativa per uso di sostanze stupefacente un minore di 18 anni, trovato in possesso di un grammo di hashish non troppo distante dal luogo dell’arresto di Compagnone. Il minore, 16enne, dopo la segnalazione è stato affidato ai propri genitori

 

DiRedazione

‘Colpo’ nel cimitero, scassinate e razziate le cappelle

Sorpresa amarissima questa mattina per i proprietari di diverse cappelle nel cimitero di Aversa. Ignoti nella notte hanno fatto visita alla struttura, scassinando diverse cappelle e provando ingenti danni.

Un gesto meschino, dato anche lo scarso valore degli oggetti rubati dai ladri, ancora da definire completamente. Furti che si ripetono con sempre maggiore frequenza nei cimiteri casertani: negli ultimi mesi vi sono stati diversi casi in particolare a Santa Maria Capua Vetere, letteralmente ‘bersagliata’ dai raid di questi criminali.

 

DiRedazione

Aggrediscono una donna, lavavetri scacciati dal maestro di boxe

Hanno tentato di aggredire una donna all’altezza dei semafori di via Libertà, ma un gruppo di lavavetri non sapeva di dover fare i conti con un maestro di boxe. La vittima era stata infatti accerchiata dal gruppetto, che aveva iniziato ad urlare e minacciare la donna, quando ad intervenire è stato il coach della Boxing Maddaloni, Clemente Di Crescenzo.

Il maestro non ci ha pensato due volte correndo ad affrontare i lavavetri, che vista la situazione hanno ben pensato di darsi alla fuga. Lo stesso Di Crescenzo ha quindi accompagnato la signora in un bar della zona, dove si è ripresa dallo spavento.

DiRedazione

Sondaggio Pallavolo Femminile, Caserta tra le simpatie ed antipatie fa aumentare lo share dello 0,2% a livello nazionale, 11,50% nel centro-sud e del 40% in Campania

Novara-Imoco-Caserta (1)Sondaggio commissionato dal gruppo editoriale Teleprima. 30 giorni fa è stato dato mandato per capire perché la Pallavolo Femminile cammina più lentamente rispetto ad altri sport cosiddetti minori. Da questo sondaggio sono venuti fuori dati eccezionali per tutti. La Volalto2.0 detiene tante simpatie ma anche tante antipatie a livello nazionale ma soprattutto in Campania. Le ultime news del Club VOLALTO 2.0, infatti, hanno fatto parlare tutta Italia sia a favore che contro e ciò ha portato a uno sbalzo di share facendo aumentare l’ interesse intorno al Volley Femminile. Questa notizia rappresenta un bel passo avanti sia per la Lega che per la Fipav , in quanto anche tutte le società del Nord, con Caserta, potranno allargare i loro orizzonti e gli sponsor in tutto il Sud.
Scacco Matto dalla Golden Tulip VOLALTO 2.0!

DiRedazione

Controller per console falsi, maxi sequestro della finanza

La guardia di Finanza di Torre Annunziata ha scoperto una vera e propria ‘filiera’ di operatori economici che si occupavano dell’importazione e della distribuzione sul territorio campano di prodotti ‘hi-tech’ contraffatti. In particolare, come riporta l’AdnKronos, i baschi verdi hanno sequestrato nella sede di una società importatrice della provincia di Caserta, nonché nella sede di un’impresa distributrice di Napoli e in diversi punti vendita al dettaglio di Torre Annunziata e Pompei, quasi 5 mila ‘controller’ contraffatti utilizzabili per le più diffuse console di videogiochi (PlayStation, Nintendo e Xbox 360).

Nello specifico, i prodotti sequestrati riportavano denominazioni ed indicazioni fraudolentemente alterate e riproducevano illecitamente la forma e il modello dei prodotti originali, perpetrando un’evidente contraffazione del marchio registrato dalle aziende multinazionali danneggiate (Sony Interactive Entertainment, Nintendo e Microsoft Corporation).

La merce sottoposta a sequestro aveva un valore di mercato complessivo che si aggira attorno ai 120 mila euro. Gli 8 soggetti responsabili del reato di contraffazione sono stati segnalati alle competenti autorità giudiziarie.

DiRedazione

Ragazzo casertano arrestato al concerto del primo maggio

C’è anche un casertano tra le 30 persone finite in manette durante i controlli delle forze dell’ordine per il concerto del primo maggio a Roma in piazza del Popolo. Tantissimi inoltre i giovani segnalati come assuntori di droga, e proprio inerente lo spaccio di stupefacenti è l’arresto del 29enne casertano, arrestato dal Gruppo Roma Sedici dei carabinieri.

Sedici i pusher arrestati: gli spacciatori (quattro romani di età compresa tra i 18 e i 47 anni, un 29enne della provincia di Caserta e 10 tra cittadini della Guinea, del Senegal, del Marocco, dell’Egitto e del Gambia) devono rispondere, a vario titolo, di spaccio e di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

In particolare i pusher sono stati sorpresi dai militari dell’Arma mentre spacciavano ed in quanto trovati in possesso di numerose dosi di droga. I militari, nel corso delle perquisizioni, hanno sequestrato complessivamente più di 138 grammi di hashish, 60 grammi  di marijuana, 2,9 grammi  di eroina, 1,9 grammi  di cocaina e pasticche di ecstasy, oltre alla somma di 750 euro ritenuta provento dell’illecita attività dei pusher arrestati.

Due nomadi 15enni, provenienti dall’insediamento della Monachina, invece, sono stati arrestati dai carabinieri mentre stavano rubando su un’autovettura in sosta; per una coppia di cittadini romeni di 21 e 23 anni e per una coppia di cittadini cubani di 25 e 30 anni, tutti nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, e’ scattato l’arresto perché sorpresi, in flagranza di reato, in due distinti episodi, mentre derubavano dei giovani spettatori durante il Concertone.