Archivio mensile marzo 2014

Digeneralmanager

La Corte di Cassazione: “E’ tutto da dimostrare che Cosentino sia un politico bruciato”

cosentinoSecondo la Corte di Cassazione – su questo in sintonia con l’allarme lanciato dalla Procura di Napoli – sarebbe tutto da dimostrare che Nicola Cosentino, sotto processo per concorso esterno in associazione camorristica, sia un “politico bruciato” e come tale ritenuto non più affidabile dalle organizzazioni criminali. Per la Suprema Corte perciò si rende necessaria una “rivalutazione critica circa “la valorizzazione dell’elemento della cessazione della titolarità di cariche pubbliche da parte del Cosentino contenuta nella motivazione del provvedimento di scarcerazione del 21 giugno e dell’11 ottobre 2013″. Nella sentenza depositata oggi e relativa all’udienza del 17 gennaio si sostiene che nella valutazione del rischio di una “recidiva” da parte dell’imputato cosentino “si sarebbe dovuto tenere conto dell’arco temporale 2010-2012 oltre che dell’attualità”. Quanto alla tesi del tribunale del riesame secondo la quale Cosentino sarebbe un “politico bruciato” e pertanto non più utile ai casalesi, gli ‘ermellini’ sottolineano invece che in realtà Cosentino almeno fino allo scorso aprile, quando la sua mancata ricandidatura alle elezioni politiche venne decisa “solo a poche ore dalla scadenza del termine per la presentazione delle candidature” stesse, non è stato di certo colpito da nessuna “bruciatura”. E’ tutto da verificare, insomma, che i casalesi considerino l’ex sottosegretario un politico fuori gioco dal 2009, quando venne emessa la prima richiesta di arresto. Per questo i supremi giudici chiedono al riesame di correggere la “superficiale svalutazione” con la quale hanno sminuito una intercettazione del 28 marzo 2011 dal carcere di Cuneo nella quale Giuseppe Russo, elemento apicale dei casalesi nonchè “fratello di Russo Mirella, coniugata con Cosentino Mario, fratello dell’odierno imputato“, sollecitava “senza mezzi termini un intervento del Cosentino” per farsi trasferire in un carcere “più gradito”. Per la Cassazione, “la circostanza sottolinea, al di là del suo esito, come un personaggio di elevata caratura criminale, ancora in epoca recente (aprile 2011) faceva affidamento sulle possibilità di intervento in suo favore del Cosentino“.

Digeneralmanager

Codice della strada, al via domani corso di specializzazione per Agenti della Polizia municipale

alberto negroInizierà domani, martedì 1 aprile, e terminerà l’8 aprile nella Sala formativa del Comando di Polizia Municipale di Caserta un Corso di specializzazione “Sicurezza Stradale e Codice della Strada”. Il Corso, della durata di 30 ore, è organizzato dalla Scuola Regionale di Polizia Locale di Benevento e vi parteciperanno agenti, sottufficiali, ufficiali e comandanti della Polizia Locale. Docenti del Corso, diretto dal tenente colonnello Alberto Negro, comandante della Polizia Municipale di Caserta, saranno il colonnello Aldo Carriola, comandante della Polizia Municipale di Napoli e il dottor  Antonio Sferragatta, ex funzionario della Polizia di Stato. L’iniziativa, nel solco del processo di ammodernamento e di riorganizzazione della Scuola, è indirizzata ad aggiornare e approfondire gli aspetti tecnici di un ambito operativo di grande rilievo per tutti gli operatori di Polizia Locale.

Digeneralmanager

L’assemblea pubblica sul Macrico, Del Gaudio conferma e rilancia: “Anch’io voglio una zona F2, solo area verde”

Macrico VerdeUno sparuto gruppo di consiglieri comunali, un folto gruppo di scout, e la solita pattuglia di sostenitori storici della battaglia a favore della realizzazione di una grande area verde dove sorgeva il deposito carburanti dell’esercito. Oggi pomeriggio nella sala consiliare messa a disposizione dal sindaco, anche lui presente all’incontro, il comitato per il Macrico Verde ha potuto ancora una volta ribadire una posizione nota da oltre dieci anni sull’utilizzo dell’area di proprietà dell’Istituto sostentamento del clero. Due relazioni, la prima dell’architetto Pietro Di Lorenzo, che ha svolto una ricostruzione storica delle vicende che hanno riguardato l’area situata alle spalle del Monumento ai Caduti, la seconda di natura urbanistica svolta dall’architetto  Maria Carmela Caiola. “Per noi – ha spiegato Caiola –  non è cambiato nulla,  eravamo e restiamo convinti che Caserta abbia bisogno di una grande area verde pubblica con funzioni compatibili, senza nemmeno un metro cubo di cemento in più rispetto a quello che già c’è e che va semplicemente riqualificato”. La novità, se di novità si può parlare visto che ha pubblicamente preso posizione al riguardo, è che su questa impostazione sembra d’accordo anche Pio Del Gaudio, presentatore di un ordine del giorno con il quale si chiede al Consiglio comunale di dichiarare F2 l’area ex Macrico. “Vogliamo esattamente la stessa cosa, e sono sicuro che anche il consiglio comunale – spero quanto prima – si dichiari per questa scelta, la sola oltretutto capace di far calare in maniera significativa il prezzo inizialmente fissato dalla proprietà in circa 40 milioni di euro. E sarà proprio il Macrico il primo argomento che affronterò con il nuovo Vescovo”.

