Archivio mensile marzo 2019

DiRedazione

Pagano da funzionario dell’agenzia dell’entrate passando per l’Asl con l’AIRRI a segretario provinciale di Fratelli D’Italia

Ecco a voi il nuovo che avanza!!!
Il fratellino D’Italia che da funzionario dell’agenzia dell’entrate alla società di famiglia AIRRI che con un tetto di struttura incassa circa 4Milione e mezzo. Azz!!!!! La sua struttura è come tante altre ma come è stato possibile che negli anni abbia raggiunto un tale livello di fatturato all’Asl? Ah saperlo….

Diredazione2 casertaprimapagina

Segnaletica e valorizzazione, proficua sinergia tra la Fondazione Real Sito di Carditello e Santa Maria Capua Vetere

La valorizzazione del territorio e della proposta turistica anche attraverso la sinergia tra Enti: è su queste basi che, a seguito di proficui e significativi confronti tra il Comune di Santa Maria Capua Vetere e la Fondazione Real Sito di Carditello, situata a San Tammaro, sono state poste in essere diverse azioni finalizzate a realizzare un agevole collegamento lungo i tratti stradali che vantano la presenza di patrimoni storico-archeologico di indiscutibile valore. Sono stati così realizzati, a distanza di tanti anni, interventi di manutenzione e messa in sicurezza di via San Giovanni, la strada che oltre rendere più agevole il transito da Santa Maria Capua Vetere a Carditello è anche quella che risulta quale “percorso consigliato” sui navigatori satellitari e quindi maggiormente alla portata anche dei turisti dal Real Sito all’antica Capua. E’ stato inoltre posto in essere un primo intervento di segnaletica stradale, sia in via dei Romani che nei pressi del casello autostradale di Santa Maria Capua Vetere, con le opportune indicazioni per il Real Sito di Carditello.

“Abbiamo sempre creduto nella sinergia e nella collaborazione tra Enti ed Istituzioni – ha dichiarato il sindaco Antonio Mirra – in particolare quando tra gli obiettivi rientrano il rilancio e la valorizzazione della proposta turistica e culturale dei nostri territori. Sono state poste in essere delle prime azioni che consentono, in maniera pratica, di creare una prima rete di collegamento tra le stupende bellezze della nostra Città e il bellissimo Real Sito di Carditello, sulla base di proposte costruttive che abbiamo con piacere condiviso con la Fondazione”.

“I lavori di manutenzione lungo via San Giovanni, strada che conduce da Santa Maria Capua Vetere al Real Sito di Carditello, sono il frutto delle numerose interlocuzioni tra la Fondazione e il Comune. Inoltre – ha precisato Luigi Nicolais, Presidente della Fondazione Real Sito di Carditello – grazie all’autorizzazione fornita dal Sindaco Antonio Mirra, la Fondazione sta incrementando la segnaletica stradale lungo lo stesso itinerario. Il nostro obiettivo prioritario è, infatti, promuovere il complesso monumentale affinché sia finalmente inserito negli itinerari turistici e culturali della provincia di Caserta. In tal modo ci auguriamo di poter contribuire al rilancio delle aree circostanti, rendendo i Comuni interessati parte attiva nel percorso di rinascita del territorio”.

“Sono un convinto promotore delle pratiche di collaborazione tra enti – ha spiegato Roberto Formato, Direttore della Fondazione Real Sito di Carditello – Mi riferisco alla manutenzione effettuata dal Comune di Santa Maria Capua Vetere lungo via San Giovanni, tratto di strada importante nella rete viaria dell’area dove sorge il Real Sito, poiché è segnalata dai navigatori come percorso preferenziale per giungere al complesso monumentale, provenendo dall’Autostrada. Allo stesso modo, sono soddisfatto di poter affermare che anche grazie all’attenzione del Sindaco Mirra, i viaggiatori potranno essere agevolati dalla presenza di un maggior numero di segnali stradali. Entrambi gli interventi, realizzati a valle delle segnalazioni della Fondazione, sono l’esito di un rapporto di proficua collaborazione che siamo certi potrà proseguire nell’immediato futuro per dare spazio a nuove attività realizzate in sinergia”.

DiRedazione

Scomparso da due giorni il fratello del noto costruttore

scomparso sabba-2Una famiglia in apprensione per la scomparsa di un suo caro. Sono ore drammatiche quelle che stanno vivendo i familiari di Antonio Sabba, il 73enne fratello del noto costruttore di Maddaloni Raffaele, scomparso nel nulla nella giornata di lunedì, 25 marzo.

Come denunciato dai parenti di Antonio, pensionato residente nella frazione di Centurano a Caserta, assieme alla moglie, quest’ultimo era uscito in mattina con l’auto. Dopo aver fatto rientro, aveva lasciato sul tavolo in cucina tutti i suoi effetti personali (chiavi della macchina, il portafoglio, i documenti e il cellulare), per uscire a piedi.

