Dopo gli arresti a Lusciano la famiglia Emini con i suoi parenti continua la speculazione a braccetto con la camorra dal 1982

DiRedazione

Dopo gli arresti a Lusciano la famiglia Emini con i suoi parenti continua la speculazione a braccetto con la camorra dal 1982

Parco Eminini-Dia (1)Area 167, area PEEP “piano edilizio economico e popolare”: una speculazione e truffa mai vista in tutta Italia. Perché tutto tace? Perché consiglieri o parenti si passano appartamenti e se li rivendono? Può essere che ancora oggi continua la speculazione con parenti e affini? I pentiti hanno accusato i registi di questa speculazione, perché non vengono arrestati? Una mega speculazione edilizia. In più, Emini fa fallire la sua società e riparte con altre società intestate a “parenti e affini” dicendo in giro che tra loro non c’è niente. E’ mai possibile una cosa di questa natura? Sapete cara DDA quanti appartamenti, locali commerciali, mansarde non mansarde vendono questi signori alle vostre spalle e se la ridono pure? La Camorra c’è dentro da quando esistono i casalesi, lo dicono decine di pentiti, ci spiegate perché non vengono arrestati tutti? Furono fatti degli arresti, qualcuno sbagliato, poi da quel momento è tutto fermo e gli Emini e la camorra continuano dal 1980/82 ad oggi a camminare a braccetto. Gli accordi di soldi tra
Boss e Emini parlano chiaro, perché è tutto fermo?

Info sull'autore

Redazione author