Archivio mensile settembre 2018

DiRedazione

L’ex Ministro dello Sport Luca Lotti insieme al primo cittadino di Caserta Carlo Marino e con gli onorevoli Stefano Graziano e Mario Casillo in visita ufficiale alla Golden Tulip VolAlto 2.0

Volalto LottiOspite d’onore all’allenamento di stamattina della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta. La società guidata dal presidente Nicola Turco ha infatti accolto al PalaVignola l’ex Ministro allo Sport Luca Lotti, accompagnato dal sindaco della città capoluogo Carlo Marino e dagli onorevoli Stefano Graziano e Mario Casillo. A salutare i 4 politici tutta la squadra al completo e coach Luca Cristofani. Il deputato del Pd Luca Lotti ha stretto la mano a tutte le atlete rosanero e augurato a tutte una buona stagione sottolineando che “è fondamentale a Caserta così come in tutta l’Italia puntare sullo sport e far capire anche ai più giovani che è importante puntare sul benessere del proprio corpo. A livello nazionale stiamo assistendo a continue vicissitudini riguardanti le Olimpiadi: non farle per me è un grandissimo errore. La classe politica dovrebbe capire che le Olimpiadi non sono solamente sport, ma c’è un indotto che tocca tutte le città che le ospitano”. E quindi l’in bocca al lupo alla società rosanero: “Auguro alla squadra di poter vincere in ogni campo e, da buon toscano, le attendo l’anno prossimo in Serie A1 nella mia città”.

Il consigliere regionale della Campania Stefano Graziano invece ha sottolineato che “la Campania e in particolar modo la città di Caserta sta regalando grandi ambizioni per la prossima stagione di pallavolo. Serve investire nello sport e ritengo che la nostra Regione sia pronta ad ospitare anche qualche manifestazione internazionale. Soprattutto Caserta non è inferiore a Milano, Firenze e Torino che oggi ospitano il Mondiale. Dobbiamo lavorare affinché questo territorio venga conosciuto nel mondo grazie allo sport”.

E quindi il sindaco di Caserta, Carlo Marino, che sta facendo tantissimo per lo sport e anche per la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta: “Abbiamo capito in anticipo l’importanza dello sport come aggregatore sociale. Caserta può essere chiamata, a tutti gli effetti, la città dello sport. Abbiamo calcio, pallavolo, basket, scherma e tantissimi altri sport minori che ci regalano grandi soddisfazioni. E siamo stati scelti per ospitare le Universiadi che sono un evento che darà un volto nuovo ai nostri impianti. Oltre 1600 atleti saranno per le strade della città e avranno modo di ammirare la Reggia. Sono interventi, anche di immagine, che possono fare la differenza”.

DiRedazione

Denunciate due persone per maltrattamento di animali ed esercizio illegale di uccellagione

uccelliMilitari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Caserta sono intervenuti, in comune di Cancello ed Arnone (CE), dietro richiesta di collaborazione da parte di una pattuglia Carabinieri della locale Compagnia Carabinieri di Casal Principe (CE) poiché, in concomitanza di uno svolgimento di un ordinario controllo del territorio, era stata sottoposta a verifica un’autovettura al cui interno erano presenti diversi volatili contenuti in gabbiette ed attrezzature per la loro illegale cattura.

Infatti, nella predetta autovettura, oltre all’austista e ad un passeggero, all’interno del cofano risultavano presenti: due reti per uccellagione; corde per azionare lo scatto delle reti; nr. 11 esemplari di cardellini vivi di cui nr. 7 imbracati con uno spago, utilizzati come richiami vivi per l’esercizio dell’attività di uccellagione.

Nessuno dei cardellini è risultato munito dell’anello inamovibile “FOI” alla zampa che avrebbe legittimato la loro lecita detenzione.

Immediatamente si è proceduto al sequestro probatorio di tutto quanto descritto, a carico dei due soggetti trasportati nell’autovettura, che sono stati deferiti in stato di libertà per i reati di: esercizio di uccellagione; cattura e detenzione di esemplari di cardellini (specie non cacciabile e protetti dalla Convenzione di Berna; detenzione di animali in condizioni di maltrattamento.