Da quel momento è svanito nel nulla: l’ultimo avvistamento risale alle 15 di lunedì, quando un conoscente lo ha incontrato a Capua, davanti alla farmacia Tartaglione, in via Gran Priorato Malta. Da allora nessuno ha più avuto sue notizie. I familiari hanno denunciato la scomparsa di Antonio alle forze dell’ordine e anche a ‘Chi l’ha visto?’, il noto programma di Rai3.
DiRedazione

Il ‘re del pane’ arrestato, Morico finisce in carcere

gianni morico-2Gianni Morico e Nicola Del Villano tornano in carcere. Il ‘re del pane’ di Santa Maria Capua Vetere è finito in manette nella serata di ieri, con il blitz dei carabinieri della Compagnia sammaritana che lo hanno raggiunto nella sua abitazione della città del Foro, mentre Del Villano è stato tratto in arresto a Cancello ed Arnone, dove era ai domiciliari.

Il provvedimento nei confronti di Morico e Del Villano è stato richiesto dal procuratore generale dalla Corte di Appello di Napoli e accolto dalla medesima corte dopo la sentenza di secondo grado che ha condannato Morico e Del Villano rispettivamente a 6 anni e 8 mesi di carcere e 11 anni.

Il ‘re del pane’ era accusato dalla DDA di aver aiutato e sostenuto il clan dei Calesesi. Dopo l’assoluzione in primo grado, la deposizione del pentito Nicola Schiavone aveva ‘inguaiato’ l’imprenditore, condannato infatti in Appello.

 

Diredazione2 casertaprimapagina

Il Team Renga ai Campionati Interregionali di Combattimento di Taekwondo a Casalnuovo il 23 e 24 Marzo

Ricco bottino per l’Asd Athletic Lab – Team Renga ai Campionati Interregionali di Taekwondo tenutisi a Casalnuovo sabato 23 e domenica 24 marzo 2019. Ben 4 ori, 7 argenti e 6 bronzi è stato il bottino finale della due giorni di combattimento. Il 23 marzo è stato il giorno dedicato ai più piccoli dai 6 agli 11 anni (categorie esordienti e cadetti B) da cintura gialla a nera. Il piccolo arenziano Francesco Borzacchiello si è aggiudicato il titolo di campione interregionale, con una prova da vero e proprio veterano, vincendo al golden point la finale. Hanno invece conquistato l’argento Antonio Chianese, Pasquale Tirino e Giuseppe Affinito, tutti vincitori di semifinale e arresisi solo dopo finali combattute colpi su colpo. Quattro i bronzi del sabato: Anna Lucia Esposito, Anna Esposito, Francesco d’Itollo, Nicola De Lucia, autore di un ottimo quarto di finale. Si sono ugualmente distinti, pur senza raggiungere medaglia Paolo Daddio (che dopo aver vinto il suo preliminare ha perso ai quarti), Alessandro Russo Lagnese, Umberto Pio Punzo, Giuseppe Russo, Christian Nerone e Salvatore Di Giorgi. La giornata ha visto l’importante opera di propaganda delle prossime Universiadi di Napoli.

Domenica 24 è stato il giorno dei più grandi che hanno risposto alla grande ai successi dei più piccoli. Tre ori con Francesco Procino e Gaia Gazzillo, che hanno espresso la loro supremazia già a partire dalle semifinali, e Tommaso Crisci. Gli argenti sono stati 4: Flavia Papirio, Angelo Merola, Pietro d’Angelo, Simone Carfora. Due i bronzi con Alfonso Izzo e Sabatino Crisci. Anche in questo caso buona la prova di Francesca Crisci al suo esordio assoluto in una gara di combattimento e di Gian Michele Manna. Si ritorna in palestra non solo con qualche medaglia in più ma con tanta più convinzione e voglia di migliorarsi.

Lo Staff Tecnico dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Athletic Lab “Team Renga” è il seguente: Direttore Tecnico Maestro Aniello Renga, Cintura Nera V Dan di Taekwondo, Cintura Nera I Dan di Hanmudo, Responsabile sede di Santa Maria a Vico.

Insegnanti Tecnici:
Maestro Pierluigi Renga, Cintura Nera III Dan di Taekwondo, Cintura Nera I Dan di Hanmudo, Responsabile sede di Maddaloni e Responsabile sede di Arienzo;
Maestro Antonio Traviso, Cintura Nera II Dan di Taekwondo, Laurea Specialistica in Scienze Motorie, Responsabile sede di Cervino;
Maestro Raffaele Grieco, Cintura Nera II Dan di Taekwondo, Collaboratore sede di Santa Maria a Vico;
Maestro Chiara Sgambato, Cintura Nera I Dan di Taekwondo, Collaboratrice sede di Santa Maria a Vico;
Assistente tecnico Annateresa Di Domenico, già Campionessa Nazionale Universitaria, Collaboratrice sede di Vitulazio.

