Archivio mensile gennaio 2019

DiRedazione

Ucciso per errore dai Casalesi, dopo 27 anni riconosciuto il vitalizio al padre

cadavere-2Il giudice civile di Napoli Barbara Gargia ha riconosciuto a Rodolfo Russo, papà di Flavio Russo, vittima innocente di camorra, ucciso a soli 21 anni nel 1992 a San Cipriano d’Aversa, colpito da un proiettile vagante durante un agguato dei Casalesi, il diritto al vitalizio così come riconosciuto dalla legge sui benefici economici ai familiari delle vittime della criminalità (legge 302 del 1990).

La sentenza di cui dà notizia il legale della famiglia Russo, Gianni Zara, ha accolto l’istanza del papà del giovane ucciso.

DiRedazione

6 FERITI Scontro tra furgone e auto sull’Appia

incidente furgone auto-3Un lunedì nero per gli incidenti stradali in provincia di Caserta. Dopo lo schianto violento registrato sulla Variante Anas, nei pressi della galleria in direzione Santa Maria Capua Vetere, un secondo e imponente incidente è avvenuto questa mattina nei pressi dello svincolo della Statale Appia a Capua, poco dopo l’uscita autostradale.

Lo scontro è avvenuto tra un furgone e un’auto, provocando il ferimento di 6 persone. Quattro erano a bordo del furgone, che stava trasportando alcuni muratori su un cantiere, altri due invece a bordo dell’altra vettura coinvolta nello schianto. Sul posto sono intervenute le ambulanze, che hanno trasportato i feriti in ospedale, dove per fortuna è emerso che le loro condizioni non destano preoccupazione. A compiere i rilievi sul luogo dell’incidente gli agenti della polizia stradale.

Proprio l’impatto tra furgone e auto ha provocato forti rallentamenti nei pressi del casello di Capua, che si sono trasformati in una coda di 5 km nel tratto che arriva fino a Santa Maria Capua Vetere.

DiRedazione

INDISCREZIONE MERCATO: In arrivo a Caserta un Coach di A1, un’opposta mancina estera e una schiacciatrice italiana

tifosi volaltoUltime news targate Terra di Lavoro. Scende massicciamente sul mercato la Golden Tulip VolAlto 2.0 Caserta. Trattative in corso in tutta Italia: patron Turco ha aperto trattative dirette anche con i Presidenti di A1 per rafforzare ancora di più la sua squadra. E il mercato è andato, semplicemente, in subbuglio. I procuratori lavorano alla grande con la società rosanero, in stretta sintonia con la dirigenza. Lunedì inizia la vera partita. Resteranno tutte le attuali atlete, per gli altri sono già pronte le valigie e i migliori auguri di successo della Golden Tulip VolAlto 2.0.

Diredazione2 casertaprimapagina

Lo Spartacus Rugby Social Club torna in campo, il diktat del tecnico Paolisso in vista della gara contro l’Avellino

Torna in campo la Serie C2 di Rugby per la prima giornata di ritorno del girone Campania-Molise. Lo Spartacus Rugby Social Club dopo ben quattro partite in trasferta calcherà di nuovo il manto erboso del campo sportivo Ex Ciapi di San Nicola La Strada. La struttura di viale Carlo III ospiterà i lupi dell’Avellino Rugby, penultimi in classifica e superati all’andata dalla compagine allenata da coach Paolisso. Il 2018 per lo Spartacus si è chiuso con una sconfitta beffa che sa di rammarico contro la capolista Partenope. Una partita ripresa per i capelli dai napoletani e sfuggita negli ultimi minuti, dopo un’ottima rimonta, alla compagine del casertano. Ai ‘gladiatori ribelli’ la sosta ha fatto bene e dopo qualche giorno di ‘lavoro’ al campo per sistemare meglio il terreno di gioco e gli spogliatoi sono ripresi gli allenamenti in vista di questo rush finale. Recuperato Inssa Kane in toto e con un nuovo ruolo che pare calzargli a pennello. Provato già nelle ultime fasi del match contro la Partenope in terza linea, il giocatore di origini africane, 19 anni compiuti il 10 gennaio, ha intensificato il lavoro in quel particolare ruolo, mettendo da parte per il momento il ruolo di primo centro. Quasi del tutto recuperato anche Luigi Sposito che ha saltato le ultime 4 gare per un infortunio. Paolisso lo ha aspettato per farlo giocare queste prime partite del nuovo anno. In più, in queste settimane si sono aggregati anche altri ragazzi in gruppo e proprio contro l’Avellino si potrebbe già vedere qualche volto nuovo.

