Archivio mensile aprile 2019

DiRedazione

Blitz in via Roma, arrestato 23enne con la droga

151514_volante_poliziaLa Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Maddaloni, ha proceduto all’arresto, a Maddaloni, per spaccio di sostanze stupefacenti, di D.G., 23 anni, di Maddaloni, con precedenti specifici.

In particolare, all’arresto dello spacciatore si è giunti durante una specifica attività del Commissariato di P.S. di Maddaloni, al fine di contrastare il degenerante fenomeno dello spaccio e del consumo di droghe, soprattutto nel mondo dei giovani.  In dettaglio, durante  un pattugliamento di via Roma, a Maddaloni, il personale della Volante ha notato un giovane con atteggiamento sospetto. Pertanto, i Poliziotti, in modo discreto lo hanno seguito, senza essere notati, fino a bloccarlo mentre saliva a bordo del suo ciclomotore, nel tentativo di allontanarsi indisturbato.  Considerando che la zona in questione è spesso frequentata da persone dedite allo spaccio di droga, i Poliziotti hanno proceduto a perquisizione sia nei confronti del giovane, che del suo ciclomotore,  a seguito della quale hanno rinvenuto circa 50 grammi di hashish, unitamente a un coltello, utilizzato per il taglio della sostanza e a un cospicuo  quantitativo di danaro.

Attese le risultanze investigative, D.G. veniva dichiarato in stato di arresto, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

DiRedazione

Maxi carico di contrabbando bloccato al casello dell’autostrada

sequestro sigarette condizionatori-2Nella mattina di ieri una pattuglia del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Caserta ha fermato al casello di Napoli Nord della A1 un furgone telonato che trasportava oltre 1,2 tonnellate di sigarette di contrabbando, pari a 6.100 stecche, sequestrando l’intero carico occultato all’interno di decine di confezioni di condizionatori portatili.

Continua l’impegno delle Fiamme Gialle casertane nel controllo delle principali arterie stradali per la repressione dei traffici illeciti e del contrabbando in particolare. Dopo l’ultimo sequestro risalente a soli pochi giorni fa, i militari della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Finanziaria di Caserta sono riusciti ad intercettare un altro carico di sigarette di contrabbando diretto all’area napoletana.

Questa volta l’occhio esperto dei militari ha individuato un furgone telonato al cui interno erano stoccate decine e decine di scatole di cartone contenenti condizionatori portatili. Tuttavia, una prima anomalia è emersa già al momento del controllo della documentazione di accompagnamento, da cui risultava che la spedizione era partita da Trieste e aveva come destinatario un noto rivenditore di elettrodomestici dell’hinterland napoletano, che, però, all’indirizzo di consegna non risultava avere alcun deposito.

I dubbi diventavano gravi sospetti quando i militari decidevano di scaricare qualche scatola che risultava ben più leggera rispetto al peso presumibile di un tale elettrodomestico.  Da qui la decisione di accompagnare il mezzo in caserma dove si procedeva all’ispezione fisica degli imballi rilevando che all’interno delle scatole vi era solamente la scocca in plastica dei condizionatori mentre al posto del motore e dei serbatoi di acqua erano stati nascosti solamente pacchetti di sigarette di contrabbando.

In totale, una volta svuotati tutti i cartoni, sono stati contati ben 61.000 pacchetti di cheap white di marca “Compliment” abilmente occultati in 120 scocche di elettrodomestici.

DiRedazione

Porta la droga in carcere, arrestato

La Polizia Penitenziaria del Reparto di Carinola ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di una persona accusata di avere tentato di introdurre droga nella struttura penitenziaria.

L’indagine è stata avviata nel mese di novembre 2018, a seguito del rinvenimento di sostanze stupefacenti ad opera del personale di Polizia Penitenziaria del carcere di Carinola, sostanze intercettate nel corso dei controlli di sicurezza effettuati dal medesimo personale sui pacchi postali in entrata diretti ai detenuti. La sostanza era stata accuratamente occultata tra gli indumenti contenuti in un pacco diretto ad un detenuto.