Sequestro che è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

DiRedazione

VOLALTO 2.0 Caserta: i primari dott. Filippina CIABURRI e Raffaele LIBETTA, amici personali della presidenza, sono i 2 dirigenti medici della squadra

Ennesimo colpaccio messo a punto dal presidente Turco con le nomine dei dirigenti medici che seguiranno la Volalto 2.0 Caserta in questa stagione sportiva.
Si tratta di due nomi illustri della medicina campana, di grandissimo livello e di alto spessore, marito e moglie.
Il primo dirigente è la dottoressa Filippina CIABURRI, specialista in cardiologia ed in geriatria, attualmente dirigente medico di medicina interna all’ospedale A. Cardarelli di Napoli. Con una laurea conseguita con 110 e lode ha un curriculum veramente impressionante con molteplici pagine ricche di esperienza e titoli accademici. Ne citiamo solo alcuni: vincitrice di titolo accademico per cardiopatie congenite neonatali, dirigente medico di primo livello al Moscati di Aversa, e a Santa Maria Capua Vetere, vincitrice del corso regionale di emergenza territoriale 118, professore di geriatria prima alla Sun e poi alla Federico II, nonché autrice di molteplici pubblicazioni scientifiche. Un nome quello della dottoressa Ciaburri che davvero riempie di orgoglio tutto il club.
Non da meno è il marito, il secondo dirigente, dott. Raffaele Flavio LIBETTA, specialista in Chirurgia, attualmente Dirigente Medico presso il pronto soccorso e Medicina d’urgenza all’ospedale “Moscati” di Aversa. Anche lui con un curriculum di tutto rispetto: laureato in Medicina e Chirurgia, nel 1986 ed iscritto all’ordine dei Medici della provincia di Caserta. Specializzato in Chirurgia generale presso l’università di Napoli “Federico II”, dal 1995 è Medico di guardia traumatologica impianti di sci presso USL Aosta fino al 1992. Medico di guardia nella casa circondariale femminile di Caserta fino al 1991 e Medico di emergenza sanitaria presso ASL di Caserta. E a tutt’oggi dirigente medico all’ospedale “Moscati”di Aversa. Un “duetto” medico, questa coppia a dir poco sorprendente che davvero rende ancora più prestigioso il già illustre parterre  della Volalto 2.0 Caserta. Intervistati i neo dirigenti medici Volalto 2.0 ci tengono a sottolineare che sono felicissimi di ricoprire questo nuovo incarico prima di tutto per l’amicizia profonda e personale che li lega alla famiglia Turco e poi per la grande passione per la pallavolo della loro figlia Carlotta, grande tifosa Volalto 2.0. L’intera Volalto 2.0 Caserta dà, quindi, il più caloroso benvenuto a questa coppia di luminari della medicina campana.
DiRedazione

Preso a bastonate dalla gang per il borsello, è caccia alla baby gang

pineta grandeÈ stata accertato dai carabinieri della Compagnia di Mondragone quanto accaduto sabato pomeriggio lungo la Domiziana, dove un 17enne marocchino è stato pestato a sangue da una gang, costringendo il giovane a ricorrere alle cure mediche prima alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno e successivamente all’ospedale Cardarelli di Napoli.

I militari guidati dal capitano Iannotti hanno infatti messo insieme gli indizi utili a ricostruire la dinamica dell’aggressione: il 17enne è stato vittima di una tentata rapina commessa da 4 ragazzi italiani. La banda lo ha raggiunto a bordo di alcuni scooter elettrici e lo ha minacciato per farsi consegnare il borsello a tracolla che indossava la vittima. Al suo rifiuto si è scatenata la furia degli aggressori, che lo hanno colpito con violenza anche armati di bastoni.

Da escludere quindi la pista dell’aggressione di stampo razzista, si è trattata di una “semplice” rapina. I carabinieri sono ora sulle tracce della gang di rapinatori, tutti giovanissimi

 

DiRedazione

Nuovo crollo alla Reggia di Caserta: cade una porzione di soffitto

Reggia_di_Caserta-appartamentiAncora un crollo all’interno della Reggia di Caserta. Stavolta a cedere è stata una porzione del soffitto delle retrostanze del 4 piano, non aperte ai visitatori e utilizzate come aule per lo svolgimento delle lezioni da parte dell’Aeronautica.

Un nuovo cedimento che mostra ancora una volta la fragilità del plesso vanvitelliano dopo il crollo dello scorso mese di dicembre, quando a venire giù fu una porzione del soffitto della Sala delle Dame, e per il quale è in corso un’inchiesta per individuare i responsabili.

