Archivio mensile febbraio 2019

Diredazione2 casertaprimapagina

Caserta, al via le corse dei bus pubblici per i siti turistici

Prenderanno il via venerdì 1 marzo le corse dei bus della linea 108 del trasporto pubblico locale, assicurato a Caserta dalla Clp per i Siti turistici. “Si realizza in questo modo – dice il sindaco Carlo Marino – quanto da tempo abbiamo programmato per indirizzare i flussi turistici in arrivo a Caserta lungo un percorso virtuoso, che collegherà la Reggia, il Belvedere di San Leucio e il Borgo di Casertavecchia. In tal modo, tutti potranno fruire pienamente delle bellezze dei siti riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e di una visita nella unicità del quartiere storico di Casertavecchia”. Il servizio sarà assicurato dal lunedì alla domenica (ersclusa la giornata di maertedì) con la prima corsa in paertenza da piazza Gramsci, a ridosso della Reggia, alle ore 11.30 e l’ultima corsa alle ore 14.30, per un totale di 4 corse. Il capolinea di ritorno sarà invece quello di Casertavecchia, nei pressi della Chiesa di San Rocco. Le fermate intermedie toccheranno varie strade del centro, delle frazioni e anche le immediate adiacenze alle strade di accesso in città, al servizio di ogni possibile esigenza dei viaggiatori. Il biglietto avrà il costo, come sempre, di euro 1,10 e potrà essere acquistato direttamente a bordo delle vetture, bus euro 5 di media capacità e brandizzati per il tipo di servizio svolto. Nell’occasione, l’Amministrazione comunale rammenta che presso il Belvedere di San Leucio le visite guidate per gruppi si effettuano su prenotazione. Il percorso di visita, che comprende la Sezione di Archeologia Industriale, gli Appartamenti Storici e i Giardini Reali (chiusi in condizioni di maltempo per motivi di sicurezza), è sempre guidato e dura 1 ora circa.

DiRedazione

Colpo nell’appartamento, ladri in fuga con i gioielli

furto casa-4Furto in abitazione a Roccamonfina. Nel tardo pomeriggio di mercoledì, approfittando dell’assenza dei proprietari, una banda di ladri si è introdotta nell’abitazione forzando la finestra del balcone, asportando vari gioielli e monili in oro per un valore sul mercato ancora in fase di quantificazione, ma che si aggirerebbe intorno a qualche migliaia di euro.

I proprietari rincasando hanno allertato i carabinieri di Roccamonfina. Ancora in corso le indagini per cercare di risalire all’identità dei malviventi

 

DiRedazione

Assalto alla gioielleria, i ladri messi in fuga dall’allarme

furto gioielleria villaggio coppola-2Il tentativo di saccheggiare la nota gioielleria non è andato a segno grazie allo scattare dell’antifurto. è stato sventato nei giorni scorsi un furto che avrebbe causato danni notevoli ai proprietari della gioielleria ‘Gioie Rosanna’, al Villaggio Coppola di Castel Volturno.

Due ladri, giunti sul posto in auto e a volto coperto, hanno tentato di manomettere la saracinesca all’ingresso del negozio, ma sono stati ripresi dalla telecamere di videosorveglianza, con un operatore da remoto che li ha costretti a scappare prima dell’arrivo della vigilanza privata.

DiRedazione

Cade dal balcone di casa: 60enne grave in ospedale

ambulanza_118_incidente_bus_20070625073437E’ ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Caserta il 60enne che è caduto da un’altezza di 5 metri a Pietramelara. L’uomo, nel pomeriggio di ieri, era intento a svolgere alcuni lavori al piano alto della sua abitazione quando, per circostanze ancora da chiarire, ha perso l’equilibrio ed è caduto rovinosamente al suolo. L’impatto è stato estremamente violento al punto che per il 60enne è stato reso necessario il trasporto d’urgenza presso l’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano nel capoluogo.

DiRedazione

Arrestato per evasione ma aveva solo mal d’orecchio

mal d'orecchio-2Aveva l’obbligo di restare a Caivano ma è stato beccato dalle forze dell’ordine a Marcianise. Per questo motivo era stato arrestato Michele L., pregiudicato del comune a nord di Napoli, accusato di evasione.

