Soddisfazione in casa rossoblù per la vittoria dopo i supplementari sul Tuttocuoio. Casertana che ha dimostrato di avere un grande cuore e grande fo
Maggiori informazioni
" /> Soddisfazione in casa rossoblù per la vittoria dopo i supplementari sul Tuttocuoio. Casertana che ha dimostrato di avere un grande cuore e grande fo
Maggiori informazioni
" />

Archivio mensile luglio 2016

Digeneralmanager

Soddisfatto Tedesco: “Qualificazione meritata. Pochi Tifosi? Ringraziamo chi ci ha sostenuto, ora riconquistiamo gli altri”

Mister Tedesco (Foto Giuseppe Scialla)

Mister Tedesco (Foto Giuseppe Scialla)

Soddisfazione in casa rossoblù per la vittoria dopo i supplementari sul Tuttocuoio. Casertana che ha dimostrato di avere un grande cuore e grande forza d’animo. Lo sottolinea anche l’allenatore Andrea Tedesco nell’intervista post gara.  “Siamo contentissimi specialmente sui ragazzi che vanno a giocare in un palcoscenico ben più appetibile della Lega Pro. Affronteremo il Vicenza che è una squadra storica del calcio italiano e direi che ce lo meritiamo. Ho apprezzato la disciplina e spirito di sacrificio che sono le nostre prerogative. Questo è un progetto che nel tempo diventerà sicuramente vincente. Buona la prima anche perché erano solo otto giorni di allenamento e non era facile. E’ chiaro che la gamba non sia brillantissima perché stiamo lavorando con i carichi giusti, ma se siamo al secondo turno significa che abbiamo fatto qualcosa in più degli avversari”.

Il Vicenza nel futuro immediato, ma guai a perdere di vista la stagione regolare. “Siamo contenti e soddisfatti non solo per il passaggio del turno, ma perché i nuovi si stanno amalgamando in fretta e i giovani si sono integrati bene. Non a caso i gol sono arrivati da due ’94 e un ’96 che testimonia il buon lavoro che stanno facendo. Da lunedì torneremo di nuovo ad allenarci in vista della gara di domenica e vogliamo provare a fare il massimo possibile non solo in questa Tim Cup, ma durante tutta la stagione”.

Per Tedesco una sfida ardua e affatto semplice. Squadra rivoluzionata ma lui replica: “Sono contento perché i ragazzi che sono rimasti stanno lavorando bene e sono da esempio dentro e fuori dal campo. Fa capire della costanza del progetto che si vuole portare avanti. Lavorare con i giovani mi gratifica e non poco. In passato quando ero il vice mi dedicavo molto ai giovani, mi rendo conto che i tempi sono diversi, più lunghi rispetto al passato, ma non c’è alcun problema. E’ chiaro che essendo giovani hanno tanto da imparare, ma siamo assolutamente pronti a dargli le giuste direttive. Dobbiamo solo pensare a lavorare e andare avanti”.

Non tanta gente sugli spalti, ma il mister li giustifica: “Siamo contenti della partecipazione. Chi c’era ci ha incitato e li ringraziamo. Qualcuno non è contento di quello che stiamo facendo e si sente in dovere di criticare. Significa che dovremo fare il possibile per fargli cambiare idea”.

Digeneralmanager

Casertana-Tuttocuoio le pagelle: Alfageme è super, il centrocampo balbetta. Buoni spunti di Taurino

La formazione della Casertana (Foto Scialla)

La formazione della Casertana (Foto Scialla)

Prima uscita ufficiale della Casertana 2016-17 targata Tedesco, dopo una settimana di ritiro a Serino, l’esordio casalingo in coppa Italia con un giovane Tuttocuoio che ha giocato questa gara al ‘Pinto’ tra pochi intimi senza il coltello tra i denti, ma con la determinazione giusta. Rossoblù con il passaggio del turno ampiamente alla portata, passano solo dopo i supplementari, Alfageme fa la differenza, ma serve ancora tanto per affrontare un campionato molto difficile.

