Archivio mensile gennaio 2019

Diredazione2 casertaprimapagina

Sviluppo sostenibile Corso Trieste e Via Roma, Caserta vara il Progetto Soped

Urban Innovative Actions in Europa, Caserta vara il suo progetto SOPED per lo sviluppo urbano sostenibile, con un programma che prevede iniziative di contrasto alle isole di calore urbano nel centro storico della città, in particolare per corso Trieste e via Roma. Nel corso della sua più recente riunione, in merito, la giunta comunale ha approvato il progetto, ad iniziativa dell’assessora al reperimento dei Fondi comunitari Tiziana Petrillo. Il progetto SOPED (green and smart SOlutions to tackle Problems of urban hEat islands and street flooDing), per un importo di 5.911.933 euro, aderirà ora al quarto bando delle azioni innovative urbane promosso dalla Commissione Europea, considerando altresì – e in ogni caso – la realizzazione del progetto grazie all’intercettazione di risorse europee di altra natura.

“Il nostro progetto – dichiara l’assessora Petrillo – ha ottenuto l’adesione dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani – nel pieno e totale riconoscimento di validità e replicabilità dell’idea in altre città italiane -, dell’Università del Sannio di Benevento, dell’Università Federico II di Napoli, del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA) e del Centro Euro-Mediteraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC). Inoltre – fatto significativo – ha ricevuto la disponibilità di partnership da un’associazione e due società (Agenda 21 Carditello e Regi Lagni, Euphorbia srl, FOS srl) che si sono fatte carico del 20 per cento del costo totale del progetto, pari a 1.202.386,60 euro. UHI – Urban Heat Island (isole di calore urbano) e SF – Street Flooding (allagamenti in città) sono problemi che le nostre città stanno affrontando da tempo. Il Mediterraneo è esposto ai loro effetti e risulta da tempo vulnerabile ai cambiamenti climatici globali. Le osservazioni scientifiche, in proposito, evidenziano che gli eventi estremi, come le intense ondate di calore e le inondazioni improvvise, stanno diventando sempre più frequenti ed intensi. A parte le condizioni climatiche, il traffico urbano, i condizionatori, l’impermeabilizzazione del suolo e la mancanza di verde rendono ancora più grave la situazione. In tale quadro Caserta, città media e non fortemente industrializzata, non è esente da questi problemi, risultando anche la città più “calda” d’Italia”.

Da qui il progetto SOPED, che vara una proposta di intervento originata da un approccio olistico fondato su NBS (soluzioni basate sulla natura). Quindi: arredi urbani innovativi con una parte vegetale composta da un biofiltro in grado di assorbire gli inquinanti atmosferici, una parte strutturale realizzata con componenti modulari costituiti da biomateriali ed una parte intelligente costituita da sensori IoT e altre strutture. Per SOPED e quanto occorrerà, in particolare per i materiali botanici e strutturali utilizzati, lavoreranno in autoproduzione un vivaio ed una fabbrica digitale “di progetto”. Verranno inoltre realizzati giardini della pioggia, tetti freddi, balconi e tetti verdi.

“Dobbiamo guardare al futuro di Caserta e delle sue prossime generazioni – spiega l’assessore Petrillo – senza fermarci alle iniziative di piccolo ed immediato respiro, che pure servono per affrontare le emergenze quotidiane del nostro tessuto urbano. La modernità proposta da SOPED risiede in un eco-approccio sistemico che combina varie forme di innovazione: scientifica, tecnologica, organizzativa, sociale, culturale e comportamentale, coinvolgendo e rafforzando la partecipazione della società civile nelle dinamiche e nei processi di governo della città.
L’obiettivo principale è quindi quello di innescare una trasformazione ecologica a Caserta, trasferibile e replicabile domani in altre città, rendendo la città più vivibile, salubre e resiliente, grazie alla riduzione degli effetti UHI e SF e ad un migliore adattamento ai cambiamenti climatici”.

“Il cambiamento, con gli occhi al futuro di Caserta – così commenta il progetto il sindaco Carlo Marino – è responsabilità prioritaria di questa Amministrazione, nell’auspicio che l’intera comunità condivida sempre più l’indispensabilità di azioni e iniziative forse oggi viste solo sotto la lente del disagio ma che rivestono invece la funzione di poterci davvero proiettare, a pieno titolo, in Europa”.

