Archivio mensile maggio 2019

DiRedazione

Tris: Bancariopelato dentro!!! Afragolamanette rientra nei box per visita agli occhi e naso

Bancariopelato entra in tris in tutte le Regioni. Fuori gioco Afragolamanette che entra nei box per visita.

DiRedazione

Corsa finale: vino doc eletto!!! Isolano cash 50 quarto!!! Il togato dentro!!!

Corsa democratica Campana!!! Rompe isolano cash 50 e vola Vino doc!!! Il togato dentro, corsa a due per l’ultimo posto tra il cozza e il tarallo. Staccata l’olgettina!!!

Diredazione2 casertaprimapagina

Grand Prix-Trofeo Coconuda: Caserta si illumina con la “Divina” Federica Pellegrini

I riflettori saranno puntati su Federica Pellegrini, la “Divina” che per la prima volta in carriera gareggerà a Caserta e che ha annunciato di voler approfittare dell’occasione per visitare la città e il particolare la Reggia. Ma la quarta edizione del Grand Prix-Trofeo Coconuda, che per la prima volta si svolgerà allo Stadio del Nuoto di Terra di Lavoro, metterà in vasca un parterre di talenti di assoluto valore, con protagonisti azzurri ai prossimi mondiali che si svolgeranno in Corea del Sud dal 12 al 28 luglio, ma anche all’Universiade, agli Europei juniores e alla Mediterranean Cup. Merito del comitato organizzatore, guidato da Luciano Cotena, presidente della società Eventualmente Eventi & Comunicazione, e del direttore tecnico Francesco Vespe che – coadiuvati dal comitato regionale della Fin, dal Coni e dalle istituzioni con in testa la Provincia di Caserta e l’Agis Caserta – hanno contattato alcuni dei nuotatori più forti del panorama italiano.

Basti pensare che la finale dei 100 stile libero, in programma domenica, vedrà ai blocchi di partenza due dei più forti specialisti a livello mondiale, come il campione europeo 2016 e vicecampione continentale in staffetta nel 2018 Luca Dotto, e l’italo-canadese Santo Condorelli, quarto nella finale delle Olimpiadi di Rio 2016. Una sfida stellare per due atleti che hanno la certezza di gareggiare ai Mondiali di Gwangju, ma per ora solo in staffetta. Non è detto allora che sia Dotto sia Condorelli non centreranno il tempo minimo per la partecipazione alla rassegna iridata già nel Grand Prix-Trofeo Coconuda. Sicura del pass mondiale nei 100 stile libero, la “sua” gara, Federica Pellegrini invece gareggerà sabato 25 maggio.

La presentazione della quarta edizione del Grand Prix Città di Napoli è avvenuta oggi nella sala giunta della Provincia di Caserta alla presenza tra gli altri del presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca; del presidente dell’Agis, Giuseppe Guida; del delegato provinciale del Coni, Michele De Simone; del vicepresidente della Fin Campania, Ottorino Altieri; del direttore tecnico Francesco Vespe; del presidente del comitato organizzatore, Luciano Cotena.

Nel corso della presentazione è stato ricordato come allo Stadio del Nuoto ci saranno anche Elena di Liddo e Benedetta Pilato, già qualificate ai Mondiali rispettivamente nei 100 farfalla e nei 50 rana. Al meeting del weekend presenti anche Erika Ferraioli, Silvia Di Pietro e Alice Mizzau, tutte già finite sotto il tempo limite per poter prendere parte alla staffetta iridata nella 4 x 100 sl. Altri nomi di spicco sono quelli di Alessandro Pinzuti ed Alessio Proietti Colonna, rappresentanti italiani alle prossime Universiadi del 3-14 luglio; Erika Francesca Gaetani, Benedetta Pilato e Antonella Crispino, che invece difenderanno i colori italiani agli Europei juniores in programma a Kazan; Marina Cacciapuoti e Raffaele De Simone, portacolori azzurri alla Mediterranean Cup che si svolgerà in Bulgaria fra un mese. E ancora, occhi puntati su talenti come Ballo, Bianchi, Berlincioni, Di Tora, Trombetti, Carli, Galizi, Milli, Pellizzari, Foffi.

Numeri da record per questa edizione del Grand Prix-trofeo Coconuda: nove le regioni rappresentate (Campania, Lazio, Puglia, Basilicata, Lombardia, Molise, Marche, Emilia Romagna, Veneto) con un totale di 75 squadre iscritte e ben 900 atleti (dei quali circa 200 provenienti da fuori regione), per un numero di atleti-gara che supera quota 2.500. Tra i team più rappresentativi da segnalare la laziale Aniene (prima nel campionato italiano a squadre maschile e femminile), la Lombarda In Sport Rane Rosse (seconda al campionato italiano a squadre maschile e terza in campo femminile femminile) e l’Aurelia (terza al campionato italiano a squadre maschile) oltre ai gruppi sportivi nazionali di Fiamme Oro, Carabinieri, Esercito, Fiamme Gialle, Fiamme Azzurre. Tra i team campani da segnalare Canottieri Napoli, Olimpic Nuoto Napoli, Sporting Flegreo e Assonuoto Caserta (società vincitrice del trofeo Grand Prix Città di Napoli nel 2018).

