Archivio mensile luglio 2018

DiRedazione

San Nicola Basket Cedri, il primo innesto è Luciano Rusciano

luciano-ruscianoPrimi movimenti di mercato in casa San Nicola Basket Cedri. La società cara ad Antonio Bracale annuncia l’innesto di Luciano Rusciano, lungo classe 1983 avversario di tante battaglie negli ultimi anni con i colori della San Michele Maddaloni e allenato da coach Adolfo Parrillo nelle ultime due stagioni. Pivot di 202 centimetri di ottima tecnica individuale, Rusciano ha toccato quasi tutte le province campane nella sua lunga carriera, cominciata nelle giovanili della Scandone Avellino, e ha nel suo palmares ben quattro campionati. Nel 2001 inizia la sua prima grande esperienza in quel di Salerno, dove conquista la promozione in serie B giocandoci fino al 2006. In quell’estate scende di categoria spostandosi di pochi chilometri, a Sarno, strappando un’altra promozione in b2. Tra il 2009 ed il 2011 due esperienze fra Giugliano (altro campionato vinto) e Torre del Greco, per poi iniziare la sua storia d’amore con Maddaloni, con cui arriva in serie B2 partendo dalla C2. Sei stagioni in maglia calatina per Rusciano, inframezzata dall’annata 2016/2017 con la maglia della Nuova Pallacanestro Sarno agli ordini di Parrillo conclusasi agli spareggi nazionali; per il lungo classe 1983 l’ultima stagione si è chiusa con 10.6 punti di media ed un season high di 23 punti contro la Pallacanestro Partenope. “Sono contento di questa nuova avventura – dice Rusciano nella sua prima stagione in maglia Cedri – che mi porta nuovi stimoli al cospetto di una società ambiziosa che vuole puntare a qualcosa di importante. Non mi tiro certo indietro in questa nuova sfida. In più, sono doppiamente contento perché potrò lavorare con coach Parrillo per il terzo anno consecutivo, sono convinto che in una stagione sportiva lunga come la nostra la sua guida potrà essere un’arma in più soprattutto nei momenti di difficoltà. Non vedo l’ora di iniziare insieme ai miei nuovi (e vecchi) compagni questa nuova stagione”.

DiRedazione

Primo volto nuovo per Maddaloni, ecco il pivot Filippi: “Proposta irrinunciabile”

MADDALONI BASKETLa Pallacanestro San Michele Maddaloni comunica di aver trovato l’accordo con il pivot Aldo Filippi. Lungo classe ’89, alto 200 centimetri, nell’ultima stagione ha militato nella Polisportiva Battipaglia in serie B facendo registrare 6.7 punti e 4.9 rimbalzi in 21 minuti di utilizzo. Si tratta di un ragazzo che sin da giovanissimo ha calcato i palcoscenici nazionali semiprofessionistici. Nel 2007/08 era in Dnc alla Virtus Battipaglia dove gioca due anni. Nell’estate 2009 passa allo Sporting Torregreco cogliendo la promozione al primo tentativo e restando in Dnc anche la stagione successiva. Nel 2011/12 si divide in serie C tra Mugnano e Castellammare di Stabia, mentre l’anno dopo è alla Partenope Napoli dove rimane per tre campionati. La stagione 2015 la inizia a Battipaglia ma la conclude con la promozione in serie B alla Cilento Agropoli (poi diventata Cuore Napoli Basket). Nelle ultime due annate è prima tornato a Mugnano e poi a Battipaglia. Ha una media di 13.7 punti in 233 partite in carriera, con un high di 50 fatto registrare due anni or sono. Filippi è un lungo coriaceo a cui piace anche allontanarsi dal canestro, avendo una mano piuttosto delicata al tiro.

«Sono molto orgoglioso di poter giocare per Maddaloni – ha esordito Aldo Filippi – una piazza storica ed importante. La Pall. San Michele è una società affermata a livello regionale, e la dirigenza mi ha corteggiato così bene che alla fine ho deciso di accettare l’offerta nonostante avessi altre proposte. Non ho mai lavorato con coach Mariano Gentile e non lo conosco personalmente, però con chiunque ho parlato me lo ha dipinto come un ottimo tecnico. Questo fa ben sperare per la stagione, nella quale dovremo avere l’unico obiettivo – ha concluso il neo lungo biancazzurro – di fare il meglio possibile».