Diredazione2 casertaprimapagina

Universiadi a Caserta, in arrivo l’accordo con il Comitato Paritetico Territoriale per la Prevenzione Infortuni

Venerdì 1 febbraio 2019 sarà presentato l’accordo sottoscritto tra il Commissario Straordinario per la realizzazione dell’Universiade Napoli 2019 ed i CFS/CPT della Regione Campania. La conferenza stampa è in programma, alle ore 11, nella sede dell’Agenzia Regionale Universiadi – in Viale J.F. Kennedy 54, presso la Mostra d’Oltremare, a Napoli. L’intesa è relativa al “servizio di supporto operativo in materia di sicurezza e salute sui cantieri dei lavori previsti dal Piano degli Interventi per la realizzazione delle Universiadi Napoli 2019” in tutto il territorio della Campania. In particolare, sono state sottoscritte tre convenzioni: con il CFS di Napoli; con il CPT di Salerno e con il CFS Benevento (capofila)-CFS Avellino (mandante) -CPT Caserta (mandante), per le attività nelle province di competenza che riguarderanno in totale 65 cantieri.

Gli scopi delle convenzioni sottoscritte sono quelli di: apportare una collaborazione, per il miglioramento
delle condizioni di sicurezza e salute dei lavoratori impegnati nei cantieri interessati dallo svolgimento delle
Universiadi 2019; favorire la consapevolezza nell’applicazione della sicurezza e della salute dei lavoratori, e
del lavoro regolare, non soltanto mediante il rispetto delle norme, ma promuovendo, insieme azioni mirate e
specifiche, atte a garantire l’informazione, la formazione e l’assistenza a tutto il sistema interessato dalla
realizzazione degli interventi; incrementare la consapevolezza del ruolo dei coordinatori in fase di
progettazione e di esecuzione, e delle imprese nella gestione sostanziale della sicurezza.

DiRedazione

Muore nello schianto, arrestato il fidanzato

Incidente-ambulanza-carabinieri-2 (1)E’ morta perché il fidanzato ha tentato di scappare dal posto di blocco dei carabinieri, finendo però la corsa contro il muro di recinzione del Nucleo Tutela Ambientale e Forestale dei Carabinieri di Mondragone.

È questa infatti la ricostruzione dei carabinieri per l’incidente avvenuto questa notte al km 39 della Statale Domiziana. I militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, sono stati superati da una Audi con targa tedesca che, allo scopo evitare un possibile controllo, ha accelerato repentinamente distanziando l’auto dei Carabinieri e procedendo nella stessa direzione a folle velocità. Solo poco più avanti i militari hanno rinvenuto, all’altezza della rotatoria ubicata al km 39 della Domiziana, il veicolo che li precedeva già ribaltato a causa dell’impatto con il muro di recinzione

Prontamente attivati i soccorsi, hanno estratto dall’Audi Francesco Avolio, 28enne napoletano, di fatto domiciliato in Castel Volturno, e la fidanzata Cristina Stanganella, 33enne domiciliata a Castel Volturno. Nell’immediato Avolio è stato trasportato presso l’ospedale civile di Aversa dove è ricoverato in prognosi riservata, non in pericolo di vita, mentre la donna è deceduta presso la clinica Pineta Grande, dove era stata trasportata.

Avolio, pregiudicato per droga da poco tornato in libertà, è stato tratto in arresto per omicidio stradale, morte o lesioni come conseguenza di altro delitto e resistenza a pubblico ufficiale. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro. Indagini in corso da parte dei Carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone

 

Diredazione2 casertaprimapagina

La Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare con le Istituzioni e la società civile in campo per il futuro dei giovani studenti

E’ stato presentato presso la Scuola Specialisti, nell’aula multimediale Ottone Huber, dedicata al giovane sottufficiale pilota – deceduto in prigionia nel 1929 – medaglia d’oro al valor militare, l’innovativo progetto didattico “School Talk”, un vero e proprio esperimento di peer education teso a far crescere nei giovani – attraverso esperienze concrete, esempi positivi e la conoscenza delle storie personali di successo – consapevolezza nei propri mezzi e delle loro potenzialità per recuperare sicurezza in se stessi e affrontare le sfide che la vita propone. Il progetto, rivolto in via sperimentale agli Istituti casertani “ISISS Terra di Lavoro” ed al “Liceo Artistico San Leucio”, è stato elaborato dal Comitato Ad Astra con la collaborazione ed il supporto della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, l’Assessorato alla Cultura e l’Assessorato all’Istruzione del Comune di Caserta.