Anacoura: 5 Sempre attento, bravo almeno in due circostanze a chiudere bene lo specchio della porta, salva al 25’ su Caciagli che calcia da un metro a botta sicura, morbidi in questo caso prima Lorenzini poi Potenza. Sul gol è leggermente fuori dai pali, ma subisce il classico gol della domenica. Nei supplementari è responsabile sulla rete dell’ 1-2, prende gol da conclusione da fuori area con la palla che gli passa sotto al corpo.

D’Alterio: 6 Gara di contenimento, non è al meglio, come i suoi compagni, ma non commette errori. (dal 74’ Giorno: 5,5 Nel finale sbaglia primo un cross, poi una conclusione. E’ freddo a tempo scaduto dal dischetto a realizzare il rigore del pari. Ha un’altra palla buona nel primo tempo supplementare ma la sbaglia calciando d’esterno)

Potenza: 5,5 Dovrebbe dare sicurezza a tutto il reparto per la grande esperienza, ma sembra appannato, in un paio di occasioni perde l’avversario concedendo la superiorità. Attento nei secondi finali anticipando sue avversari di testa.

Lorenzini: 6 Prova sufficiente la sua, nel finale di primo tempo perde lucidità, sempre attento sul diretto avversario, ma non ancora al meglio.

Finizio: 5,5 Gara giocata secondo le sue possibilità, come i compagni è in piena preparazione, ci mette tanto impegno giocando l’intera gara.

Rajcic: 5,5 A centrocampo gestisce sempre bene la palla, ma i tempi sono ancora lenti come il feeling con i nuovi compagni, nella ripresa è stanco e lascia anzitempo il campo. (dal 54’ Matute 5,5 Più mobile, ma cambia poco, anche lui non incide nell’economia della gara, non alzando di molto la qualità)

De Marco: 6 Non convince. Potrebbe fare di più in fase propositiva, ma sembra svogliato e non impensierisce mai la retroguardia toscana. Ha il merito di trovarsi nel posto giusto al momento giusto nel secondo tempo supplementare insaccando la rete del pari.

Pezzella: 5,5 Gioca un buon primo tempo, mettendo in area anche diversi palloni, nella ripresa è stanco e prende l’ammonizione per aver trattenuto un avversario

Taurino: 6 Uno dei giovani più promettenti, si muove bene e ha padronanza, prova anche la conclusione nella ripresa ma calcia alto, inizia bene con una girata di testa che però non impensierisce il portiere ( dal 58’ Kuseta 6,5 Non è caparbio, non si prende responsabilità in momento della gara che necessitava accelerazione e un pizzico di rischio, nel secondo supplementare ci crede di più e fa esplodere il ‘Pinto’ con una bordata da venti metri che batte Cappellini al 114’, palla che termina all’angolo alto alla sinistra del portiere)

De Filippo: 5 Nonostante di buona prospettiva, anche dopo lo scorso campionato con la Berretti, non ha mai inciso e dato peso in attacco

Alfageme: 7 L’unico con una levatura tecnica maggiore, gioca molto defilato, trova nel finale due volte la conclusione ma è bravo il portiere a respingere. Nel finale, all’ultimo respiro trova il rigore del pari. Nel secondo tempo supplementare è ancora prezioso, ci crede e serve l’assist per De Marco.

.

 

Digeneralmanager

Casertana, cuore senza fine: batte il Tuttocuoio nei supplemetari e vola a Vicenza

Luis Alfageme grande prova per lui (Foto Scialla)

Luis Alfageme grande prova per lui (Foto Scialla)

CASERTA. In uno stadio semideserto (siamo in piena estate) parte la stagione ufficiale della Casertana 2016-17. I nuovi falchi, rosa decisamente stravolta (e ridimensionata) rispetto alla passata stagione,  affrontano il Tuttocuoio nel primo turno di Tim Cup.

