Archivio mensile giugno 2018

DiRedazione

L’allievo di Amici 17, Einar, approda al Centro Commerciale Campania: concerto il 26 giugno

cover EinarEINAR è in radio dal 1° giugno con il suo singolo inedito “Chi ama non dimentica” incluso nell’omonimo EP di debutto.

Chi ama non dimentica” è una ballad intensa, scritta da Tony Maiello, e racconta la fine di una storia d’amore e la consapevolezza di quanto una passione possa rimanere indelebile nel tempo.

L’album “EINAR” è composto da 4 brani inediti e 3 cover magistralmente interpretate dal giovane finalista di Amici. Oltre a “Chi ama non dimentica”, l’EP contiene gli inediti “Notte d’agosto” (scritto da Tony Maiello), “Salutalo da parte mia” (scritto da Daniele Magro) e “Non c’è” (scritto da Einar), questi ultimi due già presentati sul palco del celebre show. A chiusura dell’EP le cover “Il diario degli errori”, “Giudizi universali” e una particolare versione di “Io che amo solo te” piano e voce.

EINAR è nato a Cuba nel 1993, arriva in Italia a 9 anni e vive in provincia di Brescia. Lavora come operaio, ma da sempre la sua passione è la musica e il canto. È stato il primo allievo di Amici 17 ad aver conquistato la maglia del Serale dove si è contraddistinto per le sue esibizioni ed interpretazioni, tra le più emozionanti del programma.

DiRedazione

Domani la conferenza stampa di presentazione di “Un’estate da BelvedeRe”

EventiBelvedereDomani, martedì 26 giugno, alle ore 12, presso la Sala Giunta del Comune di Caserta, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della rassegna “Un’Estate da BelvedeRe”, in programma a San Leucio dal 10 al 20 luglio prossimi. Saranno presenti il sindaco di Caserta, Carlo Marino, l’assessore agli Eventi, Emiliano Casale, l’assessora alla Cultura, Tiziana Petrillo, e gli organizzatori della manifestazione.

DiRedazione

Sorpreso a rubare 70 metri di cavi telefonici dalla stazione Albanova, arrestato 34enne

treno stazioneNel corso della tarda serata di ieri, i Carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Casal di Principe, in San Cipriano d’Aversa (Ce), hanno tratto in arresto, per furto aggravato, EGUAVON Marvelous, cl. 84, nigeriano, senza fissa dimora.

L’uomo è stato bloccato dai militari dell’Arma mentre caricava, sulla propria autovettura, circa 70  metri di cavi telefonici appena asportati dalla stazione ferroviaria di Albanova. La merce recuperata è stata restituita a personale delle Ferrovie dello Stato. L’arrestato, verrà giudicato con rito direttissimo.

DiRedazione

Scappa dai domiciliari e si schianta contro una Maserati, bloccato 50enne a Calvi Risorta

incidenteNel primo pomeriggio di  ieri, i Carabinieri della Stazione di Calvi Risorta, in quel centro cittadino, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di evasione, NAPPI Giuseppe Ezio, cl. 68, di Napoli.

L’uomo è stato fermato dai  militari dell’Arma che lo hanno notato vagare per le vie di Calvi Risorta, claudicante e con evidenti ferite al volto.

A seguito di immediate verifiche, gli uomini della Benemerita hanno accertato che lo stesso, evaso dalla propria abitazione, ove si trovava agli arresti domiciliari in forza del provvedimento emesso dal Tribunale di Napoli –terza sezione penale – a seguito di arresto per violenza sessuale su minori, si era allontanato a bordo della propria autovettura Mercedes fino a giungere in Pastorano (CE) dove, sulla SS 7 Appia, per cause ancora in corso di accertamento, aveva avuto un sinistro stradale con un’autovettura Maserati Ghibli, condotta da un 46enne di Casal di Principe. Immediatamente dopo il sinistro stradale si era quindi allontanato fino a giungere, a piedi, in Calvi Risorta.