Nel dettaglio, personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo, delle professioni, del mondo delle imprese e della Difesa racconteranno a scuola, in qualità di mentori, la loro esperienza di vita e di lavoro rispondendo alle domande degli studenti, in incontri informali e, soprattutto, per piccoli gruppi secondo un approccio didattico, proposto dal Comitato Ad Astra, che è lo stesso già applicato e verso cui tende sempre di più anche la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare. Infatti nell’occasione, l’Istituto militare casertano ha messo a disposizione anche la propria competenza nel campo della formazione, in un’ottica generale di “dual use” non solo degli assetti fisici e dei servizi tecnico-logistici ma anche del know how specifico e delle migliori pratiche nel campo didattico per i futuri specialisti del mezzo aereo, a favore della collettività.

Il Col. Nicola Gigante, Comandante della Scuola Specialisti, nel suo intervento di apertura, ha sottolineato il carattere innovativo del progetto non solo per l’aspetto didattico, in un contesto sociale sfidante, com’è quello del Sud Italia in generale, ma anche per il metodo adottato con la positiva sinergia e la capacità di fare squadra fra istituzioni e società civile per il bene comune. Egli ha aggiunto: “il progetto consentirà anche di declinare concretamente ed in modo innovativo il senso di responsabilità verso la comunità dei cittadini, i più giovani in particolare, ed il territorio che ci ospita valorizzando in tal modo la dimensione etica e di servizio al Paese che è propria del personale, militare e civile, di questa Scuola e dei nostri frequentatori di corso”.

Durante il suo intervento, la dott.ssa Giovanna Passariello, Presidente del Comitato Ad Astra, dopo aver ringraziato la Scuola Specialisti e le altre Istituzioni coinvolte nel progetto, ha dichiarato: “Abbiamo da anni ingaggiato una dura lotta contro la dispersione e l’abbandono scolastico; non ci stancheremo di far comprendere ai ragazzi che lo studio non serve solo ad accrescersi dal punto di vista della cultura generale, serve a sviluppare capacità di apprendimento e capire con senso critico il mondo che ci circonda. Immensa è la nostra gratitudine al Comandante della S.S.A.M., Col. Nicola Gigante, per il concreto supporto di mezzi e personale qualificato e soprattutto per essere tra i nostri mentori. Siamo sicuri che faremo tutti un buon lavoro !”.

Di rilievo, fra gli altri, l’intervento istituzionale del Prefetto di Caserta, dott. Raffaele Ruberto che, rivolgendosi direttamente agli studenti – nel vero spirito del progetto – ha detto loro: “… il detto latino dice PER ASPERA AD ASTRA cioè si arriva alle stelle attraverso le asperità, attraverso le difficoltà. Sappiate che niente viene regalato: io non sono nato prefetto, sono diventato prefetto. (…) Non so quanta consapevolezza abbiate alla vostra età della grande opportunità che vi si offre. Io vi auguro di non avere rimpianti … il rimpianto delle occasioni perdute. Alla vostra età bisogna seminare perché non si potrà poi chiedere di raccogliere ciò che non si è seminato”.

Alcuni dei mentori che hanno aderito al progetto, hanno voluto salutare, già in questa prima occasione, i giovani studenti destinatari dell’iniziativa – presenti in aula – dando loro appuntamento presso le scuole, a partire dal primo incontro, già la prossima settimana e poi, per i prossimi due mesi, fino a marzo. Fra questi, il campione di pallanuoto Francesco Postiglione, il Managing Director Accenture Raffaele Castagna, il produttore e soggettista di “Nato a Casal di Principe” Amedeo Letizia e, in collegamento Skype da Edimburgo, la CEO della Smar Azure e ActBlade, Sabrina Malpede.