Assente l’attaccante argentino Corado, ancora non in possesso del transfert dalla federazione cilena, nel riscaldamento si è infortunato Giannone che ha ceduto la maglia da titolare a Taurino. I pisani in campo con le maglie personalizzate, la Casertana ancora no.

Tedesco propone il 3-4-3, con in attacco, da destra verso sinistra, Taurino, De Flilippo e Alfageme. Le chiavi del centrocampo sono affidate al figliuol prodigo Rajcic, Potenza invece guida la difesa. Il 4-3-3, invece è lo schema tattico del Tuttocuoio.

PRIMO TEMPO. La prima occasione dell’incontro è a favore dei padroni di casa. Cross dalla sinistra di Pezzella, al 7’, con Taurino che colpisce bene di testa ma manda alto. I ritmi sono bassi, un po’ per i carichi di lavoro, un po’ per il gran caldo. Alfageme è già in forma campionato, per adesso è l’unico che dà profondità e consistenza all’attacco. Al 25’ Borghini da fondo campo crossa basso sul primo palo, Caciagli anticipa tutti ma Anacoura è bravo a mettere in angolo. Difesa casertana statica. E’ un buon momento per la formazione ospite. Un minuto dopo il Tuttocuoio passa in vantaggio. Pellini lascia partire un gran destro da oltre venticinque metri che sorprende il numero uno rossoblu e palla che termina la corsa all’incrocio dei pali.  Pesca il jolly il centrocampista pisano, non impeccabile Anacoura, ben distante dalla linea di porta. Tedesco prova a confondere i difensori neroverdi scambiando le posizioni dei tre attaccanti. CI si aspetta la reazione dei rossoblu, che non arriva. La manovra continua ad essere macchinosa, si gioca più per linee orizzontali e si cerca poco la profondità. Qualche buona azione si spegne sulla trequarti. Si torna negli spogliatoi con il Tuttocuoio in vantaggio, gara decisa, sin qui, da un eurogol di Pellini, per il resto noia e caldo.

Gigi Pezzella (Foto Scialla)

Gigi Pezzella (Foto Scialla)

SECONDO TEMPO. Nessun cambio, si ricomincia con gli stessi attori dei primi quarantacinque minuti. Dopo un minuto e mezzo Shekiladze lanciato sul filo del fuorigioco si mangia il gol del 2 a 0. Un minuto dopo è ancora l’attaccante georgiano a mettere in subbuglio la difesa rossoblu. La Casertana sembra essere ancora negli spogliatoi. Un sussulto al 7’, quando De Marco ci prova, senza fortuna, dalla distanza.  Bisognerebbe cambiare qualcosa a metà campo ed ecco che Tedesco, tempestivamente, sostituisce un affaticato Rajcic con Matute.  I minuti trascorrono inesorabili, con la Casertana che non riesce a riequilibrare la gara. Tedesco richiama Taurino, uno dei più propositivi, ed inserisce Kuseta. Il croato fa l’esterno nel tridente di attacco. Primo tiro nello specchio della porta dopo oltre un’ora di gioco da parte dei falchetti,  indirizzato da Matute. Conclusione lenta e centrale. Pericoloso Alfageme subito dopo, con un destro da posizione impossibile. La Casertana spinge l’avversario nella propria metà campo. E’ il momento di spingere sull’acceleratore. Tedesco toglie un difensore e inserisce un centrocampista, Giorno. Al 35’ un rimpallo in area favorisce Alfageme che calcia sul portiere. I neroverdi controllano il vantaggio senza grandi difficoltà, favoriti dai falchetti che non sono riusciti a cambiare ritmo. Colpo di scena al 45′. Lungo lancio in profondità per Alfageme che si scontra con Nocchi in uscita. Fallo di quest’ultimo e calcio di rigore a favore dei falchetti. Dal dischetto Giorno non fallisce e incontro riaperto. Si va ai supplementari.

