Archivio mensile ottobre 2017

Digeneralmanager

Maddaloni, il 4 novembre si rinnova l’omaggio ai caduti italiani e maddalonesi con le Istituzioni

Monumento_al_Milite_Ignoto_di_Maddaloni Come ogni anno è partita la macchina organizzativa per celebrare al meglio il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, il 4 novembre 2017 a Maddaloni. La macchina operativa è partita lo scorso 5 ottobre 2017 allorquando il cav. uff. Salvatore Borriello presidente provinciale dell’ANMIG e Fondazione ha contattato con missiva il Commissario della Città di Maddaloni, dott. Benedetto Basile.

A seguito di ciò vi è stata l’avvenuta autorizzazione da parte del suddetto Commissario dott. Basile e del sub Commissario dott. Bartolomeo Nero a che l’a manifestazione avesse luogo.

L’evento, a cui si prevede la partecipazione delle diverse rappresentanze di Forze Armate e delle Forze dell’Ordine del territorio, interverranno le organizzazioni provinciali promotrici ovvero l’A.N.M.I.G. e Fondazione, guidata dal cav. uff. Salvatore Borriello e l’U.N.A.C. guidata dal cav. Gaetano Letizia. Le due rappresentanze saranno presenti con i loro soci e volontari, in particolare l’U.N.A.C. interverrà con la Fanfara Provinciale dell’U.N.A.C. di Caserta diretta dal Maestro Vincenzo Silvestro. Altre rappresentanze presenzieranno come l’A.N.F.I. di Maddaloni guidata dal sottotenente Michele Roberti.

Il 4 novembre a Maddaloni verrà vissuto in due momenti distinti. Il primo alle ore 12 presso la Villa Jano Pacifero/Francesco Imposimato ove vi sarà la deposizione di una corona di alloro presso il Monumento ai Caduti di Nassiriya. Da qui gli intervenuti si sposteranno in piazza Generale Ferraro da dove il corteo seguirà fino a piazza della Vittoria dove sarà deposta una corona di alloro al Monumento dei Caduti.

Digeneralmanager

PalArti Capodrise, mostra antologica e convegno su Domenico Mondo

mondo-convegno_02 mondo_vernissage_01 Non poteva che iniziare con Domenico Mondo, pittore del Settecento che ha fatto conoscere Capodrise in Italia e in Europa, il viaggio “In cerca del padre” intrapreso dal Palazzo delle Arti.

 

Primo allievo di Francesco Solimena, pittore e architetto partenopeo considerato uno dei capiscuola della cultura tardo-barocca in Italia, all’«abile disegnatore» la direzione artistica della rassegna ha dedicato una mostra, intitolata “I colori del Mondo”, e un convegno. Il percorso antologico, inaugurato il 27 ottobre e visitabile fino al 16 novembre, segna le tappe fondamentali dell’evoluzione di Mondo, che dal 1789 al 1805 diresse l’Accademia di Napoli. Nelle sale dello “Spazio espositivo permanente” sono stati montati quindici pannelli che ritraggono gli affreschi e i bozzetti più celebri del pittore di Capodrise, più un’opera realizzata con una stampante 3D che consente ai non vedenti di percepire il tratto pittorico dell’artista.

Per far conoscere l’uomo e, soprattutto, l’artista ai più giovani, il PalArti ha promosso un’intensa mattinata di studi, che si è tenuta, il 30 ottobre, nell’auditorium dell’istituto comprensivo “Giacomo Gaglione” di Capodrise. Accanto agli studenti locali, anche quelli del liceo “Buccini” e dell’istituto comprensivo “Cavour” di Marcianise. Moderati da Tina Raucci, giornalista del portale “Caffè Procope”, sono intervenuti Maria Belfiore, dirigente scolastica del “Gaglione”, il sindaco Angelo Crescente («Oggi è Palazzo delle Arti a venire da voi»); l’assessore alla Cultura, Antonella Marotta; il direttore artistico della rassegna “In cerca del padre”, Michelangelo Giovinale; e, in qualità di esperti, Nicola Tartaglione, architetto, decoratore d’interni e paesaggista, e Carmine Negro, dirigente scolastico, scrittore, storico e viaggiatore appassionato. Il primo ha tracciato un profilo del Domenico Mondo uomo e del suo rapporto con Capodrise; mentre Negro si è soffermato sul pittore in relazione al contesto storico. Presenti al convegno pure l’artista Andrea Martone e Rosa Bencivenga, studentessa universitaria, che ha scritto una tesi di laurea su Mondo.