DiRedazione

Capodanno del Mugnaio, a Frignano la sottoscrizione del contratto di filiera

Frignano (Caserta) 17 giugno 2017 Grande festa, per il "Capodanno del Mugnaio" 2017, dalla semina fino al raccolto e lo stoccaggio dei grani campani e locali. Il meccanismo si basa sulla selezione dei semi e dei grani direttamente sul campo, e prosegue nel monitoraggio costante, fino alla realizzazione del prodotto finale targato Mulino Caputo. Ph: Stefano Renna, Riccardo Siano e Roberta De Maddi

Tre anni di Grano Nostrum con Grottaminarda protagonista. Oggi lunedì 25 giugno si rinnoverà il patto di filiera tra Green Farm dei Meninno di Grottaminarda, Mulino Caputo di Napoli e le aziende agricole del Mezzogiorno per rendere la coltivazione del grano tra Lazio, Campania, e Puglia sicura e controllata.

GRANO NOSTRUM – GRANO TENERO 100% ITALIANO nasce da un’idea di Alfonso Di Massa, a fianco alla famiglia Meninno da anni, e dall’intraprendenza di Michele, attuale socio amministratore della Green Farm S.a.s. di Grottaminarda, in provincia di Avellino,  che ha individuato come partner ideale del progetto il lungimirante Antimo Caputo. Nei campi di Grano Nostrum si semina, si raccoglie e si provvede allo stoccaggio dei grani campani e locali. A tutto ciò si aggiunge il supporto di uno staff della Green Farm con tecnici qualificati, agronomi e periti agrari, che accompagnano gli agricoltori in ogni scelta tecnica, che curano la selezione e l’utilizzo di grani delle migliori qualità nel rispetto dei principi di sicurezza alimentare. Una procedura rodata nell’azienda di Grottaminarda che è stata trasferita anche nel progetto Grano Nostrum per dar vita a farine eccellenti e dare la certezza ai consumatori di poter gustare prodotti selezionati.

La prima pagina di questa avventura è stata siglata per la prima volta tra pochi amici direttamente in un campo di grano nel 2016, e per il terzo anno consecutivo la sottoscrizione del contratto di filiera per il 2018/2019 si terrà nell’azienda D’Amore, a Frignano, in provincia di Caserta in occasione del “Capodanno del Mugnaio”.

Si celebrerà dalle ore 17 tutto l’impegno profuso e quanto si vorrà fare nel prossimo futuro durante il capodanno in chiave bucolica che si aprirà ufficialmente con la firma da parte dell’Amministratore Delegato di Mulino Caputo, Antimo Caputo, del socio amministratore della Green Farm S.a.s. di Grottaminarda Michele Meninno e degli agricoltori che si aggiungeranno al progetto con l’obiettivo di raggiungere entro il 2019 tremila ettari di coltivazioni dedicate unicamente al Grano Nostrum.

Dopo il rinnovo del patto di filiera, si proseguirà con la mietitura e, infine, la grande festa con un menù contadino, l’accensione di tre forni e la preparazione delle pizze da parte di alcuni dei più bravi maestri pizzaioli della Campania: Gino Sorbillo, Davide Civitiello, Pasqualino Rossi e Teresa Iorio, i fratelli Giustiniani. Si faranno notare anche le prelibatezze preparate dai pasticcieri e la musica del gruppo de “I Bottari della Cantica Popolare”.

DiRedazione

La Guardia di Finanza di Caserta sequestra circa 1000 capi di abbigliamento contraffatti: rinvenuti nel garage di una villetta di Castelvolturno

VSNP6946Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo economico del territorio disposti dal Comando Provinciale di Caserta per il contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione, i Finanzieri della Compagnia di Mondragone hanno sequestrato circa 1.000 capi di abbigliamento contraffatti.