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE. Dopo tre minuti il Tuttocuoio torna in vantaggio. Tempesti ruba palla sulla trequarti ad Alfageme e, indisturbato, si avvia verso l’area rossoblu. A circa venti metri dalla porta lascia partire un sinistro che coglie impreparato Anacoura. Al 12′ corta respinta della difesa e Giorno, al volo, calcia alto.

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE. Si torna in campo dopo qualche minuto di pausa. Nenache un giro di lancette di orologio che la Casertana pareggia grazie ad un gran destro di De Marco. Le squadre sono stanche ma i rossoblu, sospinti da un tifo mai assopito, si lanciano in cerca della vittoria. Ed è così che arriva lo splendido gol di Kuseta. Ancora una rete dalla distanza. Bellissima. Un gol che permette alla Casertana di passare il turno. Domenica prossima si a a Vicenza.

 

CASERTANA – TUTTOCUOIO 3-2 d.t.s.

CASERTANA: Anacoura, D’Alterio (dal 29’ st Giorno), Pezzella, Rajcic (dal 9’ st Matute), Potenza, Lorenzini, Finizio, De Marco, De Filippo, Taurino (dal 14’ st Kuseta), Alfageme. A disp.: Fontanelli, Gala, Bernardes,  Carriero, Ramos,  Giannone, Dell’Anno, Moretta, Colli. All.: Tedesco.

TUTTOCUOIO. Nocchi (dal 1′ pts Cappellini), Picascia, Borghini, Bachini, Falivena, Shekiladze (dal 39’ Merhay), Tempesti, Masia (dal 15’ st Gelli), Caciagli, Berardi, Pellini. A disp.: Gremigni, Tiritiello, Siani, Frare. All.: Fiasconi.

ARBITRO: V. Fiorini di Frosinone; assistenti Colizzi e Guglielmi di Albano Laziale.

MARCATORI: Pellini al 26’ pt, Giorno al 46′ st, al 3′ pts Tempesti, al 1′ sts De Marco, 8′ sts Kuseta

NOTE: spettatori 900 circa; angoli 6-3 Casertana; ammoniti Rajcic (40’ pt), Masia (12’ st), Pezzella (23’ st), Potenza (44′ st), Matute (10′ pts).

Digeneralmanager

A Teano si inaugura la mostra d’arte Exclusive

expoteSabato 27 agosto 2016, alle ore 18:30 si inaugureranno gli spazi espositivi dell’associazione d’arte contemporanea e design denominata Exclusive a Teano, città ricchissima di tesori archeologici e rinomata come il luogo del celebre incontro che sancì l’Unità d’Italia. La galleria d’arte sarà ubicata nel cuore del centro storico, precisamente nel castello sito nella centralissima Piazza della Vittoria, struttura imponente vicinissima al Museo Archeologico, alla Cattedrale e ad altri importanti monumenti cittadini.

Digeneralmanager

Casertana-Tuttocuoio, le formazioni ufficiali: la federazione cilena blocca Corado che va in tribuna. Una novità per i toscani

tim cupSi parte. Inizia la nuova stagione della Casertana che alle 15 affronterà il Tuttocuoio nel primo turno della Tim Cup. Chi vince se la vedrà la settimana successiva contro il Vicenza. Ecco le formazioni ufficiali. Tedesco con un paio di novità rispetto la vigilia. Dentro De Filippo dall’inizio al posto di Corado che per problemi di transfert (non è arrivato in tempo) legati alla federazione cilena non ha potuto prendere parte all’incontro. Fiasconi lascia l’albanese Merkay in panchina e si affida a Tempesti come partner del georgiano Shekiladze.

