Visibilmente soddisfatto coach Sandro Dell’Agnello in sala stampa spiega la vittoria sulla Vanoli Cremona." /> Visibilmente soddisfatto coach Sandro Dell’Agnello in sala stampa spiega la vittoria sulla Vanoli Cremona." />

Archivio mensile gennaio 2016

Digeneralmanager

La soddisfazione di Dell’Agnello: “Grande Juve, sono davvero contento”

Coach Dell'Agnello

Coach Dell’Agnello

Visibilmente soddisfatto coach Sandro Dell’Agnello in sala stampa spiega la vittoria sulla Vanoli Cremona. “Sono stati bravi i giocatori a crederci e lottare. Abbiamo deciso di mettere due ali in campo e la scelta è stata azzeccata anche se forse rischiosa. Siamo migliorati tanto in attacco, ma la chiave è stata la difesa con rotazioni a tre al cospetto di una squadra che è seconda in campionato. E permettetemi è una soddisfazione enorme perché una cosa è farlo con la juniores un’altra è contro la seconda in classifica. Sono davvero contento”. Poi rivela: “Il malore di Gaddefors ci ha scioccato e non volevamo giocare. Poi stamane tutti scattata la molla, siamo rimasti uniti e meritiamo i due punti ottenuti”.

Digeneralmanager

Nevola si gode i due punti e chiarisce: “Vittoria preziosissima e non esiste alcun caso Cinciarini”

Antonello Nevola

Antonello Nevola

Il gm della Pasta Reggia Antonello Nevola ha commentato così il successo contro Cremona: “Vittoria importante per il gruppo, per i ragazzi, per tutto l’ambiente. I risultati di oggi ci danno ragione e ci sorridono consentendoci di guardare la classifica con maggiore fiducia e grande ottimismo”. Una battuta su Gaddefors: “Sta meglio e domani farà altri accertamenti. L’importante è che il ragazzo si sia ripreso e adesso deve solo attendere l’esito degli esami. Cinciarini? Nessun caso. Ha un problema muscolare e farlo giocare a Torino ha peggiorato le cose e adesso deve recuperare. Quindi si tratta semplicemente di problemi fisici”.

Digeneralmanager

Impresa super della Juve, Cremona al tappeto

Siva in azione contro la Vanoli (Foto Filauro)

Siva in azione contro la Vanoli (Foto Filauro)

Grandissima impresa della Juvecaserta che batte Cremona 73-64, una delle squadre migliori del campionato, nonostante le assenze di Gaddefors e Cinciarini. E’ la vittoria del cuore e della difesa, di Dell’Agnello ed i suoi ragazzi che hanno disputato una partita meravigliosa. Ci sono stati dei momenti di difficoltà, ma era logico vista la coperta corta. Un successo pazzesco.

PRIMO PERIODO

Senza Gaddefors e Cinciarini, coach Dell’Agnello lancia capitan Ghiacci nel quintetto base per la prima volta in questa stagione. Cremona comincia cercando costantemente Cusin che viene sistematicamente raddoppiato, la difesa tiene e l’attacco è piacevole (4-2 al 2’). Siva è particolarmente ispirato e taglia la difesa cremonese con puntualità mentre Dragovic fa il tiro al piccione (6-5 al 4’). Jones non è da meno mentre Ghiacci è una furia in difesa su Vitali, va su tutti i palloni e quando si sblocca Downs arriva il +5. Il capitano è on fire e segna anche la bomba del +6. Pancotto non ne può più quando anche Downs spara la tripla: 18-9 al 7’ per una grandissima Juve. I lombardi fanno una fatica bestiale per muovere il tabellone andando a sbattere sempre contro il muro eretto dai bianconeri (Ghiacci due falli). Anche Metreveli si presenta con un jump dai 6 metri. Il primo quarto finisce sul 20-11, spettacolare prestazione difensiva dei bianconeri.