DiRedazione

Doppio colpo dei ladri, svaligiati due negozi

furto negozio serranda-2Un doppio colpo in rapida successione, tanto che i carabinieri non escludono possa trattarsi della stessa banda di malviventi. Sono quelli messi a segno la scorsa notte ai danni di due attività commerciali, un negozio di animali e uno di abbigliamento.

Il primo è avvenuto sulla Nazionale Appia a Curti, mentre il secondo in centro a Capua. Uguale il modus operandi dei ladri: questi hanno infatti forzato la saracinesca all’ingresso dei locali con arnesi da scasso per poi arraffare rapidamente soldi e merce di maggiore valore.

Dopo il doppio colpo la banda si è data rapidamente alla fuga. Sul caso indagano ora i carabinieri della Compagnia di Capua, che stanno cercando elementi utili per rintracciare i ladri

 

DiRedazione

Ragazza insospettabile arrestata con 116 grami di cocaina

arresti castel volturno-2I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno proceduto all’arresto di una 23enne incensurata, del posto, per detenzione ai fini di sostanze stupefacenti.

I militari dell’Arma, in via Galatina, hanno sottoposto a controllo la donna e, atteso il fare sospetto della stessa, hanno proceduto alla sua perquisizione, rinvenendo in suo possesso 116 grammi di cocaina, contenuta in un involucro in plastica.

Lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. L’arrestata è stata accompagnata presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, su disposizione della competente autorità giudiziaria.

DiRedazione

Ferito con 4 coltellate per un “amore sbagliato”

rapina coltello-3Emergono nuovi particolari sull’aggressione ad Aversa. Il ragazzo che è stato accoltellato ha 20 anni ed è stato raggiunto da quattro fendenti che lo hanno costretto a ricorrere alle cure del Pronto soccorso dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Aversa.

Il ragazzo ha raccontato ai poliziotti del commissariato normanno di essere stato avvicinato mentre era in scooter da due persone, anche loro su uno ciclomotore, che lo hanno aggredito e minacciato per la sua relazione con una loro parente. Durante la discussione, uno dei partecipanti ha estratto un coltello ed ha ferito il 20enne con quattro colpi, lasciandolo a terra sanguinante.

Gli aggressori sono scappati, facendo perdere le loro tracce, mentre alcuni passanti hanno soccorso il ferito, allertando il 118 che lo ha trasportato in ospedale.

DiRedazione

Moxedano pensasse a Napoli, non al concorso disabili a Caserta. Che interessi ha a Caserta Moxedano?

WhatsApp Image 2019-03-25 at 16.59.41Il consigliere Regionale Moxedano al posto di pensare e dare un poco di servizio al popolo napoletano, vuole far cambiare il concorso per disabili a Caserta. Ma forse tiene qualche problema in famiglia da risolvere? Perché per quanto noi ne sappiamo, Mario il fratello è una persona seria!!! Lui, comprendiamo che è un politico, ma pensasse ad altro, al posto di influenzare quando si fa qualcosa di serio specialmente per i portatori di Handicap!!! Moxedano pensasse a fare qualche o qualcosa di serio per Napoli e provincia!!!

Diredazione2 casertaprimapagina

Maltrattamenti in famiglia e minaccia dell’uso delle armi, arrestato 42enne di Trentola

Nel corso della notte, in Trentola Ducenta (Ce), i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Aversa hanno proceduto all’arresto di D.L., cl. 77, originario di Napoli e residente in Trentola Ducenta, ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e minaccia dell’uso delle armi. L’arresto è scaturito da una chiamata al 112 effettuata, nel corso della notte, dalla 39enne moglie dell’arrestato che, dopo essere stata picchiata e minacciata di morte, è riuscita a fuggire e richiedere l’intervento dei Carabinieri.

I militari dell’Arma, giunti sul posto, hanno innanzitutto proceduto ad assicurare le condizioni di assoluta messa in sicurezza della donna che, unitamente ai tre figli minori, si trovava già presso altra località. Appurati i fatti hanno proceduto a dichiarare in stato di arresto l’aggressore, collocandolo agli arresti domiciliari in attesa del provvedimento di convalida del GIP. Nella circostanza sono state poste sotto sequestro cautelativo tutte le armi legalmente detenute dall’uomo e custodite presso la propria abitazione. In particolare sono stati sequestrati 5 fucili, 15 coltelli a serramanico e numerose munizioni nonché una pistola con il colpo in canna, quindi pronta all’uso.

Secondo quanto raccontato dalla donna ai carabinieri, l’episodio della scorsa notte è da inserire in un più complesso quadro di reiterate minacce e maltrattamenti subiti dalla donna ad opera del marito. L’intensificazione di tali ignobili comportamenti ha indotto la donna a chiedere, finalmente, l’aiuto dei carabinieri.