«Siamo particolarmente felici di aver ingaggiato Filippi perché – ha dichiarato il presidente Pasquale De Filippo – sposa quelle che devono essere le caratteristiche dei giocatori che comporranno il roster nella prossima stagione. Di concerto con coach Gentile abbiamo prima voluto confermare due giovani maddalonesi come Francesco Della Peruta e Ivano Ragnino, e poi abbiamo deciso per l’ingaggio di Aldo Filippi che ha accettato la nostra offerta nonostante altre proposte. Ci ha molto colpito il suo entusiasmo nel voler venire a giocare per noi. Questa cosa ci inorgoglisce, e ci fa guardare con soddisfazione al mercato dove abbiamo altre trattative in essere che ci faranno ingaggiare altri giocatori giovani e di buon livello – ha concluso il deus ex machina biancazzurro – che possono farci divertire».

DiRedazione

Alfonso Scalzone argento ai Mondiali U23 di Poznan nel doppio pesi leggeri

3884831_argento_scaAncora una affermazione per il canottiere Alfonso Scalzone, originario di Castelvolturno, nipote del grande Angelo “Peppino”, oro olimpico nel tiro a volo a Monaco, e dell’ex sindaco Alfonso, scomparso lo scorso anno. Ai mondiali under 23 conclusisi ieri a Poznan in Polonia nella specialità doppio pesi leggeri Scalzone in coppia con Gabriel Soares della Marina Militare ha conquistato l’argento alle spalle della Spagna nel corso di un finale in gran rimonta concluso al fotofinish dall’equipaggio iberico al primo posto mentre l’armo della Germania ha centrato il bronzo.  Alfonso Scalzone, 22enne. ha iniziato a remare nel bacino del Lago Patria nel 2015 e nell’anno successivo ha già conseguito titoli importanti come il bronzo ai tricolori negli under 23 pesi leggeri e nel quattro di coppia; nel 2017 ha vinto il titolo italiano nel due senza e nel quattro senza, pesi leggeri, e, a livello europeo, il bronzo a Plovdiv nel due senza, pesi leggeri. Ormai, oltre ad essere punta di diamante del prestigioso Circolo Italia di Napoli, è uno degli elementi primari degli azzurri di canottaggio. Già lo scorso anno Scalzone fu premiato dal Coni in occasione della tradizionale festa per la consegna delle onorificenze sportive e, dopo questo risultato, sarà sicuramente tra i protagonisti della “passerella” in programma ai primi di dicembre a Caserta.

DiRedazione

Detenzione di armi e di droga, arriva il carcere per un 48enne di San Felice a Cancello

CarabinieriI Carabinieri della Stazione di San Felice a Cancello (CE), in quel centro, hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Napoli, nei confronti di Carillo Antonio, cl. 1970, del luogo.

Per l’uomo è stata disposta la misura della detenzione in carcere, dovendo espiare anni 2mesi 3 e giorni 26 di reclusione, poiché ritenuto responsabile di detenzione illegale di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, reati commessi nel comune di Torre del Greco (NA), nell’anno 2007.

Carillo Antonio è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

DiRedazione

Sequestrata una segheria a Trentola Ducenta per violazioni in materia ambientale: nei guai il proprietario

IMGP2502Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Marcianise hanno proceduto in comune di Trentola Ducenta, al sequestro di un capannone dell’estensione di circa 500 mq al cui interno era esercitata un’attività artigianale di segheria per la produzione di imballaggi e manufatti in legno facente capo ad una società di cui è amministratore unico il Sig. R.V. da Villaricca (NA) dell’età di anni 54.

Sono stati sottoposti in sequestro anche tutti i macchinari ivi utilizzati per lo svolgimento della precitata attività: sega doppio centauro R80 Tappet, sega a nastro, sega centauro, tronco quadroni, chiodatrice cantonali, sega a quattro nastri wood-mizer e sega circolare.

L’attività di segheria è risultata non autorizzata nei riguardi delle emissioni in atmosfera in violazione alla vigente normativa in materia ambientale.

Le operazioni di sequestro sono state eseguite di iniziativa dei predetti operatori di polizia giudiziaria a carico dell’indagato R.V. che è stato denunciato in stato di libertà.

