Nasce a Caserta il “Laboratorio di partecipazione e di cittadinanza”

 

pasquale-iorioNella bella cornice dell’Enoteca Provinciale di Caserta si è tenuta ieri 12 febbraio 2018 la presentazione del nuovo Laboratorio di Partecipazione e di Cittadinanza, nell’ambito del Progetto Live in Italy finanziato dal Ministero delle Politiche Giovanili. Lo Sportello Live in Italy sarà uno spazio nella città di Caserta dove saranno fornite informazioni sull’insieme delle opportunità e servizi del territorio per soggetti fragili o svantaggiati. La sede del Laboratorio è nella sala dell’Enoteca Provinciale in via C. Battisti N° 48 c/o Coldiretti Caserta. I servizi vengono offerti nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 nell’ambito delle attività dedicate al Progetto stesso.

Come hanno rimarcato nei loro saluti istituzionali il Presidente della Camera di Commercio Tommaso De Simone ed il Prefetto di Caserta Raffaele Rubertoper fare crescere le condizioni di benessere di una comunità è necessario attivare e diffondere luoghi di partecipazione e di coesione sociale, come sarà lo sportello promosso da Aislo e dagli altri partner del progetto (Itinerari Paralleli e LPH)”. I lavori sono stati aperti da Pasquale Iorio (Presidente APS Le Piazze del Sapere) e da Stefano Mollica (Presidente di Aislo, presente insieme con la direttrice Teresa Maggio). I principali servizi che verranno offerti nel Laboratorio – in primo luogo uno spazio di accoglienza e di ascolto – saranno: A) una assistenza qualificata per migliorare la qualità della vita dei soggetti fragili in collegamento ed integrazione con i luoghi e servizi esistenti sul territorio (di tipo socio-sanitario ed assistenza varia, a partire dagli anziani; dai trasporti all’educazione; di tipo culturale e ricreativo, ecc.) ). B) L’organizzazione di incontri brevi e di eventi per ripartire con la cultura in collaborazione con la rete delle Piazze del Sapere (Libreria Feltrinelli – Biblioteca Civica – Biblioteca Diocesi). In questo contesto è in via di definizione l’Enoteca letture di gusto. Libri, cibo, territorio ed ambiente per valorizzare e far conoscere le eccellenze ed i prodotti tipici della nostra provincia. Con la Creazione ed organizzazione di una biblioteca dedicata con sala lettura e conferenze aperta ai giovani ed ai cittadini, in collaborazione con Italia Nostra, Legambiente, WWF e Slow Food.                       C) Accoglienza e punto di riferimento per creare occasioni di inclusione e coesione sociale, di solidarietà e lotta contro ogni forma di violenza, di discriminazione (in collaborazione con associazioni del terzo settore impegnate in questi settori (Ass. Generazione Migrante – ARCI Nero e non Solo – CSA Ex Canapificio ed altre). D) Informazioni ed assistenza per giovani e studenti, per immigrati – in collegamento con sportelli già attivi come Informa Giovani Europe Direct – UNILIF (università per lavoratori) – Centro Ascco per formazione professionale – Arci – Anolf e Uffici Immigrazione CGIL – Cidis – Centro Yalla – Centro Liala e altre. E) Informazioni ed assistenza per cittadini: CittadinanzAttiva – Auser Filo d’argento – La Bottega Buona (commercio equo e solidale) – Acli Terra e Confederdia, con le Fattorie sociali – Orto Bio Fondazione Leo – La Sbecciatrice – Consorzio Svimer per energia. F) Informazione ed assistenza per donne, con Coop EVA e Casa Lorena. Associazione Leo Onlus e Spazio Donna.           G)  Informazione ed assistenza per il turismo sociale: Progetto di Distretto culturale territoriale – Consorzio CasertaTurismo e Canapa Sativa, Rete dei Siti Reali – Italia Nostra – WWF – consorzio Svimer).

Particolarmente innovativo per i suoi contenuti di legalità democratica e di giustizia sociale sarà l’attivazione dello Sportello di pari opportunità per accesso al credito e finanza etica fondato sulla accoglienza, ascolto delle persone in difficoltà, solidarietà e coesione sociale. Gli obiettivi primari sono stati esposti da Pasquale Riccio a nome della onlus Finetica:  offrire una nuova possibilità di aiuto ed assistenza alle persone vittime dell’estorsione e dell’usura, dell’azzardo o ludopatia – con contatti telefonici, disponibilità di un gruppo di ascolto; accoglienza e colloquio di analisi e raccolta informazioni; consulenza per attività di aiuto anche psicologico; rapporti con la rete delle associazioni e centri che curano le dipendenze patologiche. Lo Sportello verrà attivato a partire da martedì 20 febbraio dalle ore 15.00 – alle ore 17.00, grazie anche  sostegno professionale di Finetica Onlus e di esperti nel campo della finanza etica. In particolare si sperimenteranno interventi di sostegno finanziario con possibilità di erogare nanocrediti, attraverso collegamenti con il fondo di garanzia della stessa Finetica, ed apposite convenzioni con la BCC di casagiove, con Banca Etica e Banca Prossima, realizzato in collaborazione tra FTS Casertano, CSV Assovoce, Acli, Politiche sociali CGIL, Agrorinasce e Diocesi Caserta).

A nome del gruppo di giovani impegnati nel progetto, Marco Miggiano ha illustrato le attività già svolte nella prima fase – che a breve verranno presentate alla città ed alle istituzioni locali. A testimoniare l’interesse ed una volontà concreta di impegno per la piena realizzazione del Laboratorio sono intervenuti: Gennaro Castaldi (Aido Esecutivo FTS Casertano), Antonio Crispi (Cral aziendale), Raffaele Picardi (Italia per il Mondo), Umberto Riccio (Canapa Sativa), Silvio e Valentina Parente (Svimer). Hanno partecipato all’incontro il funzionario di MPS Cavallari, il vice direttore dell’ente camerale Angelo Cionti e la responsabile settore promozione Cira Napoletano. Hanno inviato saluti di interesse il portavoce FTS casertano Michele Zannini, il presidente del CSV Assovoce Camillo Cantelli, la referente della nuova associazione Generazione Migrante, il direttore del Centro Ascco di formazione Daniele Ricciardi, la presidente provinciale Auser Elisabetta Luise e l’addetta alle politiche sociali CGIL Emanuela Borrelli.