Digeneralmanager

Interporto Maddaloni-Marcianise, il gazebo dei sindacati: “Non si muove nulla”

interportoI sindacati dei lavoratori edili hanno allestito un gazebo all’esterno del Comune di Marcianise per richiamare l’attenzione sulla situazione dell’Interporto di Maddaloni-Marcianise, opera realizzata solo in parte che sarebbe dovuta servire per creare nel Casertano un terminale per lo scarico di merci e il successivo trasporto a destinazione. La realizzazione dei capannoni è infatti ferma da mesi. Fino allo scorso anno c’erano due aziende edili impegnate: la Essetti però ha avuto la rescissione del contratto e ha dovuto licenziare i 36 dipendenti, mentre gli altri 40 addetti della seconda società, la Cogedi, sono in cassa integrazione a zero ore da dicembre. L’opera sorge al confine tra i comuni di Maddaloni e Marcianise. “Per i lavori sul versante del comune maddalonese – spiega Bruno Piscitelli della Fillea-Cgil – sembrano esserci degli spiragli; l’Ise (la società Interporto Sud Europa, ndr) ha fatto richiesta all’Amministrazione comunale per costruire altri capannoni, ed è stato attivato l’iter per la realizzazione di un bando europeo per l’affidamento delle opere di costruzione con fondi comunitari “Por” dello svincolo autostradale dell’A30 Caserta-Salerno. Ma sul fronte marcianisano – prosegue Piscitelli – non si muove nulla“. “L’accordo di programma tra Comune e proprietà dell’Ise – afferma Alfonso Petrone della Filca-Cisl – è scaduto nel 2009 e le parti da allora non hanno più trovato un accordo per far ripartire i lavori. Eppure l’Interporto doveva servire per creare posti di lavoro e un grande polo dell’intermodalità a disposizione delle imprese. In questo territorio però sembra tutto più difficile.”

Digeneralmanager

Torna il bel tempo, la Sovrintendenza rilancia la Reggia: orari, prezzi e modalità di accesso

reggiaCon l’arrivo della primavera sono sempre più numerose le richieste di visita al Parco Reale. La Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania, per andare in contro a coloro che frequentano abitualmente i giardini vanvitelliani, ha istituito già da tempo un biglietto speciale che consente ai visitatori l’ingresso illimitato al Parco e Giardino Inglese valido fino al 31 dicembre dell’anno di acquisto. Si tratta di un tagliando nominativo, dal costo di 10 euro che, una volta emesso, permette ai possessori l’ingresso previa esibizione dello stesso unitamente al documento di identità. L’acquisto e l’accesso con il “Biglietto Annuale Parco” è consentito esclusivamente al varco d’ingresso di Corso Giannone. Il biglietto non deve essere plastificato e va conservato adeguatamente onde evitarne il deterioramento. In caso di smarrimento o deterioramento non è prevista la sostituzione. Al fine di evitare disagi e attese al cancello d’ingresso a causa di file che diventano inevitabili nei giorni festivi e prefestivi, si consiglia di acquistare il ticket annuale presso la Biglietteria di Corso Giannone negli orari di apertura del Parco (8.30 -17.00 per il mese di Aprile) preferibilmente nei giorni feriali escluso il martedì, giorno di chiusura del monumento. Si informa che il biglietto giornaliero per la visita dell’intero Complesso vanvitelliano (Appartamenti Storici, Mostra Vanvitelli, Quadreria, Parco e Giardino Inglese), è acquistabile presso la biglietteria centrale, al cancello di piazza Carlo III e online su ticketone (clicca qui per l’acquisto online).