La mostra e il convegno rientrano nel progetto “Pittori di Capodrise nell’arte Campana e oltre”, incentrato su Domenico Mondo, Andrea Sparaco e Andrea Martone, cofinanziato dalla Regione e dal Comune di Capodrise. Il vernissage e il confronto con gli studenti hanno beneficiato del servizio di interpretariato di lingua dei segni (Lis), offerto dalla sezione di Caserta dell’Ente nazionale sordi (Ens), presieduta da Andrea Tartaglione. Il progetto, a sua volta, è parte della rassegna culturale “In cerca del padre”, che gode dei patrocini morali della Provincia di Caserta, della Regione Campania e del Consiglio Regionale della Campania e ha come partner istituzionali il liceo “Buccini”, il liceo “Quercia” e l’istituto comprensivo “Cavour” di Marcianise, il liceo “Righi Nervi” di Santa Maria Capua Vetere e il “Gaglione” di Capodrise. La rassegna si concluderà a giugno

Digeneralmanager

Stragi ’93,Zinzi:”Copione gia’ visto,orologeria sara’ boomerang”.

zinzi“La notizia delle indagini riguardanti Silvio Berlusconi sono un copione già visto in passato. Questo ennesimo tentativo di fermare il suo rinnovato entusiasmo ed impegno sui territori avrà l’effetto contrario. Gli italiani non hanno l’anello al naso”.

Così il coordinatore provinciale di Forza Italia Caserta e consigliere regionale, Gianpiero Zinzi.

Digeneralmanager

Circa 1850 infermieri alle urne per il rinnovo del Collegio IPASVI. La Cisl Fp: “Il ruolo dell’infermiere va valorizzato, chiediamo il riconoscimento dei ruoli nelle professioni sanitarie”.

Cristiani CislNei giorni 27, 28 e 29 ottobre, venerdì, sabato e domenica, si è votato per il rinnovo del Collegio IPASVI. Ottima l’affluenza alle urne, con una serrata competizione di tutte le liste, 5 per la precisione, per 19 candidati, lo spoglio iniziato ieri lunedì 30 ottobre durerà ancora qualche giorno.
“La Cisl fp fa i complimenti in particolare alla Commissione straordinaria – commenta Nicola Cristiani, Segretario Generale Cisl Fp Caserta – inviata appositamente per il controllo e la sicurezza delle votazioni, sta davvero facendo un ottimo lavoro. Si tratta di Mariarosaria Bonetti, Giuseppe Freda e Roberto Cusano, tre professionisti che, per la prima volta da quando si vota per l’Ipasvi,  sono riusciti ad offrire una effettiva serenità a queste elezioni che, come potete immaginare, sono molto sentite.
L’auspicio della Cisl Fp ovviamente é che vincano, indipendentemente dell’appartenenza, coloro che avranno maggiore disponibilità ad operare a favore delle professioni sanitarie e infermieristiche”.
La grossa affluenza è naturalmente testimonianza di quanto la professione infermieristica sia sentita, anche se in provincia di Caserta ancora oggi la figura dellinfermiere è del tutto demansionata. Ricordiamo che l’infermiere è un professionista laureato ma nonostante questo vi sono ancora problemi per il riconoscimento del suo ruolo e professionalità.
“E la questione delle professioni è uno dei punti principali che la Cisl vuole sostenere e per cui si batterà – continua il Segretario – questo nuovo Collegio dovrà anch’esso assolutamente lavorare e battersi affinché venga riconosciuto il ruolo dell’infermiere nel sistema sanitario a partire dai servizi infermieristici con i propri dirigenti e dall’autonomia della professione infermieristica nei modelli organizzativi, non solo per il ruolo infermieristico ma anche per le altre professioni sanitarie.
Se non si trova un momento di incontro su questa tematica si continuerà a lavorare male con continue disfunzioni di servizio”.
La Cisl chiede a tal proposito di organizzare dei tavoli per i piani di fabbisogno del personale all’interno dell’ Azienda Sanitaria Locale e nell’ Azienda Ospedaliera di Caserta, affinché si affrontino finalmente le carenze di dotazioni organiche.
Come sindacato esiste gia un impegno nazionale per lavorare sulla valorizzazione delle professioni sanitarie e per trovare fondi aziendali affinche si possa iniziare un reale processo di differenziazione dei ruoli e delle funzioni degli infermieri. Creare quindi una rete professionale nella quale finalmente potranno essere  inseriti i 3 ruoli specifici:
il dirigente laureato infermiere, i coordinatori infermieri ed i professionisti delle aree professionali. Siamo convinti che in questo modo finalmente i servizi sanitari in provincia di Caserta potranno avere maggiore efficacia ed efficienza.
Digeneralmanager

