Lavoro, presidio della Cgil a Caserta, Guglielmi: “Occorre un coordinamento unico delle vertenze industriali”

Digeneralmanager

Lavoro, presidio della Cgil a Caserta, Guglielmi: “Occorre un coordinamento unico delle vertenze industriali”

jabil_Un coordinamento unico delle vertenze industriali casertane, da Jabil a Firema passando per Indesit, in vista delle prossime iniziative sindacali di protesta. A proporlo è Massimiliano Guglielmi, segretario della Fiom-Cgil di Caserta, che questa mattina, nel corso del presidio della Cgil tenuta davanti alla prefettura di Caserta, si è rivolto agli altri sindacati dei metalmeccanici invitandoli ”a fare subito fronte comune per dare la massima visibilità e forza a delle situazioni di crisi del Casertano che riguardano centinaia di lavoratori. Nei prossimi giorni ci saranno importanti incontri al Ministero dello Sviluppo Economico e manifestazioni di piazza, io credo sia necessario che tutte le sigle sindacali si presentino unite, anche per coinvolgere maggiormente i nostri rappresentanti politici che spesso sono assenti”. Tra Jabil e Firema – la prima azienda dell’elettronica con stabilimento a Marcianise, la seconda società di produzione di carrozze ferroviarie con sede a Caserta – sono a rischio oltre 700 posti di lavoro. Intanto i lavoratori della Jabil di Marcianise hanno approvato all’unanimità, nel corso di un’assemblea in fabbrica, il testo dell’intesa sottoscritta mercoledì scorso al Mise e che prevede la sospensione della mobilità per 380 dipendenti. Sono stati rimossi i blocchi agli ingressi e da lunedì riprenderà l’attività come richiesto dall’azienda in attesa dell’ulteriore confronto già in programma per il 17 novembre prossimo. ”I lavoratori – dice Giovanni Sgambati, segretario generale della Uilm Campania – hanno dimostrato grande responsabilità. Auspichiamo che la stessa responsabilità la sappia dimostrare la multinazionale nel riconsiderare il proprio piano”.

Info sull'autore

generalmanager administrator