L’uomo, però, ha spiegato di non essere evaso bensì di starsi recando all’ospedale di Marcianise per un forte mal d’orecchio. Un dolore talmente forte che lo ha portato a cercare di raggiungere in nosocomio con la propria auto. Tesi ribadita anche al giudice Pacchiarini del tribunale di Santa Maria Capua Vetere dal suo difensore, l’avvocato Mirella Baldascino. Il giudice non ha convalidato l’arresto e lo ha assolto. Il pm d’udienza aveva invocato 1 anno e mezzo le la custodia cautelare in carcere come aggravamento della misura a cui l’uomo era sottoposto.

 

Diredazione2 casertaprimapagina

Nasce TGNEWS91 la nuova informazione H24 di tutta la Campania!

Il gruppo Teleprima lancia un’operazione d’informazione modello SkyTG24 o Tgcom24. La differenza: è solo informazione campana. Tutte le città e i comuni campani monitorati da Teleprima tutti i giorni h24. Una scelta editoriale di coraggio che sicuramente dopo pochi mesi darà una nuova linfa al Canale 91, allo streaming www.teleprima.it ed a tutti i social del gruppo. Ci saranno solo due programmi sempre autoprodotti, uno alle 9.30 e l’altro alle 21.30, il resto solo notizie. Un’informazione importante per tutti i cittadini campani. Domattina parte la nuova sfida, appuntamento dalle ore 6.30 a seguire h24!!! Buona visione.

Diredazione2 casertaprimapagina

Modou perde la vita investito a 29 anni, il fratello chiede giustizia: “Più sicurezza a San Nicola, non si può morire così”

Troppo spesso si leggono notizie drammatiche di giovani investiti in strada, troppo spesso succede alla Rotonda di San Nicola La Strada. Il 16 febbraio notte, precisamente alle 00.36, il quasi ventinovenne di origini senegalesi Modou Diop ha perso la vita proprio lì, investito da un’autovettura che non si è fermata ed è scappata via, direzione Caserta. Un minuto circa dopo il bruttissimo incidente sono stati chiamati i soccorsi e la Polizia ma non c’è stato nulla da fare per il ragazzo. Si indaga, si cerca di capire la dinamica dell’accaduto ma nè le telecamere della zona nè i presenti riescono a ad individuare il colpevole. Persino le immagini della videosorveglianza nei pressi della Rotonda e dei semafori sono troppo lontane, sfocate e frastagliate per individuare la targa dell’auto pirata, di colore scuro.

Una vita interrotta troppo presto, una famiglia devastata dal dolore così come il fratello, Ousmane Diop, che chiede non solo giustizia ma lancia un vero grido d’allarme per la sicurezza in quella zona: “Sono devastato dalla perdita di mio fratello – ci racconta -, mio fratello era a piedi ed una macchina nei pressi della curva per immettersi sul Vialone l’ha investito in pieno. Non si è fermata, neanche la macchina dopo, nonostante avessero visto mio fratello colpito, dolorante ed a terra. Chiedo rispetto per la vita, per l’essere umano, la garanzia della sicurezza per i cittadini di San Nicola la Strada. Non si può vivere con il terrore di camminare a piedi, ancor più nella zona della Rotonda che vede un circolare continuo di auto e pedoni e che registra da troppo tempo un numero altissimo di incidenti, anche mortali. Ancora non ci sono delle telecamere a tappeto in tutta la zona, i semafori non funzionano mai bene, così come i segnali stradali sono spesso confusi. Non accuso nessuno, la Polizia sta facendo la sua parte, i soccorsi hanno fatto tutto ciò in loro potere. Ma voglio capire cosa sia successo, l’auto presumibilmente era anche in controsenso come abbiamo potuto vedere dalle immagini e ritornava verso Caserta. Spero che le indagini possano andare avanti nel rispetto della memoria di mio fratello e che sia l’ultimo segnale drammatico di una situazione che spero non ricapiti mai più”.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Diredazione2 casertaprimapagina

Furto di quadri al Comune di Piedimonte Matese nell’ufficio del Sindaco, proseguono le indagini