CASERTANA: Anacoura, D’Alterio, Pezzella, Rajcic, Potenza, Lorenzini, Finizio, De Marco, De Filippo, Giannone, Alfageme. A disp. Fontanelli, Gala, Bernardes, Matute, Carriero, Ramos, Giorno, Kuseta, Taurino, Dell’Anno, Moretta, Colli. All. Tedesco

TUTTOCUOIO: Nocchi, Pacascia, Borghini, Bachini, Falivena, Shekiladze, Tempesti, Masia, Caciagli, Berardi, Pellini. A disp. Cappellini, Merkay, Gremigni, Tirtiello, Siani, Frare, Gelli. All. Fiasconi

ARBITRO: Fiorini di Frosinone

Digeneralmanager

Juve, in settimana l’incontro societario per stabilire il budget annuale

juvecasertaA completamento di quanto affermato in conferenza stampa, il dr. Francesco Fulco, delegato dell’Amministratore delegato della Fortune Investment & Consulting, socio di maggioranza della Juvecaserta, ha inteso comunicare che “nel corso di questa settimana, così come concordato anche con l’Amministratore Delegato di Fortune Investment & Consulting, dr. Francesco Beneduci, ci incontreremo con Iavazzi ed il general manager Guastaferro per definire concretamente e nel dettaglio il budget da mettere a disposizione per la prima squadra e le linee guida della società per il 2016/17”.

Digeneralmanager

Duro colpo della Finanza al contrabbando di sigarette: i militari della Compagnia di Marcianise arrestano sedici persone e sequestrano 15 tonnellate di “bionde”

fumoL’operazione è stata denominata “Fumo dell’est”, ed è stata, condotta dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise su delega della D.D.A. di Napoli, grazie alla quale è stato sferrato un colpo durissimo alla distribuzione ed alla vendita illegale di sigarette di contrabbando in provincia di Caserta e Napoli. I militari della Compagnia di Marcianise hanno disarticolato, individuando trafficanti e distributori all’ingrosso, un’organizzazione internazionale specializzata nel trasporto dall’estero al territorio nazionale di ingenti quantitativi di tabacchi. L’obiettivo è stato quello di tagliare i rifornimenti al “mercato nero”, impedendo la successiva vendita al dettaglio. Le persone coinvolte nelle indagini sono 87 tra italiani e stranieri per un giro d’affari di milioni e milioni di euro. Durante le operazioni sono scattate le manette per 16 soggetti colti in flagranza di reato, mentre sono finite sotto sequestro 15 tonnellate di “bionde” e 6 automezzi ( 1 autoarticolato, 1 furgone, 1 camion adibito a trasporto cavalli e 3 autovetture) opportunamente modificati per il trasporto illecito delle stecche. Le investigazioni, condotte dai finanzieri attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali e tracciamenti GPS, hanno permesso di ricostruire le rotte commerciali seguite dalle sigarette che dall’Ucraina, dalla Polonia, dell’Ungheria e dalla Moldavia giungevano in Italia, per poi essere affidate ai dettaglianti.  Allo scopo di nasconderle ai controlli, il trasporto delle “bionde” avveniva in doppi fondi, ovvero all’interno di scaldabagni elettronici svuotati dei loro componenti interni per poi essere nuovamente riempiti con migliaia di pacchetti privi del sigillo di Stato.

Digeneralmanager

Casertana, fissato l’incontro con i calciatori da trattenere

Corvino e Tilia

Corvino e Tilia

E’ stata fissata la data per incontrare i quattro giocatori della Casertana da trattenere. Martedì i presidenti Tilia e Corvino andranno in ritiro a Serino per convincere Alfageme, Giannone, Matute e Potenza a continuare a vestire il rossoblù. Per i primi due le offerte non mancano, ma è ferma intenzione del club non lasciarli partire e su questo aspetto c’è grande fiducia da parte dei due presidenti. Trattenerli consentirebbe a mister Tedesco di avere una rosa decisamente più competitiva ed esperta e capace di puntare a conquistare un piazzamento utile per i playoff. Obiettivo sempre dichiarato dai vertici dirigenziali che faranno di tutto per accontentare il tecnico.