Il Comando di Polizia Penitenziaria di Carinola, a seguito del rinvenimento della sostanza stupefacente eseguiva su delega della Procura della Repubblica, accurate e mirate indagini che consentivano di individuare il soggetto autore del tentativo di introduzione di stupefacenti all’interno del carcere, persona che in data odierna è stata tratta in arresto in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

DiRedazione

Addio a Ludovico Capece, l’ultimo gesto d’amore col placet dei figli

Si terranno venerdì mattina al Duomo di Marcianise alle ore 10 i funerali di Ludovico Capece, ex direttore sanitario dell’ospedale. La salma giungerà direttamente in mattinata da Perugia, dove il medico è stato ricoverato negli ultimi giorni. Prima di tornare a casa, però, c’è stato l’ultimo gesto d’amore, effettuato col placet dei figli. E’ stata effettuata, infatti, l’autopsia sulla salma per permettere ai medici di indagare gli effetti di una terapia sperimentale a cui Capece era sottoposto. I figli, in omaggio al padre medico, hanno acconsentito.

Diredazione2 casertaprimapagina

Blitz a Maddaloni, sequestrate due discariche di rifiuti tossici

I Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Marcianise hanno rinvenuto, casualmente, nel corso dei lavori di escavazione, delle discariche abusive di rifiuti pericolosi interrati. Nei due cantieri predetti i Carabinieri Forestali hanno sequestrato una prima area di circa 600 mq, ubicata alla località “Masseria Fabbriche” del comune di Maddaloni, interessata dai lavori di realizzazione di una rotonda stradale sulla Strada Provinciale N. 235, ove è stato rinvenuto uno strato di circa 80 cm di rifiuti costituiti da resti frantumati di batterie per automezzi esauste. Una seconda area dell’estensione di circa 350mq: ubicata alla località “Calabricito” del comune di Maddaloni, interessata dai lavori di scavo preliminari per la bonifica bellica e caratterizzazione del terreno. Interventi finalizzati alla realizzazione del raddoppio dello scalo ferroviario Interporto Sud Europa. In quest’altro sito sono emersi dal sottosuolo dei rifiuti, sversati ed interrati in periodi di tempo imprecisati, costituiti da materiali provenienti da interventi di demolizioni e disfacimenti edilizi con una consistente presenza di cemento amianto. Entrambe sono state subito sequestrate.

Diredazione2 casertaprimapagina

Ludopatie ed altre dipendenze, Caserta avrà un centro diurno in via degli Oleandri

Prosegue l’attività dell’Amministrazione Comunale di Caserta guidata dal sindaco Carlo Marino nell’ambito della valorizzazione degli immobili inoccupati di proprietà comunale. In particolare, in un immobile comunale di circa 160 metri quadri di via degli Oleandri, sorgerà un Centro diurno dell’Asl Caserta che ospiterà iniziative di contrasto alle dipendenze comportamentali, a partire dalle ludopatie.

“L’intesa con l’Asl Caserta – spiega il sindaco – consentirà di valorizzare, con spese di ripristino, rifunzionalizzazione e allestimento a totale carico dell’azienda sanitaria locale, un immobile inoccupato di via degli Oleandri, destinandolo a tutte le attività che il Servizio Sanitario Nazionale e lo stesso Ente possono realizzare al servizio delle persone che vivono dipendenze non da sostanze tossiche ma da gioco d’azzardo, da internet ed altre patologie comportamentali. Tale iniziativa si inquadra nell’ottica delle politiche regionali di contrasto a tali specifiche dipendenze non da sostanze, sviluppando sul territorio una innovativa e integrata dinamica di terapia e di reinserimento delle persone nel tessuto sociale”.

DiRedazione

Trovato morto con una ferita alla testa sotto il cavalcavia

cadavere scientifica-2Ritrovato il corpo senza vita di D.S. 40enne di Castel Volturno sulla strada statale 7 Quater al km 37,300. Il cadavere è stato rinvenuto al di sotto del cavalcavia con una profonda ferita alla testa e riverso nel sangue: l’uomo è morto sul colpo dopo la caduta da un’altezza di circa 11 metri. Il fatto è accaduto lunedì primo aprile.