Così il tecnico Vincenso Paolisso: “Abbiamo lavorato bene in allenamento e mi fa piacere avere qualche ragazzo in più a disposizione. Dobbiamo dosare bene le nostre forze e vedere chi potrà scendere in campo contro l’Avellino sia per imparare qualcosa sia per dare il massimo. Brucia ancora la sconfitta a Napoli contro la Partenope, alla quale però abbiamo saputo tenere testa. Lo Spartacus, però, è ancora un cantiere e siamo non oltre il 60% di ciò che possiamo dimostrare realmente. Per dimostrarlo dobbiamo lavorare sodo e con serietà ed i frutti si vedranno”, conclude. Lo Spartacus al momento è quarto in classifica a 5 punti dalla vetta (con una gara in più), ma con 4 punti di penalizzazione. In un campionato così equilibrato e con una squadra rinnovata era quasi impossibile pensare a risultati del genere, ma nel girone di ritorno si potrà addirittura migliorare sia sul piano delle prestazioni che dei risultati. Questo il prossimo turno del girone Campania-Molise di C2 di rugby: Spartacus RSC-Avellino Rugby; Draghi Telese-Partenope Cadetta; Zona Orientale RP Salerno-Hammers Campobasso; RC Battipaglia-Am. Angri Agro. Questa, invece, è la classifica: Partenope C. e RC Battipaglia 25 *, Hammers CB 24 **, Spartacus RSC 20 (-4), Zona Orientale RP Sa 17, A. Angri Agro 10, Avellino 4, Draghi Telese 1.
*=una partita in meno **=due partite in meno

DiRedazione

La “sceneggiata” della Castiello e quel “baccalà” di Salvini che se la beve. Mentre Saviano è zero sulla comunicazione

Salvini-Castiello-SavianoIl grande Mussolini spostava gli stessi carri armati in tutta Italia. Invece la Castiello, con i suoi mentori, riesce a spostare tutti i circoli campani della Lega e tutti i cammelli assetati nella cittadina di Afragola per l’arrivo del vicepremier. Lo “stock” Salvini se la beve e rilancia. Tutti i media gli vanno dietro ed ecco qua il gioco è fatto! Ma la ciliegina sulla torta arriva quando gli pseudo-salviniani campani dichiarano che schifano la camorra. Ma scusate negli ultimi 20 anni la camorra afragolese con chi ha fatto gli affari? E poi si mette pure Roberto Saviano con la sua comunicazione che non attacca, è controproducente e fa acqua da tutte le parti. Caro Saviano, ti serve andare a scuola…  se vuoi siamo disponibili, ti insegniamo come si fa….

DiRedazione

Lancia la coca dall’auto alla vista dei carabinieri, catturato dai militari

carabinieri posto blocco-2-5Personale dell’aliquota radiomobile del Comando Compagnia di Maddaloni, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla recrudescenza dei reati in materia di stupefacenti, hanno tratto in arresto in via Antonio de Curtis, in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Vincenzo, Iacobelli, 50enne del luogo.

In particolare i militari dell’Arma, durante un posto di controllo, hanno notato l’uomo che allo loro vista ha lanciato dal finestrino di una Alfa Romeo 156 sulla quale viaggiava, un involucro in cellophane poi accertato contenere 35,8 grammi di cocaina.

A seguito di successiva perquisizione domiciliare è stato rinvenuto materiale per il confezionamento dello stupefacente. L’arrestato è stato associato presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

DiRedazione

Smart travolta da un suv sul Vialone, ragazza ferita nello schianto

smart ribaltata-3Un impatto violento e la macchina che ‘vola’ nelle campagne ai lati della carreggiata di viale Carlo III, poco prima dell’uscita per il casello autostradale di Caserta Sud. È l’incidente avvenuto poco prima delle 13 a Marcianise, dove una Range Rover ha investito e travolto una Smart.

A bordo della citycar c’era una ragazza, rimasta ferita nello schianto. Sul posto si sta recando l’ambulanza per prestare soccorso alla giovane automobilista, oltre alla polizia municipale di Marcianise.

DiRedazione

5 ARRESTI Furti nelle case e nei bar: in manette la banda degli albanesi

ladri-bar-2Erano il terrore dei bar tabacchi ma anche delle abitazioni tra il casertano, il basso Lazio ed alcuni comuni tra le province di Benevento e Salerno. Per questo motivo i carabinieri della stazione di Grazzanise hanno dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti di 5 persone, tutte di nazionalità albanese, mentre 3 sono allo stato irreperibili. Le accuse contestate dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere vanno dal furto alla ricettazione e finanche al tentato omicidio della titolare di un locale a Castel Volturno.

Il provvedimento pre-cautelare costituisce l’esito di un’articolata e complessa attività investigativa, diretta dalla Procura sammaritana e condotta dalla stazione carabinieri di Grazzanise, dal mese di agosto 2017 ad oggi, essendo stato riscontrato un allarmante fenomeno di furti ai danni di bar e tabacchi ed abitazioni nel territorio casertano, con incursioni anche nelle vicine province di Benevento, Latina, Salerno e Frosinone.