La Compagnia Ludovica Rambelli Teatro per la prima volta ad Aversa con Tableaux vivants di Caravaggio

 

Adorazione dei pastoriVentitré dipinti si animano davanti agli occhi stupiti dello spettatore, grazie alla maestria degli attori che, col solo ausilio di stoffe drappeggiate, oggetti d’uso comune e un taglio di luce, riescono a trovare l’attimo preciso in cui restituire la forza e la dinamica dell’opera.

E’ “La Conversione di un Cavallo”, la rappresentazione vivente delle opere di Caravaggio realizzata dalla Compagnia Ludovica Rambelli Teatro di Napoli, che il prossimo 10 novembre sarà presentata all’abbazia San Lorenzo di Aversa, durante una serata di arte e cultura promossa dall’Associazione culturale AversaDonna con la Fondazione Mario Diana Onlus.

«Sarà la nostra prima esibizione nella splendida cornice di Aversa – dichiara l’aiuto regia Dora De Maio. Siamo onorati e felici di poter collaborare con due importanti realtà che lavorano sul territorio svolgendo un ruolo di fondamentale rilievo per la comunità. Una occupandosi dei diritti della donna e della trasmissione dei ‘saperi’, l’altra promovendo progetti di impegno socio-culturale. Entrambe mirano a diffondere la cultura e l’amore per il bello, avendo fatto proprio il messaggio di Dostoevskij: la bellezza salverà il mondo».

 

Nati nel 2006 per un progetto didattico della Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli, i tableaux vivants di Caravaggio oggi sono in residenza permanente al Museo Diocesano di Napoli. «Un lavoro delicato e complesso al tempo stesso – amava precisare la drammaturga Ludovica Rambelli, ideatrice e regista dello spettacolo -, che ha in sé realismo e spiritualità poiché cerca di rappresentare appieno l’essenza del pittore».

 

«Con i tableaux vivants, in grado di generare intensi impatti emotivi, dove Arte, Fede, Storia e Spiritualità si stringono in una strepitosa alleanza, vogliamo donare nuove emozioni e porre l’attenzione su uno dei complessi monumentali più antichi e importanti della città di Aversa – sottolinea Nunzia Orabona, Presidente di AversaDonna. E’ nostro dovere ringraziare la Fondazione Mario Diana, che da anni contribuisce in modo concreto al rilancio del territorio e al coinvolgimento dei cittadini, e anche don Mario Vaccaro, responsabile della Consulta Pastorale Universitaria della Diocesi di Aversa, e il vescovo Monsignor Angelo Spinillo, sempre sensibili e pronti a sostenere eventi capaci di coinvolgere emotivamente la comunità».