Anche stavolta, fortunatamente, all’interno dei locali dove è accaduto il distacco di intonaco, con un profondo “buco” apertosi sul soffitto, non c’era nessuno. L’area è stata comunque chiusa per motivi di sicurezza. L’episodio si è verificato nella notte tra venerdì e sabato, proprio il giorno dopo la violenta bomba d’acqua che si è abbattuta sul capoluogo provocando allagamenti e disagi in tutta la città

 

DiRedazione

Preso a pugni dopo la serata di beneficenza, ragazzo finisce in ospedale

ospedale piedimontePreso a pugni al termine di una serata dedicata ad una raccolta fondi in favore di una associazione benefica. È quanto accaduto ad un 20enne di Castello del Matese domenica sera ad Alife. A colpirlo sarebbe stato un suo conoscente, ma non sono chiare le motivazioni che hanno portato all’aggressione.

Il giovane è stato trasportato all’ospedale di Piedimonte Matese, dove i medici gli hanno riscontrato diverse fratture. Sul caso indagano ora i carabinieri della Compagnia del Matese

 

DiRedazione

Investito e ucciso mentre cammina in autostrada, muore 42enne

incidenteÈ stato travolto mentre camminava lungo l’autostrada Napoli-Salerno tra Torre Annunziata nord e sud, in direzione Salerno. Così questa notte, poco dopo le due, è morto il 42enne di Recale Michele Di Giovanni. Stando ad una prima ricostruzione l’uomo stava camminando a bordo carreggiata quando un’auto è transitata e non è riuscita ad evitare l’impatto, investendolo in pieno e trascinandolo per diversi metri. Sul posto sono giunti i sanitari della Misericordia, la corsa dell’ambulanza all’ospedale Cardarelli di Napoli è stata però inutile.

Il 42enne è stato dichiarato morto nell’ospedale napoletano ma le sue condizioni erano disperate già durante il trasporto in autostrada. Chi ha assistito alla scena del soccorso è rimasto profondamente turbato dalle condizioni in cui era stata ridotta la vittima. Non è ancora chiaro perché stesse camminando a piedi lungo l’autostrada, le indagini sono affidate ora agli uomini della polizia stradale

 

DiRedazione

Terrore durante la rapina in casa: marito, moglie e figlia picchiati dal ladro

Carabinieri AversaI carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise hanno proceduto all’arresto a San Nicola la Strada, in flagranza di reato di reato per tentata rapina e lesioni personali del cittadino polacco Martin Jasak, 31enne in Italia senza fissa dimora.

L’uomo si è reso responsabile della tentata rapina nei confronti di una famiglia di San Nicola la Strada. Jasak, infatti, dopo essersi introdotto all’interno del cortile dell’abitazione delle vittime, si è scagliato contro due delle tre vittime, due coniugi e la loro figlia, malmenandoli con calci e pugni al fine di sottrargli oggetti di valore.

I militari dell’Arma, prontamente intervenuti, hanno inseguito e bloccato il polacco che stava cercando di scappare. I due coniugi sono stati trasportati presso il pronto soccorso dell’ospedale di Maddaloni per le lesioni e i traumi subiti, dove sono stati giudicati guaribili con prognosi di 10 e 15 giorni, con ricovero ed in osservazione.

L’arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione della competente autorità giudiziaria

 

DiRedazione

Trovato in possesso di oltre 3 chili di eroina, arrestato 37enne di Castel Volturno

CarabinieriI carabinieri della Stazione di Castel Volturno (CE), in via Lucci a Napoli, nei pressi del terminal Bus, hanno proceduto all’arresto del pregiudicato Laudato Massimo, cl. 1981, residente a Castel Volturno, resosi responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma, a seguito di uno specifico servizio, volto ad infrenalo lo spaccio di stupefacenti sul territorio, hanno bloccato il pregiudicato appena giunto in quel terminal a bordo di un autobus  proveniente da Bergamo.

A seguito della perquisizione personale l’uomo è stato trovato in possesso di Kg. 3,200 di eroina, contenuta in involucro di plastica e ben occultata nel sottofondo di una borsa  trolley.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Laudato Massimo è stato accompagnato presso la casa circondariale Napoli Poggioreale,  a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

DiRedazione

Spunta coltello durante una lite: minorenne ferito

RAPINA COLTELLOMomenti di paura quelli vissuti a San Nicola a Strada. Tre ragazzi hanno scatenato una rissa durante la lite è stato estratto un coltello: uno dei tre protagonisti della lite è stato colpito ed è crollato a suolo. Sono sta alcuni passanti a soccorrere il ragazzo minorenne, chiamando l’ambulanza ed i carabinieri che sono giunti sul posto. Tutti e tre i ragazzi sono stati portati in ospedale a Maddalena per accertamenti.