Il sequestro è stato convalidato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord.

DiRedazione

Colpaccio del Villa Literno Calcio, ingaggiato il figlio di Diego Armando Maradona

diego maradonaIl Villa Literno del presidente Giovanni Fontana si sta pian piano arricchendo di calciatori. La rosa a disposizione di Ciro Amorosetti si sta formando tra le conferme e i nuovi arrivi. Dopo le tante voci di questi giorni la compagine casertana piazza il colpo: arriva Diego Armando Maradona Jr. Il giocatore reduce dalla vittoria del girone B di Promozione con l’Afro Napoli United è pronto per questa nuova avventura.

Un amore nato, coltivato e finalmente sbocciato, Diego Maradona JR è un nuovo calciatore del Villa Literno, un calciatore di spessore e di esperienza pronto ad infiammare il pubblico e con Antonio Insigne e Aniello Perna, pronto a dare fantasia al gioco di Mister Amorosetti. Il nome parla da se ma la volontà e la professionalità di Dieguito sono uniche nel suo genere, sangre argentino e accento napoletano rievocano magia solo a sentirli ma lui è pronto a stupire sul campo.

Queste le sue prime parole per lui che lo scorso anno ha vinto il campionato di Promozione Girone B con l’Afro Napoli: “Lo scorso anno all’Afro Napoli è stata un’ annata incredibile ho fatto parte di un gruppo fortissimo ma personalmente non è stata positiva si può sempre fare di piu. Vengo in questo gruppo dopo un campionato vinto e spero di riuscire a dire la mia in un gruppo forte e coeso che non nasconde la voglia di vincere. Sono felice perché la società del patron Fontana ha confermato gran parte dello zoccolo duro della passata stagione e cio dimostra la voglia di vincere.”

Sul rapporto che lo lega al mister Amorosetti e se fosse stato lui a parlargli della realtà di Villa Literno risponde cosi: “Non nascondo che la trattativa col Villa Literno parte molto tempo prima dell’arrivo di Amorosetti, già prima dell’esonero di Luigi Sanchez grazie all’amico caro Gaetano Prezioso che ringrazio vivamente avevamo gia parlato di un ipotetico arrivo a Villa Literno, l’arrivo di Amorosetti poi è stato un fattore accessorio che non mi ha fatto minimamente esitare ad accettare la proposta anche perché con mister Ciro ho condiviso momenti calcistici indimenticabili sul rettangolo verde a Quarto e sia sulla sabbia col Beach Soccer.”

Diego ci ha parlato anche del finale di campionato thriller consumatosi per la finale Playoff contro la Pol.Santa Maria che ha visto protagonista il pubblico liternese caloroso e voglioso di vincere:
“Lo scorso anno dimentichiamolo e cancelliamolo, non ero allo stadio ma seguivo grazie ad un amico la partita, ancora si fa fatica a credere cosa sia accaduto, sul 2-0 sembrava cosa fatta ma il calcio è anche questo. Di quella partita però resta un immagine indelebile vale a dire quella gradinata piena di tifosi che fino al 90esimo sostenevano la squadra. Personalmente invito tutti i tifosi a ripetersi quest’anno gia dalla partita di Coppa Italia di fine agosto perche Villa Literno deve e puo scrivere la storia e io sono felice e pronto di vivere questa stagione biancorossa.”

DiRedazione

Ore ed ore di lavoro per trasferire i 180 migranti dell’Hotel City di San Nicola: saranno ospitati in altre strutture della Provincia

hotel cityPolizia, carabinieri e guardia di finanza sono in azione da stamattina per trasferire i 180 migranti ospiti dell’Hotel City di San Nicola la Strada. Maxi operazione per trasferire questi richiedenti asilo in diverse strutture su tutta la provincia di Caserta. Nei giorni scorsi a Villa di Briano una violenta polemica per l’arrivo di 70 migranti: protesta che ha avuto gli effetti sperati visto che i rifugiati poi sono stati costretti a tornare indietro

DiRedazione

La Compagnia della Città & Fabbrica Wojtyla protesta per la chiusura del Teatri Kombetar di Tirana

Foto ManifestoIndimenticabile avventura albanese per i giovani della Compagnia della Città & Fabbrica Wojtyla per emozione e motivazione. Un tuffo nel passato come i sit-in degli anni d’oro della protesta giovanile, con rappresentazioni teatrali attraverso monologhi e canzoni estratti da “Monodialoghi” di Patrizio Ranieri Ciu. Ecco il senso del comunicato congiunto tra artisti albanesi e italiani.

