Caserta – Rottamazione-bis: previste agevolazioni per i cittadini che hanno debiti pregressi. Possibilità di spalmare le somme in 16 rate.

 girfattiLa Giunta Comunale, su proposta dell’assessore agli Affari Generali e al Contenzioso, Vincenzo Girfatti, ha approvato una delibera con la quale si propone al Consiglio Comunale di aderire alla cosiddetta “rottamazione-bis”, così come previsto dal decreto legge n. 148 del 2017 in materia di cartelle esattoriali. Il provvedimento approvato in Giunta passerà ora al vaglio della Prima Commissione Consiliare, presieduta da Gianfausto Iarrobino, prima di approdare all’esame dell’Assise cittadina.

Grazie a questo provvedimento i cittadini potranno definire in via agevolata i propri debiti pregressi, con l’esclusione di interessi e sanzioni, oltre ad usufruire della possibilità di rateizzare in sedici mensilità gli importi della massa debitoria. La prima rata andrà corrisposta entro il 30 giugno 2018 e l’ultima entro il 30 settembre 2019. Il mancato pagamento anche di una sola rata, naturalmente, comporterà la decadenza dell’accordo. Tutto ciò si potrà realizzare attraverso l’affidamento delle attività all’agente di riscossione del Comune in materia di riscossione dei tributi.

Questa decisione, oltre che per i cittadini, rappresenta un’opportunità anche per il Comune di Caserta, in quanto offre la possibilità di ottenere la riscossione di ulteriori crediti rispetto a quelli resi esigibili dal “Regolamento per la definizione agevolata delle entrate ai sensi dell’art. 6 ter del decreto legge del 22 ottobre 2016 n. 193”, approvato con la delibera di Giunta Comunale n. 143 del 30 dicembre 2016, che gravano sul bilancio comunale.

“Questo provvedimento – ha spiegato l’assessore agli Affari Generali e al Contenzioso, Vincenzo Girfatti – costituisce una possibilità molto importante per tanti cittadini che hanno delle situazioni debitorie in sospeso, venendo incontro alle esigenze delle persone in un momento molto complicato, in cui la crisi economica fa ancora sentire in maniera forte i propri effetti. Ancora una volta l’Amministrazione si è dimostrata molto sensibile alle istanze dei cittadini. Ora la parola passerà alla Prima Commissione Consiliare, per eventuali emendamenti, e poi al Consiglio Comunale, per rendere definitivamente operativo il provvedimento approvato in Giunta”.