Digeneralmanager

Derby Manzoni-Tasso, i licei di Caserta e Salerno al Pinto si sfidano a suon di gol

manzoniSi è svolta questa mattina la partita di beneficenza per una raccolta fondi da donare agli alluvionati della Sardegna, tra i licei “Manzoni“ di Caserta e “Tasso” di Salerno. Intorno alle 10 sono arrivati i primi pullman allo stadio Pinto, con oltre 600 studenti di Salerno che hanno riempito buona parte della tribuna centrale. Presenti sul campo di gioco la Preside del liceo Manzoni dott.ssa Adele Vairo, il Preside del Tasso dott. Salvatore Carfagna e il Dott. Vincenzo Pastore, presidente del Comitato Regionale Campania – L.N.D. – F.I.G.C. Alle 10:30 circa, invece, hanno raggiunto il campo anche gli oltre 1500 studenti di Caserta che hanno praticamente invaso ogni posto del settore. Ha portato i suoi saluti e lodato l’iniziativa il Questore di Caserta Giuseppe Gualtieri, ex arbitro, che ha apprezzato gli sforzi dei ragazzi e dell’organizzazione che ha garantito un sereno svolgimento della partita in un clima che dovrebbe essere quello solito di ogni partita ma che purtroppo è molto raro e difficile trovare tra i tifosi. Alle 11 il fischio d’inizio, con lo spazio al calcio giocato. pintoIl primo goal l’ha messo a segno Emanuele Pozza del Manzoni, poi ha risposto il Tasso con un calcio di rigore. Nella ripresa poche azioni eclatanti, ma sempre tanto entusiasmo sugli spalti. Uno pari sul tabellone finale, adesso si replicherà allo stadio Arechi di Salerno, data da definirsi nei prossimi giorni. Entusiasta la preside del liceo Manzoni, Adele Vairo: “Sono soddisfatta di questo gemellaggio con il liceo Tasso e con la città di Salerno. Lo sport, da sempre una delle attività più in voga tra gli studenti del mio liceo, è il mezzo migliore con cui i ragazzi possono crescere. Se a questo poi aggiungiamo il fine della raccolta di beneficenza, posso dire con sicurezza che con la giornata di oggi l’obiettivo è stato centrato in pieno.”

Per il Manzoni hanno giocato: Vincenzo Valentino, Andrea Malatesta, Enrico Santoro (K), Andriella Filippo, Balvini Antonio, Bologna Francesco, Ianniello Manuel, Menditto Michele, Miele Vincenzo, Ottobre Gaetano, Potenza Vincenzo, Pozza Emanuele, Ricciardi Mattia e Spallieri Gianluca.

Digeneralmanager

Pio, generale senza più esercito: quanto potrà durare ancora?

PioBisogna riconoscerlo, la cosa è davvero singolare. Il sindaco del Comune capoluogo viene nominato (ancorché in coabitazione con altri due colleghi) al vertice del coordinamento provinciale del suo partito, ma nell’assemblea comunale di quel comune il partito di cui il sindaco è co-coordinatore non è nemmeno rappresentato. Anzi, alcuni consiglieri che teoricamente ne dovrebbero far parte veleggiano ormai a vele spiegate verso una formazione politica che – pur continuando a ripetere come un mantra – di voler rimanere nella casa madre in realtà un giorno sì e l’altro pure la picconano dalle fondamenta. Forza Italia-Forza Campania, Pio Del Gaudio, è di loro che si parla. Tra due mesi l’amministrazione Del Gaudio festeggerà i tre anni di vita, ma dell’esercito che lo portò trionfalmente sullo scranno più alto dell’amministrazione cittadina non è rimasto praticamente nulla, salvo qualche manipolo di fedelissimi che continuano a difendere la postazione più che altro perché non hanno il coraggio di uscire dalla trincea nella quale sono rintanati. Caserta Più – la lista che si richiamava ad Angelo Polverino scompaginata dopo le disavventure giudiziarie del leader: Pasquale Antonucci e Donato Tenga sono saltati sul vagone del Nuovo Centrodestra di Paolo Romano; Gianfausto Iarrobino, presidente del Consiglio, era ieri alla convention di Forza Campania; Forza Italia, ex Pdl, non si è nemmeno costituita come gruppo autonomo quando il Cavaliere l’ha resuscitata dalle sue ceneri; il gruppo Udc – che pure faceva organicamente parte della maggioranza che ha sostenuto ed eletto Del Gaudio, è addirittura collocato all’opposizione, sebbene i rumors che provengono dalla stanza del sindaco sussurrano di contatti che non si sarebbero mai interrotti del tutto, neanche dopo i ripetuti voti contrari che hanno fatto traballare la maggioranza. Insomma Pio appare sempre più un generale senza più esercito, poche truppe rimastegli fedeli più per pura convenienza che per convinzione. Quanto potrà durare?

a.e.