L’indagine, attuata mediante intercettazioni telefoniche, analisi dei tabulati telefonici e sistema di geolocalizzazione (GPS), acquisizione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza dei luoghi oggetto degli eventi delittuosi, ha permesso di acquisire un grave compendio indiziario in ordine alla commissione di complessivi 8 furti, di cui 6 in abitazione (di cui uno tentato), 2 ai danni di bar (di cui uno tentato), avvenuti ad Amorosi, Sora, Sicignano Alburni, Formia, Minturno e Pietravairano. Lo schema, ricostruito dai carabinieri della stazione di Grazzanise, dipendente dalla compagnia di Santa Maria Capua Vetere guidata dal capitano Emanuele Macrì, era quasi sempre lo stesso.

La banda effettuava sopralluoghi nelle zone dove avrebbe colpito. Poi tornava sul posto per effettuare il colpo. Dalle intercettazioni telefoniche, inoltre, veniva utilizzato un linguaggio criptico per tentare di depistare gli organi inquirenti. Contestualmente è stato accertato che gli indagati, al fine di commettere i reati in esame, in più occasioni, hanno utilizzato furgoni e targhe di autoveicoli accertati essere oggetto di furto. In due circostanze, infatti, le forze dell’ordine hanno ritrovato le vetture utilizzate dalla banda, abbandonate durante la fuga.

I fermi del pubblico ministero venivano disposti per il concreto ed attuale pericolo di fuga degli indagati e specificatamente di due dei destinatari del provvedimento i quali, nella serata del 12 gennaio scorso, sottoposti a controllo di polizia nei pressi della stazione ferroviaria di Torino, venivano trovati in possesso di biglietto ferroviario per Modane, in Francia. Inoltre, nei confronti di uno degli indagati, lo scorso 4 gennaio, era stato emesso distinto decreto di fermo in quanto controllato, a Bari, prima dell’imbarco per l’Albania e nella circostanza gli venivano contestate ulteriori condotte delittuose, ovvero due episodi di furto di slot machines e somme di denaro ai danni di due bar a Formia e Piazzola di Nola.

Gli altri arresti sono stati eseguiti a Trentola Ducenta e Favara, in provincia di Agrigento. I diversi Uffici G.I.P competenti per la convalida del fermo, condividendo in toto l’impianto accusatorio avanzato da questa Procura, disponevano per tutti la custodia cautelare in carcere.

Queste le persone tratte in arresto:
– Halili Dylber, di 26 anni
– Bekteshi Ardit, di 23 anni
– Piku Gjerji, di 23 anni
– Likmeta Imerr, di 33 anni
– Shkurta Sirjan, di 20 anni

Potrebbe interessarti: http://www.casertanews.it/cronaca/furti-bar-arresti-pietravairano.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/Caserta-News-264163850049/

DiRedazione

Tragico schianto durante inseguimento: 4 morti

incidente notte-4 (1)Quattro morti, un ferito ed un’altra persona finita in ospedale sotto shock: è questo il resoconto del drammatico incidente avvenuto in serata sulla Statale Telesina, a poche decine di metri dallo svincolo di Alvignano.

I morti ed il ferito viaggiavano tutti a bordo di una Skoda che non si è fermata all’Alt che gli era stato imposto da una volante del commissariato di Telese che si era messa sulle sue tracce dopo aver avuto la segnalazione di un’auto sospetta dopo un furto compiuto nel beneventano.

Gli occupanti della Skoda non si sono fermati e ne è nato un lungo inseguimento che si è concluso nel casertano: la vettura si è schiantata contro un camion, coinvolgendo poi anche un’altra vettura che si trovava a transitare proprio in quell’istante. L’impatto è stato violentissimo: due persone sono state sbalzate all’esterno della vettura, erano già morte.

Quando sono giunti i soccorsi sul posto non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso di altri due occupanti dell’auto, mentre una quinta persona è stata caricata in ambulanza e portata in ospedale. Sotto shock anche l’autista del camion che è stato accompagnato in ospedale per accertamenti.

 

DiRedazione

Maxi schianto in centro tra 3 auto

incidenteBrutto incidente questa mattina in via De Gasperi, a Santa Maria Capua Vetere. Un maxi schianto che ha coinvolto tre vetture, una Fiat 500L, una Suzuki Swift e una Ford Ka, e che poteva avere conseguenze ben peggiori.

L’incidente sarebbe stato provocato dalla distrazione di uno degli automobilisti, al telefono mentre guidava. Sul posto è intervenuta la polizia municipale, fortunatamente nessuna delle persone coinvolte ha riportato ferite gravi.  Il traffico è rimasto pesantemente congestionato, l’incidente è avvenuto infatti in un orario di punta per la zona.

Soltanto pochi giorni fa, nella vicina via del Lavoro, c’era stata l’ennesima carambola che aveva coinvolto anche una Apecar.