I vigili del fuoco, i carabinieri di Casal di Principe e quelli di Villa Literno hanno ritrovato anche l’auto dell’uomo, una Fiat Punto di colore blu accostata al guard-raill con il finestrino lato del passeggero rotto e con evidenti segni di un sinistro. La dinamica è ancora da chiarire per accertare se l’uomo si sia sporto troppo  oppure intenzionalmente si sia lanciato nel vuoto

DiRedazione

Dottoressa spinta e minacciata dal vicino di casa

123728_tribunale_riesame_ftvArriva dinanzi al Giudice Penale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere un’altra vicenda giudiziaria a carico di Roberto P. di Capua di 44 anni per il quale è stata firmata una nuova richiesta di rinvio a giudizio da parte dei Sostituti Procuratori della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

A denunciarlo, questa volta,  una dottoressa, un’altra sua vicina di casa, nel parco condominiale, sempre nella città di Capua, che tempo fa presentò una querela contro di lui. Roberto P., secondo l’accusa, minacciò la dottoressa con frasi ingiuriose da lui pronunciate per futili motivi e la spintonò con forza tanto che fu necessario il ricovero in ospedale della professionista.

A condurre le indagini i Carabinieri  di Capua comandati dal capitano Francesco Mandia. Successivamente il completamento della delega venne dato alla polizia giudiziaria della Procura. Il processo ora e’ a dibattimento e Roberto P. è difeso dall’avvocato Emiliano de’ Ruggiero, mentre la dottoressa persona offesa è  assistita dall’avvocato Raffaele Crisileo che si è costituito parte civile nel processo penale chiedendo la condanna dell’indagato.

DiRedazione

Le ruspe della Procura abbattono 3 immobili abusivi

demolizione via cortese castel volturno-2Ruspe di nuovo in azione questa mattina su ordine della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. E’ iniziata infatti la demolizione di tre immobili abusivi nel comune di Castel Volturno.

Il primo manufatto abusivo, realizzato da un soggetto noto alle forze dell’ordine in quanto pregiudicato, ubicato nel comune di Castel Volturno, in località ‘Ponte a Mare’ in via Cortese. L’immobile è costituito da un corpo di fabbrica completo e rifinito, di una superficie di 120 mq circa, utilizzato ad uso residenziale, caratterizzato da un unico piano terra, costruito su area demaniale di uso civico in zona con forte dissesto idrogeologico coperta da diversi vincoli.

Il secondo manufatto realizzato in località Baia Verde, in via Cortese, è in corso di costruzioni ed è composto da un corpo di fabbrica in muratura di tufo e pilastri, caratterizzato da un piano terra e parte de primo. L’immobile è costruito in zona con forte dissesto idrogeologico coperta da diversi vincoli.

Il terzo manufatto abusivo, in località Bagnara ‘Palma Beach’, è composto da un vano di 40 mq circa, un capannone in ferro con copertura in pannelli di eternit e l’installazione di due container in ferro, il tutto insistente su un’area di proprietà demaniale, di forte impatto ambientale, coperto da vincolo paesaggistico ambientale, vincolo idrogeologico, vincolo dell’autorità di bacino, vincolo sismico e di edificabilità dal piano regolatore comunale.

A un 37enne pregiudicato di Maddaloni risultavano intestati 260 veicoli. Aveva così garantito l’utilizzo di auto «fantasma» a un’organizzazione criminale che le usava per commettere crimini su tutto il territorio nazionale, ma anche allo scopo di evadere i pagamenti delle tasse di possesso, delle contravvenzioni al codice della strada e delle polizze assicurative (registrate a suo nome 180 violazioni per un totale di 100mila euro). Tra queste anche la Skoda su cui viaggiavano le quattro persone slave che hanno trovato la morte nel tragico incidente stradale verificatosi sulla statale 372 “Telesina” all’altezza del comune di Alvignano, lo scorso 16 gennaio.

DiRedazione

Graziano a breve non sarà più Presidente Regionale del PD

Graziano StefanoIl Partito Democratico di Zingaretti ha cambiato la segreteria regionale Campana del PD. Ora cambierà anche la Presidenza (non c’è ne voglia quel simpaticone di Graziano) di Stefano Graziano. Le notizie vanno messe e il consigliere Graziano non si lamenti sempre. Perché noi stiamo semplicemente anticipando la notizia, che dopo qualche mese o settimana, quando accadrà, tutti lo pubblicheranno. E quindi “ci consenta” di dire che noi lo avevamo già pubblicato.