In particolare l’attenzione dei militari si è concentrata su una donna cinquantenne, gravata da numerosi precedenti di polizia per truffa, che è risultata detenere nel garage della propria abitazione sita in Castel Volturno – località Pescopagano alcuni colli, ancora imballati in quanto evidentemente consegnati da poco, contenenti capi di abbigliamento contraffatti delle più note griffe di moda destinati alla vendita locale.

Ben 950 capi, tra maglie, pantaloncini e costumi con i marchi falsificati di GUCCI, EMPORIO ARMANI, LOUIS VUITTON, DSQUARED, ADIDAS e PHILIPP PLEIN, che la donna ha dichiarato di aver acquistato su internet e che dall’imballaggio sono risultati spediti dalla Polonia.

Pertanto, tutta la merce trovata è stata sottoposta a sequestro e la responsabile è segnalata alla competente Procura della Repubblica di Santa Maria C.V. per il reato di “introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” previsto dall’art. 474, comma 2, c.p..

DiRedazione

Catturato il pregiudicato Giuseppe Duilio, 60enne di Cesa: è destinatario di una condanna definitiva di 9 anni di carcere per associazione camorristica

Polizia di StatoNelle prime ore della mattinata odierna, personale dell’Ufficio investigativo di questo Commissariato, ha tratto in arresto il noto pregiudicato DUILIO Giuseppe, in esecuzione del provvedimento definitivo di carcerazione di anni 8 mesi 11 e giorni 15 di reclusione, emesso in data 20.06.2018 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli, Ufficio Esecuzioni Penali, siccome ritenuto responsabile di Associazione di tipo mafioso (ex. Art. 416 bis, comma 1,3,4, 5 e 8 c.p.). L’attività di ricerca posta in essere dal personale operante sortiva esito positivo nella mattinata odierna, allorquando il predetto veniva rintracciato e tratto in arresto presso la sua abitazione. Il Duilio, ritenuto un soggetto organico del cartello camorristico dei “CASALESI”, fazione MAZZARA, gravitante nel territorio di Cesa (CE), fu tratto in arresto lo scorso 01.03.2017 per il medesimo reato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dalla locale Procura Distrettuale Antimafia, per essere scarcerato il successivo 15 marzo 2017. In quelle circostanze i Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa, in Aversa e Cesa diedero esecuzione ad un’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Napoli, nei confronti dei pluripregiudicati MAZZARA Amedeo, detto “O SICILIANO”, cl.1948, DUILIO Giuseppe, detto “BICICLETTA”, cl. 1958, entrambi di Cesa, nonché di SCARANO Tammaro, detto “SCARULELLA”, cl. 1986, di Aversa, già sottoposto agli arresti domiciliari. Le indagini avviate da quella Sezione Operativa del citato Reparto a partire nell’anno 2007 e condotte attraverso attività tecniche e riscontri forniti nel tempo da numerosi collaboratori di giustizia, hanno consentito infatti di giungere alla sentenza di condanna in 1° e 2° grado nei confronti dei membri del sodalizio criminale, acclarando, processualmente, come il “gruppo MAZZARA”, avvalendosi della forza intimidatrice derivante dal vincolo associativo e della condizione di assoggettamento e di omertà della popolazione, aveva nel tempo acquisito in modo diretto la gestione delle attività economiche nel settore dell’edilizia ed il controllo del territorio cesano, pianificando e perpetrando delitti contro la persona e contro il patrimonio, tra cui omicidi, sequestri di persona, estorsioni e minacce. Dell’avvenuta cattura veniva data notizia il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica c/o il Tribunale Napoli Nord e al termine degli adempimenti di rito il condannato veniva associato alla Casa Circondariale di S. Maria Capua Vetere a disposizione dell’A.G. procedente.