Digeneralmanager

Canile municipale: il Comune di Caserta ottiene 37mila euro dalla Regione. A breve la ristrutturazione di un’intera area della struttura e di 60 box.

demicheletrelavendettaIl Comune di Caserta ha ottenuto un finanziamento di 37mila euro da parte della Regione Campania, con il quale sarà effettuata la ristrutturazione di un’intera area del Canile municipale. In particolare, tali fondi verranno impiegati per una complessiva opera di riqualificazione di ben 60 box destinati ai cani e di un vialetto pedonale che collega le due aree del Canile. L’Amministrazione è riuscita ad ottenere l’intera somma richiesta alla Regione, assicurandosi ulteriori interventi in una struttura che negli ultimi 18 mesi ha fatto registrare un miglioramento notevole sotto il profilo del funzionamento e dei servizi erogati.

“Ringrazio gli uffici comunali e i dipendenti – ha spiegato l’assessore Francesco De Michele – che hanno lavorato al fine di raggiungere questo importante obiettivo. Grazie a questi fondi riusciremo a compiere ulteriori e importanti interventi nel Canile municipale, che sta diventando sempre di più un fiore all’occhiello della nostra città. Se consideriamo in quali condizioni abbiamo trovato questa struttura al momento del nostro insediamento, possiamo dire senza timore di smentita che sono stati compiuti passi da gigante. Vogliamo ancora migliorare – ha concluso De Michele – e lavoreremo con la stessa serietà mostrata fino ad oggi. La tutela e la salvaguardia degli animali restano al centro dell’agenda della nostra Amministrazione”.

Digeneralmanager

Sequestrata dai Carabinieri una discarica di rifiuti speciali pericolosi nel comune di Aversa

 

discarica I Carabinieri del N.O.E. di Caserta, nel corso di attività finalizzata al contrasto degli illeciti ambientali e la salvaguardia dell’ambiente, nell’agro del comune di Aversa – località “Le Cancelle”,  individuavano un’area di circa 5000 mq, opportunamente recintata e con ingressi delimitati da cancelli carrai. Parte della stessa, per un estensione di circa 1000 mq. era stata utilizzata dal proprietario per la creazione di una vera e propria discarica a cielo aperto, di rifiuti speciali pericolosi e non costituiti da circa 200 mc. di detriti da demolizioni edili tra i quali si evincevano mattoni forati, mattonelle, plastica, tubi in pvc, ferro, fresato di asfalto stradale, sfalci di potatura,  onduline  verosimilmente inmatrice cemento amianto,  imballaggi metallici contenenti residui di emulsioni oleose, filtri olio, pneumatici fuori uso;il tutto depositato sul nudo terreno, nonché un cassone carico di rifiuti da demolizione edile utilizzato per il trasporto in situ del materiale di scarto rinvenuto.

Al termine del controllo i militari hanno deferito alla competente A.G. di Napoli Nord – Aversa, il proprietario dell’area, ritenuto responsabile delle violazioni dell’art. 256 commi 1 e 3 (smaltimento illecito di rifiuti speciali pericolosi e non e realizzazione di discarica abusiva).

Successive attività tecniche sul sito in sequestro, potranno verificare la reale compromissione delle matrici ambientali, interessate dallo sversamento.

L’odierno sequestro, operato in piena “Terra dei Fuochi”, rappresenta un ulteriore segnale dell’impegno dei militari dell’Arma dei Carabinieri e del N.O.E., nel reprimere le persistenti condotte illecite nel settore dello smaltimento dei rifiuti, che vanno ad incidere sull’ambiente e sulla salute dei cittadini.

