Facile vittoria per il San Nicola basket Cedri

cedri basketTutto facile per il San Nicola Basket Cedri che al palazzetto di Viale Libero d’Orsi si sbarazza della Nuova Polisportiva Stabia per 68-106. Seppur senza l’apporto di Gabriele Pignalosa, ancora infortunato, gli uomini di Piero Falcombello confermano in maniera facile il margine fra le due squadre e il motivo per cui i biancoblu sono al primo posto in classifica. Non c’è stata praticamente gara, con Stefano Mihalich (mattatore del match con 21 punti) e compagni che chiudono subito la pratica, prendendo il largo dopo tre minuti. L’attacco di casa costruisce ben poco e sbatte ripetutamente su di Viera (19) e Johnson; dall’altra parte, sono le triple di Riccio e Mihalich a propiziare la fuga, con i cinque punti di Viera a scrivere lo 0-11 dopo soli tre minuti. Stabia, imbottita di giovani, smuove il suo punteggio con le iniziative di Mascolo, ma Linton Johnson banchetta letteralmente nel pitturato avversario, costruendo subito la doppia cifra di margine; sono i liberi di Viera (9 nel quarto) a chiudere i primi 10′ sul 16-27. San Nicola alza i giri del motore in difesa per ampliare la forbice e va spesso in contropiede. Il massimo beneficiario è Alejandro Viera che, contropiede dopo contropiede, fa toccare ai viaggianti il +20. La reazione casalinga è del solito Mascolo, ma i Cedri reggono l’urto con le cosiddette ‘seconde linee’. Zamo e Di Martino cominciano, sono poi due piazzati di Riccio a far sfiorare il +30 già a ridosso dell’intervallo, prima che Ottone e Mascolo scrivano il 34-59 al 20′. Il secondo tempo non regala rimonte incredibili o dei blackout clamorosi, con i Cedri che mandando a referto tutti i giocatori a disposizione(con Gravina che segna i suoi primi 7 punti della sua avventura a San Nicola) amministrano al meglio i ritorni di Stabia, sospinta quasi esclusivamente dal solo Mascolo. “Sono contento che tutti i nostri giocatori abbiano lasciato un segno nel match – ci rivela coach Piero Falcombello – ma oltre a questo ho avuto ottime risposte sul piano dell’intensità; avere 12 giocatori che possono mettere piede in campo è un lusso per la serie C Silver. Stabia era rimaneggiata, ma la gara di stasera ha rispecchiato i nostri sforzi durante la settimana. Domenica c’è il derby con Casapulla ma non dovremo distrarci: le insidie sono sempre dietro l’angolo”.