Jones a canestro (Foto Filauro)

Jones a canestro (Foto Filauro)

SECONDO PERIODO

Cremona aumenta il press ma sprofonda sul -10 con la schiacciata di Hunt. Pancotto prima abbassa poi rialza il quintetto ma non trova la soluzione per scardinare la roccaforte casertana. E quando Jones spara il missile del +13 il Palamaggiò ribolle di passione mentre Pancotto si gioca il secondo timeout dopo 13’. Cremona sbaglia tutto: passaggi, letture, tiri aperti e tiri forzati mentre Hunt imbuca il 27-12 al 15’. L’attacco bianconero è clamorosamente bello: Hunt regala un assist a Siva che spara il siluro del 30-12 al 16’. I lombardi sono più suonati come una campana e quando, in contropiede, Siva spara la bomba del 33-14 è un monologo bianconero. Cusin segna solo dalla lunetta, Cremona non respira mai e quando Siva delizia tutti con un Indiana Moove, allora è veramente accademia (37-18 al 18’). Il samoano umilia chiunque si presenti sul suo cammino: dalla lunetta firma il 40-19 e sale a quota 15 punti. Un 0-5 tutto firmato da Turner danno ossigeno alla Vanoli (40-24). Un pazzesco primo tempo va in archivio sul 42-24.

TERZO PERIODO

Si riparte da dove si era finito: schiacciata di Hunt per il +20 mentre Cremona continua a rifiutare parecchi tiri aperti cercando sempre un extrapass. Siva neanche ha terminato il suo show: altra tripla per il 49-26 al 22’. Siamo al limite del massacro sportivo mentre Washington è l’unico a tenere botta nella Vanoli, la tripla del redivivo Dragovic vale il 49-31 al 23’. La riscossa lombarda dura un attimo: Siva e Downs ridanno 22 punti di vantaggio ai bianconeri. Gli ospiti vanno meglio rispetto all’osceno primo tempo ed è sempre Washington a dare l’energia per tentare la rimonta (53-38 dopo il viaggio in lunetta di Cusin al 25’). Downs, soprattutto, perde troppi palloni e l’attacco gira poco. E proprio i problemi offensivi danno la possibilità ai cremonesi di rivedere la luce sul -13. Nel momento di massima difficoltà offensiva è Giuri a sparare la bomba del 58-42. Suona la sirena, si va all’ultimo ‘stop and go’ sul 60-46 con McGee che esce dalla via crucis personale con un bel canestro.

QUARTO PERIODO

Il periodo si apre con una schiacciata, in solitaria, sbagliata da Hunt ma, per fortuna, Jones non sbaglia dalla lunga distanza per il 63-46. Saggiamente Siva abbassa il ritmo, tanto è Cremona che deve recuperare. La tripla di Washington ferma 3’ senza segnare da ambedue i lati e quando anche McGee scalda la mano, la forbice si assottiglia sul 63-52 al 35’. Non si ferma più Washington che spara ancora una bomba pesantissima che riporta la Vanoli, clamorosamente, sul -6 con 4’ da giocare. Nel momento di massima difficoltà, ecco la tripla di Downs per il 66-57 al 37’. Ed arriva anche la bomba di Jones a spaccare, definitivamente, la partita sul +12 al 38’. McGee prova a far risalire Cremona sul -7 ma Csaerta non si gira più e porta a casa due punti pesantissimi.

Digeneralmanager

Siva è sublime, Caserta schianta Cremona

siva downs

Terza giornata di ritorno in Lega A, la Pasta Reggia ospita la Vanoli Cremona. Senza Gaddefors e Cinciarini, coach Dell’Agnello lancia in quintetto capitan Ghiacci con Siva, Downs, Jones e Hunt. In avvio Cusin prova a far falere il fisico sotto le plance, Caserta risponde con i canestri di Jones e Siva (4-2). Cremona sbaglia qualche tiro di troppo, la difesa bianconera ruggisce e coach pancotto è costretto al time-out dopo le bombe di Ghiacci e Downs con cui i locali doppiano i cremonesi sul 18-9. Caserta chiude bene la prima frazione e dopo la tripla di Metreveli il parziale è di 20-11.