DiRedazione

Sorpresa in possesso di 170 grammi di droga, arrestata 64enne di Mondragone

carabinieriI Carabinieri della Stazione di Mondragone, nel corso della notte, hanno tratto in arresto per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, RICCIO Teresa, cl. 54, del posto. La donna è stata sorpresa, in via Domitiana, mentre cedeva sostanza stupefacente a tossicodipendente del luogo. A seguito di successiva perquisizione personale e domiciliare i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato grammi 170  di sostanza stupefacente del tipo  marijuana, contenuta all’interno  di un involucro di plastica, nonché un bilancino di precisione e bustine per confezionamento delle dosiLa RICCIO , in attesa del rito direttissimo, è stata sottoposta al regime di detenzione domiciliare.

DiRedazione

E’ ai domiciliari ma viene sorpreso dai carabinieri in strada, arrestato 29enne

CarabinieriNel corso della notte, in Castelvolturno, località pinetamare, i Carabinieri del locale Comando  Stazione hanno tratto in arresto per evasione dagli arresti domiciliari e lesioni,  MOROSAN Nicusor,  cl. 89, rumeno. L’uomo,  già sottoposto al regime degli arresti domiciliari poiché ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti di una sua  connazionale 24enne, è stato sorpreso dai militari dell’Arma mentre passeggiava per le vie di quel centro cittadino, violando le prescrizioni imposte dalla citata misura restrittiva.  Lo stesso, poco prima di essere stato bloccato dai carabinieri si è reso responsabile di una ulteriore aggressione nei confronti della citata connazionale. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce).

DiRedazione

Dall’arena allo schermo: torna al’anfiteatro campano la rassegna firmata Arthmòs

locandina dall'arena allo schermoSette pellicole, sette registi, un concerto e tantissime altre novità. Non lascia spazio alla noia la seconda edizione della fortunata rassegna “Dall’arena allo schermo” in programma dal 28 giugno al 2 agosto presso l’arena dell’anfiteatro campano, a Santa Maria Capua Vetere che lascerà tutti oltre che con il naso all’insù a bocca aperta dallo stupore. L’evento, che già lo scorso anno aveva fatto registrare il tutto esaurito, ritorna su iniziativa dell’associazione Arthmòs, che fin dalla sua nascita ha messo in campo iniziative culturali volte a valorizzare il territorio sammaritano.

“Era inaccettabile che a Santa Maria non ci fosse una sala cinematografica- ha spiegato Antonio Avenia, tra i fondatori di Arthmòs e ideatore della rassegna – così, non potendone creare una nuova ci siamo detti: perché non portare il cinema all’aperto? Magari in una location mozzafiato come l’anfiteatro campano. Da qui la collaborazione dell’amico Francesco Massarelli, la disponibilità di Amico Bio e di Radio Zar Zak, oggi con noi in prima fila in questa avventura. Sull’entusiasmo dello scorso anno abbiamo costruito una cosa ancora più bella che ci terrà compagnia fino ai primi di agosto, e non escludo un colpo di testa a settembre, vedremo”.

A condurre la direzione artistica anche quest’anno Francesco Massarelli: “Ho voluto rimanere fedele alla linea editoriale dello scorso anno – ha spiegato il direttore artistico –  scegliendo  opere che hanno il carattere dell’originalità, della leggerezza e della qualità. La parola che forse meglio di tutte tiene insieme i film che vedremo quest’anno è “favola”, perchè ognuna delle storie che andremo a vivere sul grande schermo saprà mettere insieme il senso del reale con la fantasia, il sogno e l’immaginazione. Molti dei film che vedremo sono accomunati dall’idea del viaggio e dal desiderio di scoprire mondi lontani, a volte tanto lontani da portarci a navigare come cosmonauti nello spazio o a cercare un dialogo con le presenze aliene nell’universo. L’amicizia, ancor più dell’amore, è il sentimento che offrirà a molti dei protagonisti delle nostre storie un’occasione di rinascita e di riscatto”.

Primo appuntamento della kermesse giovedì 28 giugno alle 21 con Hotel Gagarin, di Simone Spada. Quest’ultimo, al termine della proiezione scambierà quattro chiacchiere con il pubblico in pieno clima friendly, punto di forza della rassegna.