Oltre al trofeo Coconuda, destinato alla società prima classificata in assoluto, il Grand Prix Città di Napoli mette in palio altri due ambiti riconoscimenti per le squadre partecipanti: quello dedicato alla memoria di Filippo Calvino (per la società prima classificata nella categoria Ragazzi) e quello intitolato ad Enzo Fusco, che invece premierà la compagine prima classificata nella categoria assoluta unificata (Juniores-Cadetti-Seniores).

Diredazione2 casertaprimapagina

Internazionali Femminili di Tennis Città di Caserta, iniziati gli incontri del tabellone principale e di doppio

Gabriela Ce, Beatrice Lombardo, Cristiana Ferrando, Federica Di Sarra, Camilla Rosatello e Tatiana Pieri sono le sei tenniste che si sono qualificate, aggiungendosi alle ventidue già inserite nel “main draw “, ovvero il tabellone finale, in virtù della posizione di ranking Wta ed alle quattro wild card concesse dell’Itf alle italiane Jessica Pieri, Martina Biagianti, Federica Prati e alla statunitense Jane Wasserson. Tutte a trentadue le tenniste sono inserite nel tabellone principale e una di loro domenica mattina 26 maggio, alzerà al cielo la coppa riservata alla vincitrice della trentaduesima edizione degli “Internazionali Femminili di Tennis Città di Caserta – Powergas Cup” con montepremi di 25.000 dollari.

Nella seconda giornata di gare, la mattinata è stata dedicata al completamento degli incontri del tabellone delle qualificazioni. La brasiliana Gabriela Ce ha superato in tre set con il punteggio di 6-0, 6-7, 10-8 l’agrigentina Dalila Spiteri. La wild card Beatrice Lombardo ha superato Nastassia Burnett in due set con il punteggio di 6-2, 6-4. In tre set, 5-7, 6-1, 10-6, Cristiana Ferrando ha superato la francese Lou Brouleau, parimenti combattuto il match concluso sul 7- 6, 7- 6che ha visto prevalere Federica Di Sarra sulla colombiana Maria Fernando Herazo Gonzalez. Camilla Rosatello che si allena al Vehementia Tennis Team Cuneo ha superato in tre set con il punteggio di 4-6, 7-6, 10-4 la rumena Nicoleta Catalina Dascalu, la lucchese Tatiana Pieri ha superato in tre set con il punteggio di 3-6, 6-4, 7-10 e la slovena Pia Cuk. Il primo match del tabellone finale ha visto di fronte l’austriaca Julia Graber ha superato in due soli set, con il punteggio di 6-0, 6-0, la milanese Federica Prati. La seconda giornata è proseguita poi secondo con il programma con gli altri incontri programmati del tabellone delle qualificazioni ed i primi incontri del tabellone del doppio.

In occasione degli “internazionali”, il circolo casertano del tennis, ospita la personale dell’artista Felice Dell’Aversana, tutte le opere esposte sono ispirate al tennis e realizzate con materiale per disputare gli incontri ovvero vecchie palline, racchette, scarpe e altro. Parallelamente agli “internazionali” prosegue l’attività delle squadre del circolo. Quella femminile ha vinto il campionato di serie C, mentre la squadra maschile over 45 del circolo tennistico di via Laviano, composta da Marco e Luca Matarazzo, Aurelio Scotti e Rosario Mei è in finale per la conquista del titolo regionale ed è già qualificata per la fase nazionale che si svolgerà a settembre. Per la conquista del titolo regionale, il team casertano, che ha superato imbattuta la fase a girone e battuto in semifinale il Tennis Club Averno per 2-1, affronterà la squadra del Tennis Club Napoli sabato 25 alle 15, sui campi della squadra avversaria siti nella villa comunale partenopea.

Diredazione2 casertaprimapagina

Le scuole di Caserta a Palazzo Montecitorio con l’Assessore Maddalena Corvino

Lunedì 20 maggio si è tenuto nell’Aula di Montecitorio, alle 15.30, lo spettacolo teatrale “Processo a Pinocchio”, un Progetto di UNICEF Italia ispirato alla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Prima dello spettacolo, introdotti da Geppi Cucciari, sono intervenuti il Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, la Vicepresidente Mara Carfagna e il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo. Chiamate a partecipare tutte le scuole della Campania. Ben quattro sono state le scuole di Caserta che hanno preso parte all’evento: il Liceo “A. Manzoni” della preside Adele Vairo, l’ITIS Liceo Scientifico “F. Giordani” della preside Antonella Serpico, la Scuola Media “Dante Alighieri” e l’I.C. “De Amicis-Da Vinci”. Alla volta di Palazzo Montecitorio anche una delegazione della Cidis Onlus Caserta, un’associazione che opera a livello nazionale ed europeo per promuovere una cultura dell’accoglienza e costruire integrazione. Non ha voluto assolutamente far mancare la sua presenza l’Assessore alla Pubblica Istruzione, alle Pari Opportunità e alle Politiche Giovanili del Comune di Caserta, dr.ssa Maddalena Corvino, che ha preso parte all’iniziativa in maniera davvero entusiasta, dimostrando ancora una volta la sua particolare attenzione e il suo costante impegno per il mondo della scuola casertana e dei diritti dei bambini.