Digeneralmanager

Tuttocuoio, la tranquillità di mister Fiasconi: “A Caserta per fare il meglio possibile. Non dovevamo neppure essere in Tim Cup…”

Mister Luca Fiasconi

Mister Luca Fiasconi

Ha preso il posto di Cristiano Lucarelli a due giornate dalla fine dello scorso campionato. Luca Fiasconi ha così iniziato la sua carriera da allenatore in Lega Pro passando dal settore giovanile del Tuttocuoio. E il club neroverde contenderà domenica il passaggio al secondo turno di Tim Cup alla Casertana. Il mister è assolutamente sincero e ammette: “Non dovevamo neppure esserci in Tim Cup perché alcuni club non si sono iscritti ed è toccato a noi. Siamo stati avvertiti la scorsa settimana ed eccoci in campo pur avendo iniziato soltanto domenica 24 luglio. In questo periodo i carichi di lavoro sono alti, ma è una partita ufficiale e con i giocatori a nostra disposizione proveremo a fare il meglio possibile. Stessa cosa per i nostri avversari che come noi hanno pochi allenamenti nelle gambe, non saremo al 100% ma l’importante è non farsi male. Ci saranno tanti ragazzi al debutto da entrambe le parti. Ci sarà il massimo impegno ma sarà impossibile essere pronti e avere un’intensità alta”. Un problema in più sarà l’orario. Calcio d’inizio alle ore 15 con temperature oltre i 34°. “E’ una difficoltà maggiore per tutti, farà gran caldo e si perderanno molte energie. Logisticamente forse per noi è meglio vista la trasferta così lontana perchè dopo avremo la possibilità di tornare in ritiro e allenarci già lunedì. Se avessimo giocato alle 20.30 sarebbe stato più complicato perdendo l’intera giornata successiva”. Per lui grande occasione e il battesimo arriverà contro un club blasonato seppur in fase di riassetto tecnico. “E’ vero – confermo – avrò l’opportunità di allenare in Lega Pro e sono molto motivato. La Casertana l’ho seguita anche l’anno scorso ed era un vero e proprio squadrone. Hanno superato i problemi societari, ma in rosa ci sono giocatori importanti, di spessore e anche molto esperti. Noi ce la giocheremo, inutile sottolinearlo perchè accedere al turno successivo sarebbe un prestigioso. Ma siamo a lavoro da sei giorni e non possiamo chiedere ‘impossibile a questi ragazzi”.

Digeneralmanager

Il giovane Tuttocuoio per la rinnovata Casertana: entrambe puntano sui talenti di serie A

Olger Merkaj attaccante del Tuttocuoio

Olger Merkaj attaccante del Tuttocuoio

Il Tuttocuoio torna al Pinto dopo tre anni. Il22 dicembre del 2013 decise un gol di Mancino che regalò così il terzo posto in classifica ai rossoblù. Ora le due formazioni si ritrovano per il primo turno di Tim Cup e chi vince affronterà il Vicenza domenica prossima. Squadra particolarmente giovane quella toscana e tante analogie con la Casertana. A cominciare da mister Luca Fiasconi promosso dalla Berretti e potrà così allenare la prima squadra con una deroga. Molti prestiti dai club di serie A e scommesse che i neroverdi proveranno a vincere. Quella che scenderà in campo domani al Pinto sarà una formazione quasi sperimentale dal momento che si tratterà del primo test della stagione. Il tecnico ha iniziato la preparazione domenica scorsa (come la Casertana) e il club ha notevolmente ridimensionato il progetto rispetto la scorsa stagione. Pochissime riconferme e rosa imbottita di giovani volenterosi come Nocchi, Pellini e Siani tutti prelevati dalla Juventus. Borghini e Serinelli rispettivamente da Empoli e Sampdoria. Prelevato dalla Fiorentina il centrocampista ’96 Berardi. Matteo Caciagli, appena trentenne, è il più esperto del gruppo. Attacco straniero con il georgiano Shekiladze dal Sudtirol ma cresciuto nel vivaio dell’Empoli e l’albanese Olger Merkaj che ha siglato un contratto fino al 2017 ma di proprietà della Sampdoria. Vanta anche l’esperienza europea con l’Albania under 17.