Completano l’elenco dei mentori, il Direttore Generale Ospedale AORN Cardarelli di Napoli Ciro Verdoliva, il professore di diritto commerciale presso l’Università di Chieti – Pescara, Ciro Esposito, la rappresentante del dicastero della Difesa nel Comitato Tecnico per il Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne, per l’attuazione della convenzione di Istanbul istituito presso la Presidenza del Consiglio, T.Col. Rosa Vinciguerra. Con loro ci sarà, a marzo, anche il Comandante della Scuola Specialisti, Col. Nicola Gigante, che – in tuta da volo – racconterà presso le due scuole casertane selezionate, la sua esperienza di vita quale pilota e dirigente dell’Aeronautica Militare affrontando il tema “raggiungere gli obiettivi”.

DiRedazione

Muore sul Corso davanti ai passanti

ambulanza caserta-3Le urla di alcuni passanti, e il dramma che si materializza in pochi secondi davanti agli sguardi impietriti anche di alcuni bambini. Una vera e propria tragedia ha sconvolto la comunità di Casal di Principe che stamattina, intorno alle 12, ha visto morire un 61enne da un momento all’altro. Un malore improvviso, probabilmente un infarto fulminante: non c’è stato nulla da fare.

E’ accaduto su Corso Umberto I a Casal di Principe, a pochi passi da un supermercato e dall’ufficio postale. L’uomo ha accusato il malore ed ha chiesto aiuto ai presenti in zona. Immediata la richiesta di soccorso ma il 61enne secondo dopo secondo si spegneva sempre di più. Gli uomini e le donne presenti hanno visto morire praticamente davanti ai propri occhi quest’uomo che ha visto smettere di battere il proprio cuore prima che arrivassero i medici del 118. Gli uomini del soccorso infatti non hanno potuto fare altro che constatare il decesso e chiedere anche l’intervento dei carabinieri che infatti sono giunti in zona immediatamente. Si è trattato di morte naturale e la salma è stata subito consegnata ai familiari per i funerali.

DiRedazione

Maxi sequestro da 2 milioni a un costruttore

guardia-di-finanzaLa Tenenza della Guardia di Finanza di Piedimonte Matese ha ultimato questa mattina l’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di due milioni di euro, avente ad oggetto le disponibilità finanziarie della ditta individuale Domenico Romano, imprenditore esercente l’attività di costruzioni di edifici, già con sede a Pratella, nonché del patrimonio del titolare.

Il sequestro preventivo disposto dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere si fonda sull’esito di approfondimenti investigativi delegati dalla Procura alla Guardia di Finanza in ordine alla denuncia pervenuta da parte dell’Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Caserta, che aveva accertato che la ditta individuale Domenico Romano nelle dichiarazioni fiscali annuali relative agli anni d’imposta 2014, 2016 e 2017, aveva usato crediti inesistenti per compensare effettivi debiti tributali, per il consistente importo di 2.077.401,11 euro.

Riscontrata la fondatezza della notizia di reato e svolti i conseguenti accertamenti patrimoniali finalizzati all’individuazione delle disponibilità finanziarie dell’impresa, nonché dei beni mobili ed immobili intestati e/o riconducibili al suo amministratore, è stato quindi richiesto al competente Gip di ordinare il sequestro dei beni nella disponibilità dell’indagato per neutralizzare l’illecito profitto della frode. Pertanto i finanzieri della Tenenza di Piedimonte Matese hanno ora sequestrato le liquidità presenti sui conti bancari, tre autoveicoli ed otto unità immobiliari, tra terreni e fabbricati, ubicati nella provincia di Caserta, fino al valore complessivo dell’evasione

 