«E’ stata un’esperienza davvero meravigliosa – ha sottolineato Maddalena Corvino – Sono orgogliosa di aver partecipato all’iniziativa organizzata egregiamente dall’UNICEF Italia in occasione del trentesimo anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. E’ importante che i giovani conoscano i loro diritti ed i loro doveri. I miei complimenti vanno soprattutto ad Emilia Narciso, scrittrice del libro Processo a Pinocchio e ai ragazzi che sono stati i protagonisti dell’intera giornata».

DiRedazione

Finale a Viterbo: arbitri troppo di zona vicino a Orvieto. Allerta massima, parte pool di esperti dalla Campania con supporto romano

Indiscrezione: a Viterbo arriva in giornata un pool di esperti che controllerà e analizzerà gli arbitri in quanto troppo vicini di zona di Orvieto. Un minimo errore e può scoppiare uno tsunami in sede penale.

DiRedazione

Furto a casa dell’ex campione olimpionico

Ladri scatenati a Marcianise e stavolta nel mirino è finito l’ex campione olimpionico di pugilato Angelo Musone, che è stato fino a pochi mesi fa anche assessore allo Sport della giunta di Antonello Velardi.

La banda è entrata in azione tra le 13 e le 15 di domenica, quando Musone non era nella sua casa in via Corridoni, nel rione Medaglie d’Oro.

I ladri hanno portato via tutto quello che era nell’abitazione per poi fuggire. Musone, tornato a casa verso le 15, ha fatto la scoperta ed ha poi provveduto a denunciare il fatto.

Pare che ad agire sia stata una banda a bordo di una Mercedes di colore scuro. Non è stato ancora quantificato il bottino.

DiRedazione

Spaccio di droga nei bar, fermati due cugini

Nella giornata di sabato, nell’ambito di servizi mirati al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente, personale del Commissariato di Aversa, diretto dal Primo Dirigente Vincenzo Gallozzi, ha effettuato diverse perquisizioni a Lusciano al termine delle quali venivano denunciati due cugini, Giuseppe N. e Davide N. rispettivamente di 26 e 20 anni.

Durante l’attività di Polizia Giudiziaria, veniva ritrovato un proiettile calibro 357 Magnum GFL, nonché, ben occultata nell’auto, una cassettina contenente circa 40 grammi di hashish, materiale per il confezionamento della droga e la somma di 90 euro ritenuta provento dello spaccio.

Dall’attività info investigativa emergeva che il ventenne aveva da poco iniziato l’attività illegale di vendita dello stupefacente, collocandosi nei pressi dei bar locali ed in pieno giorno. I due, espletati gli atti di rito e sequestrato il tutto, venivano segnalati in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione abusiva di munizioni.

DiRedazione

Pistola in faccia al barista ‘per protezione’, arrestati

Soldi in cambio di ‘protezione’ al proprietario di un bar. Per questo gli agenti del Commissariato di Polizia di Aversa, guidati dal dirigente Vincenzo Gallozzi, hanno tratto in arresto nella giornata di domenica Giuseppe Motti, 44enne pluripregiudicato e con precedenti per estorsione, e Vincenzo Tallone, 32enne con precedenti per reati contro il patrimonio. I due sono finiti in manette per i reati di tentata estorsione, porto abusivo di pistola con matricola abrasa, resistenza e lesioni.

Motti e Tallone, con il prezioso contributo di un cittadino, venivano rintracciati da una Volante a bordo della propria auto nei pressi di un bar a Carinaro, dove avevano chiesto soldi in cambio di “protezione”. Al rifiuto del commerciante, i due lo minacciavano puntandogli la pistola alla testa e successivamente colpivano con il calcio della stessa un avventore coraggioso che aveva tentato di allontanarli.

Agganciati i malviventi, uno di loro opponeva resistenza attiva sferrando calci e pugni ai poliziotti che con non poca difficoltà riuscivano a metterlo in sicurezza a bordo della vettura di servizio. A seguito di perquisizione, occultata nella loro auto, veniva rinvenuta l’arma con matricola abrasa utilizzata per il tentativo di estorsione.

Espletati gli atti di rito, entrambi gli arrestati venivano associati al carcere di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

DiRedazione

Rafforzato il ticket Oliviero/ Caputo. Graziano fuori gioco per le prossime Regionali

Mentre Oliviero e Abate fanno incontri e manifestazioni per Caputo, Graziano rema contro e cerca di entrare tra i fedelissimi di Caputo ma prende i pali. Alle prossime regionali Graziano è fuori gioco non sarà più eletto. Il resto sono chiacchiere metropolitane.