Ora tutti siamo in trepida attesa delle scelte del presidente della Repubblica Meta in relazione l’abbattimento del Teatri Kombetar, il Teatro Nazionale di Tirana.
E mentre gli artisti albanesi in caso di autorizzazione si preparano ad uno sciopero della fame, decolla, provocatoria la proposta shock di Pulcinella, in nome del teatroFabbrica Wojtyla: “Se il governo ha deciso di demolire il Teatro Nazionale ebbene scene, palcoscenico e poltrone le prenderemo noi per portarle in Italia nel nostro teatro dove metteremo su anche la bandiera albanese. Così la storia del teatro di Albania che il governo intende cancellare la conserviamo noi.”
Un piccolo aiuto per una grande causa, la difesa della cultura: il teatro.
DiRedazione

Parete, M5S all’attacco sulla relazione del segretario comunale inerente controllo atti interni: “Evidente mancanza di principi di legalità e trasparenza”

rosalbaPARETE. Continua a tenere banco a Parete lo scottante tema del controllo degli atti interni resi noti nella relazione dal segretario comunale. Il Movimento 5 Stelle, infatti, dopo aver diffuso a mezzo stampa un comunicato espletante diversi punti, a suo parere, “oscuri”, ha fatto sì che il consiglio comunale del 30 luglio avesse come primo punto posto all’ordine del giorno proprio l’interrogazione riguardante la documentazione citata.

“In relazione alle determine di conferimento e liquidazione di incarichi a professionisti e imprese è emersa la mancanza dei principi di concorrenza, legalità e trasparenza con la configurazione di un ipotetico danno erariale – dicono i pentastellati -.

La nostra portavoce Rosalba Rispo, di fronte alla richiesta del Presidente del Consiglio di interrompere la diretta streaming e svolgere il Consiglio a porte chiuse sul tema perchè riferito a persone fisiche quali i dirigenti, si è opposta fermamente precisando che mai avrebbe offeso l’onorabilità di alcuno e che l’intenzione non era di accusare, ma di sollevare un problema e spronare le parti in causa alla risoluzione. Le risposte del Sindaco sono apparse soddisfacenti solo in parte.

Sul punto numero 2, riguardante l’approvazione del piano particellare di esproprio dell’area PIP nel caso in cui si fosse manifestata la volontà della cessione volontaria, si è espresso apprezzamento per il piano, con astensione, essendo mera ratifica di quanto già concordato tra le parti (privati/comune).

Sul punto numero 4 avente ad oggetto riequilibrio e debito fuori bilancio, il Movimento ha abbandonato il Consiglio Comunale in segno di protesta. Non potevamo assistere all’approvazione del debito dell’Edera Costruzioni Srl, su cui già un anno fa, alla seduta consiliare del 21/07/17, abbiamo fatto emergere l’assurdità di una gestione politica di questa società. Una gestione non solo senza contratto ma attenzionata dallo stesso dirigente competente che relazionava su commesse affidate direttamente “da organi Istituzionali, ma non deputati a tanto”. Una situazione a dir poco ambigua su cui abbiamo chiesto dei chiarimenti mai arrivati.

Chiedemmo chi fossero stati i responsabili di questo debito, auspicando che l’amministrazione prendesse una posizione tendente alla verità e che, altrimenti, avremmo agito formalizzando una denuncia.  Dopo un anno ed un’azione legale che costringe l’Ente Comunale oggi a pagare la Società – chiariscono pragmaticamente -, nulla è cambiato. Nessuno si è chiesto come è nato e da chi è nato questo debito. Nessuno ha interesse a farlo – concludono – e intanto i cittadini pagano”.

DiRedazione

Il Dott. Enzo Gallozzi il 6 Agosto prenderà servizio al Commissariato di Aversa

WhatsApp Image 2018-07-30 at 22.32.02Il numero uno del nuovo commissariato normanno è il Dottore Enzo Gallozzi. Uomo di cultura e grande poliziotto!!!