Diredazione2 casertaprimapagina

Caserta, il Consiglio Comunale approva il Documento orientamento strategico Pics

Il Consiglio comunale ha approvato il Documento di Orientamento Strategico per la città di Caserta relativo al Programma Integrato Città Sostenibile (PICS) POR Campania 2014 – 2020. “Caserta – dice il sindaco Carlo Marino – è tra le 19 Città Medie individuate dalla Regione Campania per l’utilizzo dei fondi FESR. Tra esse è la prima cui gli Uffici tecnici della Regione hanno riconosciuto l’approvabilità del Documento Strategico oggi discusso e approvato in Consiglio. Gli obiettivi specifici del PICS sono il contrasto alla povertà e al disagio, promuovendo la competitività di piccole e medie imprese; la valorizzazione dell’identità turistica e culturale della città, preservando e tutelando l’ambiente e promuovendo l’uso efficiente delle risorse; il miglioramento della sicurezza urbana; il miglioramento dell’accessibilità dei cittadini ai servizi. Gli interventi saranno finanziati da circa 20 milioni di euro e riguarderanno anche specifiche iniziative per la mobilità sostenibile, l’efficientamento energetico, la filiera dei beni culturali, l’innovazione tecnologica, l’edilizia scolastica”.

“L’analisi di contesto che abbiamo effettuato e presentato all’attenzione della Regione Campania – spiega ancora il sindaco – ci consentirà di valorizzare i nostri punti di forza, trasformare le occasioni mancate in nuove opportunità, combattere efficacemente le minacce che il contesto territoriale ha in tutti questi anni evidenziato. La nostra vision punta a razionalizzare il trinomio patrimonio – funzioni – polarità per realizzare finalmente politiche utili ad affermare Caserta Città della Cultura e del Turismo, dei grandi Attrattori Culturali, del Paesaggio, della Qualità urbana diffusa e dei Servizi Pubblici”. “Continua la nostra sfida – conclude il primo cittadino – per sviluppare il tema del cambiamento e la filiera della modernità e dell’innovazione”.

DiRedazione

Cantante neomelodico investito in bici

ambulanza notte-3Pomeriggio di paura per un cantante neo melodico che è stato investito mentre era in sella alla sua bicicletta questo pomeriggio nei pressi del Palazzetto dello Sport di Maddaloni. Il cantante è stato investito da una Matiz, guidata da un uomo di Santa Maria Capua Vetere, che lo ha centrato in pieno. Il ferito è stato soccorso da un’ambulanza che lo ha trasportato in ospedale con un trauma cranico e diverse contusioni.

DiRedazione

Ragazzo investito da un’auto fuori lo stadio

ambulanza caserta-3L’intervento dell’ambulanza subito dopo il fischio finale dell’arbitro ha fatto pensare a scontri tra tifosi finiti nel sangue. Invece non era niente di tutto questo: nella serata di mercoledì in viale Medaglie d’oro, nel tratto verso viale Beneduce, i soccorsi sono dovuti intervenire per un ragazzo investito da un’auto.

L’incidente avvenuto a Caserta è accaduto al termine della finale di Coppa Italia Dilettanti tra Giugliano e Cervinara, circostanza che in un primo momento aveva fatto pensare ad un problema tra tifosi. Il ragazzo ferito nell’impatto è stato trasportato dall’ambulanza all’ospedale civile del Capoluogo.

Diredazione2 casertaprimapagina

Casertana, ultime ore di fuoco per la sessione invernale di mercato: si avvicina un esperto difensore centrale

Ultime ore infuocate per il calciomercato invernale della Casertana: la società all’ombra della Reggia, operosa in uscita, si sta guardando intorno da tempo per rinforzare la sua rosa in vista della scalata alla classifica ed alla ricerca di una continuità che tarda ad arrivare. Nessun giocatore acquistato solo per il blasone del nome e che non sia utile alla causa rossoblu, ha dichiarato in settimana il presidente D’Agostino ma, soprattutto, c’è bisogno di cedere ancora un po’ prima di incassare almeno due colpi.

Sulla lista di sbarco Lorenzini e Romano, alla ricerca in queste ore di una sistemazione che piaccia a società e calciatori. Il focus in entrata si conferma quindi in particolar modo in difesa, con una lista di centrali che da tempo fanno gola al consulente di mercato Martone. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, dopo averne vagliati svariati, nelle ultime ore sembra che i falchetti abbiano deciso su chi puntare: si tratta dell’esperto classe 1981 Manuel Pascali che milita in serie B, nel Cosenza, affascinato dal progetto Casertana. Si lavora alacremente per chiudere la trattativa già in serata, con le parti vicine all’accordo. Ancora poche ore di tempo ed un rush finale deciso, prima della chiusura del mercato nella giornata di domani, quando saranno poi tirate le somme.

RIPRODUZIONE RISERVATA