Giallo al Comune di Piedimonte Matese. Sono infatti state trafugate tre tele nella stanza del Sindaco Luigi Di Lorenzo, lasciando però intatte le cornici, di assoluto maggior valore. Duro il messaggio del primo cittadino, che sui social fa il punto della situazione: “Furto presso la Casa Comunale. Rubate 3 tele nella stanza del Sindaco. Alla vergogna non c’è mai fine. Non era mai accaduto…. Chiunque tu sia abbi almeno rispetto per il tuo Comune. È difficile decifrare l’accaduto. La modalità di furto e cioè lo smontare le cornici rispettando l’integrità delle tele rubate fa pensare ad un furto mirato. Certo è che inserito in un più ampio contesto di minacce e toni alti, l’episodio mi insinua più di qualche dubbio sulla natura ed a riguardo vorrei ringraziare per la vicinanza l’On Sarro (anche per l’interpellanza) l’On Alfonso Piscitelli e L’assessore Sonia Palmeri come sempre vicina al suo territorio. Grazie anche per la vicinanza al Sindaco Velardi che a suo tempo mi propose una manifestazione di vicinanza. Questa esperienza è più dura di quanto pensavo da tutti i punti di vista, non ultima l’mmemsa bramosia di chi usa la politica per sé stessi e non per il bene pubblico. Alla fine ciascuno si ritroverà nella casella meritata. Rimpiango solo l’essere stato eletto in un momento storico economico così difficile. Ma finché ci sarà l’opportunità continuerò a lottare poi ciascuno tornerà alla propria realtà”.

“L’episodio del furto dei quadri nell’ufficio del Sindaco della Città di Piedimonte Matese, lascia molto perplessi perché gli autori del gesto criminoso sembrerebbero non essere dei veri e propri professionisti. Fermo restando che spetta agli inquirenti il compito di ricostruire dinamica, matrice e finalità dell’atto, si ha la sensazione di assistere ad un gesto dimostrativo più che ad un furto di beni di valore fine a se stesso”. A dichiararlo l’On. Carlo Sarro all’indomani del furto compiuto presso l’ala storica del Municipio di Piedimonte Matese, da lui fatta restaurare, insieme ad arredi e quadri, durante le sue due sindacature. “Risalta in particolare la circostanza che gli autori del gesto abbiano lasciato le cornici, alcune delle quali di valore sicuramente maggiore rispetto ai quadri. È il caso di una prestigiosa cornice del ‘700 da me fatta restaurare quando ero Sindaco, che vale molto e che stranamente non è stata portata via sebbene un ladro professionista ben si accorge quando la cornice vale più del contenuto o, come nel caso specifico, di una stampa che è stata portata via mentre la cornice abbandonata sul posto. Ecco perché si ha l’impressione che quanto accaduto rappresenti una prova di dimostrazione di forza di chi ha voluto lanciare un messaggio del tipo “se vogliamo, arriviamo fino al cuore dell’Istituzione Comune, entrando nell’ufficio del Sindaco e portando via ciò che vogliamo”, conclude Sarro.

DiRedazione

L’Avvocato Pasquale Carbone libero!!!

carbone_pasqualeL’ex sindaco di San Marcellino, Pasquale Carbone, torna completamente libero. Con un fax urgentissimo il Tribunale di Napoli ha comunicato ai carabinieri di San Marcellino e al pm della Dda di Napoli che l’ex primo cittadino deve essere immediatamente liberato. Quindi stop agli arresti domiciliari, che lo hanno costretto a casa per 20 giorni (è stato arrestato il 5 febbraio). Il Tribunale infatti riunitosi in Camera di Consiglio per decidere l’esame dell’istante del Riesame presentato dal legale di Pasquale Carbone ha annullato l’ordinanza nei confronti di Pasquale Carbone disponendone quindi l’immediata liberazione. Per le motivazioni della decisione bisognerà attendere 45 giorni.

DiRedazione

Sparato dai bracconieri, torna libero il cigno reale

cigno castel volturno-2Ha avuto un ‘happy ending’ la storia del cigno reale salvato al Cras di Napoli, dove era giunto orribilmente insanguinato, colpito con ogni probabilità da una fucilata. Lunedì mattina i volontari dell’Enpa Caserta e il personale medico del Centro recupero animali selvatici hanno infatti liberato il magnifico esemplare che nelle ultime due settimane è stato sottoposto alle cure della struttura napoletana.