La Juve ricomincia con il piglio giusto con cinque punti firmati dai suoi lunghi (+15 dopo il tiro dalla media di Hunt). Il palazzo s’infiamma dopo due missili in fila di Peyton Siva, che lanciano la Pasta Reggia fino al +19. Cremona tampona l’emorragia con Washington, ma Siva è una furia e riscrive il massimo vantaggio sul 37-18. Turner dall’arco prova a ricucire il gap, alla pausa lunga sul tabellone il punteggio è palindromo: 42-24.

Al rientro i padroni di casa piazzano subito l’alley-oop sul collaudato asse Siva-Hunt (44-24). Con i punti di Siva e Jones Caserta allunga fino al +23, ma la Vanoli abbozza la rimonta con due triple di Dragovic. Cusin a tratti manda in crisi Hunt, ma il lungo numero 4 reagisce nell’altra metà del campo e mette la firma sul nuovo +15 (55-40). Giuri e ma McGee muovono il punteggio: 60-46 all’ultimo break.

Va in doppia cifra anche Bobby Jones con il canestro da tre punti che inaugura l’ultimo quarto della gara. Washington risponde con la stessa moneta, McGee lo imita: 63-52, Cremona rientra in partita. Si ferma la fase offensiva bianconera, è ancora Washington a far male dai 6,75m (63-55). La reazione bianconera arriva con il tiro pesante: Downs e Jones segnano il 69-57, il PalaMaggiò è una bolgia. La Juve si complica un po’ le cose nel finale, ma porta a casa il risultato. Termina 73-64. In piena emergenza se lo aspettavano davvero in pochi, l’ultimo posto in classifica si allontana.

ma.pe

Digeneralmanager

Gran premio giovanissimi under 14 di Spada: successo per il club scherma San Nicola

20160131060458Il Club Scherma San Nicola si conferma come miglior società schermistica della provincia di Caserta nelle categorie giovanili e non solo. Il sodalizio del maestro Mario Renzulli ha svolto il ruolo di protagonista anche alla prova regionale di spada under 14 del Gran Premio Giovanissimi tenutosi nella palestra del Liceo Manzoni di Caserta,  conquistando due titoli regionali, un secondo posto, due terzi posto ed altri ottimi piazzamenti. Tutti i diciannove atleti schierati hanno mostrato, comunque, buone qualità tecniche ed interessanti miglioramenti.

20160131060458(1)

In particolare nella categoria allieve/ragazze ha conquistato il titolo regionale Valeria Agata, seguita dall’ ottimo terzo posto di Desirèe Leone e dalla quinta posizione in classifica conquistata da Martina Esposito. Tra gli allievi/ragazzi da segnalare la gara di Bruno Scoppa classificatosi terzo.

Nella categoria giovanissimi l’altro titolo regionale del Club Scherma San Nicola con Daniel Nacca, mentre Cosimo Guerriero e Giovanni Battista Golino hanno concluso la gara rispettivamente al settimo ed all’ottavo posto.

Tra i maschietti Danilo Di Lillo si arrendeva solo in finale, conquistando uno straordinario secondo posto, mentre tra le bambine Francesca Maisto si classificava al settimo posto mostrando una grande crescita tecnica.

Note positive sono giunte anche dai restanti atleti che pur, non riuscendo a raggiungere la finale ad 8, si sono comportati in maniera egregia facendo registare notevoli progressi tecnici.

“Sono orgoglioso di questi ragazzi – ha dichiarato il presidente del club Mario Renzulli – e sono felice che abbiano compreso come il duro lavoro ed i sacrifici quotidiani consentano di raggiungere i traguardi prefissati. In provincia di Caserta siamo la società schermistica che tutti vogliono battere e questo ci carica ancora di più in ogni gara. I nostri giovani atleti stanno maturando e migliorando tecnicamente ad ogni appuntamento agonistico. I risultati ci danno ragione, l’obiettivo è proseguire su questa strada”.