Digeneralmanager

Abusava di una minorenne con ritardo mentale: in carcere 66enne di Valle di Maddaloni

PORCO VIOLENZAHa abusato di una ragazza minorenne affetta da un ritardo mentale. Pietro Vigliotti, un 66enne nato ad Alvignano ma residente a Valle di Maddaloni, è stato rintracciato e arrestato ieri sera dagli agenti della Squadra Volante della Questura di Caserta, con l’accusa di violenza sessuale aggravata. A dare l’allarme è stato lo zio della 16enne, che in zona collina di San Michele ha sorpreso la nipote nell’auto del Vigliotti, pronto ad abusare della giovane. A insospettire l’uomo, tanto da spingerlo a seguire la nipote con la sua moto, è stato il fatto di aver visto la minore salire a bordo di un’auto condotta da uno sconosciuto, dopo che più volte, in passato, alcuni amici gli avevano descritto la stessa scena. Il perverso è ora rinchiuso nella Casa Circondariale di San Tammaro, mentre la ragazzina è stata accompagnata all’ospedale per gli accertamenti sanitari del caso.

 

Digeneralmanager

Tiro a volo, i casertani Tazza e Cassandro alla prima prova di Coppa del Mondo in Arizona

???????????????????????I casertani Giancarlo Tazza e Tammaro Cassandro, insieme al sardo Luigi Lodde, rappresenteranno l’Italia alla prima prova di Coppa del Mondo di tiro a volo, specialità skeet, in programma a Tucson in Arizona dall’8 al 15 aprile. Lo ha confermato il ct azzurro Andrea Benelli presente nel fine settimana al poligono Falco, che ospitava la gara iniziale del Gran Prix Italia. “E’ il primo importante impegno della stagione agonistica – ha detto Benelli – articolato in quattro prove, la prima a Tucson, la seconda in maggio ad Almaty in Kazakhistan, la terza in giugno a Monaco in Germania, la quarta a luglio in Cina a Pechino, con la finale a Gabala in Azerbaijan in ottobre. Ai primi di ottobre è fissato invece a Granada in Spagna il campionato del mondo, prima gara dove verranno assegnate le carte olimpiche per Rio de Janeiro”. A Tucson ci sarà anche Ennio Falco ma, almeno in questa prima prova, con un ruolo diverso, visto che accompagnerà in qualità di consulente la nazionale dell’India, cui da tempo si sta dedicando attraverso una serie di stage tecnici. Per quanto riguarda il Gran Prix Italia, svoltosi sabato e domenica sui campi del poligono Falco in riva al Volturno da sottolineare la vittoria dell’azzurro Luigi Lodde nella categoria di Eccellenza con un ottimo terzo posto per il casertano Giancarlo Tazza; il successo dei casertani Giovanni Alois e Mario Di Lorenzo nelle rispettive categorie; il secondo posto dell’iridato Domenico Simeone di Calvi Risorta tra i giovani. Alle gare hanno preso parte 150 tiratori giunti da tutta Italia insieme ai tecnici ed accompagnatori che hanno fatto registrare nel week end il tutto esaurito negli alberghi e negli agriturismi della zona a conferma della sempre felice abbinata tra sport e turismo, da anni promossa con incisività dal Coni Caserta. Una curiosità: al poligono Falco è presente per uno stage di allenamento di due settimane la nazionale finlandese di tiro a volo, guidata da Marko Kempainnen, proprio l’atleta che nel 2004 ad Atene fu battuto in finale, in un combattuto spareggio, da Andrea Benelli. Un incontro simpatico all’insegna dell’amarcord tra due grandi campioni. I finlandesi come altri tiratori dei paesi nordici, dove in questo periodo i campi sono ghiacciasti, sono ormai habituè del complesso in riva al Volturno, contribuendo anche in questo mondo ad alimentare il comparto alberghiero.

Digeneralmanager

Stadio Pinto alla Casertana, a buon fine l’incontro in Comune. Del Gaudio: “Ci capiamo perfettamente”

pintoE’ un piacere parlare con il presidente Lombardi – ha affermato il sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, al termine dell’incontro di questa mattina con i massimi dirigenti del club rossoblù – tra colleghi dottori commercialisti ci si intende perfettamente. Sono molto soddisfatto, riunione estremamente positiva.” All’incontro erano presenti per l’Amministrazione comunale il Sindaco e l’assessore allo Sport, Stefano Mariano, il consigliere comunale Antonio Maiello, il segretario generale Luigi Martino, i dirigenti Maurizio Mazzotti e Giovanni Natale. Per la Casertana Calcio erano presenti, con il presidente Giovanni Lombardi, i soci Pasquale Corvino e Giovanni Pascarella, insieme con il direttore generale Nicola Pannone ed il dirigente Cesare Salomone. “Ci siamo aggiornati a lunedì prossimo, alle ore 10 – ha proseguito il Sindaco – per completare la definizione della convenzione relativa allo stadio Pinto e per esaminare le questioni connesse alle esigenze infrastrutturali imposte dalla Lega Pro per il prossimo campionato”.