Digeneralmanager

Il 15 Novembre la presentazione del libro “Bianchini,le mie bombe” a San Leucio

libro1E’ il titolo del libro che mercoledì 15 novembre 2017 alle 18, nella sala convegni presso il ristorante “Leucio”, in via Giardini Reali a San Leucio di Caserta, presenteranno gli autori, il giornalista e scrittore PAOLO VIBERTI e VALERIO BIANCHINI, uno dei più grandi allenatori di basket di sempre.

L’occasione è di quelle da non perdere, un appuntamento unico e speciale in cui si parlerà di sport, di educazione, di valori, di rispetto delle regole e dell’avversario ma anche di storia della pallacanestro italiana.

Saranno presenti gli ex cestisti bianconeri Georgi Glushkov, Manfredo Fucile, Antonio Di Lella, Sergio Donadoni, Mario Simeoli, Sergio Mastroianni e Gennaro Palmieri.

L’ingresso è libero, siete tutti invitati a partecipare.

 

Digeneralmanager

Recale – Partito il laboratorio teatrale “La Porta” diretto dall’attore Elio Amedeo

 

la portaLa Compagnia Esperimento Teatro ha dato ufficialmente il via alla nuova stagione del laboratorio professionale di recitazione ‘La Porta’. Le lezioni si tengono presso la sede di Via Salvatore a Recale. A condurre gli allievi, di età dai 15 anni in poi, in un percorso pratico orientato ad insegnare il mestiere della messa in scena è l’attore professionista Elio Amedeo. Il giovane interprete casertano, completata la formazione presso l’Accademia Eutheca di Cinecittà, ha maturato esperienze teatrali e cinematografiche sia in Italia che all’estero. In merito alla nuova avventura da docente Amedeo ha commentato: ‘ Abbiamo cominciato un viaggio che porterà gli allievi ad una dimensione professionale dell’essere attore. Il mio obiettivo è trasferire gli strumenti da utilizzare per la professione. Al di là del percorso successivo e delle scelte personali, ritengo che sia doveroso dare a coloro che frequentano il laboratorio i mezzi per poter lavorare in questo ambito. Siamo appena partiti e c’è spazio per chi vuole mettersi in gioco’

Digeneralmanager

In un Palazzetto rimesso a nuovo in meno di 24 ore , la Golden Tulip si prepara a sfidare Mondovì. Ingresso gratuito

 

Sarà ancora una volta ad ingresso gratuito. Anche la seconda gara interna della Golden Tulip VolAlto in programma mercoledì 1 novembre alle ore 17:00 presso il palasport di Viale Medaglie d’Oro non prevederà, quindi, alcun ticket d’ingresso.

golden tulip volaltoUn preciso segnale, una precisa volontà del presidente Turco che vuole aprire la squadra, il club, la società alla città offrendo a tutti gli appassionati di questo meraviglioso sport e a quanti volessero avvicinarsi per la prima volta, la possibilità di goderne in maniera gratuita dello spettacolo della serie A.

Appuntamento, quindi, alle 17,00 nello storico impianto adiacente lo stadio pinto per gridare e sostener le Dragonesse rosanero. E, a tal fine, il massimo dirigente della Golden Tulip, Nicola Turco, vuole ringraziare il presidente della Provincia Giorgio Magliocca.
Dopo il duro sfogo della scorsa settimana  da parte del numero uno rosanero, si è avuto l’immediato intervento. così in poco meno di 24 ore il Palapsort di Viale Medaglie d’oro è stato tirato a lucido, rimesso nelle condizioni idealii per ospitare la cittadinanza, per essere teatro di una sfida di serie A. 

 ” Ringrazio il Presidente per l’intervento immediato della Provincia – le parole di Turco – tra l’ospitalità offerta alle piemontesi presso il Golden Tulip Caserta ed il Palazzetto rimesso in ottime condizioni, saremo in grado di offrire una ottima immagine sia come club che come città.. Un buon inizio per tutti per far salire il nome di Caserta in alto”.