Digeneralmanager

Vivere alla grande: al Duel Village il documentario scandalo sul gioco d’azzardo

locandina Vivere alla GrandeVivere alla Grande, il documentario scandalo sul gioco d’azzardo, presentato al Festival di Locarno e al Milano Film Festival , arriva al Duel Village di Caserta mercoledì 3 febbraio per una doppia proiezione. In mattinata il regista Fabio Leli incontrerà gli studenti del liceo Manzoni e dell’Itis Giordani. Alle 20.30 invece il film sarà proiettato per il grande pubblico. Seguirà un dibattito. L’obiettivo è quello di accendere i riflettori su un tema di grande attualità, quello della ludopatia, un fenomeno dilagante che sta creando povertà e dipendenze, soprattutto tra i giovani, e che al contempo, arricchendo le multinazionali del gioco d’azzardo, contribuisce a creare terreno fertile per l’azione della criminalità organizzata. L’evento è organizzato in collaborazione con Piazze del Sapere, Forum Terzo Settore, Rete Mettiamoci in gioco, Git Banca Etica, Itis Giordani e Liceo Manzoni, Finetica, Associazione Leo onlus e con il patrocinio del Centro di formazione professionale ASCCO.

LA TRAMA

L’Italia è sotto attacco. L’invasore non è uno Stato estero. Il nemico non ha un volto facilmente riconoscibile, ma la sua presenza è ormai talmente forte e radicata, che viene quasi considerato un alleato dal governo italiano. E’ il gioco d’azzardo legalizzato, una macchina perfetta che lavora a più livelli, e che nell’ultimo anno ha succhiato agli italiani 100 miliardi di euro. Succhiati si, ma spontaneamente. Perché non è solo una questione di denaro. Sembra una tassa invisibile e volontaria, una tassa del popolo. L’invasione si sviluppa a livello economico, ma anche territoriale, politico, sociale, mediatico e culturale. E’ un circolo vizioso, che coinvolge tutti questi aspetti e li modifica per il fine massimo: il profitto. Ma un profitto di pochi, in contrasto alla sofferenza e alla povertà di molti, troppi. Perché indubbiamente l’unico modo certo e accurato di guadagnare con il gioco d’azzardo è solo uno: gestirlo.

Digeneralmanager

JuveCaserta, l’appello di Ghiacci

Andrea Ghiacci (Foto Di Monda)

Andrea Ghiacci (Foto Di Monda)

In attesa della partita di questo pomeriggio contro Cremona, il capitano della JuveCaserta ha voluto lanciare un appello ai tifosi su Facebook.

“Dopo tutto quello che è successo quest’anno – ha scritto Ghiacci sul social network -, dopo quello che abbiamo passato ieri mattina (il malore per Viktor Gaddefors, che ha richiesto accertamenti in ospedale, ndr), dopo aver dimostrato che non facciamo mai un passo indietro, oggi abbiamo bisogno del Palamaggiò di una volta, di 5000 persone e di un casino mai sentito quest’anno. Forza casertani, alzate il c… dal divano e venite a spaccare tutt’ cos… avanti Caserta. #juvecasertaunicoamore”.

Insomma oggi ci vuole una vittoria da dedicare a Gaddefors, che comunque sta meglio. Il giocatore in ospedale ha anche scherzato con i compagni, anche se ancora non si conosce il motivo del malore. Per questa ragione, nonostante tutti gli esami diagnostici cui è stato sottoposto abbiano dato esito negativo, fin quando non saranno accertate le cause del malore, Gaddefors resterà ricoverato ed in osservazione.

Senza considerare poi che oggi ricorre il primo anniversario della morte di Ornella Maggiò, la secondogenita di Giovanni. Lei sicuramente farà il tifo per i bianconeri…

Digeneralmanager

Spaccio, contrabbando e maltrattamenti in famiglia: controlli a tappeto dei carabinieri nel Casertano

alt carabinieriDoppia operazione quella eseguita nel week end dai carabinieri a Marcianise ed Aversa nell’ambito di servizi di controllo finalizzati a contrastare l’illegalità diffusa.

I carabinieri di Marcianise, nella notte di ieri e nelle prime ore di oggi, hanno denunciato 8 persone, di cui 1 di Frattaminore per contrabbando di sigarette, 2 di Gricignano di Aversa per evasione, 2 sempre di Gricignano di Aversa rispettivamente per lesione e maltrattamenti in famiglia, 1 nigeriano residente a Sant’Antimo per appropriazione indebita, 1 di Marcianise per atti persecutori e 1 di Casandrino per ricettazione . Nel corso del  servizio sono state controllate ed identificate 572 persone e 369 veicoli, contestando 32 violazioni di norme del codice della strada.

Analoga operazione tra Aversa, Teverola e Casaluce, dove i carabinieri hanno elevato 20 contravvenzioni per violazioni al codice della strada e sequestrato un veicolo poiché circolava nonostante fosse già sottoposto a sequestro. Denunciate inoltre 5 persone, di cui 2 di Teverola per contrabbando di sigarette, 2 di Trentola Ducenta per violazione dei diritti d’autore, in quanto in qualità di titolari di attività commerciali aperte al pubblico, utilizzavano “smart card” rilasciate per uso privato, per diffondere, a fini di lucro, eventi televisivi a pagamento  e 1 persona, sempre di Teverola, poichè sorpresa alla guida di veicolo senza patente.

Infine un uomo di Gricignano di Aversa è stato segnalato al prefetto di Caserta per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale.

Digeneralmanager

JuveCaserta, contro Cremona senza Gaddefors e Cinciarini

cincia_bolognaCon le buone notizie riguardanti le condizioni di Viktor Gaddefors che hanno accompagnato la seconda parte della giornata di ieri, la Juve affronta alle 18:15 la Vanoli Cremona al PalaMaggiò. Coach Dell’Agnello è costretto comunque a rinunciare alla sua ala svedese, ma non solo. Ai box anche Daniele Cinciarini, che probabilmente non scenderà in campo a causa, ancora, di un problema muscolare alla schiena. Anche capitan Ghiacci è a mezzo servizio, ma alla Pasta Reggia se non altro non mancheranno le motivazioni. Battere Cremona significherebbe infatti affrontare la pausa della prossima settimana – gara contro Milano rinviata al 10 marzo – con un umore diverso, potendo così recuperare gli infortunati in vista del delicato incontro del 14 febbraio contro la Virtus Bologna.

ma.pe

Digeneralmanager

Quale giustizia? Gli studenti del Manzoni a lezione di legalità

quale giustiziaQuale giustizia? Questo il titolo dell’incontro in programma giovedì 4 febbraio alle 10.00 su iniziativa del liceo Manzoni di Caserta e della Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere. L’incontro, che si svolgerà nell’aula magna del liceo, vedrà come relatore il professore avvocato Angelo Raucci, già Presidente della Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere, e l’avvocato Romolo Vignola, Presidente della Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere e moderatore dell’incontro.

Parteciperanno all’evento tutti i rappresentanti delle classi del Manzoni, curiosi e motivati dall’attualità della questione affrontata. Infatti, l’argomento trattato sarà quello di un percorso sulla legalità attraverso i principi costituzionali, ripercorrendo quelli che sono gli articoli 27 e 111 della Costituzione, il fine del processo, la funzione dell’avvocato e l’attuale situazione carceraria. Questo, oltre a tantissime altre questioni che saranno sottoposte e discusse con gli studenti.

L’incontro si inserisce in una più ampia progettazione di educazione alla legalità che nel Manzoni va avanti già da diversi anni grazie all’impegno costante del suo Dirigente Scolastico Adele Vairo e della docente coordinatrice del comitato studentescoRossella Salvato, oltre che dell’avvocato Marisa Mattiello referente per la consulta studentesca, e che consente ai suoi studenti di fare esperienze uniche nel loro genere: la visita al carcere minorile di Nisida, pubblico durante il processo in un’aula del Tribunale oltre ad incontri con i più rilevanti esponenti del settore.

Insomma, il seminario segna l’incipit di un ulteriore prestigioso e prezioso percorso che la preside Adele Vairo progetta per il liceo Manzoni divenuta oramai frontiera avanzata della cultura giovanile e punta di diamante della innovazione formativa del territorio.